News

Comunicato stampa

giovedý 25 ottobre 2018

Nella riunione del consiglio direttivo del 23/10 la società ha preso atto delle difficoltà insormontabili, dati i parametri Fibs, per la partecipazione al campionato 2019 in serie A1, diritto conquistato sul campo al termine della stagione di serie A2 2018.

E' impensabile, oltre che per i costi, un'illuminazione di un'enorme quantità di lumen in una zona densamente popolata come quella in cui si trova il campo della Tozzona ed anche la spesa per la protezione di tutto il perimetro del campo non è sostenibile.

Considerato che i costi per un campionato di A2 o di B, da affrontare senza sponsor, sarebbero molto elevati, la società ha deciso di ripartire dalle giovanili e da una serie C da affrontare con spirito goliardico, per divertirsi.

Amareggiato il presidente mauro Poli: "Ho ufficialmente comunicato al presidente Marcon la nostra decisione. Qualcuno pensa che verrò ricordato come quello che ha affossato il baseball a Imola, ma sono 26 anni che ho dato impegno e qualcos'altro a questo sport. Negli ultimi anni ho lavorato forte, con Christian Gnudi, dichiarando prima dell'inizio dei campionati di voler fare risultato pieno, e ci sono riuscito. La società è invecchiata ma nessuno di quelli che sostenevano di avere il cuore a Imola si è fatto avanti per dare una mano. Non abbandonerò per ora la società: ancora per due anni resterò al mio posto per cercare di traghettare i Redskins verso una soluzione più sicura".

Alcuni giocatori smetteranno l'attività, altri cercheranno di sistemarsi altrove, ma per una serie C senza obiettivi particolari già si sono riavvicinati atleti imolesi che avevano attaccato gli spike al chiodo da tempo.




Redskins - Senago 2-9 13-1

sabato 22 settembre 2018

Come in semifinale con gli A's Bologna, Imola cede la terza partita ad un indomito Senago che sfodera un grande Bryan Sheldon – il papà David ha vinto scudetti a Rimini, Bologna e San Marino prima di allenare Bollate – che effettua una partita completa (W; ip 9; r 2; er 2; h 8; bb 1; so 6) e che dovrebbe essere tenuto in considerazione come lanciatore italiano dal ct della nazionale “Gibo” Gerali. Imola in vantaggio di due al 6° inning ma subito superata nelle riprese successive con Guadagnino a 5/5, doppi di Realini, Suardi e Franco oltre a Betti (3/4) tra cui un homer da due punti. Un dirigente lombardo non nasconde la soddisfazione: "Mi sarebbe scocciato perdere tre a zero...". Domenica mattina la musica cambia con Salas (W; ip 5.2; h 6 r1; er 1; bb 1; so 6) ed Sosa (S; ip 3.1; so 4) e le mazze imolesi che ritrovano il consueto smalto: D'Amico 4/5, Aleman 3/3; Coroli 2/3, Focchi 2/3 con un fuoricampo da tre punti al 7° quando Imola ha preso il largo, oltre alla valida di Tanesini. Adesso toccherà alla Fibs decidere se i Redskins, che hanno acquisito il diritto sul campo come l'anno scorso con la conquista dello scudetto di serie A, possono partecipare al massimo campionato pur non avendo il campo illuminato. Con le cattive  acque che ci sono, Padova out, Sesto Fiorentino e Nettuno City in forse, pensiamo che la cosa migliore sarebbe rivedere le regole per mettere insieme un campionato di vertice decente. Qualche ripescaggio mirato, due fasi in cui nella prima viene ridotto il numero di stranieri, gironi composti per vicinorietà ecc. Quando va male, meglio fare un passo indietro per farne due avanti, quando e se si creeranno condizioni migliori. Intanto aumentano le squadre emiliano-romagnole ad avere diritto all'A1, ben sette su...? perché oltre ai Redskins sono passate anche la corazzata Castenaso e Godo che riconquista sul campo la serie maggiore. Benvenuta anche alla matricola terribile Redipuglia, in due anni dalla B all'A1, che conferma la vitalità del baseball giuliano.




Baseball giovanile: campionato under 12

domenica 16 settembre 2018
Si ferma sul campo baseball di Staranzano (Gorizia) la sorprendente cavalcata dei piccoli indiani della
Redskins Tozzona baseball Imola arrivati agli ottavi di finale del campionato nazionale Under 12.
Due sconfitte prima con Staranzano 14 - 7 poi con SanMarino 8 - 0, due ottime squadre più complete e che schierano anche atleti della nazionale italiana.
Sono concordi i tecnici della Tozzona baseball Azcuy Pedro, Giampaolo Baldisserri e Guccini Wiliam nel valutare una vera impresa quella compiuta dagli atleti imolesi a dimostrazione di una grande lavoro ed impegno nel settore giovanile.
Soddisfazione anche per la Società, mai nessuna squadra della categoria è arrivata così in alto;
un ringraziamento quindi oltre che allo staff tecnico, ai dirigenti, ai genitori per la preziosa collaborazione e a questi generosi atleti:
BALDISSERRI  RICCARDO
BURGAGNI       MICHELE
GALLI                JACOPO
LEPORE            ALESSANDRO
LIGGI                 FILIPPO
MONTRONI       GREGORIO
NANNI               ILARIA
SOGLIA             ANDREA
SOLANI             ALEX
SPIGA               LEONARDO
SALVATORI       DIEGO
VILLAGOMEZ   EMMANUELE



Senago - Redskins Imola 1-3 2-3

domenica 16 settembre 2018

Vittorie sudate per i Redskins a Senago contro una squadra che ha dimostrato molto di più in questa finale che nel corso della regular season. Sabato pomeriggio bello scontro sul monte tra Luca Di Raffaele (W; ip 7.1; h 2; r 1; er 1; bb 3; so 11) e Bryan Sheldon, figlio d'arte. Anche i rilievi Luca Freddi (S; ip 1.2; h 1; so 3) e Davide Monticelli non hanno demeritato e la differenza l'ha fatta l'homer da due punti di Andrea D'Amico al 3° inning, il 2/4 di Velazquez e i singoli di Gnudi, Cortini e Rumenos che hanno fruttato un altro punto. Più sofferta la vittoria in gara 2 con Marino Salas (ip 5.2; h 4; r 1; er 1; bb 2; so 9) che subisce la prima  valida al 4° inning, ma anche sul monte di Senago, Grassi si fa rispettare. L'attacco imolese è un po' anemico ed al 6° non sfrutta una situazione favorevole con valida di Lori Di Raffaele, doppio di D'Amico e gran taglio del prima base lombardo Pistocchi nel guanto del catcher che elimina il corridore imolese a casa base, con qualche dubbio. Senago passa in vantaggio nello stesso inning con una base ball, due valide e l'unico errore della difesa imolese. Sosa (W; ip 3.1; h 2; r 1; er 1; bb 1; hp 1; so 5) rileva e chiude con un K. I Redskins reagiscono al 7° con valida di Tanesini, sacrificio di Gnudi, base intenzionale a Rumenos e doppio di Velazquez che porta a casa due punti. Non è finita, perché nella parte bassa della ripresa due valide e un colpito fanno segnare un punto al Senago, poi Sosa  chiude l'inning con tre strike out. All'8° il punto imolese decisivo : valida di Focchi, base a Tanesini, ancora intenzionale a Rumenos, errore, sacrificio di Coroli e Focchi è a casa. E' una mazzata per Senago, Sosa fa lavorare la difesa, chiude con uno strike out e partecipa a due eliminazioni in prima base.

Ora ai Redskins basta una vittoria nelle partite che si disputeranno alla Tozzona sabato e domenica prossimi per entrare nell'elite del baseball nazionale.

A questo proposito, voci insistenti danno per sicure alcune defezioni in serie A1, come Padova e Nettuno City, con altre squadre in difficoltà. Sarà interessante vedere come la Fibs risolverà i tanti problemi che si presenteranno per il campiopnato 2019, al quale, stando ai risultati, potrebbero partecipare sette formazioni dell'Emilia-Romagna.ù

Risultati delle finali : Grizzly Torino-Castenaso 5-14 0-8; Godo-Macerata 5-3 7-5; Redipuglia-Bollate 3-1 2-1 (10°); Senago-Redskins 1-3 2-3.




REDSKINS Imola-ATHLETIC'S Bologna 4-9 4-2

domenica 9 settembre 2018

Dopo essersi complicati la vita nella terza partita, perdendo all'11° inning i Redskins raggiungono la finale con Senago battendo un'indomita squadra che tiene il fiato sul collo fino all'ultimo. Sabato pomeriggio dopo un alternarsi nel punteggio che all'8° ha visto le squadre in parità 4-4, il calo agli extrainning di Luca Di Raffaele (L; ip 5.2 h 6; r 6; er 5; bb 4; so 10; wp 3)  ha rimesso in corsa i felsinei. Peccato, perché Luca era stato l'artefice di una bella vittoria la settimana prima.

Domenica mattina, nel quarto incontro, i Redskins aprono il gas al 2° inning con sei valide quasi in fila ed entrano quattro punti che saranno difesi fino alla fine da Marino Salas (W; ip 6; h 7; r 1; er 1; so 8) e da Kevin Sosa( S; ip 2; h 2 r 1; bb 1; so 1), autore anche di un bel double play con Velazquez . Bel  tentativo di recupero degli A's Bologna guidati da Carra (3/4) Maggi (2/4) Baccelli (2/4) Del Priore e Cavallari con singoli, che hanno impattato le valide degli imolesi, con una difesa a zero errori e con Giorgi ripresosi e un buon Garagnani in rilievo. Da parte loro i Redskins hanno avuto un line up più equilibrato con Tanesini a 2/3 con un doppio e singoli di Velazquez, D'Amico, Aleman, Gnudi, Cortini, Coroli e Poli, autore anche di una bella presa su assistenza del terza base.

Ora i Redskins  giocheranno la finale contro il Senago che ha sconfitto Nettuno 2 nella quarta partita. Sabato15 e domenica 16 le prime due partite in Lombardia, la settimana dopo a Imola. Nella regular season i lombardi erano giunti  secondi nel girone A con 15 vittorie e 17 sconfitte. Gli altri incontri delle finali per i quattro posti che danno diritto alla A1 nel 2019 vedranno opposte Bollate a Redipuglia,  Macerata con Godo e Castenso contro i sorprendenti Grizzly Torino.




Redskins - Godo 1-6 8-0

domenica 5 agosto 2018

A Godo occorrevano due vittorie contro la capolista per scavalcare, per il miglior Team Quality Balance complessivo, il Collecchio al secondo posto. Nella prima partita Matteo Galeotti  ha ben controllato i battitori imolesi, che alla fine hanno colpito il doppio delle valide degli avversari (12-6 con Gnudi 3/4, Velazquez, Tanesini e Luis Sosa 2/4, doppio di Rumenos e singoli di D'Amico e Aleman) ma sul risultato finale hanno pesato due errori difensivi e i doppi di M.Meriggi e M.Servidei. Peccato, perché un ottimo Turrini (L; ip 5; r 3; er 2; h 3bb 3; hp 1; k 7) ha tenuto a galla la propria squadra. Brutto infortunio per capitan Cortini che si è “sprizzato” una pallina in faccia, con rottura del setto nasale. Al pomeriggio Salas W; ip 5; h 2; bb 3; k 8) e Kevin Sosa (S; ip 4; h 2; bb 1; k 4) hanno ristabilito le distanze con una shut out che ha confermato le posizioni di classifica. Velazquez, ottimo anche in difesa a 3/5, triplo di Lori Di Raffaele, doppi per Aleman e Tanesini, singoli per D'Amico, Coroli e Poli. Ora vacanza, almeno fino al 26 agosto quando le due squadre si rivedranno per un'amichevole in preparazione dei play off . Gli ultimi risultati, hanno stabilito la griglia degli ottavi di finale  che inizieranno il 1° settembre.

 

Risultati : Redskins-Godo 1-6  8-0.

 

Classifica girone C: Redskins 750 (21-7) ; Collecchio 679 (19-9); Godo 643 (18-10); Modena 571 (16-12); Sala Baganza 429 (12-16).

 

Play Off : Bollate-Nettuno 2; Castenaso-Modena; Redskins-Athletic's Bologna; Macerata-Brescia; NBP Ronchi-Godo; Senago-Jolly Roger Grosseto; Viterbo-Grizzly Torino; Collecchio-Redipuglia.




Primo posto matematico nel girone C della serie A2

lunedý 30 luglio 2018

I Redskins, pur senza giocare in quanto a riposo perché avrebbero dovuto affrontare il ritirato Paternò, hanno la certezza matematica del primo posto nel girone C della serie A2 per la doppia sconfitta di Collecchio a Godo. I parmigiani hanno anche già disputato, perdendole, le due partite della quinta di ritorno contro Sala Baganza in un atipico anticipo. Domenica prossima sul diamante della Tozzona, i Redskins affronteranno Godo in due incontri ininfluenti ma che potranno permetter ai manager di far giocare tutto il roster e dare riposo a qualche atleta.

Incredibile la debacle del Collecchio, che nel girone di ritorno ha perso sette delle otto partite disputate.

Il primo posto significa poter affrontare la quarta del girone B, sicuramente gli Athletic's Bologna - secondi dietro Grosseto nel campionato 2014 - con una trasferta breve e non onerosa come sarebbe stato se avessero dovuto incrociare Redipuglia.

Dopo la quinta giornata di ritorno, che vedrà in campo solo Redskins e Godo, un po' di vacanza per riprendere con le semifinali al meglio delle cinque partite il 1° settembre.

 

Risultati : Godo-Collecchio 6-0  4-3; Sala Baganza-Modena 3-7  7-6. Rip. Redskins.

 

Classifica : Redskins 769 (20-6); Collecchio 679 (19-9); Godo 654 (17-9); Modena 571 (16-12); Sala Baganza 429 (12-16).

 

Prossimo turno : Redskins-Godo; Collecchio-Sala Baganza (già giocate) 2-5  1-2. Rip. Modena.




Modena-Redskins 6-7 (10░) 4-3

domenica 22 luglio 2018

Partite combattute al "Torri" di Modena con prevalenza degli attacchi al pomeriggio e del monte di lancio alla sera. Nella prima partita un ottimo Luca Turrini (ip 5;  h 5; k 8) si fa rispettare ma meno fortunato è Luca Freddi (ip 1.2; r 4; er 1; h 2; bb 2; hp 2; k 2) complice anche un errore della difesa. Imola era avanti di quattro punti al 2° e Modena pareggia al 7° così sul monte sale il terzo Luca, Di Raffaele(W; ip 3.1; r 2; er 1; h 3; bb 2; hp 1; k 7). Redskins ancora avanti al 9° con un gran doppio di D'Amico ma i gialloblù pareggiano nella parte bassa dell'inning. Agli extra il rilievo Singh commette un balk e Focchi (2/4) va in prima per ball. Rumenos con una rimbalzante verso la prima costringe il difensore a pensare solo all'eliminazione in base e Poli segna il punto che sarà vincente perché, dopo un hbp, Di Raffaele effettua tre strike out con l'ultimo particolarmente contestato dal battitore modenese. Nel box imolese Velazquez 2/5, Lorenzo Di Raffaele 2/5, Aleman 1/3, e Luis Sosa 3/5.

Sotto le luci Marino Salas (L; ip 5.2; r 4; er 3; bb 4; k 7) non ha una brutta partenza ma al 2° incassa un doppio da Campazzi (4/7 nelle due partite), concede due basi ball e con un errore difensivo entrano tre punti. Per Modena il partente Calero tiene a freno le mazze imolesi fino al 4° quando subisce una valida  da D'Amico, un doppio di Aleman e uno di Focchi che portano il risultato sul 3-2. Il pareggio al 6° per un hbp e un errore difensivo, ma al 7° Modena allunga di nuovo : dopo due strike out Salas riceve un doppio da Alfinito e un triplo da Tamburrini  (4/7 anche per lui nel doppio incontro) che fanno segnare il quarto punto canarino. Kevin Sosa (ip 2.1; k 3) chiude bene per Imola ma l'attacco non scalfisce l'evergreen Cipriano Ventura che ha rilevato. Poche le valide, cinque Modena e quattro Imola, con la curiosità che al mattino gli errori sono stati 3-1 per Imola vincente e 1-3 per Imola perdente. I Redskins comunque sono in  testa perché nell'anticipo della 5ª di ritorno, giocata a metà settimana, Collecchio ha perso due partite a Sala Baganza. Il girone C è sicuramente il più combattuto ed i Redskins faranno di tutto per mantenere il primo posto che potrebbe significare una semifinale a Bologna contro gli Athletic's piuttosto che in Friuli contro Redipuglia. Un  risparmio non da poco dopo la incredibile vicenda del ritiro del Paternò, con i biglietti aerei già prenotati e non rimborsati.

 

Risultati : Modena-Redskins 6-7(10°)  4-3; Sala Baganza-Godo 7-9  1-14(7°). Riposava Collecchio.

 

Classifica : Redskins 769 (20-6); Collecchio 731 (19-7); Godo 625 (15-9); Modena 577 (15-11); Sala Baganza 423 (11-15).

 

Prossimo turno : Godo-Collecchio; Sala Baganza-Modena; riposano i Redskins.




Redskins - Collecchio 4-2 2-1

domenica 8 luglio 2018

Contrariamente a quanto si pensava Nicolò Clemente è stato presente nel big match del girone C, con un notevole contributo che lo ha visto come lanciatore vincente della prima partita. Collecchio subito avanti e Imola in pari al 2°, con Luca Di Raffaele (ip 6; r 1; er 1; h 5; hp 1; wp 1; bb 4; k 3) e Manuel Santana (L; 1p 6.2; r1; er 0; h 2; hp 1; bb 5; k 7) a controllare i due line up. Fino all'8° la partita è andata avanti sui binari dell'equilibrio con poche valide a testa, mentre Clemente (W; ip 3; r 1; er 0; h 2; bb 3; hp 1; k 6) reduce dal raduno e dalla partita con la nazionale in partenza per Haarlem in Olanda, ha dimostrato un ottimo controllo. Santana è sceso dal monte per Dallaturca (L; r 3; er 2; h 3; bb 2; k 1) che all'8° ha subito valide da Aleman, Gnudi e Focchi, più un errore della difesa, che hanno fatto entrare i tre punti decisivi per la vittoria Redskins. Reazione parmigiana al 9° che ha fruttato solo un punto. Tre gli errori di Collecchio contro due di Imola, sette hit a cinque a favore degli emiliani coi soli Velazquez e Acerbi a battere valido due volte. Anche al pomeriggio, grande partita dominata dai lanciatori. Salas(ip 6; r 1; er 1; h 3; bb 2; k 10) che è un diesel, non ha carburato subito ed ha subito un doppio da Maestri (2/4) che ha fatto entrare un punto. Yepez(ip 7; r 0; h 2; hp 1; k 11) ha macinato subito molti strike out ma anche il dominicano di Imola si è ripreso bene e la partita è  proseguita con tanti zeri nello score. Con tre k Salas ha risolto una situazione con seconda e terza occupate e un out, mentre l'attacco ha sprecato un'occasione con un uomo colto fuori terza base. Nei Redskins è subentrato Kevin Sosa (W; ip 2.2; h 2; k 4) a risolvere un'altra situazione “calda” con due strike out, poi con la difesa ed altre eliminazioni al piatto è arrivato senza danni al 9°. Dall'altra parte anche Gianelli (L; ip 2; r 2; er 1; h 2; k 2) si è fatto rispettare ma al 9° ha subito valido da Velazquez, sacrificio di Lory Di Raffaele, valida di D'Amico e pareggio; hit a sinistra di Aleman e palla in diamante di Gnudi. Ferrarini e Valenti hanno tentato il double play ma Aleman, in maniera del tutto regolare, è scivolato verso la seconda facendosi eliminare ma costringendo il seconda base di Collecchio ad un tiraccio in prima che si è perso verso la recinzione, consentendo a D'Amico di correre a casa per la vittoria. Per il “Team Quality Balance” Collecchio è ancora in testa, ma ora le due squadre hanno lo stesso numero vinte/perse e saranno interessanti gli ultimi due week end per sapere chi affronterà la terza e la quarta del girone B, probabilmente Redipuglia e A's Bologna. Difese ermetiche, un errore Collecchio, zero Imola mentre in attacco 2/4 per Velazquez e altro singolo di Tanesini.

 

Risultati: Modena-Godo 6-11  13-2 (7°); Redskins-Collecchio 4-2  2-1. Rip. Sala Baganza.

 

Classifica: Collecchio e Redskins 792 (19-5); Godo 591 (12-8); Modena 583 (14-10); Sala B. 409 (9-13).

 

Prossimo turno: Sala B.-Godo; Modena-Redskins; Rip. Collecchio.




Sala Baganza - Redskins 5-4 0-2

domenica 24 giugno 2018

In tempi non sospetti avevamo detto che Sala Baganza poteva dare problemi a squadre più titolate. Purtroppo questo si è verificato con i Redskins che non hanno saputo approfittare della sconfitta del Collecchio in casa col Modena, addirittura per manifesta superiorità.

Abbastanza sterili i due attacchi che nelle due partite hanno battuto 17 valide in tutto: cinque e cinque Imola, cinque e due Sala, e la differenza l'hanno fatti i monti di lancio più qualche errore di troppo. Il monte italiano imolese ha avuto qualche difficoltà con Luca Di Raffaele che al 4° ha accusato un vistoso calo, non aiutato dalla difesa, subendo quattro punti di cui solo due ER. Nicolò Clemente si è ben comportato come rilievo ma Sala aveva segnato un punto in più e l'attacco Redskins non è riuscito a ribaltare il risultato nei quattro inning restanti. Ottima la prova del winner parmigiano Marco Tortini ed anche del partente Luca Marzio. Tiratissima la seconda partita che i Redskins hanno portato a casa solo al 9° grazie ad un triplo di Andrea D'Amico ed al punto aggiuntivo di Aleman. Salas (W; ip 8; h 1; bb 2; k 13) e Kevin Sosa (ip 1; h 1; bb 1; k 2) hanno fatto il loro dovere ma anche Cuesta con 17t strike out ha fatto penare le mazze rossoblù. Domenica prossima dedicata ai recuperi, in attesa del big match dell'8 luglio in cui Redskins e Collecchio potrebbero stabilire chi è la “meglio del bigoncio” del Girone C.

 

Risultati : Sala Baganza-Redskins 5-4  0-2; Collecchio-Modena 0-12 (7°)  4-2.

 

Classifica : Collecchio 864 (19-3); Redskins 753 (17-5); Godo 600 (12-8); Modena 591 13-9); Sala Baganza 409 (9-13).

 

Prossimo turno (07-08/ 07) : Redskins-Collecchio; Modena-Godo. Riposa Sala Baganza.




Pesaro - Redskins 1-10 3-10

domenica 17 giugno 2018

Dopo aver compiuto il proprio dovere sul Tirreno la settimana scorsa, i Redskins si sono ripetuti sull'Adriatico contro Pesaro. Un attacco potente con 28 valide tra cui triplo di un Coroli che sorprende anche in attacco e un home run di Aleman, qualche leggerezza difensiva – tre gli errori complessivi – ma soprattutto la volontà di non perdere terreno sul Collecchio per il big match tra due settimane. Nel primo incontro ancora una vittoria per il monte italiano tornato all'antico, con Luca Di Raffaele (W; ip 5; h 3; r 1; er 0; bb 3; so 8) partente, ben coadiuvato da Luca Turrini (ip 3; h 1; so 3) e Nicolò Clemente (ip 2; so 6).  Al punto del vantaggio marchigiano l'attacco rossoblù ha risposto con Velazquez (3/5 con un triplo e due basi rubate), Lorenzo Di Raffaele (3/4), Aleman (1/4), Tanesini con un doppio, Gnudi (2/6) e Jorge Sosa con 3/6 e tre basi rubate. Redskins subito avanti sotto i fari con Kevin Sosa (W; ip 5; h 2; so 7) “abridor” che ha lasciato a Marino Salas (ip 2; h 1; r 1; er 1; so 3) e Luca Freddi (ip 2; h 2; r 2; er 2; so 2) con l'attacco ripetutamente a segno: Velazquez 2/6, Lorenzo Di Raffaele ancora 3/4, D'Amico 3/5 con un doppio, Aleman 3/5 con un HR interno, Gnudi 1/5, Cortini 1/3 e Coroli 2/4 con un triplo. Risveglio pesarese tra il 7° e il 9° per tre punti dell'onore. Domenica prossima riprende la regular season con i Redskins impegnati a Sala Baganza, ma la macchina pare ormai a pieno regime.

 

Risultati : Nettuno2-Sala B. 6-4  2-4; J.R.Grosseto-Collecchio 3-5  0-4; Pesaro-Redskins 1-10  3-10; Godo-Macerata 4-3  7-8; Potenza P.-Modena 5-6  011 (7°).

 

Classifica : Collecchio  900 (18-2); Redskins 800 (16-4); Modena e Godo 600 (12-8); Sala B. 400 (8-12).

 

Prossimo Turno : Sala B.-Redskins; Collecchio-Modena. Riposa Godo.




Redskins - Jolly Roger 6-4 11-2

domenica 10 giugno 2018

Ancora uno sweep per la squadra del presidente Poli e del manager Trombini, che può contare sul mound italiano con una maggiore continuità di rendimento. Al mattino la rotazione dei lanciatori ha visto partire un buon Luca Turrini (ip 4; h 2; bb 2; k 5) con i Redskins in vantaggio 5-0 al al 6° grazie a due tripli di Luis Sosa ed alle valide di Velazquez, Aleman, D'Amico (2/4) e Tanesini. Luca Freddi (ip 2; r 3; er 3; h 4; bb 2; k 1) è salito al 5° ma al 7° ,su un vistoso calo, ha subito tre punti ed un altro è entrato su errore quando Nicolò Clemente (ip 3; r 1; er 0; h 3; bb 2; k 5) ha rilevato. Con un buon controllo il bolognese ha vinto la partita e Imola ha incrementato all'8° sugli errori difensivi di Grosseto. Per il Maremà ha rilevato l'ex Simone Grendene (ip 2; r 1; er 0; h 1; bb 2; k 3) autore di una buona prova. Nella fornace del pomeriggio Marino Salas (W; ip 6;  r 2; er 2; h 6; bb 2; k 11) ha  subìto anche un solo homer da Montanelli e un altro punto per una partenza stentata, ma ben presto ha cominciato a macinare strike out che a fine partita hanno visto la doppia cifra. L'attacco Redskins ha risposto al 3° con valide di Coroli e Velazquez, triplo di D'Amico e singolo di Aleman che hanno stabilito il sorpasso. Un altro punto è arrivato al 6° su errore, poi il partente Santiago ha  lasciato al bolognese Dall'Olio, non in giornata, che ha patito un big inning da sette punti (er 5) che ha  fissato  il punteggio finale. Kevin Sosa(S; ip 3; h 2; k 2) ha condutto in porto un a comoda salvezza mentre il box ha registrato Velazquez a 3/5, Aleman 3/5 con un  triplo, D'Amico (1/4) e Tanesini(1/3) tripli e singoli di Gnudi, Cortini, Vignali e Coroli. Spina nel fianco della difesa imolese, che ha effettuato quattro doppi giochi in giornata con un solo errore, il seconda base maremmano Edoardo Aprili che ha chiuso il doppio incontro a 5/7 con un  doppio. Domenica chiusura dell'intergirone a Pesaro, per tenere il passo di Collecchio.

 

 

 

Risultati : Sala B.-Viterbo 3-9  5-4; Collecchio-Nettuno2  15-5(7°)  8-4; Redskins JR Grosseto 6-4  11-2; Potenza P.- Godo 0-3  1-13(8°); Pesaro-Modena 8-11  5-9.

 

Classifica : Collecchio 889 (16-2); Redskins 778 (14-4); Godo 611 (11-7); Modena 556 (10-8); Sala Baganza 389 (7-11).

 

Prossimo turno : Nettuno2-Sala B.; Grosseto-Collecchio; Pesaro-Redskins; Godo-Macerata; Potenza P.-Modena.




Nettuno due - Redskins 4-8 1-4

domenica 3 giugno 2018

Missione compiuta dei Redskins a Nettuno, che si mantengono a contatto della capolista Collecchio. Sul litorale laziale Nicolò Clemente è stato il partente del primo incontro, sostituito al 3° inning da Luca Di Raffaele che, pur subendo un fuoricampo da due punti dall'esperto Caradonna (un passato nel grande Nettuno, Godo e Rimini) ha condotto vittoriosamente in porto la partita. Sotto 4-1 al 7°, il box rossoblù è stato più incisivo all'8° con un big inning da sei punti. Alla battuta  Velazquez (2/5), Lorenzo Di Raffaele (2/4), Aleman (4/5), Ferini (1/1)  tutti con un doppio e valide di D'Amico (1/4), Rumenos (1/2), Focchi (2/4) e Coroli (1/3).Sei e otto gli strike out dei due lanciatori e solo quattro e due valide subite. Domenica mattina partita più equilibrata ma Salas , vincente con 11 strike out in 6 inning, e Kevin Sosa con una sola valida subita in tre riprese non hanno dato scampo ai laziali, nonostante un altro fuoricampo da un punto del solito Caradonna. Solo cinque le valide, come quelle di Nettuno con D'Amico a 2/4 e singoli di Velazquez, Aleman e Tanesini.

Domenica alla Tozzona arriva lo sconosciuto Jolly Roger Grosseto con l'ex Redskins Grendene e l'ex Castenaso Dall'Olio.

 

Risultati : Macerata-Sala B. 5-2  2-0; Viterbo-Collecchio 3-9  4-7 (10°); Nettuno2-Redskins 4-8  1-4; Godo-Pesaro 8-2  7-2; Modena-JR Grosseto 4-5  3-2 (10°).

 

Classifica : Collecchio 875 (14-2); Redskins 750 (12-4); Godo 563 (9-7); Modena 500 (8-8); Sala B. 375 (6-10).

 

Prossimo turno : Sala B.-Viterbo; Collecchio-Nettuno2; Redskins-Grosseto; Potenza P.-Godo; Pesaro-Modena.




Redskins-Rams Viterbo 8-5 12-2 (7░)

domenica 27 maggio 2018

Qualche difficoltà al mattino, dopo che i Redskins avevano aperto la gara con tre punti al 1° inning e uno al 2° con valide ed errori della difresa degli “arieti”. Partente Clemente (ip 3; h 2; bb 2; k 5) per tre riprese, poi Luca Di Raffaele (ip 2; p 4; er 4; h 5; bb 1) meno efficace del solito che ha subito il pareggio dei laziali per il doppio di Ceppari, le valide di Ochoa, Gentili,Mandolini, Proietti e un triplo di Urquiola.

 

Forse i giovani pitcher imolesi patiscono la sindrome del rilievo, a parti in vertite rispetto all'incontro di Macerata?

 

Turrini (ip 1.1; r 1; er 1; h 1; bb 1; k 1), poco allenato per motivi di lavoro, subisce il sorpasso ma è Freddi (W; ip 2.2; bb 1; hp 1; k 1) a ridare tranquillità alla squadra che al 7° attacco, partendo da un triplo a destra di Velazquez proseguiva a suon di valide per tre punti che ridavano sicurezza, aumentando lo score con una segnatura anche all'inning successivo. Oltre al 2/5 dell'interbase imolese, Aleman e Gnudi 2/3, Luis Sosa 2/4 e singoli di Lorenzo Di Raffaele e D'Amico. Zero errori in difesa. Più semplice dopo pranzo con i Redskins avanti 9-0 al 1° per sette valide – doppi di Velazquez e D'Amico – e tre errori della difesa viterbese. Fiammata Rams al 3° con due punti su Marino Salas (W; ip5; r 2; er 2; h 5; bb 2; k 7) ma Imola ha ribattuto con un punto, propiziato dal doppio di Coroli. Kevin Sosa (ip 2; h 1; k 2) ha controllato agevolmente, poi al 7° sono arrivati i due punti per la chiusura anticipata. Velazquez 2/3 con un doppio, Lorenzo Di Raffaele 2/4, D'amico 2/3 con un doppio e singoli di Aleman, Tanesinmi, Vignali e Cortini. Sabato e domenica trasferta sul Tirreno contro Nettuno 2.

 

Risultati : Sala B.-Potenza P. 10-0 (7°)  7-1; Collecchio-Macerata 7-1  9-0; Redskins-Viterbo 8-5  12-2 (7°); JR Grosseto-Godo 0-3  1-4; Modena-Nettuno 2  1-4  6-8 (10°).

 

Classifica : Collecchio  857 (12-2; Redskins 714 10-4; Modena e Godo 500 (7-7); Sala B. 429 (6-8).

 

Prossimo turno : Macerata-Sala B.; Viterbo-Collecchio; Nettuno 2-Redskins; Godo-Pesaro; Modena-Grosseto.




Macerata - Redskins 5-3 3-13

sabato 19 maggio 2018

I Redskins tornano da Macerata col bicchiere mezzo vuoto, considerato il passo falso di Collecchio nella prima partita a Potenza Picena. Il pareggio sta stretto quando la vittoria nella prima partita sembrava alla portata degli imolesi in vantaggio 3-2 al 6° e con una rotazione che poteva garantire un buon controllo nei tre inning finali. Luca Di Raffaele (ip 6; r 4; er 3; h 5; bb 6; hp 1; k 4) ha tenuto bene il monte e probabilmente non doveva ripartire al 7°. Un cambio nella rotazione, non Freddi ma un Clemente con poco controllo,  ha portato Macerata a segnare tre punti grazie a lanci pazzi, basi gratis e un errore della difesa. Freddi ha chiuso a stalla ormai vuota. Tanesini 2/4 con un  triplo e singoli di Aleman e Gnudi lo scarso bottino del box imolese. Buona la prova del convocato per la nazionale U18 marchigiano, Oscar Tucci (ip 5.1; r 3; er 2; h 3; bb 4; k 3) e vittoria per Cerilio Soleana. La colonia antillana si è fattavalere. Serata diversa con il duo Salas (W; ip 5; r 3; er 3; h 4; bb 7; k 8) e K.Sosa (S; ip 4; h 6; bb 1; k 4) hanno ben controllato la partita, il box ha colpito a dovere con Focchi 4/6 con triplo, Aleman 3/4, Poli 2/3, Gnudi 2/5, Doppio di D'Amico e singoli per Lorenzo Di Raffaele e Tanesini e la difesa è stata impeccabile. Cinque i lanciatori utilizzati da Macerata ma il big inning dei Redskins al 9° hanno tolto ogni speranza di rimonta. All'inizio del 6°, per un malessere, l'arbitro Alessia Cicconi è stata sostituita da Carlo Rinnovatore. Auguri per un pronto recupero.

Risultati : Pesaro-Sala B. 13-3(7°)  0-2; Potenza P.-Collecchio 5-3  4-5; Macerata-Redskins 5-3   3-13; Godo-nettuno 8-1   5-3; Modena-Viterbo 15-5 (8°)  4-3;

Classifica ; Collecchio 833 (10-2); Redskins 667 (8-4); Modena 583 (7-5); Godo 416 (5-7); sala B. 333 (4-8).

Prossimo Turno ; Sala B.-Potenza P. ; Collecchio-Macerata; Redskins-Viterbo; Jolly Rogers Gr.-Godo; Modena-Nettuno2.




Redskins - Potenza Picena 11-1 (7░) 14-3 (7░)

domenica 13 maggio 2018

Buon comportamento dei Redskins contro un avversario a cui non è mancata la grinta. Gli imolesi sono partiti al galoppo ed erano 6-0 già al 2° inning. Le Pantere si affaccianovano a casa base al 5° sul leggero calo di Luca (Lukaz) Freddi (W; ip 5; r 1; er1;h 3; bb 3; bk 1; so 6) che concede due valide e una base ball ma il lanciatore è  statosorretto dalla difesa che non ha commesso errori. Luca (Luky) Turrini (ip 2; h 1; k 2) ha rilevato ottimamente. Reazione Redskins al 7° sul rilievo piceno con i cinque punti necessari a mandare tutti sotto le docce in anticipo. Mazze calde con Lorenzo Di Raffaele 2/4 con un doppio, Andrea D'Amico 2/5 e triplo, Paolo tanesini 2/5 e doppio, poi singoli per Velazquez, Aleman, Gnudi, Focchi e Luis Sosa. Un punto al 1° di Velazquez – triplo e volata di sacrificio per Di Raffele – non ha spaventato Potenza Picena che ha toccato duro il partente Marino Salas (W; ip5; r 2; er 2; h 5; bb 1; k 6) con un doppio di patrizio e un triplo di Marte, portandosi sul 2-1. Solo al 4° Imola sorpassava con la valida di D'Amico, il triplo di Aleman e la volata di Focchi, poi all'inning successivo il giovane e bravo pitcher Luca Belluccini ha  concesso  una valida a Poli, un'intenzionale a Velazquez, ha colpito Di Raffaele ed è stato cambiato. Ancora base a D'Amico e Josè Aleman ha sgombrato la tavola con un homer  al centrodi 120 mt a cui si sono aggiunte la valida di Tanesini, il doppio di Rumenos e ancora una valida di Poli per sette punti a casa. Su Kevin Sosa (ip 2; r 1; er 1; h 4; k 1) è entrato un punto su valide di Gonzalez e Simonetti e un dopio di Sangill, poi ha lavorato la difesa. I Redskins hanno chiuso la partita al 6° attacco a suon di valide che hanno prodotto i quattro punti mancanti alla “manifesta”. Tredici le valide imolesi con Velazquez 2/3 e triplo, Aleman 3/4 con triplo e homer, Rumenos 2/2 con doppio, Poli 2/4 e singoli di D'Amico,Ferini, Tanesini e Vignali. Sabato prossimo insidiosa trasferta a Macerata, capolista del girone D.

 

Risultati 1ª Intergirone : Sala Baganza-JR Grosseto 3-2  2-1; Collecchio-Pesaro 7-3  8-2; Redskins-Potenza Picena 11-1(7°)  14-3 (7°); Viterbo-Godo 2-9  12-1 (7°); Macerata-Modena 5-3  2-1; rip. Nettuno 2.

 

Classifica gione D : Collecchio 900 (9-1); Redskins 700 (7-3); Modena 500 (5-5); Godo e Sala Baganza 300 (3-7).

 

Prossimo turno : Pesaro-Sala Baganza; Potenza Picena-Collecchio; Macerata-Redskins; Godo-Nettuno; Modena-Viterbo;  riposa JR Grosseto.




Partita buttata a Godo dai Redskins 2-11 11-3

domenica 6 maggio 2018

Molto rammarico per la prima partita dei Redskins a Godo, dove hanno battuto più valide (10 contro 3), c'è stata una buona prestazione dei lanciatori con Luca Di Raffaela (L; ip 7; r 2; er 1; h 2; bb 3; hp 2; k 9) e Luca Freddi (ip; 1; h 1) ma un errore e un leggero calo al 3° inning del pitcher hanno sancito il sorpasso dei Goti con due punti, contro l'unico segnato al 1° da Velazquez portato a casa da Aleman. Godo ha saputo gestire l'esiguo vantaggio aiutato da due “piccionate” di Imola che con zero out all'7° ha vanificato ogni tentativo di rimonta. Organizzati dal terza base ravennate, Servidei, due pick off consecutivi hanno eliminato Velazquez e Lorenzo Di Raffaele in terza e secobda base. Comunque la crescita dei due venezuelani è il dato positivo per la squadra: Vicente ha battuto 3/3 con un doppio e 4/6 in totale, Josè ha chiuso la giornata a 5/8 ed ha mostrato buon braccio nel cogliere in rubata Evangelista nella partita della sera. Singoli per Di Raffaele, Tanesini, Cortini, Rumenos e Sosa. Imola subito avanti sotto i fari con un home run di D'Amico da due punti al 1° inning, poi ha aumentato il vantaggio contro i cinque lanciatori schierati da Godo, fino a sfiorare la “manifesta superiorità” al 7°. Marino Salas (W; ip 6; h 3; bb 1; k 10) e Luca Turrini (ip 1; h 1; k 1) hanno lasciato il monte a Niccolò Clemente che con dritte veloci non ha inquadrato la casa base ed ha concesso basi ball, valide e tre punti. Dopo un consulto sul monte, da lanciatore di classe qual'è, ha chiuso la partita con quattro strike out consecutivi. Con la mazza, Lorenzo Di Raffaele ha colpito 4/5 con un doppio, D'Amico 3/5 col fuoricampo, triplo di Ferrini, doppi di Velazquez e Tanesini e singoli per Aleman e Coroli. Domenica prossima alla Tozzona (ore 11 e 15,30) inizia l'intergirone C-D contro un avversario mai incontrato, Potenza Picena.



