"L'Indiano Azzurro" - Day 8

Dal nostro inviato Giampaolo Baldisserri

 

Trebic 04/07/2019

 

Come ieri Mattinata in hotel per gli Azzurri che si sono rilassati fino alla partenza alle ore13 indirezione Stadio di Trebic.

Oggi (ieri per chi legge) partita valida per il primo posto del girone che ci vede contrapposti alla fortissima compagine Olandese, presenza storica e vincente in questo torneo.

All’arrivo i ragazzi appaiono concentrati e consapevoli che dovranno affrontare una squadra altrettanto solida.

La brutta notizia arriva però dall’infermeria. Nella nottata 3 Azzurri si sono ammalati e di sicuro non potranno essere della partita.

Alle 15 inizia la gara che subito si presenta in salita per i nostri atleti.La compagine Orangemette a segno nel primo attacco 2 punti con un fuoricampo (che ahinoi non sarà l’unico della giornata).

I nostri rispondono con un punto e il primo inning si chiude col vantaggio Orange per2 a1.

Nel secondo attacco l’Olanda mette a segno altri 4 punti con un altro fuoricampo da 3 facendo capire immediatamente che non hanno alcuna intenzione di perderela partita. Gli Azzurririspondono con altrettanti 4 punti dimostrando di non essere da meno.

Dal terzo inning però l’Olanda sfodera tutta la sua forza battendo ancora un fuoricampo da 3 con 2 out chiudendo questo attacco con 7 punti segnati. Gli azzurri non demordono ma a suon di valide portano a casa solo 5 punti. Chiudiamo l’inning a basi piene e con giudizi arbitrali alquanto dubbi soprattutto su due chiamate out in prima base e seconda.

Al quarto inning gli azzurri non riescono a contenere le mazze olandesi che portano a casa altri 2 punti e contro i 0 segnati dai nostri. Purtroppo nei volti dei nostri atleti inizia a comparire la preoccupazione e la consapevolezza di non aver sfruttato al meglio le occasioni avute.

Nei successivi 3 inning gli Azzurri giocano alla pari degli avversari concedendo poco alle mazze olandesi ma in questo meraviglioso sport si sa che nessuno ti regala nulla.

Da sottolineare l’esordio di Luca Blunda dei Grizzlies di Torino in seconda base che purtroppo non ha avuto occasione di esprimersi in quanto non coinvolto in nessuna azione difensiva.

L’incontro termina17 a11 per gli Orange.

Sportivamente parlando, onore agli avversari per il valore dimostrato in campo.

I nostri ragazzi nonostante tutto hanno giocato a testa alta e, a mio modesto parere, alcuni fattori negativi hanno influito sulle sorti di questa partita: in primis i 3 atleti indisponibili, poi il lineup che oggi non è stato incisivo come dimostrato nei precedenti incontri, qualche errore di troppo in difesa che normalmente non fanno ma si sa la giornata storta capita (vederli giocare quando sono in palla è una cosa meravigliosa) e per finire il sospetto che la mazza utilizzata da 8 giocatori su 9 dell’Olanda potrebbe non essere regolare. Tale mazza garantisce, a parità di potenza di impatto, una decina di metri di vantaggio rispetto a quelle presenti nel nostro dugout.

La mazza incriminata è stata fotografata e vedremo gli sviluppi anche se stiamo soltanto parlando di un sospetto.

Comunque la sconfitta con l’Olanda ha messo purtroppo fine all’imbattibilità che questa Nazionale aveva precedentemente conquistato ovvero 15 vittorie consecutive.

Speriamo che domani segni l’inizio di un nuovo record di imbattibilità.

Dai ragazzi coraggio! Siamo tutti con voi! Siete dei grandi e oggi nonostante la sconfitta avete nuovamente dimostrato di essere un gruppo meraviglioso e affiatato guidato da Manager e coach bravissimi.

Se è vero che molte vittorie sono partite da una sconfitta voi oggi avete perso solo una battaglia ma non la guerra.

Domani è un altro giorno. Mettete da parte tutta la negatività e trasformatela in positività.. è tutta esperienza!

L’Indiano Azzurro oggi è stato nuovamente schierato a sinistra in campo esterno dove ha dimostrato sicuramente padronanza del ruolo con 3 belle prese al volo di cui 1 per niente facile. In battuta ha fatto solo 1 su 4 con 3 K ma con un bel doppio al centro. Purtroppo prestazione in linea con buona parte del nostro forte lineup che oggi era sotto tono.

Forza Indiano Azzurro, sei un grande e stai dimostrando di poter giocare anche ad alti livelli. Imola è tutta con te. Tieni duro e gioca duro come sai fare, sempre pronto a dare cuore e anima alla tua squadra. Ti vogliamo un mondo di bene.

Grazie Riccardo Soglia e a domani (oggi) nella speranza di poter dare buone notizie.

Un ringraziamento speciale lo volevo poi rivolgere a tutta la società Imola Baseball, ai genitori, ai tecnici e a tutti gli atleti che ci stanno seguendo e sostenendo in questa bellissima avventura. Io e l’Indiano Azzurro siamo orgogliosi di far parte di questa famiglia.

Grazie ancora a mia moglie e mia figlia che ci hanno permesso tutto ciò e sostenuto in questa avventura.

 

Ciao a tutti!!

Giampaolo Baldisserri

Notizia di giovedì 4 luglio 2019


Google
 






GRUPPO FACEBOOK
Giovanili Redskins Tozzona Baseball Imola