Risultati : Godo-Redskins 2-1   3-11; Sala Baganza-Collecchio 3-9  0-2     Rip. Modena

Classifica : Collecchio 875 (7-1) ; Redskins  e Modena 625 (5-3); Godo 222 (2-6); Sala Baganza

Prossimo turno Intergirone : Sala Baganza-Jolly Roger Grosseto; Collecchio-Pesaro; Redskins-Potenza Picena; Viterbo-Godo; Macerata-Modena; Rip. Nettuno 2.


Prosegue intanto la striscia vittoriosa (6-0 e testa della classifica) della squadra U12 che ha battuto 17-9 i pari età di Ferrara,. Vittoria per 17-7 della squadra U15 su Sasso Marconi e sconfitta di misura in serie C dei Redskins per 13-16 contro Ozzano al campo della Tozzona.




Redskins-Modena 13-11 5-4 (10░)

domenica 22 aprile 2018

Dopo la parte alta del 2° inning la “manifesta superiorità” nella partita del mattino sembrava la conclusione più ovvia: 7-0 per Modena con Luca Di Raffaele (W;ip 6; r 7; er 7; h 9; bb 2; hp 1; k 6) toccato duro per la disperazione di papà Claudio a bordo campo a controllare la velocità dei lanci. Poi sia il lanciatore che la squadra hanno reagito, il line up ha cominciato a battere segnando punti, fino al big inning da cinque al 6° che ha sancito il sorpasso. I gialloblù hanno sostituito Soto (ip 2.1; r 5; er 4; h 3; bb 4; k 3) con Singh (ip 2.2; r 1; er 1; h 3; bb 2; k 2) che ha contenuto la rimonta imolese ma il successivo rilievo ha dovuto scendere dopo i cinque punti subiti e senza aver effettuato alcuna eliminazione, lasciando il posto alla chiusura di un ottimo D'Angelo. Modena ha riprovato a farsi sotto ma Niccolò Clemente (ip2; r 2; er 2; h i bb 3; k 3) dopo Luca Freddi ha chiuso con uno strike out la pericolosa rimonta, aiutato da un'ottima difesa. Nel box, più produttiva Modena con Murari a 3/5, Frigeri 2/4 e Alfinito 3/4. Per Imola, stoico Paolino Tanesini (3/4 e un doppio) nonostante un duro colpo alla caviglia che al 7° lo ha fatto giungere a casa quasi a “zoppogalletto”. Anche Focchi a 3/4 e singoli di Aleman, Gnudi, Coroli e Luis Sosa.

Sfida tra l'ex IBL (Godo, Padova e Novara) Angel Calero (ip 7; r 1; er 0; H 6; bb 1; k 10) e Marino Salas (ip 5; h 2; bb 2; k 8) ripresosi dopo il passo falso di Collecchio. Imola in vantaggio al 3° con Cortini, aiutato anche da un errore difensivo, poi ci pensa Matteo Friggeri, a ribaltare il risultato : dopo l'ingresso di Kevin Sosa che chiude l'inning con tre strike out, al 7° riempie le basi e il gioiellino di Poviglio aspetta la sua pallina e la spedisce alle spalle dell'esterno centro per un big slam che lascia ammutoliti i tifosi di casa. Rassegnazione, ma anche Imola mostra gli attributi e non molla: Petralia (ip 0.2; r 3; er 0; h 1) parte bene poi Focchi, in prima per scelta difesa, e Aleman su errore rubano in contemporaneo, base gratis anche a Gnudi ed ancora Tanesini (2/2 e un doppio) sparecchia. Pareggio e il cinquantatreenne Cipriano Ventura sale sul monte di Modena. Si va agli extrainning con Sosa, Aleman e Gnudi che confezionano una doppia eliminazione che vale l'ipotetico prezzo del biglietto: basi piene, battuta sul pitcher che passa a casa dove il catcher elimina l'accorrente corridore e spedisce rapidamente in prima base. Attacco Imola, Ventura gioca uno schema tentando prima un pick off in seconda, poi verso la prima che però è sguarnita e Velazquez corre a casa per il punto della vittoria. Per Imola singoli di Velazquez, Aleman, Gnudi, Cortini e Coroli. Contestazioni da entrambe le parti verso l'arbitraggio che al mattino ha espulso il manager imolese Trombini ed al pomeriggio due giocatori di Modena. Domenica prossima Imola riposa anziché recarsi a Paternò, tentando ancora di farsi restituire il già pagato per la trasferta.


Risultati: Godo-Sala Baganza 5-3  2-4; Redskins-Modema 13-11  5-4. Collecchio riposo


Classifica: Collecchio 750 (3-1); Redskins 667 (4-2); Modena 500 (3-3); Godo e Sala Baganza 250 (1-3).


Prossimo turno: Collecchio-Godo; Modena-Sala Baganza; Redskins riposo.




Collecchio - Redskins Imola 3-1 6-2

domenica 15 aprile 2018

La giornata comincia con una sorpresa per la lettura di un comunicato della Fibs: annuncia che il Paternò Red Sox - vincitore dello scudetto di A2 del 2016 - rinuncia la campionato di serie A2. Fortunatamente nella prima partita contro il Godo nessun giocatore romagnolo è stato squalificato altrimenti sarebbe stata una grossa beffa visto che le prime due partite dovranno essere annullate. I commenti malevoli si sono sprecati ma tant'è, il girone C della serie A2 si gioca con cinque squadre, senza nessuna retrocessione. Sul sito del “Corriere Etneo” Federico Rapisarda minimizza scrivendo che la decisione del Paternò dipende dalle troppe spese da sostenere ma sembra strano che sia tutto qua. Paternò aveva chiesto il recupero in serie A1 e prima di intraprendere la serie A2 avrà pur  fatto un bilancio preventivo. Si attendono notizie. Quasi tutte le squadre del girone hanno già speso soldi per prenotare viaggio aereo, pullman e albergo - Collecchio doveva scendere in Sicilia la prossima settimana - e i dirigenti delle squadre stanno telefonando alle agenzie per cercare di recuperare qualcosa.

Venendo al baseball giocato, battuta di arresto per i Redskins contro una bella squadra che è apparsa più rodata. Al vantaggio imolese al 4°, dovuto a ben quattro errori difensivi, i padroni di casa hanno risposto al 6° prendendo il via da un errore e segnando tre punti. Errori decisivi per tutti, tanto che nessun punto è a carico dei pitcher. Vincente Giovanelli (ip 6; h 2; k 3) ma buona prova anche di Luca Di Raffaele (ip 5; h 5; bb 2; k 9) e  Niccolò Clemente (ip 2.2; h 3; bb 2; k 5). Sfortuna per Luca Freddi (L;ip 0.1;  h 1;) che deve sopportare la croce di perdente, avendo messo in base un battitore: colpito alla caviglia da una linea del successivo è riuscito a completare l'eliminazione in prima ma ha poi dovuto abbandonare il mound per il dolore. Poche le valide imolesi e pochi i rimasti in base contro un line up più prolifico dove si sono distinti Lori (2/4) Flisi e Pasotto (2/5).

Sotto i fari Imola batte di più ma non basta. Anche i parmigiani colpiscono Marino Salas (L; ip 4.1; r 4; er 4; h 4; bb 5; hp 1; wp 2; k 8) non al meglio, che lascia a Kevin Sosa (ip 3.2; r 2; er 0; h 4; bb 1; wp 1; k 5) la pedana. Anche Yepez (W; ip 6; r2; er 1; h 6; bb 3; hp 1; k 11) scende anzitempo sostituito da Della Turca che chiude senza danni. Per Collecchio al box bene Mantovani (3/4) mentre tra gli imolesi si distinguono Aleman (3/4), Lorenzo Di Raffaele e Rumenos (2/4) e Gnudi (1/3).

 

Risultati : Collecchio-Redskins 3-1  6-3; Godo-Modena  8-10  2-8.

 

Classifica : Collecchio, Modena 750 (3-1); Redskins 500 (2-2); Sala Baganza 0 (02); Godo 0 (0-4)

 

Prossimo turno : Godo-Sala Baganza ; Redskins-Modena. Riposa Collecchio




Redskins Imola - Sala Baganza 9-3 2-0

lunedý 9 aprile 2018

Partite non esaltanti ma combattute alla Tozzona e i Redskins hanno avuto ragione di un Sala Baganza che quando avrà registrato la difesa darà grattacapi a più di una favorita. La squadra imolese sciorina il nuovo mound italiano con Luca Di Raffaele (W; ip 5.1; r 2; er 1; h 5; bb 2; k 7) che fornisce un'ottima prova, ben rilevato da Luca Freddi (ip 2; h 1; bb 1; k 2) e Niccolò Clemente (ip 1.2; h 1; bb 2; k 3). E' presto per giudicare date le difficoltà per molte squadre di allenarsi convenientemente, ma probabilmente Imola ha risolto in maniera soddisfacente i problemi che derivavano dal primo incontro. Anche il monte parmigiano ha mostrato buone cose con Marco Tortini e dei dodici punti segnati dalle due squadre nella partita solo tre sono a carico dei lanciatori. Ben sei gli errori del Sala, due per Imola. La svolta dell'incontro avviene al 4° con i Redskins avanti 2-1: tre errori nella stessa ripresa permettono ai padroni di casa di segnare quattro punti con una sola valida di Cortini e Imola prende il largo arrotondando ancora al 7° e 8°. Nel box ancora un po' di ruggine, con singoli di Velazquez, schierato dh, Lorenzo Di Raffaele a suo agio nel ruolo di short stop, D'Amico, Gnudi, Cortini, Poli e Vignali. Per Sala Baganza 2/4 di Chiesa e 2/3 di Cuesta.

Al pomeriggio c'era attesa per vedere all'opera Salas (W; ip 6; bb 1; k 10) e Kevin Sosa (ip 2; bb 4; k 4) opposti a Cuesta e la partita si è rivelata molto combattuta. L'attacco emiliano, che nei due incontri ha battuto le stesse valide degli imolesi, ha creato alcune situazioni pericolose dopo il doppio vantaggio Redskins creato da un triplo di Aleman e da un doppio errore sull'eterno Rumenos, ma Salas e Sosa hanno saputo chiudere gli inning senza danni. Bella prova anche di Cuesta che ha tenuto il monte per otto riprese, subendo cinque valide  con tre bb e nove strike out. Per la squadra ospite in attacco 3/5 di Romanini e per i Redskins 2/4 per Lorenzo Di Raffaele, il triplo di Aleman, 2/4 di Gnudi e 1/3 di Poli. Nessun errore difensivo per i rossoblù.

 

Risultati : Godo-Paternò 3-5  6-8 (10°); Redskins-Sala Baganza  9-3  2-0; Modena-Collecchio 4-5  8-7 (12°).

 

Classifica : Paternò, Redskins 1000 (2-0); Modena, Collecchio 500 (1-1); Godo, Sala Baganza 0 (0-2).

 

Prossimo turno : Godo-Modena; Sala Baganza-Paternò; Collecchio Redskins.




Baseball, rivoluzione nel campionato di A2

domenica 4 febbraio 2018

Probabilmente i Redskins resteranno l'ultima squadra ad avere vinto lo scudetto della Serie A Federale di baseball perché la Fibs, nella riunione di Bologna di sabato scorso, ha rivoluzionato i campionati. Ci saranno A1 e A2 e la seconda serie non giocherà per lo scudetto ma per ben quattro promozioni, mentre le ultime di ogni girone retrocederanno in serie B. I gironi diventeranno quattro da sei squadre e Imola giocherà nel girone C con Collecchio, Godo, Modena, Sala Baganza e (ahi, ahi !) Paternò con conseguente maxitrasferta. Dopo il girone d'andata, che partirà il 7-8 aprile, si giocheranno sei partite con le squadre del girone D, cioè Jolly Roger Grosseto, Macerata, Nettuno 2, Pesaro, Potenza Picena e Viterbo anche se non si sa ancora con quale criterio si giocherà in casa o in trasferta. Dopo il girone di ritorno ci sarà la sosta estiva ed eventuali recuperi, poi le prime quattro di ogni girone si affronteranno in semifinali incrociate (la prima di un girone contro la quarta dell'altro, la seconda contro la terza) al meglio delle 5 partite in due week end ma non si conosce quali gironi si incroceranno, se quelli dell'intergirone o di un altro. Le otto vincenti si affronteranno per stabilire le quattro promosse in A1 sempre al meglio di cinque partite in due fine settimana e chi arriverà alla fine concluderà le fatiche il 22-23 settembre. Un po' macchinoso ma, a parte la trasferta siciliana, il girone imolese si può affrontare con poca spesa e nell'intergirone saranno solo tre le trasferte ma non è detto siano tutte lontane. Nella stessa riunione è stato deciso di non disputare la Coppa Italia di categoria perché con l'intergirone aumentano le giornate di gioco e si è stabilito che il lanciatore extracomunitario può lanciare nella seconda partita del week end e nella seconda, quarta e quinta dei play off. Ora molte squadre cercheranno pitcher sudamericani con passaporto spagnolo, oltre a quelli già in possesso di quello italiano e presenti in molte squadre. Per completare l'informazione, il girone A è composto da Bollate, Brescia, Codogno, Grizzly Torino e Cagliari, il girone B da A's Bologna, Castenaso, Bolzano Ronchi dei Legionari, Redipuglia e Verona. Si spera che questo format sia quello definitivo anche alla luce delle difficoltà di una squadra di A1, il Nettuno City, che ha perso quasi tutti i giocatori e non si capisce come potrà affrontare il campionato.



Nino Villa

Arrivi e partenze in casa Redskins

martedý 23 gennaio 2018

Comincia a delinearsi l'ossatura della nuova squadra campione della Serie A Federale 2017 (che da quest'anno tornerà a chiamarsi A2), I Redskins Baseball Imola. La confusione regna sotto il cielo della Fibs ma la situazione non è eccellente: in serie A1 (ex Ibl) dovevano esserci almeno dieci squadre ma ne risultano iscritte solo otto e una di queste, il Nettuno City, naviga in cattivissime acque con pochi giocatori rimasti. In A2 dovrebbero esserci 24 squadre per comporre i tre gironi ma per ora sono solo 22 e la Fiorentina, che l'anno scorso ha fatto spese pazze per salire più in alto, si è autoretrocessa in serie B. La parte del leone nel mercato l'ha fatta Castenaso, scottata dalla sconfitta in casa nella finale dell'anno scorso con i Redskins, che ha ingaggiato il manager più vittorioso della storia bolognese, l'ex Fortitudo ed ex San Marino Marco Nanni. Assieme a lui è arrivato Juan Carlos Infante, italo-venezuelano scudettato a Bologna e l'anno scorso a Rimini. Dalla Fortitudo anche il catcher Marco Sabbatani ed è difficile pensare che la squadra di Bassi, che avrà ancora lo slugger cubano Yosvani Peraza, non aspiri ad un ripescaggio in serie superiore. Altrimenti saranno ancora scintille nel derby della san Vitale tra Redskins e Castenaso. Il presidente imolese Mauro Poli, per sua consuetudine parla solo degli arrivi sicuri, senza una parola sulle altre trattative. Partono alcuni lanciatori, Anselmi a Brescia, Bortolotti al Longbridge, Grendene al Jolly Roger Grosseto e Kevin Sosa trattenuto in Venezuela per motivi famigliari, ma dalla Fortitudo giunge Niccolò Clemente. A 16 anni, da Pianoro firmò un contratto con l'organizzazione dei Boston Red Sox e si trasferì negli States. Tornato a Bologna il ventenne pitcher è stato poco utilizzato lo scorso campionato ed ha scelto Imola per rilanciarsi. Juan Pablo Angrisano non tornerà a difendere il piatto di casa base e dal Longbridge Bologna arriva il giovane Andrea Ferini, classe '98, pronto per una scalata di qualità. Mancheranno anche i fratelli Lentini, Fabio in serie B per recuperare dagli infortuni e Ivan ad allenare le Blue Girl, Gelli rimarrà a Godo e Luca D'Amico a Modena quindi Poli sta ancora guardandosi in giro per chiudere le caselle mancanti senza fretta, per fare le scelte migliori. Il manager Moreno Trombini non ha dubbi:” Il “pres” sta costruendo un'altra buona squadra e anche quest'anno saremo pronti a dargli soddisfazioni”. Si aspetta ancora qualche “botto” importante per difendere lo scudetto che sarà sulle maglie rosse e blù dei Redskins Imola.



Nino Villa

Redskins, chi va, chi viene, chi resta

martedý 23 gennaio 2018

L'inizio degli allenamenti al coperto per i Redskins si è trasformato, per volontà del presidente Mauro Poli che voleva fare il discorsetto beneaugurale, in una cena tra vecchi e qualche qualche nuovo rossoblù. Come sua abitudine il “pres” non ha svelato tutte le sue carte, solo quelle certe per ora, ma si attendono ancora colpi di mercato. Si è sfoltito il monte di lancio con le partenze di Luca Bortolotti (Longbridge Bologna), Davide Anselmi (Cus Brescia?), Simone Grendene (Jolly Rogers Grosseto) che ha preso al volo una richiesta e vuole fare un'esperienza nuova. Ivan Lentini aveva già chiuso e sarà nello staff delle Blue Girl, mentre Kevin Sosa resta in Venezuela per problemi famigliari. Luca D'Amico non ritorna a Imola per motivi di studio, Fabio Lentini vuole rimettersi dagli acciacchi nel Longbridge, Juan Pablo Angrisano ha già fatto tanto ad essere presente per due anni e la signora Mercedes lo vuole a Buenos Aires, mentre Erik Gelli probabilmente rientra a Godo. Della vecchia guardia, a disposizione del manager Moreno Trombini e dei coach Gian Luca Poli, Daniele Natilli, Sandro Spisni e Pedro Azcuy di ritorno da Cuba rimangono Marino Salas, Luca Freddi e Luca Turrini sul monte, Davide Poli, Fedo Cortini, Andrea D'Amico, Luis Sosa, Christian Gnudi, Lorenzo Vignali, Amedeo Focchi, Andrea Coroli, Paolo Tanesini. Dietro al piatto di casa base, per ora, ci sarà il ventenne Andrea Ferini proveniente dal Longbridge, trafila nelle giovanili Fortitudo e pronto per il salto di qualità. Ad allungare il bullpenn italiano da Bologna arriva Niccolò Clemente dopo lo scarso utilizzo nell'IBL. Il ragazzo ha solo vent'anni ed ha già l'esperienza internazionale maturata nell'organizzazione dei Boston Red Sox dove approdò a sedici anni da Pianoro. I Redskins campioni della Serie A Federale sono la squadra ideale per un rilancio, pensando alla strada fatta ad esempio da Bittar, Bassani e Filippo Agretti. Intanto la dirigente Ornella Billi mostra in giro, chiedendo pareri, i progetti di scudetto (“Piccolo, non vogliamo fare pacchianerie...”) che l'anno prossimo fregerà le maglie rosse e blù dei Redskins Imola.



Nino Villa

Imola, i Redskins campioni d'Italia di baseball premiati in Comune

mercoledý 25 ottobre 2017

La squadra ha donato all'amministrazione una pallina autografata e la medaglia celebrativa

Imola, 25 ottobre 2017 - Ricevimento in comune a Imola per i Redskins, squadra che ha vinto il titolo italiano per la Serie A di baseball. Il sindaco Daniele Manca, l'assessore allo sport Davide Tronconi e il dirigente dell’Ufficio Sport, Stefano Mirri hanno accolto il presidente dei Redskins Mauro Poli e i dirigenti Claudio Cervellati, Ornella Billi, Orazio Capelli e Fausto Cortini, il manager Moreno Trombini, i coach Pedro Azcuy, Gianluca Poli, Sandro Spisni e tutti i giocatori autori della bella impresa.

Tra loro il lanciatore dominicano Marino Salas Ortega, ormai stabilitosi a Imola - i figli frequentano le scuole della città - vero dominatore del campionato: ha vinto tutte le partite in cui ha lanciato ed ha chiuso con una straordinaria media PGL (un calcolo che tiene conto dei punti subiti) di 0.36. I Redskins sono arrivati primi nel loro girone con 19 vittorie e 9 sconfitte, battendo poi in semifinale il Collecchio e nella finale il Castenaso. La squadra ha portato in dono coniata per la conquista del titolo. Da parte dell'Amministrazione comunale, una targa alla compagine imolese per il brillante risultato conseguito.




Redskins Campioni d'Italia di Serie A Federale

domenica 1 ottobre 2017

CASTENASO-REDSKINS 4-1  1-4

Al termine della serie REDSKINS-CASTENASO  3-1

REDSKINS CAMPIONI D'ITALIA DI SERIE A FEDERALE

Al termine di due combattute partite la squadra imolese del presidente Mauro Poli e del manager Moreno Trombini è diventata Campione d'Italia per la Serie A Federale, titolo previsto nel Regolamento Fibs, in quanto all'IBL vi si accede solo per requisiti economici e strutturali. Redskins e Castenaso hanno dato vita a belle partite di fronte a numeroso pubblico, come già era avvenuto nel week end imolese. Al pomeriggio, nella partita dei lanciatori italiani, buona prestazione nonostante la sconfitta di Luca Freddi (L; ip4; r 4; er 3; h 4; bb 3; k 2) non aiutato da una difesa con quattro errori, Luca Bortolotti (ip 3.1; h 2; bb 4; k 3) e Simone Grendene (ip 0.2; h 1). Grande partita del lanciatore avversario, Coco Dall'Olio che ha lanciato tutti i nove inning subendo solo un punto e cinque valide tra cui il triplo di Luca D'Amico, il doppio del fratello Andrea, il 2/3 di Focchi e una hit di Gnudi. Tre punti per Castenaso al 1°, anche per una giocata sbagliata in terza base anziché eliminare il corridore in prima base, un punto a testa al 3° e tante riprese in bianco fino alla fine. Festa rinviata alla sera dove si sono affrontati Eduardo Miliani e Marino "Monster" Salas (W; ip 9; r 1; er 0; h 5; bb 6; k 10; 13 partite vinte e 0 perse, più una "salvezza"), entrambi impegnati a finire la partita. Al 2° Paolino Tanesini ha spedito la pallina sul tetto della club house per un "solo homer" e successivamente è arrivato a punto anche Luis Sosa. Momenti di calo per entrambi i lanciatori ma stavolta la difesa imolese  ha sostenuto il proprio pitcher, compresa una splendida presa al volo di Luca D'Amico al 6°. Imola ha segnato  altri due punti al 9° complice l'unico errore degli emiliani e il solo errore rossoblu ha permesso a Castenaso di onorare la bandiera, poi l'ultima pallina si è spenta nel guanto di Coroli all'esterno sinistro ed è iniziata la festa. Le due finaliste hanno il diritto, per il 2018, di far parte della nuova Serie Nazionale ma il mondo del baseball naviga ancora in acque tempestose e non si sa come saranno strutturati i campionati. Sicuramente i Redskins resteranno in seconda divisione, onorando comunque il titolo conquistato al termine di una stagione esaltante.




Finali Play Off 2017 - gara 1 e gara 2

sabato 23 settembre 2017

REDSKINS-CASTENASO  5-3   8-6

Finalmente lanciatori italiani dei Redskins hanno mostrato il loro vero valore nella prima partita di finale del campionato di serie A, consegnando al manager Moreno Trombini una bella e convincente vittoria sabato pomeriggio. Luca Freddi (ip 5.2; r 1; er 1; h 3; bb 2; hp 1; bk 1; k 6) ha lanciato benissimo  ed è stato sostituito appena ha mostrato un leggero calo. Simone Grendene (W; ip 2; r 2; er 2; h 4; k 1) è risultato vincente mentre Davide Anselmi (S; ip 1.1; bb 1; k 3) ha ottenuto una preziosa salvezza senza subire valide. Anche il lanciatore emiliano "Coco" Dall'Olio ha tenuto bene per cinque inning, finché l'attacco rosoblù non ha trovato la chiave per colpire quattro valide consecutive (Focchi, Angrisano, Tanesini e L. Sosa) che, unite a due basi ball, hanno confezionato un inning da quattro punti. Quattro valide consecutive anche per Castenaso all'8° confezionavano una rimonta di due punti, non sufficiente a ribaltare il risultato. Angrisano ha chiuso a 2/5 e l'altra valida è stata di L.D'Amico. Domenica mattina Marino Salas (W; ip 5.1; r 6; er 5; h 7; bb 2; K 9) è partito sul monte imolese e dall'altra parte il cinquantatreenne Remigio Leal. Marino è apparso un po' contratto ed ha subito più pgl in questa partita che in tutto il campionato, compreso un fuoricampo da tre punti  al 4° inning del cubano Peraza. Imola aveva segnato quattro punti su Leal, uno in riposta all'home run sul rilievo Ramirez ed al 5° approfittava di un errore difensivo per segnare altri tre punti. Un erropre anche della difesa Redskins ha permesso a Castenaso di rifarsi sotto al 6° e Salas lasciava a Kevin Sosa (S; ip 3.2; h 3) mentre Miliani subentrava sul moe avversario. Il giovane venezuelano dei Redskins ha confezionato una preziosa salvezza senza subire segnature, facendo lavorare la difesa fino ad una difficile eliminazione al volo in territorio foul da parte di Davide Poli. Undici le valide per entrambe le squadre con L.Sosa a 3/5, A.D'Amico a 2/3, Gnudi 2/5, doppio per Angrisano e singoli di L.D'Amico, Focchi e Tanesini per Imola. Sabato e domenica prossimi, a Castenaso, il prosieguo della splendida stagione dei Redskins, mentre continuano le polemiche tra la Fibs e le squadre della Ibl su come sarà strutturato il massimo campionato 2018.




Redskins mai cosý in alto

domenica 10 settembre 2017

Collecchio-Redskins   11-10   0-10 (8°)   0-2 (6°)

Nella più che trentennale storia dei Redskins, fatta di molte promozioni e tanti play off, la squadra del presidente Mauro Poli e del manager Moreno Trombini non aveva mai conquistato il diritto di accedere alla massima divisione del baseball made in Italy. Questo perché, in una situazione in grande fermento, col presidente Fibs Marcon che vuole allargare il campionato e le società IBL (l'anno prossimo Serie Nazionale) che vogliono mantenere lo status quo ad otto squadre, la Circolare per l'Attività Agonistica 2017 prevede che le due squadre finaliste della serie A salgano alla serie superiore, ripristinando un criterio meritocratico che fu abolito dall'invenzione IBL-franchigie. Che poi Imola ci vada è un altro discorso. Poli ha dichiarato tempo fa che non è interessato, inoltre il campo non ha illuminazione - il comune non prevede di farla -, divide gli spogliatoi col tennis della Tozzona, viene irrigato a mano e il tabellone è incompleto. Però l'impresa sportiva dei ragazzi di Trombini rimane e si giocherà il titolo contro Castenaso che ha sconfitto il Jolly Rogers Grosseto, a riprova della superiorità del girone B a cui appartenevano emiliani e romagnoli. A Collecchio, che lamentava l'assenza di Flisi e Paolini impegnati nel Mondiale U18, i Redskins hanno perso la prima 11-10 dopo essere stati in vantaggio 9-3. I pitcher italiani, Turrini, Freddi, Bortolotti e Grendene si sono battuti benino contro i cinque schierati dai parmigiani, ma hanno dovuto soccombere quando la pioggia ha impedito a Grendene il pieno il controllo della palla e gli arbitri non hanno voluto sospendere. Salas ha chiuso la sua partita in anticipo all'8° ma Collecchio non ha schierato il suo straniero, Yepez, preservandolo per la bella. Kevin Sosa ha lanciato da par suo, aiutando anche la difesa con eliminazioni in terza e avviando due doppi difensivi, difendendo il vantaggio costruito dal doppio di Gnudi che ha portato a casa due punti al 1° inning. Salas comunque era già pronto per fare altri inning, se necessario. Al sesto il diluvio che ha allagato il campo e vista l'impossibilità di continuare, fine gioco e vittoria di Imola per regola. Nei tre incontri i Redskins hanno battuto di più, 32 valide contro 18 e tutto il line up si è distinto, con Andrea D'amico a 7/12. Sabato 23 e domenica 24 a Imola, sabato 30 ed eventualmente domenica 1 ottobre a Castenaso, le partite che decideranno la squadra campione della serie A.




I Redskins pronti per i play off a Collecchio

lunedý 4 settembre 2017

La preparazione dei Redskins non ha quasi conosciuto soste in vista dell'appuntamento di semifinale con Collecchio del 9 settembre. Sia il presidente Mauro Poli che l'allenatore Moreno Trombini sono molto soddisfatti dell'impegno profuso dai ragazzi : “Abbiamo fatto due amichevoli con Godo, che dovrà affrontare i play out con Oltretorrente, e Minerbio che hanno mostrato buone cose.  I lanciatori che escono da infortuni sono recuperati e c'è un forte spirito di squadra per cercare di fare meglio dell'anno scorso” afferma Poli. Anche Trombini mostra ottimismo : “Sono contento di quello che vedo per l'impegno di tutti. Il gruppo c'è e la voglia di fare bene è tanta”. Castenaso ha vinto il concentramento per definire la quarta semifinalista : “ Questo dimostra che il nostro girone era il più forte ed equilibrato se ben duesquadre sono in semifinale. E' stato un campionato duro con la sorpresa dell'eliminazione dei due team che avevano vinto negli anni precedenti, Bollate e Paternò e squadre forti, che hanno investito come Firenze, sono rimaste fuori. Adesso proviamo noi ad andare avanti”. L'anno scorso a Collecchio, nella seconda fase del campionato, le due squadre impattarono. I Redskins vinsero la prima partita 7-4 con Grendene, Lentini e Turrini (W) sul monte ma persero la seconda al 10° per 1-0. Poi vinsero il girone della seconda fase. Collecchio può contare su un ottimo lanciatore venezuelano, Jesus Maria Yepez Alvarez, che ha chiuso con 1.05 pgl, 10-2 W-L e 179 so. Anche il resto del monrte italiano non scherza con i vari Lorenzo Della Turca, Nicolas Giovannelli ed Edoardo Acerbo mentre nel box le cifre pendono a favore dei parmigiani con Cesare Astorri a 416 mb e Riccardo Flisi, Pietro Mantovani e Giacomo Fontano ben sopra i 300 mb. Imola risponde con Marino Salas Ortega (0.36 pgl , 12-0 W-L) e Kevin Sosa Silva (0.99 pgl 2-0 W-L) mentre in battuta solo Juan Pablo Angrisano è sopra i 400, Tanesini a 317 e Focchi 293 ma, come afferma Trombini, il girone B è stato il più equilibrato. Ci sono tutte le premesse per vedere dell'ottimo baseball nel diamante tra il Taro e il Baganza.




Redskins - Ronchi dei Legionari 0-13 (7░) 5-4

domenica 30 luglio 2017

Castenaso, che vince due partite a Verona, è seconda nel girone e disputerà la poule con Paternò e Nuova Città di Nettuno per stabilire la quarta semifinalista della serie A. Col primo posto già sicuro i Redskins rimaneggiati pareggiano con Ronchi, in uno scontro buono solo per le statistiche. Monte di lancio italiano ancora non a posto, con un piccolo pasticcio tecnico che costringe Bortolotti ad essere partente, mentre nel line up era scritto Anselmi. Ivan Lentini rileva e dopo undici anni in maglia Redskins scende tra gli appalusi e gli abbracci dei compagni di squadra. E'stata l'ultima partita in  regular season e farà il tecnico con le Blue Girls del softball bolognese. Buona prova di Simone Grendene ma la partita si chiude al 7°, con l'ottimo friulano Enrico Varin vincente con sole quattro hit al passivo. Pomeriggio con Kevin Sosa (ip 5.1; r 3; er 2; h 5; bb 2; bk 2; k 3) un po' contratto  che commette un balk e un WP, subendo due valide e due punti. Imola pareggia subito e passa avanti al 3° ma è raggiunta al 5°. Entra Marino Salas (W; r 1; er 0; h 2; bb 1; hp 1; k 6) ma la difesa non lo aiuta- ben cinque gli errori nella partita -e Ronchi sorpassa ancora al 9°. All'ultimo attacco i Redskins hanno il “giro buono” e Focchi (3/3) apre con una hit a sinistra. Angrisano, a zero fino a quel momento, trova un bel doppio a destra che porta a casa il veloce “rasta”. Dopo una base gratis a Tanesini e il K a Gelli, è Luis Sosa a trovare la valida per il punto del “gaucho” che da la vittoria. Andrea D'amico chiude a 2/4 con un doppio, Sosa 2/4, Luca D'amico un doppio  come Angrisano e Gelli 1/4. I Redskins restano l'unica squadra che non ha mai subito uno sweep, con  i due lanciatori stranieri che hanno vinto tutte le partite e restano sotto l'uno in media PGL: Kevins Sosa chiude con 0.99 (W 2; S 1; ip 45.2; r 7; er 5; bb 15; so 48; bk 2; wp 2; hp 2) mentre Marino Salas  scende a 0.36 (W 12; S 1; ip 75.2; h 30; r 9; er 3; bb 29; so 142; wp 4; hp 8). Adesso un mese di ferie con due amichevoli per non perdere il ritmo ed appuntamento il 9/10 settembre a Collecchio.

 

Risultati : Modena- Fiorentina 6-15 (10°) 4-12; Redskins-Ronchi  0-13 (7°)  5-4; Godo A's Bologna 7-6 (10°)  3-2; Verona-Castenaso 10-18  0-3.

 

Classifica : Redskins 692 (19-9); Castenaso, Fiorentina 607 (17-11); Ronchi 536 (15-13; Modena 500 (14-14); A'S Bologna 393 (11-17); Verona 357 (10-18); Godo 321 (9-19).

 

Il 26/09 si disputerà il concentramento in campo neutro tra Nuova Città nettuno, Castenaso e Paternò ed il 09/10 settembre si giocheranno le semifinali tra Collecchio-Redskins e Jolly Rogers Grosseto-vincente concentramento.




Coppa Italia Redskins-Castenaso 0-11 (7░) 4-3

lunedý 24 luglio 2017

Il terzo turno del minigirone di Coppa Italia ha promosso Castenaso a cui bastava una vittoria. I Redskins, già qualificati ai play off del campionato, hanno usato le partite per aumentare il numero di lanci dei recuperati Anselmi e Bortolotti e far giocare chi resta spesso in dug out. Buone prove di tutto il monte di lancio con un ottimo Kevin Sosa e buone prospettive anche per il recupero di Freddi per le partite di finale. Castenaso ha ottime probabilità di arrivare seconda nel girone per disputarsi con Nettuno Accademy e Paternò l'ultimo posto di semifinale. A tenere banco tra gli appassionati, purtroppo in netto calo, la proposta della presidenza Fibs per portare a dodici il numero di squadre in prima divisione (ex Ibl) già sdegnosamente rifiutato dalle “otto sorelle” che partecipano all'attuale Ibl. La Circolare di Attività Agonistica per la serie A recita “... le quattro finaliste del campionato 2017 vengono promosse in Ibl nel 2018...” ma le voci che circolano dicono che poche delle quattro sono interessate, con i costi attuali per sostenere un campionato superiore. Interpellato, il presidente Redskins Mauro Poli è stato chiaro :” Non possiamo permettercelo. E' già difficile sostenere un campionato di serie A ad alto livello per pensare ad un salto di categoria. Poi è ancora tutto in alto mare. L'anno prossimo faremo ancora la serie A, ma con investimenti minori”. Domenica prossima contro Ronchi dei Legionari i Redskins cercheranno di restare l'unica squadra che non ha subito sweep.

 

Prossimo turno : Modena-Firenze; Redskins-Ronch; Verona-Castenaso; Godo-A's Bologna.

 

Classifica : Redskins 692 (18-8); Castenaso, Fiorentina 577 (15-11); Modena, Ronchi 538 (14-12); A's Bologna 423 (11-15); Verona 385 (10-16); Godo 269 (7-19).




Modena-Redskins 8-5 0-2

domenica 16 luglio 2017

Con una sofferta vittoria nella seconda partita con Modena, i Redskins conquistano la certezza matematica di essere qualificati alle semifinali, in attesa di conoscere se sarà Collecchio o Paternò l'avversaria. Persa la prima, per le note carenze dovute a infortuni vari del monte di lancio italiano, dove i Redskins hanno subito un big inning da sei punti propiziati da due home run di Murari da tre e Frigeri da uno, mentre conducevano per 4-2. Turrini (ip 1; h 1; bb 2; so 1) risentiva di affaticamento dopo la partita con la Fiorentina, Grendene (ip 5; r 3; er 1; h 2; bb 5; so 3) il più positivo mentre Anselmi (L; ip 0.0; r 3; er 3; h 1; bb 2) a posto col fisico deve riprendere confidenza col monte. Da Ivan Lentini (ip 1; r 2; er 2; h 2) dopo una lunga carriera e molti infortuni non ci si poteva attendere il miracolo, mentre è stato positivo in chiave play off il rientro di Bortolotti (ip 1; bb 1; so 1). Anche Freddi dovrebbe recuperare in tempo per le sfide di settembre. Imola ha battuto di più con Angrisano, festeggiato da moglie e figli giunti in Italia, a 3/4 come L.Sosa, Gelli a 2/4 e singoli di Tanesini e A.D'Amico, ma le palline oltre la siepe erano gialloblù. Solita grande partita del duo latinoamericano imolese sul “monticulo”: partente Kevin Sosa (W; ip 5; h 4; bb 1; hp 2; bk 1; so 7) il cui pgl reale è di 0.67, mentre nelle statistiche ufficiali è più alto perché la partita d'esordio a Godo è stata attribuita erroneamente a suo fratello Luis. Anche Marino Salas (S; ip 4; h 2; so 8) con pgl di 0.37, è stato efficacissimo a confezionare la shout out mentre l'attacco è risultato asfittico contro due “draghi” del monte come Erik Soto (L; ip 5.2; r 1; er 1; h 4; bb 3; so 4) e Cipriano Ventura (ip 3.1; bb 1; so 2) che a 53 anni (a settembre) fa ancora la sua porca figura. Andrea D'Amico con 2/3 (un doppio) e singoli di Tanesini e Angrisano sono bastati per il 2-0 finale, complici un wp e un errore. Nel girone B, che appare il più equilibrato, resta aperta la lotta per la seconda piazza per accedere alla poule tra le seconde che designerà la quarta semifinalista: Castenaso inguaia la Fiorentina decimata dal giudice sportivo ed attende gli venga assegnata la partita persa con gli Athletic's, ancora in attesa di omologazione. Prima però dovrà anche fare lo sweep a Verona, dopo l'incontro di Coppa a Imola. Così non fosse si aprirebbero possibilità per Modena che incontrerà i toscani in via Minutara, prima in Coppa Italia poi in campionato. Meno chances per Ronchi, anche dopo la sconfitta in casa ad opera di un orgoglioso Godo. Giocherà le ultime partite contro i Redskins, che hanno come obbiettivo di restare l'unica squadra che non ha mai perso le due partite della giornata.

Risultati : A's Bologna-Verona 5-2  6-1; Ronchi-Godo 6-7  3-1; Modena Redskins 8-5  0-2; Fiorentina-Castenaso 5-11  1-4.

Classifica : Redskins 692 (18-8); Fiorentina 577 (15-11); Castenaso 560 (14-11); Modena, Ronchi 538 (14-12); A's Bologna 440 (11-14); Verona 385 (10-16); Godo 269 (7-19).

Prossimo turno : Modena- Fiorentina; Redskins-Ronchi; Godo-A's Bologna; Verona-Castenaso.




Statistiche Kevin Sosa 13-07-2017

giovedý 13 luglio 2017

Nonostante le numerose comunicazioni alla CNC affinché vengano corrette le statistiche del lanciatore Kevin Sosa Silva, tuttora gli viene accreditata una partita in meno, assegnata a suo fratello Jorge Luis Sosa Silva che gioca abitualmente interno/esterno. Si tratta del secondo incontro Godo-Redskins del 22/04/17, esordio per Kevin Sosa Silva, dove evidentemente il classificatore ufficiale ha confuso i nomi. Queste quindi le statistiche corrette del lanciatore imolese, tenendo conto che per le ultime due partite il box score non è ancora quello ufficiale.

Kevin Sosa Silva :

W/L 1/0 ; S 1 ; ip 35.1 ; h 17 ; r 4 ; er 3 ; bb 12 ; so 38 ; wp 2 ; hbp 2 ; era 0, 77.

Dopo l'incontro con la Fiorentina, ecco anche l'aggiornamento delle statistiche di Marino Salas Ortega :

W/L 11/0 ; ip 68 ; h 26; r 8 ; er 3 ; bb 28 ; so 128 ; wp 4; hbp 7 ; era 0,40.




Redskins - Fiorentina 5-6 (10░) 2-1

lunedý 10 luglio 2017

Oltre sette ore nella "caldera" della Tozzona per determinare il pari tra le prime della classe, risultato che lascia invariata la classifica. I risultati dagli altri campi sono a loro favore, anche se è sotto protesta il secondo incontro tra Castenaso e Athletic's. Al mattino Imola va in vantaggio 2-0 e un ottimo Turrini ( ip 6.2; r 2; er 2; h 6; bb 1; hp 3; bk 1; k 4) tiene bene fino al 6° . Nell'inning successivo, dopo un K ed un'eliminazione 1-3, subisce una valida e colpisce il battitore. Secondo i più avrebbe dovuto essere sostituito ma è restato sul monte dopo la vista, ed ha colpito un altro battitore, riempiendo le basi. Con Freddi (ip 0.0; bb 2) sono entrati i punti del pareggio per due basi ball, poi  si è infortunato, lasciando il posto all'esordio di Anselmi (ip 0.1; r 1; er 1; bb 2; k 1) che ha chiuso l'inning con un K. Imola aveva ristabilito le distanze ma anche Anselmi ha concesso due basi e subito un punto, forse non a suo agio per un esordio in un incontro così importante. Grendene (L; ip 3; r 3; er 3; h 3; bb 1; hp 1; wp 1; k 3) è partito bene ma ad un out dalla vittoria ha subito, con Varrà in base per scelta difesa, un doppio da Bonilla che ha permesso al velocisimo esterno sinistro viola –  all'inning successivo toglierà un probabile triplo ad Angrisano, sbattendo contro la recinzione ma con la pallina ben salda nel guanto – di segnare il pareggio. All'extrainning con Pinto in seconda e Monari in prima, dopo aver eliminato al piatto il pericoloso Bindi (3/5), prima un WP poi un HP hanno fatto entrare due punti senza valide, recuperati solo in parte dall'ultimo assalto rossoblù. Peccato, perché i Redskins hanno battuto di più: Focchi a 3/5 con un doppio, A.D'Amico 2/5 con un doppio, L.Sosa 2/4 e singoli di Tanesini, Angrisano Gnudi, Poli e Coroli. Inizio posticipato al pomeriggio con un  Salas (w; ip 9; r 1; er 1; h 10; bb 3; wp 1; k 12) un po' meno incisivo e la novità Ribeiro (ip 6; r 1; er 0; h 7; bb 3; k 6) sul monte viola. Primo inning e 1-1, poi lunga serie di zeri fino al 7° quando Tanesini viene graziato da una facile eliminazione in foul, batte valido a sinistra e arriva di misura a casa per il doppio di Juampy Angrisano. Sul mound intanto è salito Perez (L; ip 2; r 1; er 0; h 2; k 3) che  ha chiuso l'8° con tre K. Salas ha effettuato due eliminazioni al piatto ma ha subito tre valide da Andrteini, Gozzini e Varrà. L'esterno destro corre a casa, si lancia sul piatto mentre la pallina è nelle mani di Angrisano e l'arbitro chiama out per la felicità dei Redskins e le dure proteste dei toscani. Anche a molti tifosi romagnoli, sul tempo, il corridore è sembrato salvo ma l'arbitro era proteso sul piatto e può aver visto meglio di quelli che erano fuori e distanti. Inutile chiedere ai protagonisti : si rischia una situazione come nel film  di Martin Ritt “L'oltraggio” (remake di “Rashomon” di Akira Kurosawa) con Paul Newman, dove ognuno dei protagonisti aveva una propria verità. Con la mazza il “vecchio” Pinto per i toscani ha chiuso a 3/4 mentre per i Redskins lo ha imitato Angrisano – con due doppi- , Tanesini a 2/3 e hit per Gnudi, Gelli, Poli e Coroli.

 

Risultati : Godo-Modena 6-1  2-0; Verona-Ronchi 10-8  7-8 (10°);  Redskins-Fiorentina 5-6 (10°)  2-1; Castenaso-A's Bologna 6-5  5-6 (11°).

 

Classifica : Redskins 708 (17-7); Fiorentina 625 (15-9); Ronchi, Modena 542 (13-11); Castenaso 500 (12-12); A's Bologna, Verona 417 (10-14); Godo 250 (6-18).

 

Prossimo turno : A's Bologna-Verona; Ronchi-Godo; Modena-Redskins; Fiorentina-Castenaso.




Redskins - Godo 6-5 9-1

lunedý 26 giugno 2017

Più sofferta del dovuto la prima partita del testacoda tra Redskins e Godo, ma questa volta il mound indigeno non ha avuto colpe. Turrini (ip 5; r 5; er 1; h 5; bb 3; k 1) ha fatto il suo dovere ma non è stato aiutato da una difesa particolarmente fallosa che al 5° e al 6° ha fatto schizzare Godo sul 5-2. Decisiva anche l'assenza, per motivi familiari, di Erik Gelli. Luca Freddi (W; ip 4; h 1; bb 1; k 3) ha rilevato e si è espresso al suo livello. Al 7° , anche grazie all'unico errore della difesa ravennate, sono entrati i punti del sorpasso. La sconfitta sarebbe stata una beffa dato che gli imolesi hanno battuto più del doppio delle valide degli avversari. Angrisano (3/5, un doppio), Focchi (3/4),  Gnudi (2/3), Poli (2/4), L.D'Amico, Tanesini e Cortini con dei singoli, gli autori del proficuo attacco. Con la notizia che la Fiorentina aveva lasciato una partita contro gli Athletic's – a riprova dell'equilibrio del girone B – nel pomeriggio i Redskins sono partiti con Marino Salas (W; ip 5; r 1; er 0; bb 3; k 9) sul monte, ricevuto da Fabio Lentini per un'indisposizione di Angrisano. Al 3° una lunga volata di Tanesini si è persa nel sole, cadendo dal guanto dell'esterno centro e dando il via al big inning da sette punti di Imola. Kevin Sosa (ip 4; h 2; bb 1; k 4) non ha avuto problemi a condurre in porto la partita ed ora i Redskins sono ancora a + 2 sulla prima inseguitrice, la Fiorentina, in attesa dello scontro diretto del 9 luglio a Imola. Nel box un bollente Tanesini (3/4, due tripli), Coroli (2/4), un doppio per A.D'Amico e singoli di L.D'Amico, Focchi e L.Sosa. Nel girone si è ripresa Modena che insegue a tre partite mentre sembra affondare quella che è stata anche in testa alla pari, Castenaso, ora a cinque partite. Il prossimo week end i Redskins riposeranno mentre Castenaso e Godo si affronteranno in Coppa Italia.

Risultati : Fiorentina-A's Bologna 10-2  0-1; Ronchi-Castenaso  12-5  4-3; Modena-Verona 2-0  2-1; Redskins-Godo 6-5  9-1.

Classifica : Redskins 727 (16-6); Fiorentina 636 (14-8); Modena 591 (13-9); Ronchi 545 (12-10); Castenaso 500 (11-11); A's Bologna, Verona 409 (9-13); Godo 182 (4-18).

Prossimo turno (08-09 luglio) : Godo-Modena; Verona-Ronchi; Redskins-Fiorentina; Castenaso-A's Bologna.




Verona - Redskins 10-8 3-9

domenica 18 giugno 2017

 

Poche scuse, ma se si è sfortunati come un cane in chiesa... I Redskins sono arrivati a Verona con il mound contato, non potendo utilizare Bortolotti e Anselmi, resosi utile a suggerire in prima, e senza Grendene vittima di un'indisposizione. L'ultima risorsa sarebbe stato Ivan Lentini, eroe su quel campo della promozione in Serie A dei Redskins alcuni anni fa, ma però ora con scarsa autonomia causa infortunio. Assenti per motivi vari anche Andrea D'Amico e Poli. Così dopo una partenza bruciante su Aldeghieri – 0-4, subito recuperati dagli scaligeri in due inning – Turrini (ip 6; r 5; er 2; h 5; bb 2; hp 2; wp 1; k 10) ha contenuto le mazze avversarie sul pari. Appena entrato, Freddi (L; ip 2 r 5; er 2; h 4; bb 2; hp 3; k 2) è scivolato a terra mentre cercava la pallina sul bunt del lead off,  mancando una facile assistenza in prima La cosa  ha comportato un innervosimento generale ed un inning da incubo con un altro errore della difesa, basi ball,  una sola hit e colpiti. Cinque punti che hanno allontanato Verona, parzialmente  avvicinata al 9° per il 10-8 finale, pur colpendo più valide. Nel box imolese in evidenza Erik Gelli con 3/4 e un doppio, Tanesini 2/4, Angrisano 2/5, Gnudi 2/3 e L.Sosa con un singolo. Come al solito musica diversa sotto le stelle. Kevin Sosa (ip 4; r 1; er 1; h 3; bb 2; k 3)  è apparso un poco sotto le sue prestazioni, concedendo comunque poco e mantenendo il suo era sotto l'uno, a 0.99. Marino Salas (W; ip 5; r 2; er 2; h 3; bb 4; hp 1; wp 1; k 9) non è stato nella media di due K a inning ed ora il suo record W/L è 9-0, ip 54 con 107 k e l' era  di 0.33.

 

Fantastico "Juampy" Angrisano con 4/5 di cui tre doppi, Gelli ancora positivo con 2/4 e singoli di D'Amico, Focchi, Gnudi, L.Sosa e Vignali. Ora Firenze insegue ad una partita mentre un Modena in ripresa ha appaiato Castenaso a -3. Tutto si risolverà probabilmente con lo scontro diretto Imola-Firenze del 9 luglio alla Tozzona e chissà se i toscani schiereranno quello che per ora è solo un "boato" di mercato, il pitcher venezuelano Yulman Ribeiro.

Risultati : Castenaso-Modena 2-4  1-3; A's Bologna-Ronchi 11-8  3-0; Verona-Redskins Imola 10-8  3-9; Godo-Fiorentina 2-8  0-15 (7°).

Classifica : Redskins Imola 700 (14-6); Fiorentina 650 13-7); Castenaso, Modena 550 (11-9); Ronchi 500 (10-10); Verona 450 (9-11); A's Bologna 400 (8-12); Godo 200 (4-16).

Prossimo turno : Fiorentina-A's Bologna; Ronchi-Castenaso; Modena-Verona; Redskins Imola-Godo.

 

 




No hit di Salas in Coppa

lunedý 12 giugno 2017

La Coppa Italia della serie A federale non è un obiettivo per i Redskins che puntano soprattutto al campionato, ma a Godo nella prima partita è stato annullato quanto di buono si era visto contro Castenaso. Il monte italiano è crollato di nuovo e tutta la squadra, a parte i fratelli D'Amico (3/5 Luca e 2/4 Andrea) è sembrata estranea alla partita, pur battendo più valide degli avversari, comprese le hit di Sosa, Focchi, Gnudi e Gelli. Fatale la prima ripresa che ha permesso a Godo di segnare tre punti diventati sei nel prosieguo, recuperati solo in parte dall'attacco imolese. Nel secondo incontro, grande prestazione di Marino Salas, al quale è stato concesso di completare a partita per ottenere una eclatante "no hit". Fino ad al 7° inning c'era anche il "perfect game" ma un paio di basi ball hanno inficiato l'impresa. Così è rimasto inattivo Kevin Sosa, che potrà rifarsi sabato prossimo a Verona. L'attacco imolese ha fatto la sua parte con Andrea D'Amico a 2/4 e Gelli con 2/5, più i singoli di Gnudi, Cortini, Focchi e Poli. Nelle due partite sono stati impegnati anche quei giocatori meno utilizzati in campionato, per avere sempre tutta la squadra pronta ad ogni evenienza.

Risultati Coppa Italia: Godo-Redskins 6-3  0-6

Campionato, prossimo turno: Castenaso-Modena; A's Bologna-Ronchi; Verona-Redskins; Godo-Fiorentina




Redskins-Castenaso 9-8 1-0

domenica 4 giugno 2017

 

 

I lanciatori italiani dei Redskins hanno scelto la partita giusta per riscattarsi, portando a casa una vittoria sofferta ma meritata. Castenaso è una squadra temibile nel box di battuta, ha colpito più valide dei Redskins (14-9) ed ha conteso fino all'ultimo il risultato, rosicchiando un vantaggio che al 6° inning era di sei punti. Primo inning scoppiettante con Castenaso subito avanti di due e Redskins al sorpasso con quattro punti. Turrini ( ip 4; r 3; er 3; h 8; hp 2; bb 2; k 3) ha contenuto l'attacco emiliano che però ha colpito duro su Freddi (ip 3; r 5; er 5; h 6; hr 2; bb 2; hp 1; k 1) con Peraza e Rofrano oltre la recinzione. Imola aveva affossato Dall'Olio (L; r 8; er 6; h 5; bb 7; bk 1; k 1) segnando altri quattro punti ed un altro sul rilievo Cannellini. All'8° era Castenaso a portarsi a ridosso nel punteggio ma il rilievo di un ottimo Simone Grendene (W; ip 2; bb 2; k 2) impediva il completamento della rimonta. Grande pomeriggio di baseball, per merito dei lanciatori delle due squadre: Eduardo Miliani (L; ip 9; r ; er 1; h 8; bb 2; k 8) per Castenaso, Kevin Sosa (ip 7; h 3; hp 1; k 5) e Marino Salas (W; ip 2; K 4) hanno trascinato l'incontro fino al 9°attacco imolese sullo 0-0. Nell'ultimo attacco rossoblù Luis Sosa colpiva valido ed avanzava sul sacrificio di Focchi, Angrisano era passato in base, ma i successivi singoli di Andrea D'Amico e Gnudi portavano a casa il punto della vittoria. Sabato prossimo Coppa Italia a Godo ed intanto Imola si gode la ritrovata solitudine in testa alla classifica.

 

 

Risultati : Modena-A's Bologna 0-12(7°)  4-2; Redskins-Castenaso 9-8  1-0; Godo-Verona  1-6  2-8; Ronchi-Fiorentina 11-1(7°)  7-10.

 

Classifica : Redskins 722 (13-5); Castenaso. Fiorentina 611 (11-7); Ronchi 556 (10-8); Modena 500 (9-9); Verona 444 (8-10); A's Bologna 333 (6-12); Godo 222 (4-14).

 




Athletic's Bologna-Redskins Imola 5-1 1-5

lunedý 29 maggio 2017

Partite duoble face al campo del Pilastro dove A's Bologna e Redskins si sono divise la posta con identico punteggio. Il mound italiano dei Redskins ha perso la sua quarta partita consecutiva nonostante la buona prova del partente Luca Turrini (L; ip 4.2; r 1; er 1; h 5; bb 1; k 8) ma l'attacco imolese ha battuto poco (Gelli 2/3, Tanesini 2/4 e singoli per L.D'Amico, Focchi, Angrisano e Poli) e si è svegliato tardi mentre la difesa ha commesso qualche errore di troppo. Per gli A's, ottima la partita del partente bolognese mancino Francesco Nardi (W; ip 8; h 6; bb 1; k 7) rilevato dall'ex Garagnani. Luca Freddi( ip 3.1; r 4; er 1; h 4; bb 1; k 4) ha rilevato per Imola ed all'8° ha dovuto capitolare anche per errori della difesa. Gli Athletic's si sono tolti dall'ultimo posto e probabilmente daranno grattacapi anche ad altre squadre più titolate. Al primo vero caldo di questa primavera, nel pomeriggio la premiata ditta Kevin Sosa-Marino Salas ha imposto la sua legge, dopo che Focchi ha sparato un “solo homer” prontamete imitato per il pari dall'italo-dominicano Marco Baccelli. Salas (W; ip 6; h 1; bb 2; hp 1; k 13) ha dato sicurezza al box imolese che finalmente si è espresso ai propri livelli : Luca D'Amico 3/6 con un doppio, Focchi 2/4 con un  HR, Angrisano 1/2doppio, Gnudi 2/4 con u n doppio, Luis Sosa 2/4 e singolo per Gelli. Sono così entrati i cinque punti che hanno dato la vittoria alla squadra imolese. Con questo pareggio i Redskins restano in testa appaiati a Castenaso che ha maramaldeggiato contro Godo. Domenica prossima, al campo della Tozzona a Imola, scontro incandescente tra le prima della classe, mentre la Fiorentina incalza e Ronchi non è lontana.

 

Risultati : Ronchi-Modena 14-0 (7°)  8-0; Verona-Fiorentina 0-6  2-5; Castenaso-Godo 26-3 (7°)  12-1 (7°); A's Bologna-Reddskins 5-1  1-5.

 

Classifica : Redskins, Castenaso 688 (11-5); Fiorentina 625 (10-6); Ronchi 563 (9-7); Modena 500 (8-8); Verona 375 (6-10); A's Bologna 313 (5-11); Godo 250 (4-12).

 

Prossimo turno : Redskins-Castenaso; Modena-A's Bologna; Godo-Verona; Ronchi-Fiorentina.

 




Redskins-Modena 3-0

domenica 21 maggio 2017

Il girone si è concluso con i recuperi delle partite non disputate per pioggia il 6 e 7 maggio scorso ed alla fine i Redskins sono risultati davanti a tutti. Castenaso insegue ad una partita mentre la Fiorentina in crescita appaia un Modena in apparente affanno, con due sconfitte in più. Alla Tozzona si è assistito ad una bella partita, dominato oltre metà gara dai lanciatori. Modena ha potuto schierare Fiulippo Bertolini (ip 5.1; h 3; bb 2 k 6), assente nella gara rinviata e con lui sul monte il punteggio è rimasto in bianco. Da parte Redskins, Kevin Sosa (ip 5; h 1; bb 2; k 6) non è stato da meno consentendo poi a Marino Salas (W; ip 4; hp 1; K 8) di esprimersi al meglio . Interessanti i record totali dei due imolesi : Sosa ip 17; h 8; k 25; pgl 0.52. Salas ip 41.1; h 12; K 81; pgl 0,43. La svolta si è avuta al 7° : rilievo di Soto per Modena, colpito Cortini, sacrificio di Fabio Lentini e valida di Poli per 1-0. Base ball a Luca D'Amico, sacrificio di Luis Sosa e gran triplo di Focchi sull'eterno Ventura , terzo pitcher gialloblù, che ha fissato il punteggio sul definitivo 3-0. Vittoria importante, anche perché i Redskins hanno dovuto fare i conti con un  roster striminzito per le assenze di Coroli (malattia), Andrea D'Amico e Vignali (lavoro) e Tanesini (squalifica) e la squadra ha reagito con una grande concentrazione che potrebbe e dovrebbe essere l'arma vincente per conquistare il primo posto nel girone. Nel ritorno, anche se alcune squadre si rinforzeranno – si parla con insistenza dell'arrivo del trentaduenne pitcher venezuelano Yulman Ribeiro, passato nella Fortitudo 2011, scudetto con San Marino 2012, Godo 2013/14 , a Firenze – i Redskins affronteranno i principali avversari sul diamante amico della Tozzona.

Risultati recuperi : Godo-Ronchi  0-4  1-2; Redskins-Modena 3-0; Castenaso-Fiorentina 3-6  5-4.

Classifica : Redskins 714 (10-4); Castenaso 643 (9-5); Modena, Fiorentina 571 (8-6); Ronchi 500 (7-7); Verona 462 (6-7); Godo 268 (4-10); A's Bologna 231 (3-10).

Prossimo turno : Ronchi-Modena; Fiorentina-Verona; Castenaso-Godo; A's Bologna-Redskins.




Ronchi dei Legionari - Redskins 5-4 3-6 (10░)

lunedý 15 maggio 2017

I Redskins tornano dalla trasferta di Ronchi dei Legionari con un pareggio ottenuto dopo due match molto combattuti.

Gara 1 vede partire molto bene la formazione di manager Trombini, con 3 segnature nel primo attacco, frutto delle valide di Tanesini, Angrisano, D'amico e Gelli. Turrini (4ip, 2er, 2bb, 7so) controlla bene e lascia il mound a Freddi (4ip, 3er, 2bb, 6so). La partita svolta al settimo inning quando, dopo un colpito e un singolo, con 2 out i padroni di casa sorpassano grazie ad un involontario scontro di gioco della difesa nel tentativo di cogliere un insidioso "blooper".

Gara 2 vede sul monte Sosa (3ip, 1er, 3so) per i Redskins e Calero (esperienza pluriennale in Ibl) per i New Black Phanters. Al secondo inning Imola passa in vantaggio grazie a due sacrifici che spostano Gnudi in terza, portato a casa da un wild pitch.

Le cose si complicano al 4o inning quando, dopo un valido subito, Sosa lascia il campo per Salas (7ip, 4h, 7bb,14so). L'ennesima valida "sporca" e un errore di tiro portano il punteggio sul 2-1. Imola però non demorde e impatta sul finale: valida di Focchi ad aprire l'ottavo attacco, sacrificio di Tenesini e base intenzionale ad Angrisano dopo l'eliminazione di Gelli. Con 2 out Gnudi trova la valida centrale che pareggia la partita e porta le squadre al tie break.

I Redskins, rigenerati dal pareggio, segnano 4 punti con 2 out che ammazzano la partita. Vana l'ultima reazione dei padroni di casa che accorciano per il 6-3 finale.

 

Prossimo impegno dei pellerossa domenica 21/05 per il recupero contro Modena.




Redskins - Modena 5-8

domenica 7 maggio 2017

Nessuna giustificazione per la sconfitta che è costata ai Redskins l'imbattibilità casalinga e la vetta della classifica, in una giornata nella quale si sono disputate solo due partite. Il monte di lancio, privo di Bortolotti e con Anselmi ancora non pronto, ha subito quindici valide e otto punti ( 7 e.r.a) e l'attacco ha ottenuto solo tre valide contro un ottimo Paltrinieri (W; ip 6; r 1; er 1; h 3; bb 5; k 2) che con le sue palline paracadutate ha imbrigliato le mazze avversarie. Incontenibile nel box il gialloblù Murari (5/5 con due doppi), imitato dai suoi compagni Kolawale e Biagini (3/4). Imola ha avuto una tardiva reazione sui rilievi di Modena, che si è fermata a cinque punti con un doppio,di Tanesini, Angrisano a 2/3 e un Gelli forse finalmente sbloccato a 2/5. Buono l'esordio stagionale di Fabio Lentini (1/2). Una fastidiosa pioggerella ha accompagnato tutto l'incontro ed ha proseguito, così dopo un rinvio di mezzora la partita del pomeriggio è stata rimandata: Imola aveva giocatori con acciacchi (Luca D'Amico colpito da una pallina al ginocchio su azione, Focchi con la schiena in disordine e Poli febbricitante),  a Modena andava bene avendo più lanciatori disponibili nel recupero, le previsioni prevedevano un rinforzo di pioggia poi verificatosi, ed agli arbitri non è dispiaciuto risparmiarsi tre ore di acqua sul campo. La partita si potrebbe giocare domenica 21 maggio, ma pare sia programmato il recupero di quella col lanciatore straniero tra Modena e Castenaso per mercoledì 17 maggio, quindi si attendono le decisioni della C.O.G. I Redskins chiuderanno il girone d'andata sabato prossimo a Ronchi dei Legionari.

 

Risultati : Verona-A's Bologna 5-1 (7°)  ndic ; Godo-Ronchi ndic  ndic ; Redskins-Modena 5-8  ndic; Castenaso-Fiorentina  ndic  ndic ;

 

Classifica : Modena 800 (8-2); Redskins 727 (8-3); Castenaso 556 (5-4); Verona 545 (6-5); Fiorentina 500 (5-5); Ronchi 400 (4-6); Godo 300 (3-7); A's Bologna 182 (2-9).

 

Prossimo turno : Fiorentina-Modena; Ronchi-Redskins; A's Bologna-Godo; Castenaso-Verona.




Le giovanili dell'Imola in campo con i giocatori dell'UnipolSai Bologna

giovedý 4 maggio 2017

Tornano gli eventi collaterali in casa UnipolSai Bologna in occasioni delle partite casalinghe della IBL. Venerdì 5 maggio, ore 20.30, contro il Parma allo stadio Gianni Falchi, nuovo appuntamento con l'iniziativa ’Futuro in Campo’’ con Corrado Benedetti, fotografo e autore del bel libro ‘’Diamanti d’Italia’’, edito da Silva, che effettuerà invece il primo lancio del match e con le giovanili dei Redskins Imola, formazione partecipante al campionato di serie A di baseball e che collabora attivamente con la Fortitudo che accompagneranno in campo i giocatorid ella UniPolSai. I giovani atleti imolesi avranno quindi la possibilità di entrare in campo assieme ai giocatori dell’UnIpolSai, con l’obiettivo di unire, simbolicamente, il presente e il futuro del nostro movimento.




Esordio con sconfitta

martedý 2 maggio 2017
OZZANO VIRTUS - REDSKINS IMOLA  10-0
La prima giornata del campionato serie C baseball registra la sconfitta x manifesta della squadra Imolese contro la compagine di Ozzano Emilia.

La nostra squadra ancora fortemente rimaneggiata a causa di defezioni ed infortuni pur giocando una buona gara nulla può contro i più forti avversari.

Prossimo turno domenica 7 maggio sul campo di Faenza contro E. Cesena.



o.k.

Prima vittoria degli allievi imolesi

martedý 2 maggio 2017
TOZZONA BAS IMOLA - FERRARA 7-4
Sul campo di casa della Tozzona prima vittoria degli allievi Imolesi.
I nostri atleti contro un avversario alla loro portata non si sono fatti sfuggire l'opportunità di vincere una gara che si è concretizzata al quinto inning con un bella battuta di Michele Burgagni che fa entrare tre punti.
Prossimo turno il 7 maggio contro Bologna Athletics.


o.k.

Una sconfitta ed una vittoria

martedý 2 maggio 2017
Una sconfitta ed una vittoria per i piccoli del Tozzona baseball Imola.

CASTENASO - TOZZONA BAS IMOLA 19-12
Sconfitta ad opera del Castenaso, La nostra squadra paga i troppo errori contro l'attuale capolista del girone che è tutt'ora imbattuta.

N.PIANORESE - TOZZONA BAS IMOLA 7-14
Pronta positiva risposta dei piccoli indiani che in una partita ben giocata si sbarazzano del Pianoro. Risultato sempre nelle mani dei piccoli indiani con belle prestazioni della difesa e del monte di lancio.
Fine del girone di andata con il bilancio di tre vittorie e due sconfitte e seconda posizione in classifica.
Prossimo turno 6 maggio a Ferrara.


o.k.

Fiorentina - Redskins 10-4 0-13 (7░)

domenica 30 aprile 2017

Un pari amaro quello di Firenze, senza nulla togliere alla squadra toscana. Alcune traversie di viaggio hanno portato gli imolese agli impianti di Campo di Marte solo un'ora prima dell'incontro pomeridiano, l'assenza dei lanciatori Luca Bortolotti per infortunio e Davide Anselmi ancora non pronto, il dover affrontare lanciatori stranieri classificati Asi sono solo una parziale giustificazione al crollo del mound italiano nel primo incontro. Grendene (L; ip 3.1; r 4; er 3; h 4; bb 2; hp 1; K 1) ha un netto calo quando Imola è in vantaggio per errori e un balk di Perez e subisce tre valide dalla parte bassa del line up toscano, lasciando a Freddi (ip 3; r 6; er 5; h 6 bb 3; hp 1; wp 1; k 1) una brutta eredità. Valide e due doppi procurano sei punti ai padroni di casa ed a quel punta la rimonta è quasi impossibile. Le mazze imolesi, a parte Luca D'Amico con 3/4 non sono dirompenti al contrario dei toscani . Pinto al 6° spedisce la pallina tra gli alberi per un lungo homer da tre punti, mentre a nulla serve un tardivo risveglio da due punti dell'attaco imolese. Turrini (ip 1.2; h 1; bb 1) chiude con decenza l'incontro.

Musica diversa sotto i fari con Kevin Sosa (W; h 4; bb 1; k 8) che allunga a cinque gli inning lanciati e non subisce punti, poi Marino Salas (ip 2; k 4) completa la shut out in sette inning. Prolifici i battitori con Tanesini a 3/5 e un triplo, due valide per Focchi, Angrisano,A.D'Amico e L.Sosa e singoli per L.D'Amico Gelli e Coroli, Gnudi non ha battuto ma ha ricevuto tre basi ball, ha costretto la difesa viola a due errori consecutivi ed ha segnato tre punti. Ottima la difesa Redskins a zero errori. Domenica a Imola big match con Modena (che avrà un altro Asi sul monte !) per la testa della classifica.

Risultati : Modena-Godo 7-6  2-1; Ronchi-Verona 6-5  4-5(11°); A's Bologna-Castenaso 7-2  1-3(10°); Firenze-Redskins 10-4  0-13(7°).

Classifica : Redskins 800 (8-2); Modena 778 (7-2); Castenaso 556 (5-4); Verona, Firenze 500 (5-5); Ronchi 400 (4-6); Godo 300 (3-7); A's Bologna 200 (2-8).

Prossimo turno : Verona-A's Bologna; Godo-Ronchi; Redsckins-Modena; Castenaso-Firenze.




Redskins - Fortitudo 5-16

lunedý 24 aprile 2017

Dopo la sconfitta subita ad opera del Longbridge per 9 a 18 sono ancora battuti dalla Fortitudo per 5 a 16 sul campo di casa alla Tozzona. La squadra imolese regge bene la prima metà della gara ma l'organico molto giovane sta ancora pagando il salto di categoria. I miglioramenti si stanno già vedendo, e tutto lo staff tecnico è impegnato per la crescita del gruppo.
Prossimo impegno il 30 aprile sul campo Tozzona contro Ferrara.



o.k.

Fortitudo - Redskins 1-9

lunedý 24 aprile 2017

Dopo la bella prova contro San Lazzaro che però ha lasciato l'amaro in bocca per la sconfitta subita 7 a 9 i giovani indiani imolesi si sono prontamente riscattati sabato 22/04 battendo nettamente a Bologna i coetanei della Fortitudo con il punteggio di 1 a 9. Sul piccolo diamante approntato ai bordi del mitico Stadio Falchi i giovani guerrieri con una convincente prova di tutta la squadra dopo aver subito 1 a 0 hanno progressivamente costruito e mantenuto il vantaggio fino a fine gara.
Soddisfatto lo staff tecnico della buona prova, ma con già la mente all'incontro di martedi 25 aprile a Castenaso.



o.k.

Godo - Redskins 2-6 1-5

domenica 23 aprile 2017

Doppia vittoria dei Redskins ed ottime indicazioni da tutto il monte di lancio imolese. Comincia un sicuro Simone Grendene (W; ip5; h 2; r 1; er 1; bb 2; hp 1; wp 1; k 6) che lascia a Luca Turrini (ip 2; h 1; r 1; er 1; bb 3; wp 1; k 2), ancora un po' indietro di preparazione per impegni di lavoro, ma che allunga le riprese con Imola in vantaggio. Il 3-0 è stato costruito al 3° con le valide dell'ex Tanesini (2/4), Angrisano(2/3) e Gnudi (1/4) e l'aiuto di un errore difensivo. Luca Freddi (ip 2; h 1; k 3) ha chiuso comodamente anche grazie ad un doppio gioco della difesa e un 9° inning da tre K consecutivi. I Redskins avevano allungato con altri tre punti all'8° , dopo che un buon Galeotti (L; ip 7; h 7; r 3; er 1; bb 4; hp 2; k 5) è stato rilevato da un meno concreto Piumatti e da Morelli. Esordio per Kevin Sosa(ip 4; r 1; er 0; h 0; bb 3; hp 1; k 8) sotto i riflettori. Il venezuelano alleggerisce il lavoro di Marino Salas per quattro riprese senza valide ed il punto del vantaggio di Godo nasce da un errore. Angrisano con un doppio e Gnudi si incaricano di stabilire il pareggio al 5° e ancora l'italo-argentino con un extrabase, Gnudi e una volata di sacrificio di Focchi portano Imola avanti al 6°. Intanto era iniziato lo show di Salas (W; ip 5; h 0; bb 3; hp 1; k 12) che ha fruttato una no hit a mezzadria ed ha fissato il suo record a 4/4 vittorie  e 58 k /28.1 ip. Buona anche la prova del pitcher di Godo, Joseph Maggi (L; ip 7; r 2; er 2; h 6; bb 4; k 10) non supportato dall'attacco. Al 9° inning i Redskins segnano ancora tre punti senza battere valide grazie a tre colpiti, due basi ball, un errore e una volata di sacrificio di Angrisano. Un po' scarso anche il box imolese che oltre i due doppi di Juan Pablo (2/4 e 4/7 nella giornata) vede il 2/4 di Luca D'Amico e i singoli di Tanesini e Gnudi. Se il mound rossoblù darà continuità alle prestazioni, ai Redskins si aprono interessanti prospettive.

Risultati : A's Bologna-Firenze 4-10  5-0; Castenaso-Ronchi 11-5  4-1; Verona-Modena 4-1  2-6; Godo-Redskins 2-6  1-5.

Classifica : Redskins 875 (7-1); Modena 714 (5-2); Castenaso 571 (4-3); Verona, Firenze 500 (4-4); Godo, Ronchi 375 (3-5); A's Bologna 125 (1-7).

Prossimo turno : Modena-Godo; Ronchi-Verona; A's Bologna-Castenaso; Firenze-Redskins.




Redskins - Verona 6-4 5-1

domenica 16 aprile 2017

Due vittorie riportano i Redskins in vetta alla classifica da soli. Modena, che stava vincendo anche la seconda partita con Castenaso per 8-0, dovrà recuperare l'incontro ripartendo daccapo perché sospeso per pioggia prima del 5°inning. Nella prima sfida un buon Bortolotti (ip 3.1; r 1; er 1; h 3; bb 2; k 4) lascia il monte a Freddi (W; ip 5.2; r 3; er 3; h 4; bb 3; k 6). Quattro hit a fila portano i veneti in vantaggio al 5°, poi il pitcher imolese non concede più valide e scende dal monte  da vincente. Al 6° il line up imolese rimette le cose a posto col doppio di Luca D'Amico (2/4) e le valide successive di Tanesini (2/4) e Andrea D'Amico (2/4). Angrisano chiude a 2/2. Altra grande prestazione con 18 strike out di Marino Salas (W;ip 9; r 1; er 1; h 3; bb 5; hp 2; k 18) a cui si contrappone anche la buona prova del monte scaligero: tre le valide per parte, ma Imola ha colpito al momento giusto e quattro errori dei veneti all'8° hanno allargato il divario. Al 7° una leggera flessione di Salas, due colpiti e una valida, aveva riempito le basi ma il dominicano si è ripreso con due K e una battuta preda dell'esterno destro. Per i Redskins le valide sono state di Sosa, Angrisano e doppio di Andrea D'Amico. Sabato prossimo trasferta a Godo per mantenere il primato di un girone abbastanza equilibrato.

Risultati : Modena-Castenaso 5-3 s.i.c. ; Ronchi-A's Bologna 6-5  4-1; Redskins-Verona 6-4  5-1; Firenze-Godo 1-7  1-11.

Classifica : Redskins 833 (5-1); Modena 800 (4-1); Godo, Ronchi, Verona, Firenze 500 (3-3); Castenaso 400 (1-4); A's Bologna 0 (0-6).

Prossimo turno : A's Bologna-Firenze; Castenaso-Ronchi; Verona-Modena; Godo-Redskins.




Castenaso - Redskins 10-0 (7░) 1-3

domenica 9 aprile 2017

E' iniziata in salita a Castenaso la seconda di campionato per i Redskins. Luca Bortolotti (L; ip 4.1; r 6; er 3; h 5; bb 6; wp 1; k 5) apre con tre basi ball, effettua un lancio pazzo, subisce un doppio e una valida e i padroni di casa sono avanti di cinque punti nella parte alta del primo inning. A sua discolpa anche un errore della difesa – saranno tre alla fine – e un parziale riscatto con tre strike out, ma è difficile risalire. A complicare le cose ci si mette uno strepitoso "Cocco" Dall'Olio (W; ip 7; h 2; bb 2; k 10) motivatissimo contro Imola. L'attacco imolese non produce, solo un doppio di Angrisano e un singolo di Cortini, mentre Turrini (ip 1.2; r 2; er 1; h 2; bb 5; k 3) e Grendene (ip 0.2; r 2; er 1; h 3) non risollevano la baracca. L'italo-argentino Schiavone al 7° pone le basi per la doccia anticipata con un homer da tre punti poi un  singolo e un doppio portano a dieci il vantaggio  degli uomini di Avallone. Nuove divise per le due squadre e campo trasformato in defilè. Serata di riscatto con una grande prova di Marino Salas (W; ip 9; r 1; er 1; h 4; bb 2; hp 1; K 18) che ha vinto il confronto con Rodriguez (L; ip 4; r 2; er 2; h 4; bb1; k 5) e Milliani (ip5; r 1; er 1; bb1; k 5). Alla fine dirà che le ultime due riprese le ha lanciate col cuore, perché nel braccio non aveva quasi più niente. Più produttivo l'attacco Redskins con otto valide, triplo e singolo per Gelli che ha suonato la carica per i primi due punti, doppio e singolo per Cortini e hit di Sosa, Angrisano, Gnudi e Focchi. Il coach Trombini precisa: "Abbiamo il monte corto: Anselmi ha appena ricominciato, Turrini non può allenarsi per motivi di lavoro e Kevin Sosa non è ancora tesserato per beghe burocratiche. In più oggi mancava Andrea D'Amico impegnato al lavoro". Adesso Imola coabita in testa con Modena, la sorprendente matricola Fiorentina e Verona. Domenica alla "Tozzona" scontro diretto con i veneti.

Risultati : Modena-A's Bologna 5-4(10°)  2-1; Castenaso-Redskins 10-0(7°)  1-3; Verona-Godo 2-1  10-1; Firenze-Ronchi 8-4  13-12.

Classifica : Redskins, Firenze, Modena, Verona 750 (3-1); Castenaso 500 (2-2); Ronchi, Godo 250 (1-3); A's Bologna 0(0-4).

Prossimo turno : Modena-Castenaso; Ronchi-A's Bologna; Redskins-Verona; Firenze-Godo.




Sconfitta ad opera di Castenaso

lunedý 3 aprile 2017
La squadra Imolese è battuta con il punteggio di 18 a 9 dal Castenaso.
Esordio nella nuova categoria per tutti i nostri atleti che devono ancora sintonizzarsi con i meccanismi che questo campionato richiede.
Prossimo impegno domenica 09 aprile ore 10 a Imola contro Longbridge.


o.k.

Esordio vittorioso

lunedý 3 aprile 2017

Esordio nel campionato baseball 2017 di categoria con una bella e convincente gara. I piccoli imolesi sul campo della Tozzona si impongono per 14 a 3 contro i coetanei del Ferrara baseball.
Soddisfazione dei tecnici per la crescita dei ragazzini che hanno espresso sul diamante tutto il costante lavoro invernale.
Prossimo incontro sabato  08 aprile ore 16.00 a Imola contro San Lazzaro.



o.k.

Redskins - A's Bologna 11-5 5-1

domenica 2 aprile 2017

A's Bologna     000001202 =  5    h 12   e 1   lob  7
Redskins          02130401/  = 11   h 15   e 1   lob 10

Redskins : L.D'Amico (6); Tanesini (8-2/4); Andrea D'Amico (5-3/4 un triplo); Angrisano(2-1/4); Gelli(dh-2/4); Focchi(9); Gnudi(7-3/4, Coroli 7'-1/1); Cortini(4-2/4 un doppio);Poli (3-1/5).

Lanciatori : Bortolotti (W; ip 6; r 1; er 1;h 5; bb 1; k 5) ; Grendene (S; ip 3; r 4; er 3; h 7; hp 1; wp 1; k 5).

A's Bologna   000100000 = 1   h   4   e 6 lob   5
Redskins        01000112/  = 5   h 12   e 1 lob 10

Redskins: L.D'Amico(6-2/5); Tanesini(8-2/5); A.D'Amico(5-1/2 triplo; Cortini 5'-1/2); Angrisano(2-1/3); Gelli(dh-1/4); Focchi(9-2/4);Gnudi(7-2/4); Sosa(4);Poli(3).

Lanciatori : Freddi(ip 3.2; r 1; h 3; bb 3; hp 1; k 2); Salas (W; ip 5.1; h 1; k 7).

Buona partenza dei Redskins, unici a vincere il doppio incontro nel girone. Al mattino Bortolotti sfodera una convincente prestazione e cede il monte a Grendene che porta a casa una buona salvezza. Il box di battuta dimostra la validità delle scelte fatte in inverno e sia Andrea D'Amico che Tanesini si fanno subito intendere a suon di valide. Nel pomeriggio, contro l'ex Garagnani, la partita si fa più equilibrata ma dopo il pareggio degli Athletics, al 6° la difesa bolognese pasticcia e Imola si riporta avanti. L'ottimo Garagnani cede il posto a Di Giacomo mentre Salas, rilevato Freddi, ha  spento la luce all'attacco felsineo. Ancora errori, ben sei a fine gioco, della difesa bolognese e i Redskins segnavano ancora tre punti. In attacco si sbloccavano anche Luca D'Amico e Focchi mentre l'altro D'Amico si infortunava arrivando in terza dopo il secondo triplo di giornata, chiudendo a 4/6 i due turni.Tanesini a 4/9 e stratosferico Gnudi con 6/8 nel doppio incontro. Sabato prossimo altro derbi tra Emilia e Romagna con trasferta a Castenaso.

Risultati : Modena-Ronchi 16-1(7°)  2-4; Fiorenze-Verona 2-4  6-5; Godo-Castenaso- 8-7  0-13(7°); REDSKINS-A's Bologna 11-5  5-1.

Classifica : REDSKINS 1000(2-0); Modena, Ronchi, Verona, Firenze, Castenaso, Godo 500 (1-1); A's Bologna 0 (0-2).

Prossimo turno: Modena-A's Bologna; Verona-Godo; Firenze-Ronchi; Castenaso-REDSKINS.




Si Ŕ conclusa oggi la XX edizione della Winter League

domenica 5 marzo 2017
Si è conclusa oggi la XX edizione della Winter League di baseball; torneo giovanile di baseball indoor che ha visto la partecipazione della squadra imolese Tozzona baseball Imola-Oce Elettronica.
In questa manifestazione dove si sono incontrate  le giovanile delle principali Società di baseball della Emilia Romagna è di tutto rispetto la ottava posizione della compagine imolese resa ancora più brillante per la conquista del trofeo quale miglior battitore dell'imolese Baldisserri Riccardo;un piccolo grande indianino di neppure 10 anni.
La Società ringrazia il team dei tecnici e allenatori per il lavoro svolto fidando sia di buon auspicio per l'imminente  inizio del campionato baseball 2017; un grazie anche ai dirigenti per il prezioso contributo e ai genitori tutti  per la grande partecipazione.



I Redskins Imola completano il roster con gli ingaggi di Sosa e Manzanillo

giovedý 9 febbraio 2017

Completato definitivamente il roster dei Redskins Imola col tesseramento del pitcher destro Kevin Sosa, fratello dell'esterno-interno Luis da sempre in forza ai rossoblù, e del catcher Franklin Manzanillo del Rosario, da Ravenna. Kevin Rafael Sosa è nato il 6 gennaio 1995 ad Acarigua, stato di Portuguesa in Venezuela ed apparteneva all'organizzazione dei Texas Rangers. Nel 2015 è stato girato al Magallanes di Valencia per disputare la Liga Paralela. A fine dicembre i Magallanes lo hanno rilasciato e Kevin Sosa ha scelto l'Italia, dove già risiede il fratello maggiore. Franklin Manzanillo da Santo Domingo (22/02/1991) è in Italia da cinque stagioni, cominciando da Godo nel 2012 con apparizioni in IBL, per passare a Ravenna in serie C e saltare ancora in IBL a Godo. Sempre a Ravenna, dove ha svolto anche il ruolo di coach fino al 2016, per poi essere chiamato a Imola dove potrebbe dare riposo ad Angrisano.




Un mercato frizzante per i Redskins Imola

martedý 10 gennaio 2017

Comincia a delinearsi il roster dei Redskins per la stagione 2017 per ripetere, se non migliorare, il campionato scorso dove si sono piazzati al 3° posto, risultando virtualmente la decima forza a livello nazionale. L'intenzione della società è quella di inserire nel roster alcune mazze “pesanti” che diano continuità in attacco. Dopo le riconferme di Marino Salas e di Juan Pablo Angrisano, come promesso dal presidente Poli viene potenziato il diamante dopo la partenza di Robel Garcia per la “F Blu”, dove sarà impegnato part time in campionato ed a tempo pieno in Coppa Campioni. Anche se italiano per matrimonio, per regolamento non è qualificato come ASI (Atleta di Scuola Italiana) per cui occorrono sei anni di militanza in squadre del paese. Da Modena arrivano i fratelli Andrea e Luca D'Amico, terza e seconda base, classe '91 e '93. Il primo ha battuto 340 nello scorso campionato di serie A sotto la Ghirlandina, mentre il secondo è rimasto fermo un anno per problemi di lavoro. Da Godo una vecchia conoscenza, l'esterno centro Paolo Tanesini che ha calcato i campi IBL con la società ravennate e col Rimini. Arrivo importante per la qualità del giocatore e perché consentirà al confermato Erik Gelli di non viaggiare da solo per venire a Imola ad allenarsi e giocare. Riconfermato il “rasta” riminese Amedeo Focchi, in prestito da Bologna, arriva il pitcher Davide Anselmi che deve riprendersi da un infortunio alla spalla. Classe '95 da Zevio (Vr) ha giocato giovanissimo a Rovigo quando i polesani erano in IBL2, poi ha fatto due anni nella Rookie League USA con i Cincinnati Reds. Tornato in Italia nel 2015 la “F” lo ha prestato a Nettuno (3 vinte 1 persa) e l'anno scorso a Novara dove ha avuto poca fortuna. Prospetto interessante, per gli accordi tra Bologna e i Redskins riprenderà confidenza col mound a Imola. Dopo l'abbandono di Mamo Minardi si cerca anche un giovane catcher per il bull pen, considerando positivamente la conferma di Fabio Lentini dietro casa base. Nello staff tecnico si inserisce Sandro Spisni, l'anno scorso manager a Sasso Marconi.




Semifinale Play off - Patern˛-Redskins 3-5 1-3

domenica 18 settembre 2016

Paternò  201000110 = 5      h 10  e 2  lob 10
Redskins 001101000 = 3      h  5  e 3  lob   6

Paternò     00010200/ = 3     h 6  e 1  lob 6
Redskins   000000010 = 1    h 4  e 1  lob 9

Con due vittorie strappate ai caparbi Redskins, i Red Sox Paternò conquistano la finale contro Bollate. Lecito il balletto sull'aria di “Hasta que se seca el Malecon” inscenato dai siciliani per festeggiare, sotto la guida di una scatenato Yuskiel Garcia, ma Imola non ha demeritato. Contro una squadra che ha giocato anche nella massima divisione, con molti caraibici ormai ASI e schierati contemporaneamente, alcuni dei quali con un passato in Ibl e in nazionale azzurra, i ragazzi del manager Moreno Trombini hanno lottato fino all'ultimo in entrambi i confronti. Partiti forse troppo contratti sabato pomeriggio, hanno subito due punti al 1° inning dal trio Garcia, Molina, Salgado, incassandone un altro al 3° con qualche errore di troppo. Luca Turrini (ip 5; r 3; er 1; h 7; bb 3; hp 1; k 3) ha svolto ancora un buon lavoro e la squadra ha reagito fino al pareggio su un eterno Franklin Torres, con un grande Angrisano (2/3, doppi) nel box. Difficile il compito del rilievo Luca Freddi (L; ip 2; r 2; er 2; bb 2; k 1) anche per l'agressività dei corridori Red Sox sulle basi. Entrano punti al 7° e all'8° e Grendene (ip2;h 1; bb 1; hp 1; k 2) chiude poi senza altri danni. La differenza però è nel numero delle valide battute dalle due squadre. Domenica mattina per Paternò, squadra ospitante, parte Sciacca che riesce ancora a contenere l'attacco imolese, dove un acciaccato Gnudi deve uscire sostituito da Coroli. Salas (L; ip 7.1; r 3; er 2; h 6; bb 2; k 10) riesce a contenere il trio caraibico fino al 4° quando arriva a punto Molina ed altri due punti arrivano al 6° con un triplo del cubano, ma è ancora il poco contrasto alle rubate e un errore che fanno più danni. Tre riprese anche per Wilber Perez (tre no hit per lui, arrivato da Cuba a campionato avanzato) che si fa chiamare un balk e subisce il punto della bandiera dei Redskins, segnato da Gelli su valida di Minardi. Applausi e abbracci per Salas che scende dal mound e lascia a Luca Bortolotti (ip 0.2), ma l'ultimo attacco Redskins non produce e Paternò festeggia. All'inizio del campionato il presidente Poli aveva dichiarato che l'obiettivo minimo era la semifinale, ma un po' di amaro resta perché non era impossibile proseguire. Tra un po' di tempo si saprà se nel 2017 i Redskins tenteranno ancora la scalata, ringraziando per ora tutti i giocatori che hanno portato la squadra al terzo posto della Serie A Federale. Molto dipenderà anche da come saranno strutturati i campionati e quali saranno le scelte della nuova dirigenza Fibs, col pericolo di un'IBL che assomigli più ai quattro (o tre) cantoni che ad un vero torneo.




Play off - Padule S.F.-Redskins 1-0 0-8

sabato 10 settembre 2016

Redskins          000000000 = 0   h 4   e 1   lob 7   Redskins     340000001 = 8   h 10   e 0   lob 14

Padule S.F.      00000100/  = 1   h 5   e 0   lob 5   Padule S.F.  000000000 = 0   h  2   e 3   lob   4

Con una strategia elementare, perderne una a poco e vincerne una a molto, i Redskins si qualificano al primo posto del Girone A per differenza punti (anche se il sito Fibs mette davanti il Padule) ed affronteranno in casa, sabato e domenica prossimi, il Paternò. Non è un caso che siano due le squadre dello stesso girone di regular season in semifinale, perché si è rivelato certamente il più duro ed equilibrato. In Toscana la prima partita si è rivelata molto incerta, con un grande Luky Turrini (L; ip 8; r 1 er 1; h 5; bb 2; k 8) sul mound imolese, a cui è stato affibbiato un PGL per una battuta che poteva essere classificata “errore” e che ha portato il corridore a casa per una successiva valida. C'è da dire che le polveri delle bocche da fuoco imolesi erano un po' bagnate e che all'8° i Redskins hanno lasciato le basi piene senza segnare. La prova di Turrini è stata comunque molto positiva, anche in funzione dei prossimi impegni. Nel box in evidenza ancora Amedeo Focchi, 2/3 e un doppio (3/4 nella giornata), poi un singolo a testa per Angrisano e Gnudi, mentre Garcia si è fatto valere in difesa. Sotto la luce artificiale i Redskins hanno suonato un'altra musica con Marino Salas (W; ip 9; h 2; bb 2; k 18) sul podio. Nei play off il dominicano ha chiuso con 74 so/38 ip e considerando la regular season 251/127. Redskins subito avanti 3-0 con valida di Focchi, che nell'azione si infortuna e viene sostituito da Coroli, valide di Angrisano (2/5, un doppio) e Gnudi, base ball a Minardi ed errore su Cortini. Altri quattro punti al 2° con valide di Poli, basi ball, un errore e un bel triplo a sinistra di Minardi. La partita ristagna con Salas che viaggia a due K a inning e una difesa attentissima che non concede errori. Ancora un punto segnato da Poli al 9°, portato a casa da Gelli(2/5). Bene anche Mularoni a 2/5. Salas chiude con l'ennesimo strike out e dopo è tempo di gavettoni. Sabato e domenica ad Imola, partite interessantissime, soprattutto per lo scontro tra Marino Salas e il lanciatore “zurdo” cubano Wilber Perez, ex nazionale caraibico e già realizzatore di tre no hit con Paternò.

Risultati : Padule Sesto Fiorentino-Redskins Imola 1-0  0-8; Collecchio-NBP Ronchi 8-7  10-5; Modena-Castenaso 6-7  6-1.

Classifica : Redskins Imola e Padule Sesto F. 800 (8-2); Collecchio 600 (6-4); NBP Ronchi 400 (4-6); Castenaso 300 (3-7); Modena 100 (1-9).

Semifinali : Redskins Imola-Paternò; Bollate-Padule Sesto F.




Play off - Redskins-Modena 12-5 10-0 (8░)

domenica 4 settembre 2016

Modena        011120000 =  5   h  8   e 3   lob 6
Redskins       10402500/ = 12  h 11   e 3  lob  9

Modena         00000000  =  0    h  6   e  3   lob 6
Redskins        10203121 = 10   h 14   e 0   lob 6

La squadra del presidente Poli e del manager Trombini raggiunge l'obiettivo minimo della semifinale senza grande sforzo. Un Modena combattivo nella prima partita, ma con un monte di lancio corto, cede in due incontri (12-5 e 10-0 all'8°) e lancia Imola nel big match di sabato a Sesto Fiorentino, per stabilire chi sarà la prima del Girone 1. La questione è importante perché le semifinali si giocheranno ad incrocio con le prime due dell'altro girone (Bollate a punteggio pieno e presumibilmente Paternò) e chi è in testa giocherà in casa al meglio delle tre partite. Inoltre nella finale sarà la prima del Girone 1, per sorteggio già effettuato, ad iniziare a giocare in casa al meglio delle cinque gare e disputare nel campo amico l'eventuale bella. Al mattino ancora un ottimo Turrini (W; ip 6; r 5; er 5; h 5; bb 2; k 5) apre per Imola in una partita incerta fino al 5°: ad un grande slam di Angrisano, Modena risponde con un solo homer di Gregorini restando sul 5-5, ma un errore e il calo del pitcher riportano i Redskins avanti 7-5 nella stessa ripresa. Dilaga Imola al 6° con cinque punti propiziati da un doppio di un Angrisano in formato da Nazionale (4/8, tre doppi e un grande slam nella giornata, poteva essere utile a Mazzieri ?) e il punteggio si fissa  12-5. Ivan Lentini (S; ip 3; h 3; bb 1; k 1) chiude in tranquillità. Da segnalare il bel rientro di Luis Sosa, fermo da molto per infortunio, con 2/5 (4/7 nel doppio incontro) , Minardi a 2/4 e hit di Focchi, Garcia, Cortini e Gnudi. Coroli sempre attento all'esterno sinistro. Nell'Imola manca Delgado, appena uscito dall'ospedale per un problema fisico che, dagli spalti, giura che sabato sarà in campo. Pomeriggio con Marino Salas (W; ip 6; h 6; bb 2; k 15) sul mound a confezionare strike out (44/20.1 nei play off) che concede subito due singoli (viene il dubbio che lo faccia per non pensare alla no hit e giocare in tranquillità) ma “asciuga il bucato” facendo battere in doppio gioco con il corridore che muore in terza. Luca Freddi (ip 2; bb 2; k 5) chiude alla grande confezionando una shut out di coppia e la fine per “manifesta” all'8°. L'uscita di Salas permette l'utilizzo di una scalpitante Garcia che piazza subito un doppio (2/2 e tante bb mattina-pomeriggio) e arriva a casa su un altro doppio di Minardi. In vista di sabato prossimo, bella prova dell'attacco rossoblù : oltre ai già citati, Focchi chiude a 3/4 con un extrabase (4/8 nella doppia), Gelli a 3/4 con due doppi e belle giocate dalla terza e singoli di Cortini, Poli e Gnudi. A Vignali l'onore di segnare il punto che chiude il gioco in anticipo. La fine dell'IBL ha portato sui campi ottime pariglie di arbitri, come quella Caser-Dalla Notta vista a Imola. Speriamo sia così anche a Padule.

Risultati : Castenaso-Collecchio 3-10  5-1; NBP Ronchi-Padule Sesto F. 6-18 (7°)  1-11 (7°); Redskins-Modena 12-5  10-0 (8°).

Classifica : Padule sesto F. e Redskins 875 (7-1); NBP Ronchi e Collecchio 500 (4-4); Castenaso 250 (2-6); Modena 0 (0-8).

Ultimo turno : Padule Sesto F.-Redskins; Collecchio-NBP Ronchi; Castenaso-.Modena.




Play off - Ronchi-Redskins 2-6 4-10

sabato 27 agosto 2016

Redskins        101001300 = 6     h 8   e 2   lob 13

NBP Ronchi  100100000 = 2     h 6   e 3    lob  7

 

Redskins        105000004 = 10   h 12   e 2    lob 9

NBP Ronchi   211000000 =  4    h   5   e 6   lob 3

 

I Redskins tornano dal Friuli con due vittorie e la testa della classifica del Girone A dei play off anche grazie alla bella prestazione di Castenaso in terra toscana, che ha permesso alla squadra di Avallone di battere Padule nella seconda partita. Al “Gaspardis” di Ronchi dei Legionari gli imolesi hanno trovato una squadra combattiva ma con alcune importanti assenze tanto che, grande merito, sono stati fatti esordire ben sei giovani classe 2000. L'assenza del lanciatore straniero si è fatta sentire (Marinez, tagliato per comportamento scorretto verso la squadra) nel secondo incontro, dove sono stati schierati ben cinque pitchers. Al pomeriggio un ottimo “Luky” Turrini (W;ip 5;r 2;er 2;h 6;bb 2; k 5) contiene bene i tentativi della sqadra di casa nel box, per lasciare ad un rinato “Lupo” Bortolotti (S; ip 4; ibb 1; k 5). Parità fino al 6° poi Imola passa con un doppio di Delgado che porta a casa un velocissimo Coroli in prima per ball. Accelerazione nell'inning successivo con valida di Minardi e doppio di capitan Cortini, che valgono quattro punti. Delgado e Cortini a 2/5 e un doppio a testa e singoli di Angrisano Gelli, Gnudi e Minardi. All'esterno Focchi si è esibito in grandi prese al volo che hanno tolto battute da extrabase ai friulani. Con la luce i Redskins partono con Grendene (ip 2; r 3;er 3;h 3;bb 2;wp 1;k 3) per consentire a Robel Garcia più opportunità in attacco e il dominicano non si fa pregare colpendo subito un bel triplo a sinistra, per segnare sulla palla morta finita in dug out per cercare di eliminarlo all'hot corner. I Legionari reagiscono con un doppio di Bonilla e un singolo di Miceu, segnando due punti ed incrementando al 2° grazie al singolo di Andrea Berini, dopo che il fratello Stefano era in base per ball, il sacrificio di Gheno e un wild pitch. Al 3° la riscossa di Imola: valide, basi ball e un errore consentono cinque punti per un sorpasso che sarà definitivo, anche se le Pantere Nere reagiscono sul subentrante Marino Salas (W; ip 7;h 2;wp 1;k 16) segnado ancora un punto con valida, sacrificio e un errore. Marino concede un'altro ininfluente singolo all'8°, chiudendolo con tre K, così come il 7° e il 4° e dopo i 177/89 della regular season è a 29/14.1. Al 9° altri quattro punti suggellano l'incontro mentre sul mound friulano si alternano i pitcher e la difesa commette errori, uno dei quali costa una “sassata” in testa all'arbitro di base Bertacche, sulla traiettoria per l'eliminazione in prima base. Molto spavento, ma dopo pochi minuti l'umpire si rialza tra gli applausi (buona la prestazione della coppia Bertacche-Moretto) e l'arbitro capo conclude l'incontro. Focchi ancora in esibizione volante all'esterno centro e line up con dieci hit: Minardi 3/4, Angrisano 2/5, triplo per Garcia (1/2) e singoli di Focchi, Cortini, Delgado, Gelli, Gnudi e Mularoni. Domenica i Redskins attendono in casa un Modena deluso, in attesa del rendez-vous a Sesto Fiorentino.

 

Risultati : Padule Sesto F.- Castenaso 11-1 (7°)  2-6; Collecchio-Modena 4-3  1-0 (12°); NBP Ronchi-Redskins 2-6  4-10.

Classifica : Padule Sesto F. e Redskins  833 (5-1); NBP Ronchi 667 (4-2); Collecchio 500 (3-3); Castenaso 167 (1-5); Modena 0 (0-6).

Prossimo turno : Castenaso-Collecchio; NBP Ronchi-Padule; Redskins-Modena.




Play off - Collecchio-Redskins 4-7 1-0 (10░)

domenica 7 agosto 2016

Questa volta ai Redskins non riesce il miracolo di San Marino (Salas) e devono accontentarsi di un meritato pareggio contro una bella squadra che potrà dare dispiaceri anche ad altre favorite.

Al pomeriggio partenza a razzo con doppio di Focchi (1/5) e singoli di Garcia (2/4) e Gelli(2/4) per il 3-0 già al primo inning. Turrini per Imola tiene fino al 5° (ip 5; r 2; er 0; k 1) e lascia a Ivan Lentini (ip 1; r 1; er 0; bb 1) mentre Collecchio dal 5° all'8° incamera un punticino a ripresa portandosi in vantagggio 4-3. Sul monte imolese è salito Luca Freddi (W; ip 3; r 1; er 1;  bb 3; wp 1; bk 1; k 1) vincente nonostante una difesa un po' fallosa. Il partente parmigiano Giovannelli, al 7°, ferma in tuffo una linea di Coroli e poco dopo lascia a Corsaro che al 9° subisce due valide, concede due basi e colpisce un battitore e i Redskins segnano i quattro punti che determinano la vittoria. Nel box di Imola bene anche Angrisano e Minardi (2/4), Gnudi (1/4) e Coroli (1/2), sempre vigile all'esterno sinistro. Alla luce dei fari per Imola parte Grendene (ip 2.2; h 2; bb 1; hp 1; k 1) mentre Yepez ( ip ip 6; h 5; bb 2; k 9), dopo aver concesso due valide al 1° ( e Poli muore in terza) sciorina una lunga serie di strike out. Quando mostra un leggero calo, risale sul mound Corsaro (ip 1.2; bb 2; k 1) aiutato da due grandi giocate della difesa: una presa al volo attaccata alla rete di fondo, per togliere un altro doppio ad Angrisano, da parte di Mantovani e un tuffo a catturare una linea di Gelli, per Fanfoni in seconda base. Anche Davide Poli per i Redskins effettua interventi spettacolari in prima base, mentre Marino Salas (L; ip 7.1; r 1; er 1; h 7; bb 2; k 12) usa anche molto mestiere per tenere a freno i battitori di Collecchio. Dalla Turca (W; ip 2.1; h 1; k 1) rileva e le mazze dei  Redskins restano quasi a secco, arrivando così al 10°. Nei play off non c'è più la giostra del tie break e mentre l'attacco imolese si spegne con un doppio difensivo, l'attacco parmigiano è più produttivo: Salas effettua il dodicesimo strike, Gelli elimina al volo il lead off ma Fontana, Fanfoni e Lori colpiscono in sequenza ed entra il punto della vittoria. Pari le valide, sette per parte e per i Redskins singoli di Focchi, Garcia, Minardi, Mularoni, doppio di Angrisano e Gnudi a 2/4: Adesso riposo, che servirà a ricaricare le batterie, e arrivederci a sabato 27 agosto.

Risultati girone A : Collecchio-Redskins 4-7  1-0 (10°); Modena-Padule Sesto F. 3-6  2-4; Castenaso-NBP Ronchi 8-11 (12°)  2-5.

Classifica : Padule SestoF. e NBP Ronchi 1000 (4-0); Redskins 750 (3-1); Collecchio 250 (1-3); Castenaso e Modena 0 (0-4).

Prossimo turno(27/08) : Padule SestoF. - Castenaso; Collecchio-Modena; NBP Ronchi-Redskins.




Play off - Redskins-Castenaso 12-7 7-1

domenica 31 luglio 2016

I Redskins cominciano bene i play off battendo due volte un ostico Castenaso. Al mattino buon inizio rossoblù con due punti a ripresa nei primi tre inning e cambio del pitcher emiliano al 2°. Luky Turrini (ip 5; R 4; er 4; h 8; bb 2; wp 1; k 2) resta un inning di troppo e al 6° subisce l’attacco degli avversari che segnano a ripetizione. Bortolotti (ip 0.2; r 1; er 1; h 1; bb 3; k 1)rileva ma concede basi  e  lascia subito il posto a Freddi (W; ip 3.1; r 2; er 1; h 4; b b 1; k 5) ma Castenaso pareggia 7-7. Mentre Freddi cresce, cala il lanciatore emiliano e all’8° su wild pitch, valide e basi ball i Redskins segnano i cinque punti del definitivo 12-7. Nel box Delgado 2/5, Focchi 2/4, Garcia 1/3 e Gelli 2/3 tutti con un doppio, Angrisano (che con la nazionale argentina ha vinto un torneo in Sudamerica, risultando il miglior catcher) 2/3, Minardi 2/5 e Cortini 1/4.  Pessima partenza di Salas al pomeriggio con due battitori colpiti e un wild pitch che permette a Castenaso di portarsi subito sull’1-0, complice anche un errore. I due lanciatori iniziano un duello a suon di strike out con Cruz (ip 7; r 1; er 1; bb 2; wp 1; k 10) che al 7° subisce un doppio da Cortini che poi arriva al pareggio  per un lancio pazzo. Salas (W; ip 9; r1; er 0; bb 1; hp 2; wp 1; k 13) si riprende bene e si vendica di Peraza che gli aveva battuto l’home run della vittoria a Castenaso, lasciandolo due volte al piatto. Al 6° gran giocata difensiva di Gelli e Minardi proprio su una insiodisa rimbalzante di Peraza, con eliminazione dell’uomo più avanzato. Cruz, che pare abbia i lanci contati, scende ma i rilievi emiliani non sono all’altezza e all’8° i Redskins segnano sei punti battendo una sola valida, grazie a sette basi ball, un bunt di sacrificio di Gnudi e due balk consecutivi. Poche le valide, 7-4 per i Redskins con Coroli 2/3, il doppio di Cortini e singoli per Mularoni, Focchi, Angrisano e Minardi.  Sabato prossimo secondo confronto a Collecchio, poi vacanza fino all’ultimo week end di agosto.

Risultati : Redskins-Castenaso 12-7  7-1; Padule Sesto F. – Collecchio 11-2  2-1; NBP Ronchi-Modena 9-6  5-4.

Classifica : Padule Sesto F., NBP Ronchi, Redskins 1000 (2-0); Collecchio, Modena, Castenaso 0 (0-2).

Prossimo turno : Collecchio-Redskins; Modena-Padule Sesto F.; Castenaso-NBP Ronchi.




Buon pareggio contro i primi

domenica 24 luglio 2016

La scampagnata in torpedone fino a Paternò, 30 km sopra Catania, si è conclusa con un bel pareggio dei Redskins contro i primi della classe. In formazione largamente rimaneggiata, senza Turrini, Focchi, Coroli  e Fabio Lentini infortunato, con Bortolotti e Grendene che oltre a lanciare hanno dovuto fare anche i battitori designati e il giovane Shurabaij cooptato all’esterno, gli imolesi hanno perso la prima partita 12-3 ma hanno vinto la seconda 6-5 in rimonta, dimostrando un gran carattere. Questo è un ottimo segnale in vista dei play off che cominceranno sabato e domenica prossimi nel Girone 1 che è stato completato dal Castenaso, vincente nel recupero in casa degli Athletic’s Bologna. Partita che è arrivata al 12° e dove si è visto di tutto e di più, dal 4-0 per Castenaso al 4-4 al 9° inning, dall’aggressione ad un arbitro da parte di un coach bolognese ad una sospensione di mezz’ora per protestare la partita da parte di Castenaso, in cinque ore di gioco. Altro segnale positivo per i Redskins, il buon comportamento del line up imolese: nel primo incontro Garcia 3/4,  Gnudi 2/4, Angrisano,Minardi e Cortini 1/4. Al pomeriggio, dopo lo svantaggio di 5-2, Marino Salas ha chiuso la saracinesca. Nelle sei riprese lanciate ha subito 3 valide e un punto (non guadagnato su di lui) concesso una base ball e inanellato tredici strike out, portando i suoi record a 177 K in 86 riprese, Era 1.02, poco più di un punto subito a partita e 0.120 come media di opportunità ai battitori avversari, rapporto tra valide subite e battitori affrontati. Ancora ottimo l’attacco con Angrisano e Cortini 2/4, Gnudi 2/5 e singoli per Garcia, Delgado, Minardi, Shurabaij e Poli. Nell’ultimo inning la pressione dei battitori imolesi ha costretto i difensori siculi a due errori decisivi e capitan Cortini ha portato a casa i punti della vittoria. Ora si attendono i calendari dei play off  a girone di sola andata dove i Redskins, giungendo terzi, avranno tre partite fuori e due in casa contro Sesto Fiorentino, Collecchio, Ronchi, Modena e Castenaso.

Recuperi : Athletic’s Bologna-Castenaso 4-8 (12°); Paternò-REDSKINS 12-3  5-6.

Classifica : Paternò 714 (20-8); Ronchi 679 (19-9); REDSKINS 643 (18-10); Castenaso 536 (15-13); A’s Bologna 500 (14-14); N.Pianorese e Verona 444 (12-15); Trieste 36 (1-27).



Nino Villa

Recupero Serie A

domenica 17 luglio 2016

Il tie break porta bene agli Athletic’s Bologna e male ai Redskins, che perdono 3-4 nel recupero della coda dell’incontro sospeso per oscurità sull’1-1, a metà dell’8° inning. I Redskins hanno giocato in emergenza: Angrisano è in Argentina (che ha battuto il Perù 3-2), Fabio Lentini è infortunato e Minardi è assente per lavoro. Dietro casa base è andato un volonteroso Coroli che ha un passato remoto da catcher. Alla fine delle nove riprese  il risultato non è cambiato  e nel primo extrainning gli emiliani non sono passati. Imola ha avuto subito la ghiotta occasione portando in terza e seconda Coroli e Delgado su sacrificio di Poli, ma Bologna ha disinnescato il pericoloso Gelli con una base gratis e gli altri battitori non sono riusciti a portare a casa il punto. All’11ª ripresa il sacrificio di Deligia e due passed ball hanno consentito ai bolognesi di segnare tre volte, rimontati solo in parte dai Redskins con due punti. Con un maggior numero di valide (6-4), un Salas da 22 strike out (record 9W-2L 164/82, Era 1.0, Oba 0.126) e senza errori i Redskins perdono e gli Athletic’s guardano con più fiducia al recupero di domenica prossima in casa con Castenaso: chi vince arriva quarto e giocherà i play off nel Girone 1con Sesto Fiorentino, Collecchio, Modena, Redskins e Ronchi dei Legionari. Nel Girone 2 giocheranno Bollate, Paternò, Brescia, Godo, Macerata e Jolly Rogers Gr.Le prime due di ogni girone accederanno alle semifinali. Ultimo sforzo per i Redskins il recupero delle partite non giocate a Paternò causa mancato volo. L’impegno sarà gravoso perché alcuni giocatori non possono essere assenti dal lavoro il lunedì e la trasferta, dati i costi proibitivi dei voli in alta stagione, verrà effettuata in pullman (1200 km), ma la squadra andrà per vendere cara la pelle contro i siciliani di Wilber Perez, il lanciatore cubano che ha un record di 5W-0L, Era di 0.20 e Oba di 0.099.

Risultati recuperi: Castenaso- J.AlpinaTs 10-5; Redskins-A’s Bologna 3-4 (11°); N.Pianorese-Verona n.d. in quanto ininfluente.

Classifica: Paternò 731 (19-7);NBP Ronchi 667 (18-9); Redskins 654 (17-9); A’s Bologna e Castenaso 519 (14-13); N.Pianorese e Verona 462 (12-15); J.Alpina Ts 36 (1-27).

Ultimi recuperi: Paternò-Redskins; A’s Bologna-Castenaso.




Serie A - girone di ritorno - 7░ giornata

domenica 17 luglio 2016

 

Redskins   320110021 = 10   h 18   e 2   lob 11
Verona      90010503x = 18   h 13   e 1   lob 10

Redskins   101030020 = 7     h 13   e 2   lob 11
Verona      000001000 = 1     h  3    e 3   lob  6

Un bel triplo di Garcia faceva ben sperare i Redskins che segnavano subito tre punti ma una incredibile partenza di Bortolotti (L; ip 0.0; r 8; er 8; h 5; bb 3; wp 1) con un doppio e un triplo portavano Verona sull’8-0. Ivan Lentini (ip 5.1; r 6; er 2; h 5; bb 4; hp 2; wp 1; k 2) conteneva le mazze venete che al 6° approfittavano anche di due errori difensivi per allargare il divario. Infine Grendene (ip 2.2; r 4;er 4; bb 6; wp 2; k 1) terminava alla meglio. Gli imolesi erano senza il lanciatore Luca Freddi e soprattutto J.P. Angrisano, impegnato con la nazionale argentina, così Minardi è tornato al vecchio amore dietro casa base. Guardando il bicchiere mezzo pieno in prospettiva play off, le molte valide con Delgado 3/3, Poli 4/6, Garcia 2/5 Gelli 2/3, Coroli 2/4, Minardi 2/5 e singoli di Focchi, Gnudi e Mularoni. Nel Verona si sono segnalati Bertagna 4/4 con due doppi, Van Heyloorn con un doppio e Zumerle 3/5 con un triplo. Sinfonia diversa al pomeriggio dopo quattro belle riprese di Luca Turrini (ip 4; r 0; h 2; bb 1; wp 1; k 6), quando a dirigere lo spartito è salito Marino Salas (W; ip 5; r 1; er 0; h 1; bb 3; wp 1; k 13) che ha portato il suo record a 9W-1L e 159 k/74 ip. Ancora grande il line up con Gelli 4/4, un doppio e un HR (6/7 nella giornata), Poli 2/4 (6/10), Gnudi 2/4, Garcia 1/3 ma è stato un “cuadrangular” ed ha giocato solo finchè è entrato Salas; singoli per Focchi, Minardi, Contini e Fabio Lentini. Purtroppo il catcher subiva un  brutto strappo, così Minardi doveva rimettersi maschera, pettorina e schinieri per tornare dietro il piatto, cosa che dovrà fare anche sabato prossimo contro gli Athletic’s, per finire la partita sospesa dopo la parte alta dell’8° sul punteggio di 1-1. Rovente la battaglia per il quarto posto: il giorno dopo gli A’s Bologna se la vedranno nel recupero in casa con Castenaso (che probabilmente avrà avuto ragione dell’Alpina) per determinare chi farà i play off. Terminassero a pari punti e pari vinte/perse, si dovrà guardare (art.3.36 del R.A.A) il Team Quality Balance, cioè la differenza tra punti fatti / riprese in attacco e punti subiti / riprese in difesa. Conti che lasciamo volentieri ai ragionieri della Fibs. Ultimo impegno il 24/07 per le due partite a Paternò, non disputate causa mancato volo, con in palio il primo posto nel girone.

Risultati :N.Pianorese-NBP Ronchi 0-4  3-11; Castenaso-A’s Bologna 12-5  3-4 (10°); Verona-Redskins 18-10  1-7; J.Alpina Ts-Paternò 8-10  0-11(7°)

Classifica : Paternò 731 (19-7); Redskins (680 (17-8); NBP Ronchi 679 (19-9); Castenaso e A’s Bologna 500 (13-13); N.Pianorese e Verona 444 (12-15); J.Alpina Ts 37 (1-26).

Recuperi : sabato 16/07  Redskins-A’s Bologna; Castenaso-J.Alpina Ts; N.Pianorese-Verona. Domenica 17/07 A’s Bologna-Castenaso.




Serie A - girone di ritorno - 6░ giornata

domenica 3 luglio 2016

N. Pianorese   100000000 = 1   h  3   e 2   lob 8
Redskins          21203001x= 9   h 13  e 1   lob 8


N. Pianorese   000045315 = 18  h 23  e 1  lob 16
Redskins          100020020=  5   h 12  e 2  lob 12

Convincente vittoria dei Redskins al mattino con Lupo Bortolotti (W; ip 4; h 2; bb 5 k 4) , Ivan Lentini che sta tornando ai suoi livelli (ip 5; h 1; hp 1; k 5) e un line up tonico dove Norbel Garcia, ottimo in difesa all’interbase, sta cominciando a prendere le misure dei pitcher (2/5, un doppio), Delgado spostato in seconda base (2/4), Focchi 2/4(un doppio), Angrisano 2/2, doppi, Minardi 2/4 e singoli per Poli e Gelli hanno fatto la differenza. Incredibile la sconfitta al pomeriggio, con Marino Salas tenuto a riposo e lanciatori italiani irriconoscibili: Freddi (L; ip 5; r 4; er 4; h 9; hp 1;wp 1; bb 2; k 6) ha tenuto bene per quattro inning ma al 5° ha cominciato a subire il line up emiliano. Grendene (ip 2;r 7; er 7; h 8; bb 2; hp 2; k 1) non ha fatto di meglio così come Turrini (ip 2; r 6; er 5; h 6; bb 2; k 2). Pericoloso il calo di tensione in vista dei play off. Nel bicchiere mezzo pieno, le prove in battuta di Robel Garcia (4/4, tre doppi e 6/9 finale), Delgado (3/4, un triplo e 5/8), Gnudi (3/4 tutti doppi). Da segnalare, nel box della Nuova Pianorese il 5/6 (un doppio) di Scagnolari, 3/3 per Chieregatti, 2 doppi/4 a De Boni, 3/7, Rizzi, 2/3 Facchini, 2/4 Rofrano e Giusti, 2/5 per Zucchelli, ma tutto il line up ha fatto festa. La classifica non ha subito mutamenti stanti i pareggi di Paternò e New Black Panthers, mentre si fa sempre più accesa la lotta alla quarta posizione tra Castenaso, Nuova Pianorese, Athletic’s Bologna e Verona. Il prossimo turno, ultimo di regular season potrà dare indicazioni ma probabilmente occorrerà attendere anche l’esito dei molti recuperi, spesso incrociati tra le squadre in predicato: solo Ronchi è a calendario pieno mentre Paternò e Redskins devono affrontarsi; dietro, Bologna deve giocare in un incontro in casa con Castenaso e Verona e terminare la partita di Imola sospesa per oscurità sull 1-1. Castenaso pare favorita perché oltre a Bologna deve andare a Trieste, mentre Pianoro aspetta Verona.

Risultati :NBP Ronchi-Castenaso 7-0  2-3; Redskins- N.Pianorese 9-1  18-5; Paternò-Verona 13-10  10-0 (7°); As’Bologna-J.Alpina Ts 4-3  5-2.

Classifica : Paternò 708 (17-7); Redskins 696 (16-7);NBP Ronchi 654 (17-9); Castenaso 500 (12-12);N. Pianorese 480 (12-13); As’ Bologna 478 (11-12); Verona 458 (11-13);J.Alpina Ts 40 (1-24).

Ultimo turno :N. Pianorese-NBP Ronchi; Castenaso-As’ Bologna; Verona-Redskins; J.AlpinaTs-Paternò.




Serie A - girone di ritorno - 5░ giornata

domenica 26 giugno 2016

La partita tra Redskins e New Black Panthers Ronchi presenta l’esordio da shortstop di Robel Espiwal Garcia Rodriguez, nato il 23 marzo 1993 a Las Matas de Farfan, San Juan, Repubblica Dominicana. E’ arrivato in singolo A avanzato nell’organizzazione dei Cleveland Indians,  poi il matrimonio lo ha portato a Verona e i Redskins, dopo un tribolato iter per ottenere il visto di ricongiungimento famigliare, non se lo sono lasciati scappare. Belle cose in difesa, niente alla battuta, ma era il primo contatto col baseball italiano ed appena avrà preso il ritmo dei nostri lanciatori il suo potente giro di mazza farà danni. Essendo giocatore straniero non può stare in campo quando lancia Marino Salas ma intanto fa crescere le opportunità di schieramento in difesa. I Redskins perdono la prima partita quando sembrava vinta, in un continuo alternarsi del punteggio. Turrini (ip 3.1; r 2; er 2; h 2; bb 2;k 3), Grendene (ip 3; r 3; er 3; h 5; bb 2; k 1) e Freddi (L; ip 1.1; h 4; r 4; er 4; hp 2; bk 1;) subiscono il line up dei Legionari e Ivan Lentini (ip 0.2; k 1) può solo chiudere degnamente. Più fallosa la difesa friulana ma anche più prolifico il suo attacco con 11 valide (di cui tre doppi) contro 7 e le bocche da fuoco imolesi un po’ spente. Bene Gelli a 2/4, Gnudi 1/3 doppio, Minardi 2/5 e singoli per Focchi e Vignali. Al pomeriggio Lupo Bortolotti (ip 3; h 1; r 1; bb 5; wp 1; k 4) parte per Imola e stavolta l’attacco rossoblù è sveglio. Marinez scende dopo cinque riprese lasciando una situazione complicata per il rilievo ed è big inning da cinque punti per Imola che prende il largo mentre si alternano i pitcher avversari. Marino Salas (W; ip 6; h 2; bb 1; hp 1; wp 1; k 11) entra ad inizio 4° e per l’attacco del Ronchi è quasi notte. Il suo record strike out/riprese lanciate sale a 146/69, con 9 W e 1 L. Nel box, doppi per Focchi (3/4), Gelli (4/5 e 6/9  nella giornata) e Cortini (2/4) poi Poli 2/3, Angrisano 2/5 e singoli per Gnudi e Minardi. La situazione per le tre squadre di testa resta immutata mentre si accende una bella lotta per il quarto posto, ultimo disponibile per i play off.

Risultati : Redskins-Ronchi 8-9  8-1; N.Pianorese- Paternò 3-2  0-5; J.Alpina Ts-Castenaso 0-10 (8°)  0-7; Verona-As’ Bologna 3-4  n.d.

Classifica : Paternò 727 (16-6); Redskins 712 (15-6); Ronchi 667 (16-8); Castenaso 500 (11-11); N.Pianorese 478 (11-12); Verona 455 (10-12); As’ Bologna 429 (9-12); J.Alpina Ts 43 (1-22).

Prossimo turno : Redskins-N.Pianorese; Ronchi-Castenaso; As’ Bologna-J.Alpina Ts; Paternò-Verona




Serie A - girone di ritorno - 4░ giornata

domenica 19 giugno 2016

Svegliatisi molto presto per essere all’aeroporto “G.Marconi” di Bologna ed intraprendere la trasferta per lo scalo etneo di Catania Fontanarossa con il volo Ryan Air delle 8,50, i giocatori dei Redskins hanno scoperto, da un SMS delle 8,36, che l’aereo non c’era. Forse si sarebbe potuto partire alle 2,30 della notte successiva. Considerando che dall’aeroporto di Catania c’era da raggiungere poi Paternò e che tutta l’organizzazione del viaggio era saltata (trasporti, pernottamento) non sarebbe stato per niente facile disputare le due partite in programma. Dopo un giro di consultazioni telefoniche si è scoperto che il volo era fermo a Catania, non si sa se per gli incendi scoppiati nell’isola o per scioperi del personale della compagnia. Le due partite, importanti per la classifica dato che riguardano la prima e la seconda del girone B del campionato di serie A, verranno disputate il 17 luglio.

Risultati :Ronchi-J.Alpina Ts 9-5  9-9; Castenaso-Verona 3-1  2-5; As’ Bologna-N.Pianorese 1-7  3-1; Paterno-Redskins n.d.  n.d.

Classifica : Paternò 750 (15-5); Redskins 737 (14-5); Ronchi 682 /15-7); N.Pianorese, Verona 476 (10-11); Castenaso 450 (9-11); As’Bologna 400 (8-12); J.Alpina Ts 48 (1-20).

Prossimo turno :Redskins-Ronchi; J.Alpina Ts-Castenaso; N.Pianorese-Paternò; Verona-As’ Bologna.




Campionato Ragazzi

martedý 14 giugno 2016

Sconfitti di misura a Ferrara i piccoli indiani per  7 a 6.
Gara tirata e dal risultato in bilico fino all'ultimo inning dove gli avversari realizzano il punto  che decide l'incontro.
Prossimo turno martedi 14/06 a Modena.




Campionato Under 21

martedý 14 giugno 2016

Bella e convincente vittoria per 9 a 1 contro il Castenaso.
La squadra condotta da Pedro e Guccini "in palla" per tutta la partita concede poco o nulla agli avversari.
Prossimo incontro sabato 18/06 contro Bologna Athletics.




Serie A - girone di ritorno - 3░ giornata

domenica 12 giugno 2016

Athletic’s Bologna     001000020 = 3       h  7   e 2   lob 11
Redskins Imola          30120003/ =  9       h  9   e 0   lob 10

Athletic’s Bologna     00010000  =  1        h 3    e 1   lob 10
Redskins Imola          0010000    =  1        h 5    e 0   lob  6

Seconda partita sospesa per il buio in una giornata ancora condizionata dal maltempo; sicuramente verrà battuto il record stagionale di partite sospese e omologate dopo il 5° inning. A Imola anche la grandine ferma il primo incontro a metà del 4° e solo la solerzia di tutta la squadra Redskins permette di risistemare il campo, con grande meraviglia degli arbitri. Ivan Lentini e Pedro Azcuy guadagnano il Premio Stakanov per il gran lavoro e il pitcher salirà anche sul monte per venire dichiarato vincente. “Bigo” is back. Fabio Lentini, scontata la squalifica di dieci mesi, ricompone la batteria famigliare, dà un po’ di riposo ad Angrisano dietro casa base ed è accolto da un applauso strappalacrime. Il partente Athletic’s aveva concesso quattro basi alla prima ripresa e i Redskins erano già sul 3-0, incrementando poi e controllando il tentativo di riscossa bolognese. Il bull penn degli As’ al lumicino consentiva altri tre punti per il 9-3 finale. Bene anche i Luca Turrini e Freddi sul mound di Imola, alla battuta triplo per Minardi (3/4), doppi per Focchi (1/3) e Gnudi (1/4) e singoli di Delgado, Gelli, Vignali, Angrisano. La seconda partita è iniziata alle 18 con la bella sfida a suon di strike out tra Montieth (ip 7; r 1; er 1; h 5; bb 5; k 9) e Marino Salas (ip 8; r 1; er 1;h 3; bb 7; k 17) che ha portato il suo record a 135/64 e nell’incontro ha lasciato al piatto almeno una volta tutto il line up bolognese. Ultimo a cedere Christian Deliggia, costretto a battere a lume di candela. Da sottolineare la signorilità dello stesso giocatore che su un pick off calmava le proteste della sua squadra, confermando la giusta decisione dell’arbitro. Imola ha perso due belle occasioni al 6° e al 7° con basi piene e un solo out, ma due strike out e un’errata valutazione dei segnali hanno portato ad un nulla di fatto. Anche gli As’, comunque, hanno lasciato parecchi uomini sulle basi. Nel box Redskins Delgado 2/4, Angrisano 2/3, Gnudi 1/2. La partita è stata sospesa a metà dell’8° e riprenderà, prima o poi, con l’attacco Redskins sul punteggio di 1-1. La trasferta imolese a Paternò vedrà l’inedita sfida tra Salas e il nuovo pitcher “zurdo” cubano Wilber Perez, da Isla de la Joventud, per anni nella nazionale di Cuba.

Risultati :Ronchi-Paternò  5-3 (6°)  1-8; Verona-J. Alpina Ts 11-0(7°)  10-1; Redskins-As’Bologna 9-3  1-1(sosp. 8° per oscurità); N.Pianorese-Castenaso 8-1 (6°)  2-5 (10).

Classifica : Paternò 750 (15-5); Redskins 736 (14-5); Ronchi 650 (13-7); N.Pianorese, Verona 474 (9-10); Castenaso 444 (8-10); As’Bologna 437 (7-11); J.Alpina Ts 53 (1-18).

Prossimo Turno :Ronchi-J.Alpina Ts; Paternò-Redskins; Castenaso-Verona; As’Bologna-N.Pianorese.




Campionato Ragazzi

mercoledý 8 giugno 2016

Nessun incontro disputato nel fine settimana per il turno di riposo.
La squadra ha partecipato alla sfilata ed alla manifestazione Sport al Centro nella splendida cornice del Parco delle Acque.
Prossimo impegno sabato 11/06 a Ferrara.




Campionato Under 21

mercoledý 8 giugno 2016

Formidabile impresa della nostra compagine che nella gara disputata mercoledi 01/06 contro il Godo ottiene una bella vittoria per 7 a 6.
I ravennati partono forte ed al primo inning segnano 4 punti ma successivamente sono tenuti al palo; al quinto la svolta, con un big inning da 7 punti i nostri passano prepotentemente in vantaggio e a nulla vale la rimonta di due punti degli avversari.
Punteggio finale 7 a 6 per Imola.
Prossimo incontro sul campo della Pedagna sabato 11/06 contro Castenaso.




Il baseball nelle scuole di Imola e Castel San Pietro

lunedý 6 giugno 2016

E' terminato il lavoro di promozione e divulgazione del baseball nelle scuole imolesi; il tecnico cubano Azcuy H. Pedro ha addestrato nei mesi di aprile e maggio in quattro scuole del comprensorio oltre mille alunni delle classi elementari riscuotendo ovunque entusiasmo e partecipazione.

Analoga promozione e assoluta novità anche a Castel San Pietro dove un altro tecnico della Redskins baseball Imola sig. Guccini Viliam ha divulgato il baseball e praticato l'attività con oltre duecento alunni per l'intero anno scolastico.

Un ringraziamento particolare per la collaborazione alle responsabili scolastiche della motoria e a Giulia Guccini.

Finito il lavoro nelle scuole ma non terminato il programma della società per estendere la promozione e pratica del baseball con accordi già presi per essere presenti in alcuni campi estivi.




Serie A - girone di ritorno - 2░ giornata

domenica 5 giugno 2016

Redskins     000000410 = 5      h 8   e 2   lob 6
Castenaso   200001000 = 3      h 6   e 2   lob 8

 

Redskins     0000020001 = 3   h 10  e 0  lob 6
Castenaso   0000010103 = 5    h   9  e 1   lob 8 

 

Nuvoloni  su Castenaso, rovescio d'acqua e la prima partita è cominciata con tre ore di ritardo. Redskins subito all'inseguimento per  due punti subiti al 1° inning e un solo homer di Peraza che si perde tra gli alberi oltre la recinzione. Scende dal mound un buon Bortolotti (ip 5.1; r 3; er 1; h 6;bb 3; k 4) ed entra Simone Grendene (W; ip 3.2; r 0; h 1; bb 2; k 2) che risulterà il pitcher vincente. Al 7°  il partente emiliano Dall’Olio (L; ip 6.1; r 4; er 1) concede base ad Angrisano, subisce tre hit consecutive da Gnudi, Minardi e Cortini  e la difesa non lo aiuta commettendo un errore, per il sorpasso imolese. Ancora a segno Imola all’8° con Angrisano  che batte valido, ruba la seconda ed avanza in terza su tiro a casa dell’esterno ed infine pesta il piatto sulla valida di capitan Cortini (2/4). Singoli anche per Delgado, Minardi e Coroli, doppio per Focchi. Il campo illuminato consente di continuare a giocare ed alle 22,30 inizia la seconda partita con Marino Salas (L; ip 10; r 5; er 5; bb 1; k 20) ad inanellare strike out per un record di 118 in 56 riprese lanciate. Battere valido contro di lui è motivo di vanto e qualcuno, quando ci riesce, esagera con atteggiamenti che sarebbero da punire. Deve inseguire  Castenaso: Imola lascia una ghiotta occasione al 5° con prima e terza occupate, ma si rifà al 6° con un bel fuoricampo da due punti di Juan Pablo Angrisano che colpisce in alto un palo delle luci. Gli emiliani rispondono nel turno basso con un doppio di Cancellieri che porta a casa Di Raffaele e all’8° costruiscono il punto del pari di Pandolfi che entra per wild pitch . All’inning successivo Marino risponde con tre strike out e si va agli extrainning con la regola del tie break: uomini in prima e terza, zero out e scelta da dove iniziare il line up. Imola mette in prima e seconda Focchi e Delgado, Gelli colpisce profondo a sinistra ed entra un punto, mentre Focchi è eliminato a casa ma lamenta l’ostruzione di Peraza, non rilevata dagli arbitri. Angrisano colpisce , va in seconda per lancio pazzo di Brown che ha sostituioto Cruz (ip 9;r 2; er 2; h 8; bb 1; k 11) e Gelli va in terza ma è ostacolato dal difensore che resta sul cuscino e si urtano. Anche stavolta per gli arbitri è tutto regolare. Fine inning e un punto di vantaggio, ma nel turno di Castenaso, Yosvani Peraza  dimostra una fama non usurpata (era considerato uno dei migliori slugger delle serie cubane  ) con un home run da tre punti al centro del campo. Per i Redskins  nel box, Delgado 2/4; Focchi 1/4; Gelli 1/4; Angrisano 2/5; Minardi 1/4;Gnudi 2/5, Mularoni 1/3.

 

Risultati : Ronchi-Verona 2-3  3-1; As’Bologna-Paternò 0-7  0-9;  J.Alpina - N.Pianorese  2-9  ; Castenaso-Redskins 3-5  5-3(10°).

Classifica : Paternò 778 (14-4); Redskins  722 (13-5); Ronchi 667 (12-6); N.Pianorese 471 (8-9); Castenaso 438 (7-9); As’Bologna, Verona 412 (7-10);J.Alpina 59 (1-16).

Prossimo turno : Ronchi-Paternò; Verona-J.Alpina; Redskins-As’Bologna; Pianoro-Castenaso.




Campionato Ragazzi

lunedý 30 maggio 2016

Ancora vittoriosi i nostri piccoli indiani contro Yankees per 11 a 5.
Lodevole l'impegno dei nostri avversari che sono arrivati a Imola con una formazione rimaneggiata ma in questo momento la nostra squadra sta facendo molto bene e lo dimostrano le tre vittorie consecutive.
Domenica 05 giugno impegno alla Festa Sport al Centro al Parco Acque Minerali di Imola e prossima gara il 11 giugno a Ferrara.




Campionato Under 21

lunedý 30 maggio 2016

Ferma la nostra squadra che giocherà mercoledi 01 giugno a Godo.




Serie A - girone di ritorno - 1░ giornata

domenica 29 maggio 2016

Junior Alpina Trieste  00010100 =   2  h   5   e 3   lob 8

Redskins Imola        01520211 =  12  h 13   e 1   lob 6

 

Junior Alpina Trieste  0000000 =  0      h 1   e 4   lob 2

Redskins Imola        100180/ = 10     h 8   e 0    lob 9

 

La domenica di un maggio novembrino si è aperta  con pioggia insistente, facendo temere di rivivere l’incubo Verona: quando si gioca sotto la pioggia la squadra tecnicamente più forte è sfavorita e può capitarne di ogni.  Anche per i “muli” di Trieste fortunatamente (una trasferta in più per un recupero gli sarebbe costata) gli arbitri hanno deciso che si sarebbe giocato ad oltranza e con una serie di ”Luca” sul monte i Redskins hanno vinto la prima partita, bagnata, disputata in due tranches, dopo che era stata sospesa per pioggia alla fine del 2° e ripresa al pomeriggio. Luca Bortolotti (ip 2;h 1;bb 1; k 4), poi Luca Turrini (W; ip 4 r 2; er 2; h 3; bb 2; k 3) e infine Luca Freddi (ip 2; h 1; bb 0; k 3) hanno concesso poco agli avversari e assicurato la vittoria. Nel box Delgado 2/4, Gelli un doppio, Angrisano un triplo, Gnudi 2/5, Vignali 2/2, Mularoni 2/4 e una hit per Cortini e Coroli hanno prodotto il 12-2 finale. Pomeriggio con Salas (W; ip 7; h 1; bb 1; k 14) sul monte a scanso di sorprese, anche se cominciava a farsi vedere il sole. Solo un bel triplo di  Fabio Checet al 7° ha rotto la no hit, ma il corridore è rimasto in terza base per due strike out e una linea al volo su Cortini, per il 10-0 finale. Il record di Marino è così salito a 98 strike out in 46 riprese lanciate. Alla battuta Minardi 2/4 con un doppio, Angrisano 2/3, doppio e homer, a cui è mancato il singolo per il cycle di giornata,  e singoli per Delgado, Focchi, Gelli e Cortini. Sabato derby al calor bianco a Castenaso, per mantenere il primato.

 

Risultati : Ronchi-As’Bologna 10-1  0-2; N.Pianorese-Verona n.d.  2-5; Paternò-Castenaso 10-3  4-3; REDSKINS-Trieste 12-2 (8°)  10-0 (7°).

 

Classifica : Paternò, REDSKINS 750 (12-4); Ronchi 688 (11-5); As’ Bologna 467 (7-8); Castenaso 429 (6-8); N.Pianorese, Verona 400 (6-9); Trieste 67 (1-14).

 

Prossimo turno : Ronchi-Verona; As’Bologna-Paternò; Trieste-Pianoro; Castenaso-REDSKINS.




Campionato Ragazzi

martedý 24 maggio 2016

Ancora vincenti e anche stavolta sul filo di lana per i piccoli indiani.
Risultato finale 14 a 13 contro Ferrara.
Partita aperta e con continui ribaltamenti del punteggio, ma alla fine e con indubbia grinta il colpaccio riesce.
Prossimo appuntamento a Imola sul campo Tozzona sabato 28 maggio contro Yankees di San Giovanni in Persiceto.




Campionato Under 21

martedý 24 maggio 2016

Finalmente è arrivata la vittoria per 2 a 1 contro San Lazzaro.
Dopo le ultime gare ben disputate ma deludenti nel risultato la squadra imolese ritrova lo smalto e la grinta dei tempi migliori segnando all'ultimo attacco il punto decisivo.
Prossimo incontro mercoledi 02 giugno h. 20.00 a Godo contro i locali Goti.




Campionato Ragazzi

martedý 17 maggio 2016

Vincenti per 7 a 6 i piccoli indiani contro Sasso Marconi.
Prima parte della gara in vantaggio per i nostri che poi si fanno rimontare dagli avversari; sana ramanzina del manager Cortini e pronta rimonta con quattro punti segnati che gli aggiudica la gara.
Prossimo incontro il 21 maggio a Ferrara.




Campionato Under 21

martedý 17 maggio 2016

Due sconfitte per gli under imolesi; mercoledi contro Godo Ravenna e sabato 7 a 6 contro Fortitudo Bologna.
Prossima gara il 21 maggio alla Tozzona contro San Lazzaro.




Settima giornata di Serie A

domenica 15 maggio 2016

Verona     001000000 = 1   h 2   e 2   lob 8

Redskins  03000020/  = 5   h 7   e 2   lob 9

 

Verona     00200         = 2   h 2   e 0   lob 9

Redskins  10000         =1    h 4   e 1   lob 5

 

Pareggio stretto per i Redskins che hanno commesso errori di valutazione e..di previsione del tempo. Al mattino hanno dovuto fare il minimo indispensabile per portare a casa la vittoria: sul monte è partito Bortolotti (W; ip 6; r 1; er 0; h 1; bb 6; k 2; wp 1), un po’ meno controllato del solito che però ha subito solo una valida al 7°, prima di lasciare il monte a Ivan Lentini (ip 2; h 1; bb 1) e Turrini (ip 1; k 1). Nel box Delgado 2/5, Mularoni 3/4 (4/6 nella giornata), Angrisano 1/1 e tre basi ball e Gelli 1/3. Tre punti al 2° incrementati al 7° con altri due e pochi patemi. La frittata al pomeriggio: le previsioni davano temporale verso le 17 e la logica avrebbe voluto che si mettesse al sicuro il risultato quanto prima. Sul monte è partito Grendene (L; ip 4; r 2; er 0; h 1; sh 1; sf 1; hp 3; k 1) mentre Imola andava subito in vantaggio con Delgado  spinto da Focchi e Angrisano. Al 3° una brutta sequenza per il turno difensivo Redskins: errore su Zumerle, colpito Mondo, Bertagna SH, valida Iezzi e punto di Zumerle, Van Heydoorn SFe punto di Mondo. Il tutto mentre Salas, tenuto freddo, doveva correre a scaldarsi e l’attacco imolese non produceva. Grendene chiudeva con due K e lasciava a Salas al 5° per un uno, due,tre al piatto(39 ip, 84 K) ma ancora l’attacco restava all’asciutto. Il bagnato veniva dall’alto perché i nuvoloni neri previsti e accumulati scaricavano un diluvio che rendeva il campo un acquitrino in pochi minuti. Sospensione, scene da “Riso amaro” con tutta la squadra imolese a tentare un improbabile drenaggio e sospensione definitiva col risultato acquisito per il Verona di 2-1. Il prossimo week end vedrà alcuni recuperi mentre il campionato Redskins riprenderà il 29 maggio con l’arrivo del Trieste.

 

Risultati : Ronchi-N. Pianorese  7-6 (11°)  3-2 (10°); As’ Bologna-Castenaso 0-6  n.d.i.c.; REDSKINS-Verona 5-1  1-2 (5°); Paternò-Trieste 10-0 (7°)  8-3.

 

Classifica : Paternò, REDSKINS 714 (10-4); Ronchi 692 (9-4); Castenaso 500 (6-6); As’ Bologna 455 (5-6); N.Pianorese 417 (5-7); Verona 357 (5-9); Trieste 83 (1-11).

 

Prossimo turno (29/05): Ronchi-As’Bologna; N.Pianorese-Verona; Paternò-Castenaso; REDSKINS-Trieste.




Campionato categoria Ragazzi

martedý 10 maggio 2016

Sconfitta per i nostri piccoli guerrieri agli extrainning per 13 a 9 contro Modena.
Nonostante il buon vantaggio mantenuto durante la partita i nostri ragazzi perdono la concentrazione necessaria e nel finale prima si fanno raggiungere e poi superare.




Campionato Under 21

martedý 10 maggio 2016

Ancora una sconfitta per i nostri atleti  contro Yankees di S. Giovanni in Persiceto con il risultato di 11 a 3.
Prossimo impegno mercoledi 11 maggio contro Godo.




Sesta giornata di Serie A

domenica 8 maggio 2016

Redskins          100011101 = 5   h 6   e 3   lob10
N.Pianorese     000010001 = 2   h 7   e 5   lob 10

Redskins          001000010 = 2   h 11 e 1   lob11
N.Pianorese     000000001 = 1   h  3  e 4   lob   6

Strano gioco il baseball: i molti errori della Nuova Pianorese hanno decretato la vittoria dei Redskins al mattino mentre il solo errore difensivo degli imolesi, nonostante le numerose valide, stava per costargli caro al pomeriggio. Naturalmente nel box e sulle basi è successo molto altro. Due esordi nella prima partita per Imola, Luca Turrini (ip 4; h 4; bb 0; so 4) sul mound e il nuovo arrivato Fernan de Jesus Delgado Verde, interbase venezuelano con passaporto italiano, in diamante. Una soddisfazione per Ivan Lentini (W; ip 3; r 1; er 0; h 2; bb 1; k 1) decretato vincente e bella salvezza di Freddi (S; ip 2; r 1; er 0; h 1; bb 1; k 0) per un monte di lancio che si è allungato. Gelli a 2/3 e valide per Delgado, Focchi, Angrisano e Poli. Nella Pianorese, bene le mazze di Sgnaolari (3/5) e Clemente (2/4). Partenza di Bortolotti (ip 3.1; h 1; bb 4; k 5) al pomeriggio ed al primo segnale negativo ecco “San” Marino sul monte. Salas (W; ip 5.2; r 1; er 0; h 2; bb 0; k 15) porta il suo record a 6 vinte e 81 k in 47.2 riprese lanciate, ma anche Renè Mazzocchi (L; ip 7; r 1; er 1; h 7; bb 3; k 8)vende cara la pelle, per una partita incertissima. Solo Sgnaolari al 6° (singolo con esultanza) e Rofrano al 9° (doppio con “vaffa” e qualche scintilla) colpiscono Salas, che però chiude con due K. Forse sta qui la forza di Salas: sfidare i battitori con lanci veloci. Quelli della Nuova Pianorese hanno voluto rispondere con battute potenti, finendo quasi sempre al piatto, invece di cercare il contatto. Al 9° attacco imolese, che poteva dare i punti della tranquillità, ma un brutto pasticcio sulle basi portava ad una doppia eliminazione. Il doppio di Rofrano valeva un punto per le speranze di Pianoro ma, come detto, Salas chiudeva alla grande. Nel box  Angrisano 3/4 (due doppi e 4/7 nel giorno), Gnudi 3/4, Delgado 2/5 e una hit per Focchi, Gelli (3/6 nelle due partite),  e Minardi. Ora i Redskins sono soli al comando ed attendono Verona per chiudere il girone d’andata.

Risultati :  Castenaso-Ronchi 4-15  4-1; N.Pianorese-REDSKINS 2-5  1-2; Trieste-As’Bologna 3-7  1-12; Verona-Paternò 16-6 7°)  2-3;

Classifica : REDSKINS 750 (9-3); Paternò 667 (8-4); Ronchi 636 (7-4); As’ Bologna, N.Pianorese 500 (5-5); Castenaso 455 (5-6); Verona 333 (4-8); Trieste 100 (1-9).

Prossimo turno : Ronchi-N.Pianorese; REDSKINS-Verona (domenica 8/5  10,30-15,30); As’Bologna-Castenaso; Paternò-Trieste




Quinta giornata di Serie A

domenica 1 maggio 2016

 

 

Redskins Imola                  000001000  = 1   h 6   e 1   lob 8
New Black Panthers Ronchi   00010002/   = 3   h 3   e 0   lob 8


Redskins Imola                  000000201   = 3   h 4   e 0   lob 10
New Black Panthers Ronchi   100000000   = 1   h 6   e 3   lob   5


Trasferta agrodolce per i Redskins a Ronchi dei Legionari che, finalmente per loro, giocano sul campo di casa dopo aver disputato tutte le partite in trasferta in quanto il “Gaspardis” è stato chiuso per restauri. Al pomeriggio esordisce sul monte imolese un recuperato “Lupo” Bortolotti (ip 5; r 1; er 0; h 1; bb 3; k 5) che lascia a Freddi (L; ip 2.2; r 2; er 2; h 2; bb 5; k 3) al 5° inning. Al 4° primo episodio contestato: Ramon Bonilla colpisce verso l’esterno centro imolese che commette un errore e il velocissimo shortstop friulano doppia seconda e terza. Wild pitch e Ramon corre verso casa; la pallina da Angrisano arriva a Bortolotti che ha il guanto davanti al piatto e tocca il corridore, ma l’arbitro lo decreta save. Imola reagisce e pareggia al 6° riempiendo anche le basi, ma ancora l’ arbitro di casa  vede l’azione successiva in maniera penalizzante per i Redskins: sul rilievo Nardi (W; ip 3.2; h 2; bb 1; k 4), Mularoni si batte sulla caviglia (sarà gonfia per il resto della giornata) ma la pallina schizza verso la terza base e Gelli corre al piatto; il catcher riceve l’assistenza ma non ha il possesso della palla che cade, poi raccoglie e tira in prima mentre Mularoni, fermo a casa, tenta di far capire all’arbitro che la battuta era un faul. Viene decretata la doppia eliminazione tra le proteste, abbastanza contenute per non prendere espulsioni dato il numero contato di giocatori . All’8° Ronchi inizia col turno forte in battuta e sul calo di Freddi (Ivan Lentini chiuderà l’inning) entrano due punti, che i Redskins non recuperano più, nonostante un Minardi a 3/3. Non è detto che Imola avrebbe vinto, ma sicuramente le decisioni dell’arbitro l’hanno notevolmente penalizzata. Nell’incontro serale parte Grendene (ip 2; r 1; er 1; h 4; ibb 1; k 3) e subisce tre valide che portano un punto. Al 3° Marino Salas, che aveva effettuato 172 lanci sotto l’acqua la domenica prima, prende possesso del mound ed inizia una incredibile duello a base di strike out con Salomon Marinez del Ronchi (L; ip 6; r 2; er 0; bb 4; hp 1; k 10) che scenderà da perdente al 7°. Il “mostro” dominicano esordisce con sette K di seguito e prosegue fino a quota 16, disinnescando il pericoloso Ramon (quando un uomo con la mazza incontra un uomo dal grande braccio, quello con la mazza è un uomo morto!) Bonilla, subendo solo un doppio da S. Berini al 9°, mentre l’attacco imolese sfrutta gli errori difensivi friulani e al 7°, senza valide, passa in vantaggio incrementandolo al 9°, con un ottimo Vignali (3/8 nella giornata) portato a casa da Focchi. Solo tre le valide imolesi ma zero errori in difesa, per un pareggio che vale oro. Da elogiare tutti i giocatori di entrambe le squadre, che hanno offerto un grande baseball da prima divisione.

Brutte notizie dall’infermeria per i Redskins: l’incidente subito da Luis Sosa è più grave del previsto, e probabilmente non rientrerà (forse) che a fine campionato. Domenica, sfida a Ozzano con la matricola Nuova Pianorese, che a Paternò ha perso due incontri.

Risultati:  Ronchi-REDSKINS  3-1  1-3; Castenaso-Trieste 12-6  r.i.c.; Paternò-N.Pianorese 13-7  3-1; As’Bologna-Verona 3-10  4-3 (10°).

Classifica: Paternò, REDSKINS 700 (7-3); Ronchi 667 (6-3); N.Pianorese 625 (5-3); Castenaso, As’Bologna 375 (3-5); Verona 333 (3-6); Trieste 125 (1-7);

Prossimo turno: Castenaso-Ronchi; N.Pianorese-REDSKINS; Trieste-As’Bologna; Verona-Paternò.

 

 




Campionato categoria Ragazzi

lunedý 25 aprile 2016

Non si è giocato sabato 23 aprile a causa della pioggia che ha reso impraticabile il campo di S. Giovanni in Persiceto; gara quindi da recuperare.
Finora sono tre gli incontri disputati dai ragazzi del Tozzona baseball Imola con due vittorie ed una sconfitta. Prossimo turno il 7 maggio contro Modena.




Campionato Under 21

lunedý 25 aprile 2016

Una sola gara disputata contro S.Lazzaro ed una sconfitta per la juniores imolese che riprende il campionato mercoledi  27 aprile a Castenaso.




Quarta giornata di Serie A

domenica 24 aprile 2016

 

 

Paternò      001020040 = 7     h 14   e 5   lob  8
Redskins    030003000 = 6     h  5    e 3   lob 11

 

Paternò      000120201 = 6     h  6   e 1   lob 12
Redskins    70013010/ =12     h 10  e 3   lob  9

 

Si è giocato al sabato pomeriggio ed alla domenica mattina per i problemi di trasferta del Paternò e l’anticipo non ha portato bene ai Redskins che hanno perso la prima partita dopo essere stati in vantaggio due volte. Decisivi due errori all’8° inning che hanno impedito un facile doppio gioco, poi riempito le basi a zero out; le valide di Freni e Fallica hanno portato a casa i quattro punti del definitivo sorpasso isolano. Tre lanciatori per Imola: Grendene (ip 6; r 3 er 3; h 8; bb 1; k 5), poi un non ancora perfetto Ivan Lentini (ip 1; r3; er 1; h 2) e Freddi (L; ip 2; r 1; er 1; h 4; k 1) mentre sul monte siciliano si sono alternati D’Ignoti, Pappalardo (W) e l’eterno Torres (S). Agli imolesi sono mancati il secondo, terzo e quatto in battuta mentre si sono ben comportati Focchi e Gelli (2/3) e con una hit a testa Minardi, Vignali e Coroli. Dall’altra parte Salgado(3/5), Lo Giudice eBotta (2/5), Garcia (2/5 e un triplo), Fallica (2/4 e un doppio) e singoli per Molina, Freni e Cavallaro.

Domenica mattina c’è stata una partita di waterbaseball, sotto una pioggia fredda e continua, ma il campo della Tozzona ha retto benissimo, salvo due interruzioni per risistemare con terra rossa il mound diventato insidioso. Ad un certo punto si è assistito ad un curioso balletto con i Redskins, in abbondante vantaggio per un big inning da sette punti al 1°, che cercavano di accorciare i tempi per arrivare al 5° e Paternò che cercava di perdere tempo per vedere se gli arbitri decretavano la sospensione per impraticabilità.Ma i coraggiosi se pur grondanti umpire, Grassi e Vimercati, hanno condiviso la sorte degli atleti conducendo in porto la partita. Sul monte dei Redskins ancora Marino Salas a farla da padrone con 14 strike out (51 in quattro partite) anche se ha dovuto concedere 6 punti (5 er), 6 valide e 8 bb ma non è stato facile rimanere sul monte per oltre quattro ore con palline bagnate e pioggia gelida. Dall’altra parte si sono alternati Sciacca (L), Grima, Pappalardo e ancora Torres. Questa volta il box imolese ha ben risposto ancora con Focchi (2/5; 4/8 finale), il baby Mularoni (3/4), Gelli (1/3, doppio e 3/6 in totale), Minardi con un doppio e singoli per Gnudi, Angrisano e Coroli. Il prossimo turno vede i Redskins impegnati a Ronchi dei Legionari per un confronto con una delle favorite del girone.

 

Risultati: Trieste-Ronchi 7-20 (7°)  n.d.i.c.; REDSKINS-Paternò 6-7  12-6; Verona-Castenaso  2-6; 5-6; N.Pianorese-As’ Bologna non disputate i.c.

 

Classifica: N.Pianorese 833 (5-1); REDSKINS 750 (6-2); Ronchi 714 (5-2); Paternò 625 (5-3); Castenaso 375 (3-5); As’Bologna 333 (2-4); Verona 250 (2-6); Trieste 143 (1-6).

 

Prossimo turno: Ronchi-REDSKINS; Castenaso-Trieste; Paternò-N.Pianorese; As’Bologna-Verona.

 

 




Marino Salas Ortega & Frank Montieth

martedý 19 aprile 2016

La storia, la carriera, le caratteristiche di due grandi personaggi. Uno ha conosciuto il mondo MLB con Pittsburg: Ora spara missili a Imola. L’altro ha avuto l’oro olimpico a CUBA nel 2004. Un lider degli Industriales che adesso cerca di far volare gli Athletic’s.


La magia del baseball. Ti emoziona, ti coinvolge, ti cattura, ti rapisce. In particolare nelle partite dove si sfidano, orgogliosamente, i “giganti” del monte di lancio.

Domenica pomeriggio a Bologna – nel gradevole impianto degli Athletics, al Pilastro – ho visto un duello…da urlo fra due pitchers fantastici per la serie A Federale.

Marino Salas (Redskins Imola) contro Frank Montieth (Athletics Bologna).

Da una parte il trentaquattrenne dominicano che arrivò a guadagnarsi una piccola parentesi in Major League nel 2008 (13 presenze con la casacca dei Pittsburgh Pirates, 17 lanci e 1 partita vinta) prima di diventare un protagonista della serie A Federale.

Dall’altra parte il trentunenne cubano che rappresentando la Seleccion de béisbol de Cuba ha vinto la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Atene 2004 (era lo squadrone dei vari Danny Betancourt, Adiel Palma, Norberto Gonzalez, Pedro Luis Lazo, Cepeda, Urrutia, Pestano) ed ha partecipato anche al recente WBSC Premier12.

Confronto stellare, quello di domenica. Avvincente per la solidità mentale e lo spessore tecnico dei due interpreti. Un confronto da IBL sulla scena del secondo campionato di baseball in Italia (comunque interessantissimo).

Spettacolo. Autentico spettacolo fra pitchers così bravi e così diversi. Una esplosione di emozioni e di energia i lanci potenti di Marino Salas, il suo furore agonistico, l’adrenalina a mille, e quella “palla di fuoco” quasi costantemente sulle 90 miglia. Una delizia per gli occhi lo stile, l’equilibrio, la compostezza, la varietà di lanci di Frank Montieth.

Ha vinto Salas, lanciando una “completa” e confezionando 17 strikeout. Ha vinto perchè… doveva essere la sua giornata speciale, e così è stato. Tornava a lanciare sulla collinetta degli A’s. La sua ex-squadra. E dunque era una partita che sentiva in maniera particolarmente intensa. Marino è un battagliero, uno dal forte spirito competitivo. Dategli sfide importanti e lui si accende di fuoco. Inoltre in questa occasione – oltre a sfidare la sua ex-squadra con una voglia pazza di dimostrare tante cose – c’era il duello con il nazionale cubano Montieth ad eccitare ulteriormente il temperamento e l’orgoglio di Marino Salas. E poi…occorreva anche calarsi nel ruolo di salvatore della patria, che tanto piace al lanciatore dominicano: i suoi Redskins andavano riaccesi, rianimati, dopo che s’erano fatti sorprendere in gara 1 esibendo una prestazione decisamente sotto tono in battuta (a parte l’ottimo Christian Gnudi, 2 su 2, poi messo in “fuorigioco” da una pallina piombatagli poco gradevolmente sulla fronte). Gli Atlhletics, più svegli e concentrati nella mattinata, avevano vinto 7 a 1. Sorretti da Francesco Giorgi sul mound, da Saul Angelotti e dal nigeriano Kolawole nel box di battuta.

I Redskins imolesi, in questa serie A 2016 (girone B) non avevano ancora conosciuto la sconfitta prima di gara 1 sul diamante del Pilastro. E allora dovevano evitare di inciampare nuovamente. Il primo posto in classifica era a rischio (la sorprendente Nuova Pianorese aveva vinto a Castenaso il sabato sera). Dunque, c’erano tutti i presupposti, nella gara pomeridiana, perchè Marino Salas si vestisse da… eroe. Per risollevare Imola, per trasmetterle di nuovo coraggio e sorriso. Lo ha fatto. Dominatore assoluto, Salas, nel 4-0 dei Redskins in gara2.

Prestazione enorme, quella del dominicano, ormai un veterano della serie A Federale. Ha lanciato siluri per 9 inning. Ha firmato 17 strikeout, concedendo soltanto briciole (2 basi per ball e 4 battute valide). Un braccio bionico, quello di Salas. Un braccio che folgora, in un campionato come questo. Marino vive per lo strikeout. E’ un power pitcher. Conosce soltanto una legge: “ponchare” il maggior numero di avversari. La sua missione. Più mette sedere i battitori avversari, più si eccita. Si sussurra che il presidente dei Redskins Imola abbia promesso a Marino un premio speciale se a fine campionato avrà raggiunto un certo numero di strikeout.

Lanciatore di potenza, Salas usa prevalentemente la fastball. Spara forte. Sempre. Non si risparmia. Ha poche alternative alla palla dritta veloce. E’ partito così, ha chiuso così. Nove inning tirando di potenza, senza accusare momenti di stanchezza. Davvero grande resistenza. Trentaquattro anni, fisico ancora scattante, straordinariamente tonico. Notevole gioco di gambe. L’ho visto correre su un bunt, raccogliere la pallina con grande rapidità ed effettuare un’assistenza con estrema disinvoltura. E’ personaggio sanguigno, istintivo.

Al, contrario, Frank Montieth è lanciatore più calmo, meno esplosivo, dotato d’una maggiore varietà di lanci. Non è un power-pitcher. Lancia di tecnica. Mescola bene la fastball ad una curva abbastanza velenosa e ad un efficace slider. Elegante nei movimenti, forse un po’ rigido di gambe.

Ha perso il confronto con un Salas incontenibile, tuttavia anche il cubano esce ingigantito da questa sfida.

Sette riprese lanciate per Montieth, 9 strikeout, 2 basi per ball, 5 valide concesse, 2 punti guadagnati dai Redskins su di lui.

Marino Salas furoreggiante, però va anche detto che per le performances di un pitcher è un bell’aiuto avere un catcher come Juan Pablo Angrisano. Espertissimo. Affidabile punto di riferimento. Trentasei anni compiuti da una decina di giorni, ma fisicamente è come ne avesse dieci di meno. L’italoargentino ha giocato quattro stupende stagioni in IBL con la Fortitudo Bologna dal 2008 al 2011 e una stagione a Rimini. Ricevitore da 993 di percentuale difensiva, battitore da 245 valide in 255 partite e 376 di slugging.

Di Juan Pablo Angrisano ho ancora davanti agli occhi quella velenosa battuta sull’esterno destro che permise alla Fortitudo UGF di vincere la Coppa dei Campioni il 26 settembre 2010 allo stadio del Montjuich di Barcellona nell’emozionante sofferta finale contro i tedeschi dell’Heidenheim. Angrisano ha anche fatto parte di quella “banda di bombardieri” che è stata la Fortitudo 2009, quella che vinse lo scudetto in una stagione da 51 fuoricampo.

Frank Montieth, domenica pomeriggio, non è stato ben protetto dalla difesa. E neanche dal proprio catcher, Monti, che tuttavia va incoraggiato. Chiaro che la differenza con Angrisano era evidente. Ed è stato un fattore non di secondaria importanza.

Marino Salas Ortega (questo il suo nome completo) ha 34 anni e mezzo. Nato il 2 ottobre 1981 nella Repubblica Dominicana, a Hato Maynor del Rey. Cresciuto con lo spirito e la casacca delle Aguilas Cibaenas, prestigioso Club 20 volte Campeon della Liga Dominicana, Marino Salas è passato all’Organizzazione dei Baltimore Orioles in Doppio A. Successivamente è entrato nel giro dei Milwaukee Brewers andando a lanciare in Triplo A nelle squadre degli Huntsville Stars e Nashville Sounds. Era il 2007. Marino sulla rampa di lancio. Infatti nel 2008 entra nel mondo magico della major League. Indossa la casacca dei Pittsburgh Pirates. Esperienza breve breve, tuttavia importante (13 apparizioni, 17 inning lanciati, il tempo di vincere 1 partita, senza subire alcuna sconfitta). E dal 2010 è in Italia. Del suo talento s’accorge il BSC Rovigo del presidente Boniolo e del direttore sportivo Lucio Taschin. Non è IBL, ma l’entusiasmo che Salas trova a Rovigo è contagioso. Il dominicano trova l’ambiente giusto e difende i colori di Rovigo per tre stagioni. Nel 2010 Marino Salas vince 10 partite perdendone 3. ERA 1.45. 184 strikeout in 105.2 riprese lanciate. Nel2011 partite 9 vinte e 3 perse. ERA 2.08. 188 K in 124 inning. Il 2012 è statisticamente impressionante: 11 partite vinte e 2 perse; ERA 1.11; ben 213 strikeout in 128 lanci. E’ un pitcher maturo e dominante. Memorabile quella “no hit” del 13 maggio 2012 trascinando l’Ilcea Rovigo al successo (2-1) in gara 2 contro Padova con una mostruosa prestazione da 156 lanci (in gara 1 la Tommasin, senza trovare Salas sulla sua strada, aveva maramaldeggiato 15-3). La serie A Federale è il suo terreno di battaglia. Lì si sente protagonista. Ed eccolo

a Verona, nel 2014, dove conferma il suo spessore. E le sue caratteristiche da “lanciafiamme”. Migliora il suo record portando a 11 le partite vinte, contro 2 sconfitte. ERA 1.11. Va ancora sopra i duecento negli strikeout, firmandone 206 in in 105.2 lanci. L’anno scorso Salas era a Bologna. Voluto dagli Athletics per dare prestigio al loro monte di lancio. Salas disputa un regular season da 5-0. ER 1.62, e 68 strikeout in 42.2 inning. Nei playoff 2 vinte, nessuna persa. ERA 0.6. 28 K in 15 ip. Il primo di agosto 2015 Salas lancia un’altra “no-hit”, contro Grosseto, allo stadio Jannella in una partita di playoff. Chiude la stagione, dunque, imbattuto. Lo chiama Imola, Club che ha notevoli ambizioni e che ha nel roster gente come Jorge Luis Sosa e Juan Pablo Angrisano, e anche Christian Gnudi (529 di average e 882 di slugging in quest’avvio di campionato !), Amedeo Focchi, Erik Gelli, Federico Mularoni.

Marino Salas sta viaggiando con 0.00 di ERA, 3 partite vinte su 3 lanciate, 21.1 rl e 37 strikeout (concedendo appena 3 bb). Salas-Angrisano è decisamente una batteria “fuori del comune” per la serie A.

Frank Andy Montieth Herrera – il suo nome completo – è nato l’11 gennaio 1985. Debuttò nella “Serie Nacional” di Cuba nella stagione 2003-2004. Con la prestigiosa casacca degli Industriales, mitico club dell’Avana. Nella stagione del debutto 2 partite vinte, 3 perse e ben 13 salvezze, con 2.34 di ERA.

Quell’anno Montieth ottenne il riconoscimento di “Rookie of the year”, precedendo Yoenis Cespedes. Un anno speciale per Frank, allora diciannovenne. L’inserimento nel roster della “Seleccion”. Va ad Atene con la Nazionale di Cuba, che vince la medaglia d’oro olimpica. E’ stato come vivere dentro un sogno, dentro una favola, per Montieth. Immaginate, vincere un’Olimpiade all’età di 19 anni! Nella regular seson del campionato 2005-2006 Montieth realizza 7 vittorie-5 sconfitte in regular season (3.13 di ERA) e confeziona un 4-2 nei playoff, guidando gli Industriales a vincere il titolo. Nel 2015 ha fatto parte ancora della Nazionale cubana, in occasione del WBSC Premier12.

E ora Montieth è a Bologna. Sul monte di lancio degli Athletics un campione degli Industriales, team storico, vincitore di ben 12 titoli del campionato cubano, dal 1963 al 2010.

Grande storia, quella degli Industriales, che giocano nel famoso Estadio Latinoamericano dell’Havana, fascinoso impianto da 55 mila posti.

Nella sua storia il Club degli Industriales ha avuto giocatori leggendari, come Urbano Gonzales, Pedro Chavez, Antonio Jimenez, Lazaro Vargas, Javier Mendez, Jorge Fumero, Orlando “El Duque” Hernandez, Ricardo Lazo, Agustin Marqueti, Germàn Mesa, Lazaro Valle.

Foto del fotografo di redazione Lauro Bassani/PhotoBass.eu



Maurizio Roveri per baseballmania.eu

Terza giornata di Serie A

domenica 17 aprile 2016

Redskins        000100000 = 1        h  4   e 4   lob 6
As’ Bologna   20210020/ = 7         h 12  e 0   lob 8

Redskins         100002100 = 4       h 6   e 1   lob 5
As’ Bologna    000000000 = 0       h 4   e 3   lob 5

Belle partite al Pilastro di Bologna tra Athletics e Redskins. Nella prima un ottimo Giorgi (W; ip 7; r 1; er 1; h 4; bb 2; k 4) contiene egregiamente le mazze imolesi, concedendo solo due hit a Gnudi (uscito per infortunio al 6° con le cuciture stampate sul volto) e una a testa di Focchi e Angrisano (doppio). A carico dei Redskins, anche una difesa fallosa con quattro errori, che non ha aiutato il partente Grendene (L; ip 3; r 5; er 2; h 5; bb 2; k 0). Freddi (ip 2; r 2; er 0; h 7; bb1; k 4) ha portato a termine un incontro nel quale Imola è apparsa l’ombra della squadra vista nelle prime quattro partite di campionato. A questo punto sono entrati in scena i grandi giocatori: Juan Pablo Angrisano a fine partita ha chiamato la squadra verso l’esterno destro per una strigliatina salutare: le partite si vincono battendo e facendo punti e non lamentandosi per le chiamate dell’arbitro. Ramanzina salutare, visto che al pomeriggio Sosa (espulso all’8° al mattino) ha battuto il primo lancio di Frank Montiteth (L; r 4; er 1; h 5; bb 2; k 9), pitcher cubano con oltre dieci anni nella massima serie del suo paese con la maglia degli industriales dell’Habana e nella nazionale di Fidel. Duello al calor bianco con l’ex Marino Salas (W; ip 9; r 0; h 4; bb 2; k 17) che, ben diretto da Angrisano a casa base ha lanciato una shut out completa, subìto solo quattro valide di cui due al 9°, dopo circa 130 lanci, contro il quarto e quinto del line up e inanellato la ragguardevole doppia cifra (17) di strike out. Negli Athletic’s il solo Cianci non è mai rimasto al piatto. I Redskins, particolarmente concentrati, hanno approfittato degli errori commessi dagli avversari ed hanno battuto al momento giusto con Sosa e Angrisano (2/4), Focchi e Cortini (1/3). Sabato pomeriggio e domenica mattina, a Imola, altro confronto importante con i Red Sox Paternò che hanno costretto al pareggio i New Black Panthers Ronchi.

Risultati: Paternò-Ronchi 2-12(7°)  2-1; Trieste-Verona 1-10  9-7; As’ Bologna-REDSKINS 7-1  0-4; Castenaspo-N.Pianorese 6-4  7-20.

Classifica: N.Pianorese, REDSKINS 833 (5-1); Ronchi, Paternò 667 (2-4); As’Bologna, Verona 333 (2-4); Castenaso, Trieste 167 (1-5).

Prossimo turno: Trieste-Ronchi; REDSKINS-Paternò; Verona-Castenaso; N.Pianorese-As’ Bologna.




Seconda giornata di Serie A

domenica 10 aprile 2016

Le due partite tra Redskins e Castenaso, vinte dai primi 2-1 e 7-5, hanno confermato quanto molti (e noi tra questi) chiedono: porre fine allo strazio della misera IBL a sette, dove per tutta la prima fase l'unico interesse sarà vedere chi sarà la quarta squadra ai play off, per un campionato meno "oligarchico" con gironi da sei o otto squadre e solo due stranieri nella prima fase per ridurre i costi. Lo spettacolo tecnico e agonistico fornito dai romagnoli e dagli emiliani, i giocatori dal grande pedigree che vi militano (Salas, Angrisano, Peraza) che anche altre squadre possono vantare, consiglierebbero una riflessione dei vertici Fibs per riportare interesse in più piazze verso il baseball. Al mattino Simone Grendene ha lanciato sei riprese senza concedere punti (W;h 2; bb 3; so 5) mentre l’attacco ha segnato due punti con Gnudi in evidenza (2/3 doppio e triplo) e una grande eliminazione al 9°. Freddi (ip 3; h 3; bb 2; so 3) è entrato contratto ed ha subito un punto ma ha portato a temine un'ottima salvezza. I due lanciatori imolesi, per nulla intimiditi dal blasone, hanno sempre giocato lo spauracchio Yovany Peraza concedendogli una valida solo all'8°. Per Imola valide anche di Sosa, Focchi e Angrisano. Al pomeriggio tutti gli occhi per Marino Salas (W;ip 7; h 4; bb 0; so 10) che non ha avuto responsabilità sui due punti subiti dalla squadra mentre i Redskins, complici alcuni errori, si portavano sul 7-2 a fine 7°. Ivan Lentini, non ancora al meglio, ha avuto un brutto inizio nel suo rilievo subendo tre punti ma col consueto orgoglio ha saputo chiudere la partita con la sua squadra in vantaggio. Ancora Gnudi in evidenza nel box con due doppi su cinque turni e 4/8 complessivi, Angrisano con 2/4 per 3/6 finale, Gelli 3/4 e Poli 2/4. Una valida anche per Minardi. Nel Castenaso buona la prova di Peraza (3/4 e 4/8 nella giornata), Ricciarelli (2/4) e Napoli (2/4). Ora i Redskins sono al comando assieme alla sorprendente matricola Nuova Pianorese e domenica sono attesi ad un altro derby emiliano romagnolo a Bologna contro gli Athletic’s.

Castenaso   000000100 = 1            h 5  e 1  lob 9
Redskins     10010000/  = 2            h 5  e 0  lob 6

 

Castenaso   100000130  = 5           h  9  e 2  lob  4
Redskins     20000500/  = 7            h 10  e 3  lob 10




Prima giornata del campionato di serie A

domenica 3 aprile 2016

Prima giornata del campionato di serie A, girone B, caratterizzata da quattro sconfitte delle squadre di casa, i Redskins tornano dalla trasferta a Trieste con due vittorie e soprattutto con  buonissime indicazioni dal monte di lancio e dal line. Nella prima partita Simone Grendene lancia benissimo per sei riprese subendo 5 valide e un punto, concedendo 3 basi ball e realizzando 9 strike out, per poi essere sostituito altrettanto bene da Luca Freddi (ip 3; h 3;bb 0; so 1). Undici le valide complessive con Sosa 2/5 (un doppio), Gnudi e Cortini 2/4  ed una a testa per Angrisano (doppio), Mularoni, Focchi, Minardi e Coroli.  Determinante il 5° inning da cinque punti. Il secondo confronto, terminato per manifesta superiorità dei Redskins al 7° inning non ha mai creato preoccupazioni agli imolesi. Marino Salas ha lanciato per sole 5.1 riprese senza concedere valide, solo una base gratis e lasciando al piatto dieci battitori. Ivan Lentini ha rilevato per 1.2 riprese; dopo l’infortunio della scorsa stagione sta tornando ai suoi livelli. Ha concesso solo una base ball e una valida al 7° che però è stata un fuoricampo da tre punti di Starc, ma la partita era già saldamente nelle mani di Imola. Nel box particolarmente efficaci Vignali (3/4) che si è riscattato dallo zero del mattino, Sosa(un triplo) e Focchi (3/5), Coroli (2/5) e una hit a testa per Angrisano, Cortini(doppio per entrambi) e Mularoni.Domenica prossima, ore 10,30 e 15,30 è già tempo di derby con Castenaso, sulla carta rinforzato sul monte di lancio e dall’arrivo del bomber ed ex nazionale cubano Peraza, ma che ha perso due volte in casa con Paternò. Ottimo anche l’esordio esterno della neopromossa Nuova Pianorese che vince due partite a Verona, mentre gli Athletic’s Bologna ne perdono due in casa dai fortissimi New Black Panthers di Ronchi, favoriti per il primo posto nel girone.




Sport, corpo e anima

mercoledý 30 marzo 2016

Per qualche giorno assieme ai Redskins che si preparano al campionato di serie A, sul diamante della Tozzona hanno stazionato alcuni giovanottoni americani con esperienze in MBL nei Tigers, Royals, Withe Sox e Angels. Si tratta di Bill Curtis del Michigan, Nate Robertson, Kansas e Tony Graffaneno “Il mio cognome era Graffanino ma a forza di sentirlo pronunciare in quel modo in America, la famiglia ha deciso di cambiarlo –  ci spiega Tony - di Phoenix, Arizona. Erano accompagnati da Josh Whitman, pastore della chiesa evangelica “la Rocca” a Imola da sette anni, che si occupa di sport organizzando camp di basket e campi estivi per  ragazzi. Gli altri fanno parte di una organizzazione cristiana americana, la “Unlimited Potential Incorporation” nata trentanni fa per merito di un giocatore professionista di baseball con lo scopo di conciliare lo sport con uno stile di vita diverso attraverso un percorso anche spirituale. “I ragazzi viaggiano in oltre sessanta paesi del mondo per creare connessioni  – spiega Josh – e attivare nuovi collegamenti con la gente. Con i Redskins sono in contatto da due anni e durante gli allenamenti hanno dato suggerimenti e spiegato tecniche imparate negli anni di baseball professionistico”. La collaborazione è particolarmente apprezzata dalla squadra imolese e probabilmente continuerà in futuro. Alcuni dei Redskins hanno dichiarato molto utili e importanti le cose apprese dai giocatori USA e qualcuno, ricordando la stazza e il ruolo, pitcher, di Tony si chiedeva se non fosse possibile fargli firmare un contratto.




Juan Pablo Angrisano, baseball e non calcio

venerdý 25 marzo 2016

Grazie allo scoop di "sabato sera" che per primo ha rivelato il nome del nuovo ricevitore dei Redskins, appena sbarcato dall’aereo al “Marconi” di Bologna martedì 22, Juan Pablo Angrisano si è trovato circondato di giornalisti bolognesi e romagnoli che non hanno dimenticato i suoi anni alla Fortitudo e a Rimini. Dopo una pizza col presidente Mauro Poli, è arrivato al pallone pressostatico dove si allenano i Redskins quando piove, che ad uno ad uno si sono presentati. Gli abbiamo consegnato la copia del nostro settimanale in cui si annunciava il suo ingaggio e voleva pagarcela! Si è sdebitato con una intervista. “Il mio bisabuelo, bisnonno, emigrò in Argentina da Angri, paesino in provincia di Napoli. Dopo l’esperienza italiana sono tornato nel mio vecchio club, il Daom di Buenos Aires ed ho giocato con la nazionale. Col club abbiamo vinto la Summer Cup, una manifestazione molto importante che si tiene a febbraio a Salta, nel nord del paese. Con la nazionale nel 2013 abbiamo vinto il campionato sudamericano. Ora c’è un nuovo allenatore anche lui di origini italiane, Spotorno, con l’obiettivo di qualificarsi per i prossimi Giochi Panamericani”. Com’è il livello del baseball argentino, nel paese di Maradona e Messi ? “Paragonerei la nazionale ad una buona squadra di Serie A italiana ed è in crescita. Attualmente c’è un altro argentino che gioca a Macerata, due nel campionato tedesco e un coach argentino è nell’organizzazione degli Arizona Diamond Back, in MBL”. Stato civile ?” Sposato con Mercedes e due ijos, figli: Octavio di sei anni interessato al Tae kwon do e Lucio di tre anni”. Conoscevi i Redskins ? “Ovviamente  quando giocavo in Italia (e Davide Maccaferri gli ricorda che giocarono contro in partite tra lo Junior Parma e Imola circa 12 anni fa) ne avevo notizia e sapevo che era una buonissima società. Sono contento di essere qui dove conosco bene “Happy” Gnudi e la prima impressione è ottima. Cercherò di dimostrare la mia soddisfazione sul campo”.



Nino Villa

Baseball, inizia il campionato

venerdý 25 marzo 2016

Presentazione martedì scorso dei Redskins 2016 con cinque volti nuovi: Marino Salas Ortega, lanciatore dominicano ex MLB, Juan Pablo Angrisano, ricevitore italoargentino ex IBL, Luca Turrini lanciatore da Castenaso, il ventenne Federico Mularoni interno da San Marino e il “rasta” Amedeo Focchi esterno dal Rimini Riviera. Manager sarà il cubano Pedro Azcuy che lavorerà anche con alcune scuole elementari imolesi, circa 1200 ragazzi, per far conoscere il baseball, mentre lo staff tecnico sarà completato dai coach Moreno Trombini, Davide Maccaferri, Gianluca Poli e dal presidente Mauro Poli che ha allestito una squadra per puntare in alto. Buone le tre precampionato contro Lonbridge, Fortitudo e Modena, che hanno dato ottime indicazioni. Sabato 2 aprile, esordio in campionato a Trieste contro lo Junior Alpina.




Arriva a Imola Juan Pablo Angrisano

mercoledý 16 marzo 2016

I Redskins del presidente Mauro Poli completano il roster 2016 con un fuoco d’artificio: arriva a Imola Juan Pablo Angrisano, argentino con passaporto italiano, nato a Buenos Aires l’8 aprile 1980, che ha giocato nello Junior Parma(2003), Codogno (2004/07), per arrivare nella massima serie alla Fortitudo Bologna (2008/11) dove ha conquistato una Coppa Campioni (2010), uno scudetto (2009) e due Coppa Italia (2008/10), poi Rimini (2012). In nazionale azzurra già dalla serie A2, dal 2006 fino al 2012, ha conquistato il titolo europeo nel 2010. Tornato in Argentina nel 2013, ha giocato per squadre di club e nella nazionale biancoceleste, vincendo il titolo sudamericano nel 2013. Ora collabora col settore tecnico con l’obiettivo rivolto alla conquista della qualificazione ai Panamericani del 2019. Altri arrivi, oltre al lanciatore Luca Turrini da Castenaso, quelli di Federico Mularoni  interno da San Marino e Amedeo Fochi, esterno dal Rimini Riviera. Con l’arrivo del pitcher ex MLB dominicano Marino Salas Ortega, c’era l’esigenza di un forte catcher dietro il piatto di casa base; Juan Pablo Angrisano, che sarà a Imola il 22 marzo, è ben felice di giocare nella squadra di una città vicino a Bologna dove conta ancora tanti amici ed è l’atleta giusto per cercare di conquistare gli obiettivi che i Redskins si pongono per questa stagione. Lo dimostra anche un suo messaggio alla squadra:”Una semana y estamos listos para tener un equipo finalista!!! Una settimana e siamo pronti per avere una squadra da finale!!!




Nuovi Redskins

mercoledý 9 marzo 2016

Il primo acquisto della nuova stagione, ufficiale da qualche mese, è quello del forte lanciatore domenicano Marino Salas.

Sarà lui il partente di gara 2.
Lanciatore di grande esperienza e affidabilità, Marino vanta stagioni nelle minors americane oltre ad una stagione da rilievo nella MLB con i Pittsburgh Pirates.
Negli ultimi 2 anni ha lanciato nella serie A federale con Verona nel 2014 e con gli Athletics Bologna nel 2015 totalizzando statistiche veramente notevoli:
2014: 1.11 era 11W 2L 105ip 206k
2015: 1.69 era 5W 0L 42ip 68k
BENVENUTO MARINO!




SarÓ una Italian Baseball League a 7 squadre

sabato 23 gennaio 2016

Il Consiglio Federale, nella seduta della Coach Convention, ha ratificato la modifica del massimo campionato di baseball. Approvati i ripescaggi delle varie categorie. Per il 2016 nessun cambiamento nelle fasce d'eta dei campionati giovanili che saranno adeguate a quelle internazionali nel 2017.

L’attività agonistica 2016 è stato il “piatto” principale della prima seduta dell’anno del Consiglio Federale che si è riunito all'Hotel Sheraton Parco de' Medici dove è in corso di svolgimento la Coach Convention. I lavori sono iniziati con la ratifica della rinuncia del Città di Nettuno all’Italian Baseball League e, constata l’impossibilità di avere una società pronta per sostituirla, il parlamentino della FIBS ha deliberato il cambio della formula della massima serie di baseball. La IBL torna così ad essere un girone unico, a 7 squadre, strutturata su un’andata ed un ritorno al termine del quale verranno giocate le semifinali al meglio delle 7 partite ricalcando la calendarizzazione della Italian Baseball Series. Non variano però le date di inizio e fine campionato: playball nel weekend dell’8-9 aprile, semifinali dal 28 luglio al 7 agosto e serie di finale confermata dall’11 al 21 agosto (giorno di ipotetica gara 7). Anche per la Coppa Italia è stata approvata una nuova formula che prevede una Final Four, come atto finale per l’assegnazione del trofeo, che si giocherà nella settimana successiva all’assegnazione dello scudetto

L’attenzione si è quindi spostata sulla serie A baseball dove sono stati ratificati i ripescaggi di Castenaso e Potenza Picena e la composizione dei gironi. Nel gruppo A ci saranno Bollate, Senago Milano United, Cus Brescia, Sala Baganza, Collecchio, Oltretorrente, Modena, Cagliari, nel B Verona, New Black Panthers, Junior Alpina, Nuova Pianorese, Imola, Athletics Bologna, Castenaso, Paternò Red Sox e il girone C sarà composto da Godo, Padule, Jolly Roger, Potenza Picena, Macerata, Anzio, Viterbo, Foggia. Approvata anche la formula della Coppa Italia che prevede, per le società che non accedono ai playoff, la suddivisione in 4 gironi da 3 squadre.
In serie B ratificato il ripescaggio del Longbridge, approvati i 5 gironi che saranno tutti composti da 7 squadre.

In tema di campionati giovanili il Consiglio Federale, registrato che una significativa maggioranza delle società si è espressa a favore del mantenimento della attuali categorie, ha deliberato di mantenere inalterate le fasce di età per il 2016 e contestualmente ha approvato il cambiamento dalla stagione 2017 con adeguamento alle categorie internazionali (U12, U15, U18).




Serie A Baseball: si parte il 2 aprile, titolo a fine settembre

sabato 24 ottobre 2015

 

I club riuniti a Bologna hanno optato per una seconda fase di campionato strutturata come nel 2014, confermando la partita obbligata per il lanciatore straniero. Finale Under 21 a fine stagione

da Bologna, Marco Landi

La sede del Comitato Regionale Emilia Romagna ha ospitato nel pomeriggio di sabato 24 ottobre la consulta delle Società di Serie A Baseball, riunite con il Presidente federale Riccardo Fraccari, i Vice Presidenti Massimo Fochi e Totoni Sanna e la Commissione Organizzazione Gare per la pianificazione della stagione 2016. Presenti anche il Consigliere Federale Beppe Guilizzoni, il Segretario Generale Giampiero Curti, il Presidente del Comitato Nazionale Arbitri Pierfranco Leone e il Designatore Andreino Parentini.

La contemporaneità di diverse attività per Squadre Nazionali e campionati giovanili è stato uno dei punti sensibili della passata stagione preso in considerazione: l’opzione valutata positivamente, già scelta dal softball, è quella di collocare le finali giovanili, in particolare la Under 21, compattandola in 2 soli weekend, dopo la conclusione della serie maggiore.

Confermata la sospensione per i 2 weekend centrali di agosto, i club hanno anche affrontato il nodo della formula della post season, partendo da una prima fase ancora basata su 3 gironi da 8 squadre, con inizio il 2 aprile e fine il 10 luglio. Per la seconda fase, il format indicato è il ritorno a quello del 2014: ovvero post season a 12 squadre, divise in 2 gironi da 6, con partenza il 24 luglio, seguiti da semifinale a 1 incontro secco (11 settembre) e dalla finale (18 e 25 settembre) al meglio delle 5.

I club hanno optato per fissare la partita del turno nella quale è consentito l’utilizzo del lanciatore straniero, come nel 2015.

L’appuntamento prossimo è per la composizione dei gironi e i calendari, dopo le iscrizioni ai campionati.




E si chiude con il derby

domenica 9 agosto 2015

Ultima partita dei play off al Pilastro, come succede da tanti anni le partite dell’interland bolognese (Athletic’s, Castenaso e fu Ozzano) hanno sempre un sapore particolare, al di la dell’agonismo è una gara tra atleti che comunque hanno giocato tra loro, vuoi in squadre avversarie ed a volte anche nella stessa squadra, sin da bambini. Atleti che si conoscono bene ed a volte, al di fuori del campo, si trovano anche in situazioni diverse: pizza, birretta, compleanni, matrimoni ecc…. Quest’anno l’ultima partita è capitata tra Redskins ed Athletic’s un vero e proprio derby di provincia, ma molto particolare, in quanto giocato da una squadra uscita dai play off ed una classificatasi per cui paure ed obbiettivi da difendere zero… se non divertirsi e chiudere in bellezza con le valigie già pronte per le ferie. Le prima partita viene vinta dagli Athletic’s per 5 a 4 e gara due sospesa al sesto sul 5 a 1 per gli Athleti’s, per fulmini e saette.

Gara uno… gara uno? Diciamo fiction uno! Molto bella ed accattivante con due squadre che si sono inseguite dalla prima puntata fino alla nona divertendo pubblico ed atleti. Alla nona puntata come nella saga della miglior tragedia greca però cala sul campo il “Deus ex machina” decretando il fine partita. Chissà cosa sarebbe potuto succedere, sarebbe stato bello saperlo ma purtroppo no, fato avverso, è un film già visto… (scusate i francesismi) e così per l’ennesima volta quel sano sapore di sport ti lascia in bocca quell’aroma, quel retro gusto al sapore di feci che ormai in tanti e tante società conosciamo.  Peccato!

Gara due vede primeggiare un Salas, pur toccato, in cattedra sino al quinto; al sesto inizia un qualche segno di cedimento e proprio quando si poteva provare a far qualcosa ecco che… Deus ex machina? No… tuoni e saette, con conseguente diluvio e partita sospesa… ripeccato. Degno di nota, al terzo, un fuori campo… anzi fuori linea di foul sinistro di due metri.

Finita la pioggia, gara dei Rookie, a piedi scalzi sulle basi infangati da piedi a testa e secchiate d’acqua ecco… sono queste piccole cose che ti fanno pensare a quanto questo sport e questo ambiente potrebbe essere bel, dimenticando: sacrifici, giornate di ferie perdute e decine di migliaia di euro buttate nel “cesso” per tenere in piedi la giostra. Ma, purtroppo, per vari motivi ti vien da pensare che piuttosto di guardare certe partite, sarebbe più bello darsi delle martellate sui “coglioni”.

Sarebbe ora che qualcuno si facesse delle domande… ma ancor di più che qualcuno si desse delle risposte.

Mauro Poli
Presidente Redskins Baseball Imola




Redskins arbitri del girone 3

domenica 2 agosto 2015

Il secondo turno di partite del round robin che determinerà le quattro squadre per le semifinali della Serie A Federale non ha sciolto i responsi, rimescolando le carte. In teoria in tutti i gironi occorre attendere la terza partita, e il conteggio dei punti fatti e subiti, per avere il nome della promossa anche se Bollate, nel girone 1, è  avvantaggiata nei confronti di Ronchi dei Legionari. Redipuglia e Foggia si giocheranno in Friuli il primo posto e il Jolly Rogers deve battere due volte Paternò, in Sicilia, per sopravanzare Collecchio. Nel girone 3, quello dei Redskins, gli A’s Bologna hanno vinto una grande partita a Grosseto (no hit completa del pitcher Salas con 18 strike out !) ed agli imolesi rimane tutto l’amaro per la sconfitta di misura nel primo confronto con i maremmani. Una vittoria avrebbe portato Redskins e A’s Bologna a due confronti tiratissimi, con le squadre ancora in gioco per la promozione. I Redskins si recheranno a Bologna senza Sosa (due giornate di squalifica) e qualcun altro già in vacanza, ma ce la metteranno tutta per essere arbitri imparziali del girone.

Risultati: Grosseto-Athletic’s Bologna 11-2  0-2; riposava : REDSKINS

Classifica: Grosseto 750 (3-1;  punti fatti 25  subiti 11); A’s Bologna 500 (1-1;  f. 4  s. 11); REDSKINS 0 (0-2;  f. 7  s. 14).

Prossimo turno: A’s Bologna-REDSKINS; riposa Grosseto.




Play off - Redskins Imola-Grosseto 6-7 (11░) 1-7

domenica 26 luglio 2015

Il cammino dei Redskins ai play off probabilmente si ferma alla prima tappa. Contro i campioni in carica del Grosseto i ragazzi di Trombini hanno fornito un’ottima prestazione ma non è bastato per portare a casa almeno un incontro, il primo, protrattosi per 4h45’ fino al 2°extrainning, con alternanza nel punteggio. Avanti Grosseto 4-0 che fa scendere dal monte al 4° Bortolotti per un ritrovato Ivan Lentini (ip 5; h 5; bb 3; k 3), i Redskins dimezzano al 6° e sorpassano all’8° con quattro punti dovuti anche ad errori della difesa maremmana messa sotto pressione dalla strategia aggressiva imolese. Al 9° Grosseto pareggia, complice anche l’unico errore difensivo imolese, con un triplo di Grilli e una volata di sacrificio di Cavallini. Sul monte di Imola c’è Agretti che lascia subito a Medina e si arriva all’11°  quando ancora Grilli colpisce valido, avanza su sacrificio, wild pitch e segna su valida di Bindi. Niente da fare nell’ultimo assalto imolese e 7-6 per Grosseto, che ha battuto con tutto il line up quindici valide contro otto.

Caustico con gli arbitri il presidente Poli, uscito volontariamente dal dug out: "Abbiamo giocato in nove contro undici, bella partita !". Concessa la buona fede, resta l'impressione di un minimo di sudditanza psicologica verso i più blasonati. Al pomeriggio ancora avanti i toscani su un buon Luca Freddi (ip 5.2; r 7; er 5; h 10; k 6; hp 2) al 2°, ma ad inizio ripresa c’è l’espulsione di Sosa (appena rientrato dopo una precedente squalifica !) per un commento non certo offensivo su una chiamata. Lo segue a ruota Luca Poli che dal dug out rimarca concetti poco lusinghieri sull’arbitro di casa base. Imola illude con un punto, ma il partente maremmano Marquez inanella 11 strike out lasciando poco alle mazze imolesi, così come il rilievo Mazzocchi. Grendene (3.1;h 4; bb 1; k 1) rileva Freddi senza subire punti e il conto è fissato sul 7-1. Quattordici le valide di Grosseto contro cinque imolesi, la differenza è anche questa.

Risultato: Redskins Imola-Grosseto  6-7 (11°)  1-7; riposava Athletic’s Bologna.

Prossimo turno: Grosseto-Athletic’s Bologna; riposa Redskins Imola.




I Redskins ai play off

martedý 21 luglio 2015

La sconfitta del Verona nel recupero con Ronchi dei Legionari ha portato i Redskins alla disputa dell’ennesimo play off. Quarti a pari merito con i veneti, i ragazzi del presidente Poli vantano tre vittorie contro di loro. Travagliati da infortuni, soprattutto sul monte di lancio, i Redskins sono comunque alle spalle di formazioni che vantano tutte un passato nella massima serie del baseball nazionale, come Modena (finalista 2005 per lo scudetto, sconfitta dalla Fortitudo Bologna), Ronchi dei Legionari seconda in serie A nel 2014 e Redipuglia, tutte rinforzate in questa stagione. I play off sono divisi in quattro round robin di tre squadre ed i Redskins giocheranno contro Grosseto, campione in carica, e gli Athletic’s Bologna già secondi nel 2013. La prima approderà alle fase successiva di semifinale. Il calendario, diramato martedì 21 luglio è il seguente: domenica 26/07 Redskins-Grosseto alla Tozzona , ore 11 e ore 16; sabato 01/08 Grosseto-Athletic’s Bologna; domenica 09/07 Athletic’s Bologna-Redskins ore 10,30 e ore 15,30.




I Pellerossa tornano da Opicina con due scalpi.

lunedý 13 luglio 2015

I Pellerossa tornano da Opicina con due scalpi.

Ultima ed impegnativa trasferta per i Redskins il 12/07/2015 ad Opicina per incontrare, nell'ultima partita di regular saeson, i Triestini della Iscopy Alpina. Trasferta di ben 21 ore con un caldo "bestia" dove gli atleti di entrambe le formazioni hanno dato fondo alle proprie energie.

Gara uno vede un Imola che ad ognuno dei primi tre inning incamera un punto lasciando purtroppo molti uomini sulle basi fino al terzo quando un brutto scivolone sul monte fa entrare una raffica di valide da ben otto punti. Sembra un film già visto da poco ma, finalmente, i Pellerossa reagiscono positivamente ed a suon di mazzate rimettono in piedi una partita da 4 ore e 15 minuti che finirà a loro favore sul punteggio di 17 a 14. Partente, sul monte Imolese, Luca Bortolotti il quale, reduce da uno stop di venti giorni per un problema al ginocchio, gestisce molto bene i primi due inning ma cede al terzo lasciando il monte ad un tornato Ivan Lentini che riuscirà a gestire la partita al meglio sino al nono. Per l'Alpina calcano il monte l'highlander Andrea Tamaro (classe 68) e Ugrin. Quattro gli errori dell'Imola contro tre dei Triestini mentre sono 14 le valide per l'alpina contro 16 dei redskins. Battono, per i Pellerossa: un singolo Ambrosini, Coroli, D. Poli e Moscariello, un doppio F. Lentini, due singoli Medina, un singolo ed un doppio Cortini, tre singoli Gnudi e quattro singoli Agretti.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOT.

ERR.

VAL.

REDSKINS

1

1

1

4

0

4

3

3

0

17

4

16

ALPINA

0

0

8

2

0

0

0

2

2

14

3

14

 

In gara due i Triestini partono in vantaggio con un punto segnato al secondo ma è durissima la reazione dell'attacco Imolese che, con 15 turni al terzo, segna un big inning da 11 punti. Al terzo ed al sesto l'Alpina reagisce incamerando un totale di altri 6 punti ma è sempre pronta la reazione Imolese che se ne aggiudica altri 10 chiudendo la partita per manifesta al settimo sul punteggio di 21 a 7. Sul monte Imolese un ottimo Freddi comanda sul monte per 8 riprese lasciando la chiusura a D. Poli. Pr l'Alpina si sussegue sul monte mezza squadra tanto da riproporre gli stessi lanciatori di gara uno. Tre gli errori Triestini contro uno Imolese, mentre sono 9 le valide dell'Alpina contro 13 Pellerossa. Per Imola segnano: un singolo Agretti, Medina, Cortini e Boscolo; due singoli Coroli, F. Lentini e Gnudi; due singoli ed un doppio Minardi.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOT.

ERR.

VAL.

REDSKINS

0

0

11

3

1

5

1

/

/

21

1

13

ALPINA

0

1

2

0

0

4

0

/

/

7

3

9

 

Pur con punteggi da basket questa giornata ha fatto finalmente vedere un'Imola reattiva e sopratutto intelligente in attacco sfruttando, come mai fatto durante tutta l'annata, tutte le occasioni per far punti nel box. Buona anche la difesa che, pur con errori, poco ha concesso alle insidie di un gioco, sopratutto in gara due, anche poco etico dei Triestini tra le quali la palla nascosta. Ora Imola si godrà un fine settimana di riposo in attesa dei risultati del recupero di Verona-Ronchi, recupero che sancirà l'ingresso o meno ai play off.



Mauro Poli

REDSKINS-Ronchi dei Legionari 3-12 1-23(7░)

domenica 5 luglio 2015

 

 

Difficile vedere nei Redskins attuali la squadra tante volte ai play off, combattiva e ammazzagrandi. Infortuni dei lanciatori, giocatori in slump, qualcuno che non ha reso come sperato (buono invece l’inserimento di Agretti e Ambrosini) hanno determinato una stagione molto sottotono.  Contro la seconda forza del campionato, Ronchi dei Legionari, la squadra di Trombini ha resistito tre inning al mattino (3-3) poi, complici alcuni episodi sfortunati, i rossoblù hanno issato bandiera bianca soccombendo per 12-3. La differenza però sta anche nelle 18 valide dei friulani (3/5 e un doppio A.Berini, 3/4 un doppio e un triplo Bonilla) contro le quattro degli imolesi, che hanno schierato sul mound Freddi, D.Poli e GL Poli. Al pomeriggio, un massacro: 23 valide di Ronchi (A.Berini 5/6, Bonilla 4/7, S.Berini 3/6) e 23 punti a cui Imola ha opposto la bandiera al 7° grazie a Shurabji e al doppio di Moscariello. I.Lentini, Bortolotti, Grendene e Vignali, unico a non subire punti, i lanciatori utilizzati.  Ora i Redskins sono quinti col rischio, anche in caso di doppia vittoria a Trieste, di restare esclusi dai play off. C’è da domandarsi se valga la pena di arrivarci; compito dello staff tecnico ora è quello di resettare la mentalità della squadra e ripartire da zero per ben figurare nella eventuale partecipazione alla Coppa Italia (vi partecipano le squadre giunte dal 5° all’8° posto, suddivise in quattro gironi con partite il 25 luglio, il primo week end di agosto e finali ai primi di settembre).

 

Risultati : REDSKINS-Ronchi dei Legionari 3-12  1-23(7°); Verona-Redipuglia 10-3  8-1; Trieste-Modena 7-14  0-11(7°); Castenaso-Sala Baganza 2-4  0-4.

 

 

Classifica : Modena 840 (21-4); Ronchi dei legionari 720 (18-7); Redipuglia 615 (16-10); Verona 480 (12-13); REDSKINS 423 (11/15); Trieste 384 (10-16); Castenaso 153 (4-22).

 

 

 

Prossimo turno : Ronchi dei Legionari-Redipuglia; Trieste-REDSKINS; Sala baganza-Verona; Modena-Castenaso.

 

 




I Pellerossa lasciano due scalpi a Modena

domenica 28 giugno 2015

Week end da dimenticare, per i Redskins, quello di sabato 27 giugno in trasferta sul campo del Comcor Modena. A parte il risultato di gioco, anche giove pluvio vi mette lo zampino tenendo entrambe le compagini per ben 13 ore sul campo.

Nella prima partita Imola parte alla grande ma muore a basi piene. Per i primi due inning le due squadre si fronteggiano dignitosamente ma, al terzo, Imola lascia due corridori sulle basi mentre il Comcor piazza un big inning da 5 punti. A seguire Imola lascerà nuovamente in base, al nono, due corridori mentre gli avversari incamereranno un punto al quinto, tre al sesto ed uno al settimo, punto che sancirà la manifesta. Partente, sul monte dell’Imola, I. Lentini che sarà rilevato al terzo da Bortolotti e chiuderà al settimo D. Poli; da parte del Modena sarà invece Soto a calcare il monte per tutta la partita. Tre gli errori difensivi per l’Imola contro zero dei Modenesi, sono invece 13 le valide per Modena contro sei Imolesi. Battono per Imola: un singolo Agretti, Gelli, Moscariello e Coroli, due singoli Sosa.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOTALE

VAL.

ERR.

REDSKINS

0

0

0

0

0

0

0

/

/

0

6

3

MODENA

0

0

5

0

1

3

1

/

/

10

13

0

 

Gara due vede il monte Modenese scricchiolare due volte ma Imola non riesce a far tesoro di questa situazione mentre sarà il Modena a sfruttare in pieno gli errori difensivi e di attacco dei Pellerossa. Al quinto, sul punteggio di 3 a 0 per il Modena, con zero out, uomo in prima e seconda per l’Imola… quando Santiago inizia a dare netti segni di cedimento uno scroscio d’acqua incredibile allaga completamente il campo facendo sospendere per due ore la partita. Alle ripresa un Santiago più calmo ed un errore di gioco sulle basi chiude con un solo punto per i Redskins quello che poteva essere l’inning della svolta. A finire un punto per entrambe le formazioni decreteranno la sconfitta Imolese per 4 a 2. Buono il monte dell’Imola con Freddi partente rilevato, al settimo, da Medina. Si susseguono sul monte Modenese: Santiago, Riccò ed infine Cipriano. Due gli errori per entrambe le formazioni mentre sono 10 le valide del Comcor contro 3 dei pellerossa. Per Imola battono singolo: Ambrosini, Gnudi e D.Poli.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOTALE

VAL.

ERR.

REDSKINS

0

0

0

0

1

0

1

0

0

2

3

2

MODENA

0

0

3

0

0

1

0

0

/

4

10

2

 

Deludenti queste due prestazioni che vedono nuovamente un Imola deconcentrata e che non sa reagire sfruttando quei pochi momenti che le avrebbero permesso di rialzarsi, con errori sempre puniti a suon di punti e tutti i comparti di gioco a volte paralizzati. Il prossimo week end, 5 luglio, vedrà i Pellerossa sul diamante di casa affrontare il Ronchi, un pessimo cliente. Questo incontro sarà fondamentale per la classifica ed i Redskins dovranno riprendersi se non vorranno fare un gran brutto scivolone in classifica.



Mauro Poli

Redskins Imola vs Sala Baganza 9 - 2, 6 - 5

martedý 23 giugno 2015

Ritorno alla doppia vittoria per i Redskins, 9-2 e 6-5 contro Sala Baganza, non senza qualche difficoltà nel secondo incontro. Lo sweep consente di allungare in classifica per un posto nei play off, assicurarsi con tre giornate di anticipo la salvezza  e preparare la trasferta a Modena (piegata in casa due volte dai New Black Panters di Ronchi dei Legionari) con più fiducia nei propri mezzi. Nella prima partita Ivan Lentini ha un forte calo al 4°  e Sala si porta sul 2-0. Sul monte imolese sale Lupo Bortolotti (ip 4.1; h 0; bb 0; k 2) che lascia a secco le mazze parmigiane. Sala Baganza cambia lanciatore forse troppo presto ed è costretta poi a ruotare altri quattro pitcher con risultati pessimi: i Redskins al 5° segnano sette punti con undici uomini alla battuta e la partita si chiude  con Poli sul monte per una facile ultima ripresa. Quasi perfette le difese, con Cortini in evidenza per Imola.

Diverso l’andamento dell’incontro pomeridiano: Medina sul monte subisce le mazze parmigiane, poco aiutato da una difesa fallosa. Sala Baganza si porta sul 4-0 già al 4° inning con cinque  errori (quattro di un irriconoscibile Gelli) già a carico del diamante imolese. Freddi rileva Medina che si sposta in terza base  ed esce anche il DH; l’attacco imolese comincia ad ingranare (Ambrosini 3/4, F.Lentini 2/3 con un doppio) ed entrano tre punti, mentre Gelli si riscatta con una grande eliminazione al 6°. Pasticcio a casa base nella parte alta dell’8°, un potenziale strike out si trasforma in un “save” in prima e il pinch runner ruba la seconda, avanza in terza su un eliminato e arriva a casa su WP. Sala conduce 5-3  ed è qui che i Redskins reagiscono con scelte tattiche azzeccate: Coroli entra al posto di Freddi, lima una base ball, ruba la seconda e segna su valida di Sosa (2/4), Agretti (2/5) colpisce, ruba in seconda ed entrambi arrivano a punto su un bel singolo di Gnudi. Il manager rossoblù estrae un altro coniglio dal cilindro e ad affrontare l’ultimo assalto di Sala Baganza va sul monte Agretti, compito che svolge anche nell’Under 21. Due fly e un’assistenza 4-3 sistemano la faccenda e i Redskins fanno festa per la bella vittoria conquistata.

RISULTATI : Modena-Ronchi 2-4  0-1(11°); Verona-Castenaso 8-9  6-0; REDSKINS-Sala Baganza 9-2  6-5; Trieste-Redipuglia 2-12(7°)  0-16 (7°).

CLASSIFICA : Modena 809 (17-4); Ronchi 681 (15-7); Redipuglia 636 (14-8); REDSKINS 500 (11-11); Verona 454 (10-12); Sala Baganza 380 (8-13); Trieste (363 (8-14); Castenaso 181 (4-18).

PROSSIMO TURNO : Ronchi-Verona; Modena-REDSKINS; Redipuglia-Castenaso; Trieste-Sala Baganza.




Brutto scivolone dei Pellerossa a Redipuglia

domenica 14 giugno 2015

Pessima giornata la terza del girone di ritorno per i Redskins a Redipuglia. Partiti con il dubbio delle previsioni che mettevano cattivo tempo, con il relativo rischio di recupero della trasferta; i Redskins vengono graziati dal meteo, pur con una piccola sospensione di gara uno… ma altrettanto non si può dire delle partite che vedono la locale squadra dei Rangers primeggiare in entrambe le competizioni.

 

Gara uno vede due compagini equilibrate giocare sulla distanza dei nove inning con belle giocate ed un continuo rincorrersi sul punteggio fino al risultato finale di 5 a 4 per la squadra locale. Una bella partita… di quelle che esaltano la tifoseria. Il monte Imolese vede un ritornato Ivan Lentini rilevato al sesto da Jesus Medina, mentre calcano il monte per i Ranges Newman e Varin. Due gli errori dell’Imola contro zero dei padroni di casa, mentre sono 12 le valide Pellerossa contro 6 del Redipuglia, ma neanche questo permette ad Imola di prevalere sugli avversari. Battono per Imola: un singolo Agretti, Ambrosini, Gnudi, Minardi e Coroli; due singoli Cortini, due doppi Sosa e due singoli più un doppio Gelli.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOTALE

VAL.

ERR.

REDSKINS

0

0

0

0

1

1

0

1

1

4

12

2

RANGERS REDIPUGLIA

0

1

2

0

0

0

0

0

2

5

6

0

 

 

Ben diversa gara due che vede Imola soccombere, per manifesta al settimo, sul punteggio di 19 a zero. Partente, per Imola, Simone Grendene rilevato al  secondo da Luca Freddi e Gianluca Poli al sesto. Purtroppo il monte Imolese rimane sotto tono per tutta la durata della partita senza riuscire ad opporre resistenza alle golose mazze Friulane che mettono a segno ben 15 valide mentre è Cruz, per i Rangers, a chiudere la partita illeso. Buone entrambe le difese con un errore a testa.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

TOTALE

VAL.

ERR.

REDSKINS

0

0

0

0

0

0

0

0

0

1

RANGERS REDIPUGLIA

0

10

0

0

6

3

/

19

15

1

 

Difficile da leggere l’andamento di questa giornata, una buona prima partita che, pur con il doppio delle valide, vede l’Imola perdere l’incontro di un punto e gara due nella quale la compagine Imolese è fortemente in affanno, sia in attacco che sul monte, subendo un lanciatore non impossibile. Sicuramente la mancanza sul monte di Bortolotti, Poli D., Vigna e Tavasci hanno aiutato questa situazione, ma difficile trovare una giustificazione ad un si grande divario di punteggio e qualità di gioco. Alla fine di questa giornata Imola si ritrova al quarto posto in classifica alla pari di Verona, seguiti ad una sola partita di differenza da Sala Baganza e Alpina. Domenica prossima, 21 giugno, i Pellerossa saranno sul diamante di casa per affrontare il Sala Baganza.



Mauro Poli

Amaro pareggio in terra scaligera per i Redskins

domenica 7 giugno 2015

Ad un passo dallo sweep, in gara due i Redskins subiscono un walk-off homer al 10° inning che regala il successo alla squadra di casa e lascia tanto amaro in bocca ai pellerossa.

GARA UNO : VERONA vs REDSKINS 2 – 5

link tabellino: http://cnc.fibs.it/cnc/Baseball/2015/SA/campo/BR0314.htm

Imola dopo le due belle vittorie contro il Castenaso voleva continuare il trend positivo anche a Verona, ed in effetti nonostante le pesanti assenze di Bortolotti,Cortini,Moscariello e le non perfette condizioni fisiche di alcuni elementi, in gara uno il team guidato da Trombini sfodera una prestazione da grande squadra, pareggiando al quinto l'iniziale vantaggio dei veronesi e portandosi in vantaggio nella ripresa successiva. Verona però non ci sta e pareggia immediatamente , ma nella ottava ripresa i singoli di Agretti, Medina e Gnudi permettono ai Redskins di andare sul 4 a 2, a quel punto Medina sul monte spegne ogni speranza guadagnandosi anche la vittoria.

Sul monte la solida partenza Ivan Lentini ( 5.0 rl 4v 0 pgl) ha permesso alla squadra di restare in partita fino a quando l'atacco non ha ingranato la marcia giusta, su tutti Gnudi e Medina con due valide a testa e Gelli con due Rbi decisivi.


GARA DUE : VERONA vs REDSKINS 5 – 4 10°

link tabellino: http://cnc.fibs.it/cnc/Baseball/2015/SA/campo/BR0414.htm

In gara due, Simone Grendene è il partente di un' Imola che inizia subito forte toccando più volte il partente veronese Tebaldi, quanto prodotto però non viene trasformato completamente a causa di alcune scelte rivedibili dei corridori imolesi, nonostante questo Imola si trova al terzo in vantaggio per 2 a 0, con un Grendene fin lì dominante. Al terzo però i ragazzi di Cortese pareggiano con due out grazie ad un Triplo di Bertagna. Imola non ci sta ed al quinto si riporta in vantaggio grazie a Coroli in base per ball, due lanci pazzi ed una volata di Agretti.
Alla sesta ripresa Grendene ha un calo e viene sostituito da Luca Freddi, con due out e basi piene una lenta rimbalzante sul monte viene giocata male dal pitcher romagnolo che successivamente anziché giocare una facile assistenza in prima, decide di forzare il gioco a casa base cogliendo di sorpresa il catcher che, in apparente crisi mistica, perde la palla e consente a Verona di segnare due punti e portarsi in vantaggio 4 a 3.

Il nono inning si apre con due veloci out di Magri su Agretti e Medina, Gelli però non ci sta e dopo una lunga serie di foul ball, sul conto pieno riesce a mettere a segno una valida, trasformata poi in punto da un lunghissimo doppio di Ambrosini agevolato dal mal posizionamento dell'esterno sinistro, che in una situazione del genere mai avrebbe dovuto farsi superare.

Freddi nel frattempo dopo la sbavatura iniziale, macinava out senza subire valide per tre inning, aiutato da alcune splendide giocate difensive di Gelli e Sosa, al decimo però con due out e basi vuote sul conteggio di 3 ball e 2 strike, un lancio sbagliato permetteva a Pippin(di nome ma non di fatto..) di mettere a segno il walkoff-homer decisivo.

Viste le due vittorie dell'andata, il pareggio permette comunque ad Imola di portarsi in vantaggio negli scontri diretti con Verona.

Domenica a Redipuglia i Redskins, se vogliono continuare ad inseguire il sogno play-off, devono sfoderare una prestazione perfetta senza quelle disattenzioni che hanno compromesso gara due sabato.

Trombini spera di recuperare Bortolotti, mentre Cortini e Moscariello ci saranno di sicuro.




Doppietta casalinga, sul Santerno, per i Pellerossa

domenica 31 maggio 2015

Dopo la settimana di riposo si sono riaperti i giochi, per i Redskins, con la prima giornata del girone di ritorno. La doppia partita vede vittoriosi, in entrambe le gare, i Pellerossa sul diamante casalingo alle spese del Castenaso. Importante assenza in campo, per l’Imola, del pitcher Bortolotti a seguito di un piccolo inconveniente che lo costringe ad un fermo momentaneo. Tuttavia, il rimaneggiamento della formazione da parte di Trombini, porta ad un buon risultato dopo la debacle dell’ultima giornata contro l’Alpina.

Gara uno vede partente sul monte Imolese Ivan Lentini rilevato al quinto da Luca Freddi, mentre calcano il monte Bolognese nell’ordine: Bassi, Canellini e Turrini. Il Castenaso parte subito all’attacco con due segnature al primo ma viene raggiunto dall’Imola al quarto. Durante la parte bassa del quinto i Bolognesi si riportano in vantaggio di un punto ma Imola finalmente reagisce segnandone quattro ed altri cinque al sesto creando un importante distacco. Settimo inning, Castenaso raggiunge casa base due volte contro una dell’Imola, ma è all’ottavo che il monte del Santerno tiene a secco le mazze degli ospiti e segna ben cinque volte decretando la manifesta. Perfetta la difesa Imolese, con zero errori contro quattro dei Bolognesi, mentre sono quattordici le valide degli ospiti rispetto alle undici della squadra di casa. Battono per l’Imola: un singolo Minardi ed Ambrosini, un doppio Coroli, due singoli Gelli, tre singoli Gnudi e due singoli più un doppio Sosa.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOTALE

CASTENASO

2

0

0

1

1

0

2

0

/

6

REDSKINS

0

0

1

0

4

5

1

5

/

16

Nella gara del pomeriggio sale sul monte Imolese Jesus Medina il quale, con una ottima prestazione, tiene magistralmente il monte per tutti nove gli inning impedendo agli avversari di segnare, sarà invece Miliani a lanciare nove inning per il Castenaso. Mentre Medina tiene a freno le mazze Bolognesi, l’attacco Pellerossa incamera un punto al primo, al terzo, al quinto e due all’ottavo. Sono due gli errori per l’Imola contro tre degli avversari, cinque invece le valide Bolognesi contro le sette Pellerossa. Battono valido per i Redskins: Sosa con un singolo, Gelli e Gnudi con un doppio, Agretti e Lentini F. con due singoli.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOTALE

CASTENASO

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

REDSKINS

1

0

1

0

1

0

0

2

/

5

Questa giornata riporta l’Imola al quarto posto in classifica a quota 500, con otto vinte ed otto perse. Risultato a parte, queste due partite hanno fatto vedere importanti cambiamenti. L’attacco ha avuto un andamento più costante sbloccando alcune importanti mazze e, sopra tutto, si sono visti morire meno punti sulle basi, problematica emersa in parecchie partite giocate e perse in questo campionato. Inoltre la tenuta di Medina sul monte porta ad una certezza sulla rotazione dei lanciatori che, con il ritorno di Bortolotti, potrà dare parecchio nelle restanti partite. Da parte sua la difesa ha fatto vedere buone cose, con ottime giocate strette nei momenti critici… denotando una maggiore concentrazione di gioco e prontezza di riflessi. Ora all’Imola manca solo quel pizzico di fortuna che la dea bendata ha negato in tutta l’andata. Sabato prossimo, sei giugno, i Pellerossa saranno in quel di Verona per affrontare i Dynos nella seconda giornata del girone di ritorno.



Mauro Poli

Redskins Imola-Trieste 2-3 15-16

domenica 17 maggio 2015

Contro una squadra a corto di pitcher di ruolo, dovevano essere partite di routine. Invece i Redskins hanno fatto tutto per regalare i due incontri ad una orgogliosa Alpina Trieste che ha approfittato della pessima vena del parco lanciatori imolese, di errori della difesa, della scarsa propensione alla battuta del box ed a qualche errore nella gestione della squadra e della rotazione pitcher. Al mattino vantaggio imolese, pareggio giuliano ed ancora Imola avanti. I Redskins arrivano cinque volte con l’uomo in terza base ma non riescono a segnare. Clamoroso all’8° inning con terza e seconda occupate e zero out, ma alla fine senza punti. Al 9° Trieste castiga D. Poli che ha rilevato Medina e segna due punti, sufficienti per il 2-3 finale. Freddi chiude bene ma lo sterile attacco imolese resta ancora con un uomo in terza. Pomeriggio da dimenticare, viene in mente un Redskins-Ronchi 24-27 col vecchio "Giaguaro" Miani che si aggirava per il campo mormorando: "Questo no xè baseball, ciò". Imola 9-0  al 2°inning, poi comincia a macinare Trieste. Cinque lanciatori a testa ma quelli dei Redskins dovrebbero essere di ruolo. La difesa,perfetta al mattino, commette errori con uomini leader nel ruolo mentre l’Alpina fa punti a ripetizione con in evidenza l’interbase Daniele Cosoli, 6/10 nella giornata e rilievo vincente al mattino. All’8° il crollo: dopo Bortolotti, sostituito troppo presto così come altri giocatori, I.Lentini, Grendene e Freddi subiscono 12 punti che portano Trieste a condurre 16-11. I Redskins non reagiscono e Luca Poli, quinto pitcher imolese, chiude con due K a stalla vuota. Sussulto Redskins al 9° con quattro punti su Ainger comunque vincente e Tamaro, partente al mattino, accreditato della salvezza. La prossima settimana sarà riposo e la squadra imolese, oltre a leccarsi le ferite, dovrà analizzare bene una situazione impensabile prima di questo week end  per ritrovare il ruolo che ha sempre svolto nel girone di ritorno.

RISULTATI : Redipuglia- Ronchi 4-3  3-2; Redskins Imola-Trieste 2-3  15-16; Verona-Sala Baganza 5-2  4-6; Castenaso-Modena 3-8  0-3.

CLASSIFICA : Modena 846 (11-2); Ronchi, Redipuglia 571 (8-6); Sala Baganza 538 (7-6); Verona 500 (7-7; Redskins, Trieste 428 (6-8); Castenaso 142 (2-12).

PROSSIMO TURNO : Ronchi-Trieste; Redipuglia-Sala Baganza; Redskins-Castenaso; Verona-Modena.




Legionari e Pellerossa Ŕ pari e patta

sabato 9 maggio 2015

Trasferta in provincia di Gorizia per i Redskins sabato 9 maggio per incontrare i New Black Panthers, sul diamante di casa, a Ronchi dei Legionari. Partiti con il sereno i Pellerossa si trovano a giocare sotto una incessante acqua dall’ottavo inning di gara uno e tutta la seconda partita. Campo ostico, quello di Ronchi, per l’equipo del Santerno e sopra tutto molto avaro di soddisfazioni da sempre.

Gara uno vede una partita molto equilibrata sino al quinto quando i Pellerossa segnano 4 punti contro 1 delle Pantere, la partita rimarrà invariata su questo punteggio sino al nono, quando una serie di valide della squadra di casa fanno entrare 4 punti ed è sul punteggio di 5 a 4, a favore dei New Black Panters, che si chiuderà l’incontro. Sul monte Imolese si susseguono Bortolotti sino al quinto, Lentini Ivan, finalmente rientrato dopo uno stop forzato di un mese, che verrà rilevato al nono da Poli D. seguito da Medina. Sono invece Nardi e Fabiani a calcare il monte Friulano. Zero gli errori Imolesi contro 2 degli avversari, sono invece 4 le valide del Ronchi contro le 5 dei Redskins, battono: un singolo Ambrosini, due singoli Gelli ed un doppio Coroli e Gnudi.

Gara due, giocata totalmente all’insegna di Giove Pluvio, vede la vittoria degli Imolesi per 4 a 3. Ronchi segna 2 punti al terzo inning seguita, con un punto dei Pellerossa, al sesto. La svolta sarà alla ottava ripresa quando Imola raggiungerà casa base, salva, per tre volte mentre il Ronchi riuscirà a segnare una sola volta. Salgono, sul monte Imolese, Medina seguito, al settimo, da Freddi e Grendene, rilevato al nono da Poli D., sono invece Pasquali e Bertoldi i pitcher avversari. Un errore e quattro le valide per formazione, battono un singolo a testa per i Pellerossa: Sosa, Agretti, Gelli e Gnudi.

Importante questo pareggio per il morale dei Redskins contro una squadra, storicamente, sempre risultata molto scomoda. Con sei partite vinte e sei perse l’Imola si trova al terzo posto in classifica al pari di Sala Baganza, Redipuglia e Verona, mentre il Modena primeggia seguito dal Ronchi. Questa classifica, molto stretta, denota la qualità di un campionato molto stretto e giocato da compagini ad un ottimo livello. Da parte sua l’Imola sta faticando a mettere in mostra il proprio potenziale, ma il campionato è ancora lungo ed insidioso e tutto può succedere, certo il ritorno sul monte di Lentini potrà dare  maggior respiro alla difesa. Il prossimo fine settimana, 17 maggio, i Pellerossa saranno sul proprio diamante per il doppio incontro con l’Alpina, nell’ultima partita del girone di andata.



Mauro Poli

Redskins- Modena 1-2 7-14

domenica 3 maggio 2015

Settimana più agra che dolce per i Redskins Imola. Dopo aver vinto il secondo recupero infrasettimanale a Castenaso col punteggio di 8-3 e con buone prestazioni del monte di lancio e del box, i rossoblù hanno dovuto inchinarsi alla supremazia di Modena, forza emergente del girone B di A Federale. Al mattino gran controllo dei lanciatori per quattro inning, poi l’ equilibrio si spezza: un Bortolotti positivo concede sei valide tra il 5° e 6° inning ed entrano due punti. Ancora un inning in controllo poi è rilevato da Davide Poli che con lente curve imbriglia i gialloblù. Imola segna grazie a due errori, un lancio pazzo e una palla mancata al 7°, ma la rimonta si ferma lì. Sul mound emiliano un grande Erik Soto (ip 9; h 3; b 4; so 12) ha fatto la differenza mentre nel box da segnalare il 2/3 di Vecchi e il 2/4 di Riccò per i modenesi e il 2/4 con un doppio di Erik Gelli. Pomeriggio tempestoso per i Redskins che devono far salire sul monte ben cinque lanciatori. Grendene(L; ip 1.2; r 5; er 2; h 4; hp 1; so 1), Freddi (ip 3; r 6; er 6; h 9; so 3), Vignali (ip 0.1;r 2; h 1; hp 1; bb 1), Tavasci (ip1.2; r 1; er 1; h 1; bb 2; hp 1; wp 1) e Gianluca Poli (ip 2.1; h 1; bb 1; so 1)che chiude bene ma troppo tardi. Anche Modena schiera quattro lanciatori (Santiago W; ip 5; r 3;er 2; h 7; bb 1; hp 1; so 6), Fabio Riccò( ip2; r 2; er 2; h 3; bb 2; wp 1), Paltrinieri (ip 1,1; r 1; er 1; h 2; bb 1; so 1) e il super veterano Cipriano Ventura(ip 0.2; bb 1) ma col risultato già al sicuro. Solo l’orgoglio Redkins impedisce la fine anticipata per manifesta superiorità. Nelle 15 valide di Modena ben cinque doppi (due di Luca Riccò 2/5 e uno a testa per D’Amico  3/5, Vecchi e Scerrato); in evidenza anche Labriola (2/2), e Baraldi (4/5). Per Imola due doppi di Davide Poli (2/5) e buone prove di Sosa (2/4), Agretti(3/5), Medina(2/2); valide anche per Gelli e Ambrosini. Cinque gli errori difensivi imolesi contro tre per Modena che, approfittando della doppia sconfitta di Ronchi dei Legionari, balza in testa alla classifica.

RISULTATI : Verona-Ronchi 3-2(10°)  2-1; Redskins- Modena 1-2  7-14; Castenaso-Redipuglia 0-9  1-9; Sala Baganza-Trieste 8-1  4-0.

CLASSIFICA : Modena 777(7-2); Ronchi 700(7-3); Sala Baganza 555 (5-4); Redskins, Redipuglia, Verona 500 (5-5); Trieste 400(4-6); Castenaso 100(1-9).

PROSSIMO TURNO : Ronchi-Redskins; Redipuglia-Verona; Modena-Trieste; Sala Baganza-Castenaso.




I Redskins pareggiano in Emilia

domenica 26 aprile 2015

Trasferta in Emilia per i Redskins, domenica 26 aprile, per la quarta giornata del girone di andata contro il Sala Baganza. Questa giornata vede entrambe le compagini assicurarsi una gara a vicenda, con due competizioni molto simili.

In gara uno, vinta per manifesta dal Sala all’ottavo per dieci a zero, Imola schiera sul monte Bortolotti che subirà due punti sino al quinto inning e verrà rilevato da Poli e Tavasci che chiuderà la partita. Nel corso della sesta ripresa il monte Imolese ha un forte cedimento che permette agli Emiliani un big inning da sette punti. Calcano il monte, per il Sala, Corsaro e Leoni. Saranno poi i due punti entrati nell’ottavo che sanciranno la manifesta. Scarso l’attacco Pellerossa che totalizza solo quattro valide contro le dieci del Sala Baganza, mentre sono due gli errori Imolesi contro uno degli avversari. Battono valido con un singolo Agretti e Boscolo, sono invece due i singoli di Medina.

Esattamente l’opposto in gara due che vede Imola prevalere, per manifesta, al settimo sul punteggio di tredici a zero.  Partente un Grendene in forma che tiene le mazze Emiliane a zero fino al sesto rilevato da Freddi che poi chiuderà al settimo sempre con zero punti entrati.  Si susseguono invece sul monte Emiliano Fornasari, Tortini e Baisi. Buono l’attacco Pellerossa con tredici valide contro una sola del Sala Baganza, battono: un singolo Poli, un doppio Gnudi, due singoli Minardi, tre singoli Agretti, Medina ed Ambrosini. Buona la difesa con zero gli errori dell’Imola contro tre degli Emiliani.

Martedì 28 aprile, alle ore 20,30, i Redskins torneranno sul diamante di Castenaso per recuperare la seconda partita della prima giornata di andata.




Pronto riscatto dei Redskins

mercoledý 22 aprile 2015

Nel recupero della prima partita a Castenaso, rinviata  alla prima di campionato, i Redskins hanno riscattato la non brillante prestazione di domenica scorsa contro Redipuglia. Subito in vantaggio con Sosa, in base per valida e fino a casa grazie anche ad un errore difensivo, gli imolesi hanno però patito i lanci del mancino Cannellini (ip 6; h 5; r 1; bb 4; k 4)e sono andati sotto 3-1 con i punti segnati da Gonzales, Napoli e L. Fabbri autore di un bel triplo. Il manager Trombini ha alternato i lanciatori a disposizione: Bortolotti (ip 3; h 2; r 2;er 2;er 1; bb 2; k 4), Poli (ip 3; h 2; r 1; bb 1; k 3)  poi Tavasci (ip 1; h 1; k 1) e Freddi(ip 1.2; h 1; bb 4; k 1) e Castenaso, pur riempiendo le basi due volte all’8° e al 9° non è più passato. Gli emiliani hanno messo sul monte anche Turrini (ip 3; h 2; r 2; bb 1; k3) e Bassi( L; ip 2; r 3; er 1; h 2; k 2). Nell’ultimo inning una giocata difensiva 2/5 tra casa e terza base ha tagliato le gambe ai padroni di casa mentre i Redskins avevano pareggiato con punti all’8°di Minardi – valida e doppio di Ambrosini -  e al 9° quando Cortini, che sarebbe stato messo al piatto, è arrivato in base per passed ball , in seconda ancora per palla mancata, in terza sull’eliminazione di Gnudi ed a casa per errore.

Sul monte imolese è intanto salito Jesus Medina (W;ip 2.1; h 3; k 2) ed agli extarinning, niente di fatto al 10°, i Redskins hanno colpito: in base Gnudi e Agretti, il primo a battere è stato Minardi con una valida; nel box Ambrosini che si è  ripetuto e il doppio è  valso tre punti. Ultimo attacco di Castenaso che ha fruttato solo il punto di Chiatto ma la difesa Redskins è attenta e la squadra del presidente Poli ha portato a casa la vittoria. Domenica i Redskins sono attesi a Sala Baganza.

Classifica : Ronchi 1000(6-0); Modena 800(4-1); Redskins 600(3-2); Trieste 500(3-3); Sala Baganza 400(2-3); Verona, Redipuglia 333(2-4); Castenaso 0(0-5).




I Pellerossa cedono il passo ai Rangers

domenica 19 aprile 2015

Esordio casalingo negativo per i Redskins  sul campo dela Tozzona domenica 19 aprile contro i Rangers Redipuglia. L’inizio di gara uno viene fatto slittare alle 11,10 per via della pioggia che, caduta copiosa il sabato, aveva reso impraticabili tre zone del campo. Di conseguenza, allenatori ed atleti, si sono prodigati  per rendere praticabile il diamante.

In gara uno, terminata sul punteggio di 11 a 7 a favore dei Rangers, Imola parte sul 4 a 1 venendo però raggiunta sul punteggio di  7 a 7 al quinto inning. Da questo inning Imola non riesce più a segnare mentre, il Redipuglia, riesce ad incamerare: due segnature al sesto ed una sia al settimo che all’ottavo. Per l’Imola si susseguono sul monte: Simone Grendene, rilevato al quarto da Davide Poli e Luca Freddi che chiuderà dal sesto mentre, per il Redipuglia si alterneranno: Polo, Ermacora e Varin. Purtroppo in questa giornata il monte Imolese non riesce a decollare mentre la difesa, in giornata nera, commette ben sei errori contro i due degli avversari. In attacco i Rangers segnano ben 17 valide contro le 14 dei Pellerossa. Per l’Imola battono: un singolo Agretti, Medina, Moscariello e Cortini, due doppi Gelli, tre singoli Sosa e ben quattro singoli ed un doppio Minardi, mattatore della partita.

Gara due vede nuovamente i Pellerossa soccombere ai Rangers. Giunti a fine terzo sullo zero a zero.. i Rangers incamerano, al quarto, quattro punti mentre Imola segna un solo punto al sesto. Immediata la razione avversaria che, nell’inning successivo, segna altre tre volte. A nulla valgono gli sforzi dei Redskins con due punti entrati all’ottavo ed uno al nono, l’incontro si chiude sul sette a quattro per la squadra ospite. Sul monte dei Goriziani salgono lo straniero Cruz rilevato da Salviato al settimo mentre, per l’Imola, parte Luca Bortolotti rilevato al settimo da Medina, toccherà poi a Tavasci chiudere la partita al nono. Due gli errori difensivi dell’Imola contro zero dei Rangers, sono invece undici le valide Imolesi contro le sei del Redipuglia. Purtroppo Imola lascia troppi uomini sulle basi senza concretizzare mentre i Goriziani sfruttano tutte le possibilità che gli si presentano per segnare. Battono valido per l’Imola: Medina, Ambrosini, Poli e Minardi un singolo, Lentini F. e Gelli un singolo ed un doppio, Agretti tre singoli.

Mercoledì prossimo, 22 aprile alle ore 20,30, i Redskins, in trasferta, affronteranno il Castenaso nel recupero di gara uno della prima giornata.. non disputata a causa del maltempo.




Redskins-Verona 4-0 7-6

domenica 12 aprile 2015

I Redskins partono col piede giusto e battono il Verona con due partite dal doppio andamento. Grande controllo dei lanciatori e buon gioco delle difese per cinque inning al mattino poi Imola, con un grande “Lupo” Bortolotti (7 ip; 3 h; 1 bb; 9 k) sul monte prende vantaggio: valida di Agretti, avanti per sacrificio di Ambrosini in terza su lancio pazzo e a casa per valida di Gnudi. Anche Gelli in base su errore e wild pitch arriva a casa. Cambio sul monte veneto ma i Redskins insistono al 7° con Sosa in base per ball, rubata in seconda, avanti per valida di Agretti e a punto per sacrificio di Medina. Davide Poli ( 2ip; 1 h; 4 k)sostituisce il vincente Bortolotti al 7° e mantiene alto il livello del monte. All’8° i Redskins segnano ancora  con Minardi che batte, ruba la seconda base e segna su valida di Fabio Lentini. Nove le valide rossoblù, zero errori e prestazione eccellente di tutti. Contradittorio il confronto del pomeriggio con Grendene che parte col freno a mano tirato, concede quattro valide, una base ball e Imola è sotto di tre punti al 1°. Piccola reazione con un punto segnato da Gnudi al 2°, poi Verona pare mettere al sicuro il risultato al 4°, con altri due punti segnati da Bertagna e Castagna su Freddi, che ha rilevato sul mound. Sembra fatta per Verona ma il calo del partente al 6° che concede due basi, portano sul monte un rilievo che aggrava la situazione: altre due basi, un doppio di Sosa e un errore fruttano il sorpasso con cinque punti a casa di Gnudi, Moscariello (che si  èesibito in grandi prese al volo a destra), Boscolo, Poli e Sosa. Imola incalza e all’8° segna ancora con Minardi in base ball, sacrificio di Gnudi, valida di Moscariello ed a casa su battuta di Cortini, eliminato in prima. Medina (3/6 nelle due partite) rileva Freddi (5 h; 3 bb; 4 k) che scende da vincente. Il venezuelano tira delle dritte veloci che qualcuno colpisce ed entra un punto, ma poi chiude la partita con due strike out e una bella salvezza. Verona ha battuto tredici valide e Imola solo cinque ma ha sfruttato errori e cali degli avversari. A Verona non sono bastate le valide di Castagan, Bertagna e Benetti, tutti a 4/8 nelle due partite mentre i Redskins hanno mostrato già una buona condizione e concentrazione.

Risultati : Ronchi dei L. – S.Baganza 5-1  17-0 (7°); Trieste-Castenaso 4-3  3-2 (10°); Redipuglia-Modena 4-15 (8°)  4-7; Redskins-Verona 4-0  7-6.

Classifica : Ronchi dei L. 100 (4-0), Modena e Redskins 1000 (2-0); S.Baganza e Trieste 500 (2-0); Verona 0 (0-2) e Redipuglia 0 (0-4).

Prossimo turno : Castenaso-Redipuglia; Modena- S.Baganza; Trieste-Verona; Redskins-Redipuglia.




Luca Boscolo Chielon medaglia d'argento nel Premio Rotary Sport di Imola

sabato 4 aprile 2015
Premiato con la medaglia d'argento nella 31 edizione del Premio Rotary Sport di Imola l'atleta del baseball imolese Boscolo Chielon Luca.
Cresciuto nelle giovanili del Tozzona baseball Imola l'atleta affronterà la stagione 2015 nel campionato baseball di serie A con i Redskins Imola bsc.
Auguri e complimenti a Luca per sempre maggiori risultati nello studio e nello sport.



Quadrangolare a Castenaso

domenica 22 marzo 2015
Dopo la partecipazione al torneo Indoor Città di Bologna dove i piccoli indiani imolesi del Tozzona baseball Imola hanno approcciato i primi rudimenti del baseball, ieri un altro assaggio del batti e corri con la partecipazione ad  un quadrangolare sul diamante di Castenaso.
Un pò di apprensione per i primi lanci e poi via al divertimento.
Un'esperienza quantomai importante e necessaria in vista dell'imminente inizio del campionato 2015.
Intanto continuano gli ultimi allenamenti al pallone della Tozzona e dopo le vacanze Pasquali tutti convocati sul campo baseball Bacchilega.


o.k.

Serie A Federale: Arrivi, partenze e, da aprile, tutti in campo con Jesus

venerdý 6 febbraio 2015

Sul diamante della Tozzona si sono riaccese le luci, tempo permettendo lo staff  tecnico ha iniziato gli allenamenti dal 13 gennaio alternando il campo al pallone del centro sociale.

COLLABORAZIONE CON FORTITUDO
Nell'intervallo invernale, la società Imolese, non si è fermata ed ha portato avanti un dialogo con Fortitudo al fine di instaurare un rapporto di collaborazione. Questo rapporto collaborativo, elaborato tra: Poli, Malavasi e Mura, fa si che l'Imola rappresenti, per la categoria A Federale, un ponte che possa portare giovani prospetti della Fortitudo a calcare il campo per crescere in previsione di uno sbocco in IBL. Al tempo stesso Imola avrà una possibile collocazione per gli atleti emergenti del proprio vivaio. Saranno poi molteplici i rapporti tra staff tecnico Imolese e quello Bolognese al fine di migliorare questo sodalizio e parlare uno stesso linguaggio tecnico.

STAFF TECNICO
Confermato lo staff del 2015 che sta dando ottimi risultati con: Trombini, Natilli, Maccaferri e Gianluca Poli. Aiuto allenatori A. Gamberini e M. Poli.

ATLETI FUORI ROSTER PER IL 2015
Sono tre le importanti assenze per il 2015: lo storico Delgado per motivi famigliari e forse... non ne è convinto pure lui... di età, Belletti per motivi di lavoro e Rubboli che torna al Godo, sua società di appartenenza, in IBL. Queste tre assenze hanno portato, ovviamente, un sensibile indebolimento sul monte, dietro casa base ed in particolar modo nel box di battuta.

MERCATO
Interessanti i movimenti dell'Imola sul mercato per il prossimo campionato. Dal vivaio Imolese sale in A, in maniera definitiva, Luca Boscolo. Interno promettente, Boscolo già lo scorso campionato ha fatto presenze in prima squadra e, con essa, si è allenato fortemente per tutto il 2014. Torna, dopo un anno di prestito al Minerbio, Davide Moscariello; esterno tesserato dell'Imola. Altro piacevole ritorno quello di Fabio Tavasci il quale, dopo uno stop di alcuni anni, ha ripreso ad allenarsi per rimettersi in gioco.  Dalla collaborazione con Fortitudo torna sul monte del Santerno, dopo un'ottima stagione, Luca Bortolotti, lanciatore partente classe 95. Sempre da Fortitudo arriva l'interno ventenne Filippo Agretti che già, nel 2014, ha calcato il terreno della A Federale, con buoni risultati, tra le fila degli Athletics. Un ottimo prospetto, sempre in prestito, arriva dal Fano: Eugenio Ambrosini. Ambrosini è un catcher promettente, ventiseienne, di buona mazza; atleta che, sicuramente, aiuterà la società Imolese a colmare il calo del line up di battuta. Ultimo, ma non tale, a fine marzo arriverà, da Maracaibo, Jesus. Non parliamo di avvento tardivo ma di Jesus Alberto Medina, atleta che giocava tra le fila del Padova nello scorso campionato. Con Medina l'Imola conta di chiudere al meglio il proprio roster. Buon lanciatore ed importante mazza Medina, atleta ASI, da ormai otto anni gioca in Italia tra le squadre più forti con ottimi risultati.

Con questi arrivi Imola chiude il proprio line up per il 2015. Forte di un ottimo gruppo, giovane ed ormai consolidato ed in continua crescita, sicuramente Imola ha le carte in tavola per fare un buon campionato nella propria filosofia: lavorare e giocare seriamente ma... divertendosi.



Mauro Poli Redskins Imola.

Alfredo Lopez Delgado guanto e mazza al chiodo

lunedý 10 novembre 2014

All’ultima partita dei play off 2014, gli ennesimi conquistati dai Redskins, Alfredo Lopez Delgado è uscito dal campo prima della fine, omaggio doveroso per ricevere gli applausi dei compagni e del pubblico al termine di una grande carriera italiana in diverse squadre, ma soprattutto a Imola. Ci siamo fatti raccontare la sua storia : “ Sono nato il 30 gennaio 1971 a Guanabacoa, la Habana de Cuba, ed ho cominciato molto presto a giocare alla pelota, anche per la strada come fanno tutti i niños a Cuba. Manici di scopa come mazza e palline fatte con giri di scotch attorno ad un tappo di bottiglia.  Ero negli Industriales, la squadra principale de l’Habana, giocavo lanciatore ed ho fatto tutta la trafila delle giovanili, compreso un anno di Accademia. Purtroppo mi è sorto un problema al ginocchio destro, probabilmente perché mi allenavo anche in bicicletta per fare fiato ma l’asiento, la sella, era troppo bassa. Ho smesso la pelota ed ho cominciato a lavorare come animatore in un villaggio turistico, dove ho conosciuto mia moglie Pamela, italiana”. Sei venuto con lei in Italia, ti sei sposato ed hai conosciuto il baseball italiano : “Si, a Modena nel ’97 dove allenavano Juan Casto e Rogelio Garcia, due mostri sacri delle nazionali cubane anni ’80. Purtroppo c’erano problemi tra la Federazione cubana e quella italiana e non potei giocare, così allenavo le giovanili. Nel ’98 conobbi Bidi Landuzzi della Fortitudo Bologna che mi volle in squadra e nel ’99 mi fece ottenere la cittadinanza italiana. Venni a Imola nei Redskins del presidente Castiglione, giocai i campionati 2001/02 e conquistammo la serie A2.  Mi sono spostato in varie squadre, Codogno, Marina di Ravenna, ancora Fortitudo e dal 2010 sono tornato a Imola dove mi sono sempre trovato benissimo per l’ambiente, i compagni di squadra  e la serietà della società. Le grigliate al campo e le bevute di birra sono sempre stati momenti impagabili”. Che effetto fa avere abbandonato mazza e guantone ? “E’ dura, perché mi sento ancora in forma; abito a Crespellano e con due figlie che giocano nell’Idea Volley ad ottimi livelli nelle giovanili – Emelyn, 14 anni, ha già un’esperienza di Nazionale e Nicole, 9 anni, gioca nella U12 – e gli impegni di lavoro come responsabile cartotecnico, ho dovuto smettere:mia moglie non ce la fa più a seguire allenamenti e partite delle ragazze da sola”. Sei stato un grande giocatore a Imola, un utility sempre pronto in molti ruoli e che spesso ha risolto partite importanti al box di battuta o sul monte di lancio: “ Ricordo piacevolmente la bella di Verona che ci riportò in serie A nel 2012, quando sono salito sul monte al 7° inning ed ho chiuso la partita con due strike out e una volata nel guanto di Poli. Quest’anno ricordo la vittoria contro Ronchi dei Legionari a Imola: nelle due partite ho battuto 8 su 10, ma in quella che abbiamo vinto ho lanciato solo contro l’ultimo battitore mettendolo al piatto, poi nel box ho battuto la valida che ci ha fatto vincere dopo quattro ore e 10’ di partita”.

Il presidente Mauro Poli conviene sul grande contributo che Alfredo, Goffry per tutti, ha dato al baseball imolese e sa che l’anno prossimo dovrà rimpiazzare adeguatamente il suo ruolo: “Per ora ci godiamo la fine stagione con due terzi posti, nella regular season e nei play off. Visto l’impegno di tutti i ragazzi, dovuto anche all’esempio di giocatori come Alfredo, l’anno prossimo cercheremo di approntare una squadra che dia ancora tante soddisfazioni”. La stagione si è conclusa domenica 28 settembre alla Tozzona con una giornata di partite a squadre miste più la classica “Ragazzini v/s Genitori”. Poi grigliata e birra per tutti.

(nino villa)




Con due vinte a Padule si respira aria di ferie sul diamante del Santerno

sabato 13 settembre 2014

Con la trasferta del 13/09, in quel di Padule, termina il campionato di A Federale per il baseball Imolese. Chiusura in bellezza, con due belle vittorie, in due belle partite nelle quali hanno ben spiccato tutti i comparti della squadra.

Gara uno vede i Pellerossa partire, al secondo, con un big inning da 6 punti ai quali si sommeranno un punto al settimo e due al nono. Da parte loro i Toscani segnano un solo punto al sesto e, pur con sette valide, subiscono una difesa Imolese di ottimo livello. Buono il monte con un Ivan Lentini in gran giornata, che tiene a freno le mazze del Padule per tutte nove le riprese. Grande la difesa con un solo errore mentre sono due quelli del Sesto, in attacco sono ben 13 le valide Redskins: un singolo per Gnudi, Delgado, e Coroli; due singoli per Belletti; un doppio per Sosa; un singolo ed un doppio per Rubboli; due doppi per Gelli e tre singoli per Minardi.

INNING123456789TOT
REDSKINS 0 6 1 0 0 0 1 0 2 10
PADULE 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1

Nella partita serale è il Padule a dare il via alle danze segnando tre punti al primo inning. Da parte sua Imola soffre il monte toscano con un insidioso Junior Perez che frena le mazze Imolesi sino al quinto. In questa ripresa Perez accusa un lieve calo e subito l'attacco Pellerossa sfrutta l'occasione per segnare il primo punto toccandolo ripetutamente. Immediata reazione del manager avversario che fa salire sul monte, al sesto, Gustavo Jmenez ma questi, pur con una palla al fulmicotone, non riesce ad ingranare e, dopo il primo kappa, con un colpito e tre base ball, inizia a far scorrere punti per l'Imola. Si alterneranno poi sul monte del Padule Bosi e Geri ma neanche i due punti segnati dai toscani riescono a frenare l'attacco Pellerossa ed un big inning da sette metterà fine ad ogni speranza di salvare la partita per i Fiorentini. Altra buona partita di un determinato Bortolotti al quale seguirà, all'ottavo, come closer un buon Grendene. Due errori per il Padule contro tre degli Imolesi, mentre sono otto le valide toscane contro dodici dei Redskins. Segnano per Imola: un singolo per Minardi, Delgado, Gelli, F. Lentini e Coroli; due singoli ed un doppio per Belletti e, mattatore della partita, Sosa con ben due singoli, un doppio ed un triplo. Momento di commozione per la squadra quando, applaudito dal pubblico e dai compagni, all'ultimo inning è sceso Alfredo Lopez Delgado il quale, con questa ultima di campionato, interrompe la sua grande e proficua carriera di giocatore, giocatore al quale Imola deve tanto ed a lui s'inchina come atleta, uomo ed amico.

INNING123456789TOT
REDSKINS 0 0 0 0 1 2 0 7 1 11
PADULE 3 0 0 0 0 0 0 2 0 5

Dopo nove mesi di intensi allenamenti Imola può ben dire di aver partorito un ottimo campionato. Piazzandosi al terzo posto assoluto nel proprio girone dei play off, con 6 partite vinte e quattro perse, ha riconfermato le proprie qualità, qualità del resto già emerse in un campionato con squadre di buon livello. Ora si riaprono i giochi, l'intenzione del Presidente è quella di formare la squadra del 2015 entro la fine del 2014 e, pertanto, si incontrerà con lo staff tecnico entro settembre per tracciare, a grandi linee, il prossimo campionato, sia a livello dello stesso staff tecnico che per quanto concerne gli atleti.




REDSKINS-VERONA 5-14 2-1

lunedý 8 settembre 2014

Ultima partita casalinga della stagione col verdetto del girone play off ormai scritto: saranno Ronchi dei Legionari e Grosseto a proseguire il cammino verso il titolo, squadre con cui gli imolesi hanno perso una partita col minimo scarto e con più fortuna potevano essere ancora in lizza. Stagione ottima comunque, concretizzata con un terzo posto nel girone della regular season e la disputa dell’ennesimo play off. Contro Verona, Redskins double face: al mattino, dopo un inizio promettente, valide di Gelli, Rubboli e doppio di un ritrovato Cortini, Imola è avanti 4-0 al 2° inning ma un calo verticale del monte di lancio, da Ivan Lentini a Luca Freddi e Lorenzo Vignali, scatena l’attacco veneto fino al 5-14 finale. Pomeriggio con i pitcher a dominare. Sia “Lupo” Bortolotti (rl 7; bvc 6; bb 1; 5 so) che Salas Ortega concedono pochissimo e le difese sono quasi perfette. Al 4° vantaggio Verona: base ball a Zucchet, avanti sull’eliminazione di Bertagna, valida di Zambellan e a casa sull’unico errore Redskins. Pareggio al 5° con tre valide consecutive, le prime, di Belletti, Minardi e Rubboli e smorzata di sacrificio di Poli. Si arriva agli extrainning con i rilievi Tebaldi e Grendene e Verona ha l’occasione del vantaggio al 10°, ma Rampo muore in terza base. Ancora brividi all’11° quando Zambellan va in base gratis ed arriva in terza su due wild pitch. A quel punto Gelli sale sul mound imolese come straordinario closer e su un suo lancio che va a fondo campo, riesce comunque ad eliminare sul piatto l’esterno veneto con l’aiuto del catcher Fabio Lentini. Qualche protesta sulla decisione arbitrale costa l’espulsione all’ex Pedro Zucchet, poi tocca ai Redskins il turno in attacco: base ball a Sosa, in seconda sul sacrificio di Gnudi, rubata in terza e Alfredo Lopez Delgado chiude la sua presenza sul diamante della Pedagna con la valida della vittoria. Nessun attrito tra le due squadre, che si salutano sportivamente e amichevolmente e domenica ultimo impegno 2014, a Sesto Fiorentino, per i Redskins.

 

VERONA    000034133  =  14     bv  17   e 4   rib   12

REDSKINS 040000010  =    5     bv    6    e 3  rib     7

 

VERONA      00010000000   =   1     bv  8   e  0   rib  8

REDSKINS   00001000001   =   2    bv   7   e  1   rib  5




Comunicato del 30/08/2014

lunedý 1 settembre 2014

Trasferta infruttuosa, sabato 30, per i Redskins che escono dalla trasferta a Ronchi con due sconfitte.
Si sapeva che la trasferta sarebbe stata ostica in quanto il campo dei Ronchi ha sempre dato ben poche soddisfazioni all'Imola ma, quella che si è presentata in gara uno, è stata una formazione sopita e ben al di sotto delle proprie capacità, vuoi l'effetto ferie, vuoi la trasferta e sicuramente anche un diamante corto depauperato di Lentini a casa base, Cortini e Pirone.
In gara uno si susseguono, su un monte sotto tono, Lentini Ivan sostituito al quinto da Poli Gianluca che verrà sostituito, per chiudere, da Lorenzo Vignali. In difesa l'Imola ostenta, pur con pochi errori, in giocate semplici che non riesce a concludere, con assistenze mancate e altro ancora. In attacco Imola parte subito infliggendo, al primo, quattro pesanti valide che fanno incamerare tre punti ma, proprio quando il pitcher del Ronchi da pesanti segni di cedimento, con un errore in attacco l'Imola chiude la possibilità di un big inning. Da parte sua, da buone formichine, il Ronchi inizia ad incamerare punto su punto fino al quinto dove, con un big inning da 7 punti, mette le basi della manifesta. Cinque le valide dell'Imola contro le otto avversarie: singolo per Sosa, Gelli, Rubboli e Poli, un doppio per Delgado.

INNING1234567TOT
REDSKINS 3 0 0 0 0 0 0 3
RONCHI 1 1 1 2 7 1   13

Gara due vede nell'Imola una trasformazione degna di un romanzo di Stevenson, la partita si inoltra sino al quinto sul zero a zero quando Furlan, autore di un triplo, tocca casa base spinto dal singolo di Pizzolini. Imola pareggia all'ottavo ma, per tre volte, non riesce a portare gli uomini in zona punto a toccare casa. Sarà all'undicesimo che Il Ronchi segnerà il punto della vittoria. Ineccepibili entrambe le difese con zero errori, sul monte dell'Imola un grande Bortolotti porta la partita al settimo inning rilevato da Freddi, salirà poi in cattedra, come closer, Alfredo Delgado che chiuderà la partita. Sette le valide Imolesi contro otto del Ronchi. Per Imola segnano: un singolo Sosa, Gelli e Minardi, mentre sono due, i singoli, per Gnudi e Delgado. Pur sconfitti, in questa gara, si è vista la vera Imola. Unica cosa de recriminare il fatto che, per l'ennesima volta, la Federazione abbia mandato Gianni e Pinotto ad arbitrare. Lascia l'amaro in bocca il fatto che in gara due, con punteggio così stretto, almeno tre chiamate sulle basi da parte di Bastianello, che dall'alto della sua ventennale esperienza ha dato sfoggio delle capacità arbitrali di una bottiglia vuota, possano avere in qualche modo inquinato la partita a sfavore degli ospiti.

INNING1234567891011TOT
REDSKINS 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1
RONCHI 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 1 2

Ora, con tre partite vinte e tre perse, Imola si appresta ad affrontare in casa, domenica sette, il Verona per la quarta tornata dei play off. Per quanto riguarda la società il risultato che si voleva ottenere è già stato raggiunto ed ora l'importante è divertirsi pensando già alle basi del 2015. Il campionato 2014 è stato un'ottima palestra e guida all'impostazione futura dell'intero team, mettendo in spicco pregi e difetti della formazione. Vi è certamente tanto da migliorare ma, comunque, la base è molto buona e l'importante è che il materiale a disposizione, pur avendo fatto un grande campionatio, ha ancora grandi margini di crescita, sarà compito della società far si che ciò avvenga.

Il presidente Mauro Poli




Doppietta dei Redskins al Pilastro

domenica 3 agosto 2014

Dopo il pareggio casalingo, ottenuto contro il Grosseto lo scorso fine settimana, Imola si è recata ad affrontare la squadra degli Athletics sul diamante del Pilastro, per la seconda giornata dei play off di serie A Federale. La compagine Imolese si è presentata a questo incontro falcidiata di numerosi atleti: Cortini F., Rubboli F., Poli D., Coroli A., Freddi e Capelli e con l'apporto della "vecchia": Pirone e Natilli.
Gara uno vede sul monte Imolese un performante Ivan Lentini che tiene a freno le mazze Bolognesi sino al settimo, poi rilevato da Poli Gianluca. Chiuderà la partita Alfredo Delgado che risulterà vincente. Da parte sua il Pilastro schiererà Giorgi rilevato da Silvestri mentre sarà Gerbi il closer. Imola segna un punto al primo ed il punteggio rimane invariato sull'uno a zero sino al sesto quando i Pellerossa piazzano altri due punti. Al settimo un piccolo cedimento del monte, aiutato da un errore permette al Pilastro di segnare quattro punti e superare di una segnatura i Redskins. Ottavo... una volata di Delgado ed una carambola di basi ball permettono a Gnudi di pestare casa base per il pareggio. Ultimo inning: Sosa con un singolo conquista la base ed aiutato da un errore del catcher Bolognese conquista il punto del vantaggio. Ultima difesa Pellerossa, Delgado concede base ball a Montanari ma poi elimina Abbati e, con due strike out consecutivi, archivia la pratica... partita vinta dall'Imola... sempre senza complicarsi la vita. Due errori per l'Imola contro uno del Pilastro, mentre sono 7 le valide Pellerossa contro 5. Battono per l'Imola: un singolo Gnudi, Belletti, Natilli e Pirone, due singoli Sosa ed un doppio Gelli.

INNING 1 2 3 4 5 6 7 8 9 TOT.
REDSKINS 1 0 0 0 0 2 0 1 1 5
ATHLETICS 0 0 0 0 0 0 4 0 / 4

In gara due è partente, per Imola, "Lupo" Bortolotti il quale, dopo un piccolo cedimento al terzo inning, imbriglierà le mazze Bolognesi fino all'ottavo, inning nel quale sarà rilevato da Grendene, pitcher vincente. Chiuderà la partita un ottimo Luca Freddi. Sul monte degli Athletics si susseguiranno: Sena Hector, Ghio e Agretti. Al terzo un piccolo cedimento del monte Imolese permette a Cavallari ed Accorsi di segnare per il Pilastro. Al quinto la valida di Gnudi spinge a casa Natilli e Sosa... Imola ottiene il pareggio. Tutto invariato sino al nono sul 2 a 2 quando un cedimento del monte Bolognese, aiutato da alcuni errori e condito da: un singolo di Lentini F. ed un doppio di Sosa permettono all'Imola un big inning da 4. Gli Athletics reagiscono segnando a loro volta un punto ma saranno i lanci di Freddi a frenarne l'avanzata. Due gli errori dell'Imola contro i tre degli Athletics, ma sono ben dieci le valide Pellerossa contro due. Battono per l'Imola: un singolo Gnudi, Lentini F. e Pirone; due singoli Delgado; un singolo ed un doppio Sosa ed tre singoli Minardi.

INNING 1 2 3 4 5 6 7 8 9 TOT.
REDSKINS 0 0 0 0 2 0 0 0 4 6
ATHLETICS 0 0 2 0 0 0 0 0 1 3

Ora i Pellerossa possono permettersi le meritate ferie estive, del resto questo campionato è stato giocato profiquamente con squadre di ottimo livello e le partite hanno oltre modo impegnato gli atleti, sia fisicamente che mentalmente. Le ferie estive permetteranno di riequilibrasi e, sopra tutto, permetteranno alla squadra di rientrare nei propri ranghi con, si spera, tutti gli atleti. Il 30 agosto i Pellerossa pesteranno nuovamente la terra rossa in trasferta contro il Ronchi e si spera di rivederli come sempre "mai morti e sempre velenosi".




Redskins Grosseto e il ritorno della "vecchia"

lunedý 28 luglio 2014

In un primo momento si potrebbe pensare all'ennesima saga di Tolkien ed invece no. Finito il campionato di serie A federale i Pellerossa si sono ritrovati, per l'ennesima volta, a disputare i play off di categoria. Purtroppo la squadra si è anche ritrovata estremamente corta e privata di ben 5 importanti atleti: Cortini seconda base titolare fermo per l'infortunio dal quale ancora convalescente ed utilizzato come suggeritore in prima, Rubboli, titolare ricevitore e utility bloccato per la storta alla caviglia incorsa a Trieste, Coroli titolare lead off esterno centro all'estero per lavoro, più Capelli e Serra. Con questa formazione indebolita chi poteva toccare ai Redskins al primo incontro dei play off a Imola? Ovviamente, per la legge di Murphy, il Grosseto... rullo compressore del girone C. Certo Imola poteva contare sui rookies ma, per affrontare una formazione come quella del Grosseto, rimpinzata di ex nazionali ed atleti provenienti dalla ibl, occorrevano anche esperienza e quel tocco di malizia che solo anni di terra rossa forgiano in un'atleta. Detto fatto e, dopo un summit durato almeno 30 secondi, Natilli e Pirone, il primo fermo da un anno ed il secondo da due, avevano già gli spikes ai piedi. Dopo un intenso allenamento di una settimana la "Vecchia " era già pronta a calcare il diamante, certo che alcune fasi della preparazione atletica hanno fatto ricordare la "palestra dell'ardimento del gruppo TNT".
Gara uno vede sul monte partente un determinato Ivan Lentini rilevato al settimo da un ottimo Delgado come closer. Un imprecisione di tiro permette, al primo inning, a De Santis di guadagnare la terza e di segnare sul singolo di Sgnaolin. Al secondo Giovannini piazza un fuori campo da un punto seguito poi a casa base da Ramirez. Punteggio invariato sul 3 a 0 sino al quinto per il Grosseto, con una difesa Imolese attenta e letale che contrasta le ben 13 valide dei Toscani, mentre l'attacco pare in letargo... ovviamente ostacolato da un ben preciso Oberto. Al sesto un raggio primaverile risveglia finalmente le mazze Romagnole, con un out Gnudi guadagna la prima e viene portato in seconda dal singolo di Delgado. E' ora il turno di Gelli il quale, con una "ramata" da tre basi, porta a casa i primi due punti e viene spinto a casa base, a sua volta, dalla valida di Belletti, è pareggio. Invariato il settimo, all'ottavo Gelli arriva salvo in prima su valida e portato dai due seguenti eliminati in terza. Con due out Poli batte una rimbalzante verso la terza dove Ramirez la pastrocchia e sbaglia il tiro in prima, Imola è in vantaggio di un punto. Ultima difesa: Ermini arriva salvo in prima, ma la battuta di Sgnaolin provoca una doppia eliminazione. Singolo di Bischeri ma, sulla battuta di Giovannini, giunge il terzo eliminato. Due gli errori per il Grosseto contro uno dell'Imola mentre sono 8 le valide Imolesi: un singolo per Sosa, Belletti, Lentini F. e Natilli, due singoli per Delgado ed un singolo ed un triplo per Gelli.

INNING 1 2 3 4 5 6 7 8 9 TOT
GROSSETO 1 2 0 0 0 0 0 0 0 3
IMOLA 0 0 0 0 0 3 0 1 / 4

Gara due vede un lavoro difensivo da entrambe le formazioni veramente al top, con un attacco Imolese incalzante ma che fatica a concretizzare. Parte sul monte dell'Imola un Bortolotti in gran forma poi rilevato da Freddi e Grendene come closer. Al terzo, sullo zero a zero, Poli raggiunge su valida la prima e portato in seconda, su sacrificio, da Pirone. Doppio di Sosa, che arriverà a casa base su errore di tiro del Grosseto e Poli arriva salvo, 2 a 0 per Imola. Partita combattuta ed invariata sino al settimo quando Sgnaolin porta a casa il primo punto del Grosseto. Al nono Grilli permette al Grosseto di pareggiare e sarà agli extra inning che Sgnaolin pesterà nuovamente casa base per il punto della vittoria. Due gli errori per entrambe le formazioni ma... ben 9 le valide Romagnole contro le 3 Toscane. Singolo per Gelli, Belletti e Poli, due singoli per Minardi ed un singolo ed un doppio per Sosa e Gnudi.

INNING 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 TOT
GROSSETO 0 0 0 0 0 0 1 0 1 1 3
IMOLA 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2

Pur con l'amaro in bocca per la seconda gara, Imola può ben dire di aver giocato due grandi partite con un grande avversario. Il prossimo week end i Pellerossa saranno impegnati al Pilastro conto gli Athletics, quarta classificata dello stesso girone e già affrontata durante il campionato. E' presto per dire quale sarà la formazione dell'Imola viste le sf.. ortune dell'ultimo periodo ma, del resto, Imola è abituata a rendersi la vita difficile, come dice il proprio motto... "mai morti e sempre velenosi".




Domenica arriva la corazzata Grosseto

giovedý 24 luglio 2014

 

Domenica l' inizio dei play-off sul diamante di casa per i Redskins sarà sicuramente in salita, se fossimo nel ciclismo sarebbe classificata come "Hors Catégorie" ovvero fuori categoria, scorrendo infatti il roster maremmano si trovano nomi eclatanti (Ermini,Bischeri,Sganolin,De Santics,Santaniello solo per citarne alcuni) che farebbero tranquillamente la loro figura anche in IBL, sul monte poi due "Big" il veterano mancino Junior Oberto (nazionale italiano) e A.Marquez, probabilmente il migliore lanciatore straniero di tutto il campionato (insieme a Noguera del Bollate e Salas del Verona). Anche le statistiche lasciano poco margine alla squadra Imolese, Grosseto infatti ha il miglior attacco con .292 di mb, la miglior difesa .973, mentre il suo monte ha un Pgl di 2.11. Imola invece si presenta in piena emergenza, infatti sono fuori per infortunio Cortini e Rubboli (ndr probabilmente rientreranno a fine agosto), Minardi è in forte dubbio per una distorsione ad un ginocchio e per motivi vari mancheranno Coroli,Serra e Capelli. Le premesse non sono eccezionali per Imola, ma nonostante tutto i ragazzi di Trombini cercheranno di vendere cara la pelle, con la tranquillità derivante dalla consapevolezza di aver già raggiunto l'obiettivo iniziale, ovvero quello di accedere ai play-off con una squadra senza stranieri.

Le gare si disputeranno domenica sul diamante della Tozzona con inizio alle 10.30 e alle 15.30




UNDER21 - Redskins vs Rimini 5 - 3

martedý 22 luglio 2014

Dopo la bella vittoria contro il Rimini con il punteggio di 5 a 3 si consolida il primo posto nel girone di categoria dei rookies imolesi guidati da Guccini Viliam e dal Cubano Azcuy Pedro. Una stagione fino ad ora di tutto rispetto con nove vittorie su dodici partite di campionato e che proietta i prospetti imolesi alle fasi finali per il titolo italiano previsto con la formula dei concentramenti a fine agosto. Vedremo quali saranno i prossimi avversari ma se i nostri riusciranno a restare concentrati ci aspettiamo ancora belle soddisfazioni questo il parere dello staff tecnico. Intanto la quadra per mantenersi calda si prepara per il prossimo torneo con trasferta in Toscana alle Tuscany Series in programma nella la prima settimana di agosto con sei partite in tre giorni.




Comunicato serie A

domenica 13 luglio 2014

Ultima trasferta di lunga gittata a Trieste per i Redskins. Questa ultima giornata è stata indubbia, per via del meteo, sino all'ultima ora ma poi, per via della necessità ai fini della classifica dei play out in quanto sia l'Alpina che l'Europa (contro Verona) si giocavano il posto in serie A Federale si è reso necessario disputarla. Imola, da parte sua, si è presentata a questo incontro con una importante assenza di atleti: Delgado, Cortini, Vignali e Boscolo.

Tuttavia, pur non essendo necessaria nessuna vittoria in quanto i Pellerossa erano ormai saldamente ancorati al loro terzo posto in classifica finale e per cui di diritto ai play off, Imola decide di giocare questa giornata con gli stessi schemi utilizzati contro l'Europa... la prima partita con gli atleti di ruolo e la seconda dando totalmente spazio ai rookies.

La prima partita vede un inseguimento da parte dei Pellerossa quando un big inning, da 4 punti al quarto, fa prendere il largo all'Alpina. L'incontro si chiuderà sull'undici a dieci per i Triestini con un big inning Imolese al nono da 4, purtroppo insufficiente per impattarla. Poche le valide Imolesi contro i sei errori commessi: un singolo per Gelli e Minardi, un doppio per Belletti e due singoli per Sosa e Rubboli.

La seconda partita, persa per 13 ad 8 vede una vera e propria sarabanda di giocatori alternarsi tanto da mettere in crisi gli scoorer. In questa partita calcano il diamante tutti i giovani che, per via di motivi di gioco o di presenza nel corso dell'anno, non hanno potuto avere molto spazio: Bardasi Francesco, Tampieri Diego, Shurbaji Karim, Visani Manuel, Capelli Enrico. Buona la prova di questa squadra mista rookies che, sino al quinto, tiene testa, in vantaggio di un punto, ai Triestini e questo fa ben sperare per i prossimi futuri prelievi dal vivaio.

Ora Imola è in attesa di sapere,  già dal prossimo week end, contro quali squadre dovrà giocarsi i play off, squadre tra le quali spiccano formazioni come il Grosseto e il Ronchi. Tuttavia sino ad oggi Imola ha dimostrato di essere più in difficoltà con le squadre di poco spessore che non con le formazioni più forti, strano aspetto psicologico. Ma, del resto, quanto si era prefissato l'Imola, ovvero fare la miglior figura possibile scendendo in campo con una squadra senza stranieri e fortemente rimaneggiata con i giovani, è stato più che rispettato ed ora occorre giocare queste ulteriori 5 partite divertendosi al meglio.




REDSKINS ľ EUROPA CASTIONS 7-6, 4-10

domenica 6 luglio 2014

Castions  000402000 = 6   h 13  e 4   lob 6    (e : Portelli, Marinig 2, Fedele).

Redskins 401000101 = 7   h 13  e 3    lob 8   (e : Sosa, Lopez Delgado, Gelli).

Castions: Bertoldi(dh  2/5 d);Paoletich(4); Colussi(6  2/4);Ocera(7  1/4); Sussan(3  2/3); Marcano(5  2/3); Felìz(8  3/4 t); Fedele(9  1/4); Marinig(2).

Redskins: Sosa(4  1/4 t); Gnudi(1/4 d); Belletti(7; Serra pr); Gelli(6  2/4); Lopez Delgado(3  1/2); Rubboli(9  3/4); Minardi(dh  3/4); Lentini F. (2  2/4).

Lanciatori: Portelli (ip 3.1; h 7; r 5; er 5; bb 4; bk 1). Bertoldi F.(L; ip 5.2; h 6; r 2; ibb 1; wp 2; k 4). Lentini I.(ip 7.2; h 12; r 6; er 4; bb 1; hp 1; k 5); Poli(W; ip 1.1; h 1).

Redskins non al meglio o forse paghi della  sicurezza dei play off raggiunti, essendo a conoscienza degli altri risultati. Al primo inning pareva che la partita potesse terminare prima del previsto ma Castions si è dimostrata un’avversaria dura a morire, con un buon line up e al-cune individualità che non fanno capire la posizione di classifica. Due errori, bb e valide portano Imola sul 4-0 con un altro punto che entra al 3°. Il partente Portelli lascia a Bertoldi F. che, pur risultando perdente, non ha pgl a suo carico. Al 4° Castions risorge con tre valide tra cui il triplo di Felìz (6/9 nella giornata) e l’ostruzione di un difensore, poi passa a condurre nell’attacco successivo per la valida di Ocera, l’sh di Sussan e i singoli di Marcano e ancora Felìz. Pareggiano i Redskins al 7° : hit di Gelli, sh Lopez Delgado, pb su Minardi e wp ancora sul dh imolese, con Gelli a casa. Situazione difficile per Imola all’8°: Sussan è il quinto k di Lentini I. che poi colpisce Marcano. Il terza base è poi eliminato cs 2/6; Felìz, una dannazione, fa valido( Lentini I. lascia per Vignali) ed arriva in terza base sull’hit di Fedele che prosegue in seconda sul tiro 8/5. Il giovane Marinig (sedici anni, Accademia, bel braccio con due cs) viene però eliminato combinazione 6/3.Nono attacco Redskins e Belletti va in base, pur subendo lo strike out sventolato perché c’è il wp, continuando in seconda su errore di tiro del catcher verso la prima base; va in terza sull’eliminazione 6/3 di Gelli mentre Lopez Delgado è passato in base gratis. Nel box Rubboli che, con una smorzata di sacrificio ben eseguita, porta a casa il veloce pinch runner Serra.

 

Castions  043101001 = 10   h 11   e 2   lob 9  ( e : Paoletich, Portelli).

Redskins 002010010 =   4   h   5   e 2   lob 7  (e : Serra, Poli)

Castions: Bertoldi D.(6, 1¹);Paoletich(4  1/3); Bertoldi F. (9, 7¹); Sussan(3  1/3;Portelli 3¹); Ocera(7  1/4); Colussi(dh  2/3 d; 6¹); Marcano(5  2/2; Ceccotti 9¹);Felìz(8  3/5); Marinig (2  1/3; Vicenzino 2¹).

Redskins: Sosa(4; 6¹); Gnudi(5; 4¹  1/3); Lopez Delgado(dh  1/4); Gelli(6  2/4; Lentini F. 2²); Rubboli (8, 2¹, 9¹); Shurbaji (2; Belletti 7¹); Serra(9  1/2; Coroli 8¹); Poli (3).

Lanciatori: Detaccio(ip 2.1; h 1; r 2; er 2; bb 5; hp 1; k 3); Bertoldi D.(W; ip 5; h 3; r 2; er 1; wp 1; k 1); Samuele (ip1.2; h 1; hp 1; bk 1). Bortolotti (L; ip 2.1; h 7; r 7; er 7; bb 3; wp 3; k 1); Grendene (ip 5.2; h 4; r 2; er 1; bb 3; hp 1; k 3); Vignali (ip 1; r 1; er 1; bb 3; wp 1;; k 1).

Meno di un'ora e le squadre sono di nuovo a cuocere in campo. Lo staff imolese opta per la linea verde e nel line up compaiono Shurbaji catcher, Boscolo in terza e Serra esterno destro. Un irriconoscibile Bortolotti  subisce quattro valide al 2° e altrettanti punti, per ripetere la non buona prova all’inning successivo con due valide (doppio Colussi), due bb e un wp con tre punti a carico. Accorcia Imola con due punti ma adesso Castions ci crede e sposta Davide Bertoldi da shortstop a pitcher. E’ la mossa vincente perché il rilievo friulano si dimostra il miglior lanciatore del lotto e tiene a freno le mazze imolesi, mentre Castions segna altri tre punti negli inning successivi, due su Grendene e uno su Vignali. I Redskins fanno poco, raccogliendo solo due punti prima che Bertoldi lasci a Samuele. Brivido per Gelli dopo una scivolata in seconda, che esce con un ginocchio gonfio. Giusta vittoria di Castions delle Mura che meriterebbe la serie A (e non è detto che, per qualche inevitabile rinuncia, non ci resti!) mentre i Redskins ormai certi del passaggio al turno successivo, hanno festeggiato un compleanno con torta e spumante nel dug out. Domenica prossima partite decisive a  Bologna contro Modena ed a Castenaso che ospita Ronchi, per determinare la quarta partecipante ai play off.

Risultati: Modena-Castenaso 7-0  3-4; Verona-A’s Bologna 5-12  1-0; NBP Ronchi-Alpina Trieste 6-2   11-5; Redskins-Europa Castions 7-7  4-10.

Classifica: NBP Ronchi 846(22-4; Verona 576(15-11); Redskins 538(14-12); Castenaso, Modena, A’s Bologna 461(12-14); Alpina Trieste 384(10-16); Europa Castions 307(8-18).

Prossimo turno: A’s Bologna-Modena; Castenaso-NBP Ronchi; Europa Castions-Verona; Alpina Trieste-Redskins.




Redskins vs Athletics 7 - 5, 8 - 2

lunedý 30 giugno 2014

Redskins 010000051 = 7 h 7 e 1 lob 9 (e: Rubboli)
A’s Bologna 001000130 = 5 h 11 e 0 lob 13


Redskins: Sosa(4); Gnudi(5); Lopez Delgado(3 1/4); Gelli(6 1/2 d); Belletti(7 1/3); Rubbo-li(9 2/4); Lentini F.(2 2/5 d); Minardi(dh); Coroli(8).
Athletics: Carrà(7 1/5); Agretti(4; 1’’’’ 3/5); Del Priore(5; 4¹ 1/4 d); Deligia(3); Venturi(dh 2/4; Paganelli 5¹ 1/1); Draghetti(9 1/4); Monda(2; Vignali M. 2¹); Adelmi(8); Accorsi(6 2/5).

Lanciatori: Lentini I.(ip 6.2; h 8; r 2; er 2; bb 1; hp 1; wp 1; k 7); Poli D.(W; ip 1; h 3; bb 3); Vignali L.(S; ip 1.1; h 1). Silvestri(ip 6; h 1; r 1; er 1; bb 4; hp 1; wp 1; k 7); Gerbi(L; ip 1; r 2; er 2; bb 2); Giorgi(ip 0.0 r 2; er 2; bb 1; ibb 1; wp 1); Ghio(ip 0.0; h 2; r 1; er 1; bb 1); A-gretti(ip 2 h 3; r 1; er 1).

Bella partita con i lanciatori in spolvero, ed anche le difese. Un errore di presa all’esterno destro per Rubboli, che si è subito riscattato eliminando lil corridore in seconda, combina-zione 9/6. Lo stesso esterno era stato protagonista di una spettacolare eliminazione al volo in scivolata.Parità 1-1 fino al 7°, poi un buon I.Lentini subisce un punto concedendo due valide e una base ball e lascia a D.Poli che chiude l’inning. All’8° (l’ottimo mancino Silvestri aveva lasciato a Gerbi) i Redskins sono cinici e fanno ruotare quattro lanciatori: due basi ball e Gerbi scende per Giorgi, che replica, anche con un wp e Sosa(bb, due rubate e il lancio pazzo) è a casa. Basi piene e monte a Ghio che prosegue la serie bb, subisce due hit e con 0.0 come il predecessore lascia ad Agretti, fino ad allora miglior mazza A’s. Intanto sono entrati cinque punti. Bologna reagisce e Poli subisce tre punti ma Rubboli, nonostante l’errore, fa cose egregie e Coroli dall’esterno “secca” a casa il terzo eliminato, dopo che Vignali è salito sul mound. Ultimo inning e Gelli, dopo due eliminati spara u n doppio e viene a casa sulla valida di Belletti, mentre Vignali si prende l’onore della salvezza nell’ultimo inconcludente assalto bolognese.

Redskins 000200024 = 8 h 4 e 0 lob 3
A’s Bologna 000000200 = 2 h 4 e 2 lob 6 (e: Agretti 2)


Redskins: Sosa(8; 4¹ 2/5 d); Gnudi(5); Lopez Delgado(9); Gelli(6 1/2); Rubboli(2); Bellet-ti(7); Cortini(4; Coroli 8¹); Boscolo(dh; Lentini F. dh¹); Poli D.(3 1/4 d).
Athletics: Carrà(7); Agretti(6); Del Priore(5 1/3); Deligia(dh); Venturi(3); Silvestri(1/4; Monda(2; Cavallari); Adelmi(8; Abbati 8¹ 1/4); Accorsi(4 1/3).

Lanciatori: Poli GL. (ip 5.2; h 1; bb 3; k 2); Bortolotti(W; ip 3.1; h 3; r 2; er 2; hp 1; wp 1; k 3). Sena(ip 7; h 1; r 2; bb 2; k 5); Giorgi(L; ip 1; h 1; r 2; er 2; bb 3; wp 2); Gerbi(ip 1; h 2; r 4; hp 1; wp 1).

Hector Sena, per gli Athletics, parte con un K e l’inning si chiude presto. A sorpresa sul monte imolese apre Gianluca Poli. Lancia di trequarti e i suoi lanci fanno pensare ai dra-gster: non per la velocità, ma per il paracadute che sembra attaccato alla pallina. Per 5.2 inning imbriglia le mazze bolognesi ed al primo leggero calo il manager Trombini chiama Bortolotti. I Redskins si erano portati sul2-0 al 4° per base ball, hit di Gelli ed errore difen-sivo. Purtroppo al 2°inning” Fedo” Cortini, capitano Redskins, si infortuna seriamente sprizzando una palla che gli apre un lungo taglio all’arcata sopraciliare detsra e deve ab-bandonare il campo per il Sant’Orsola. Pareggio Athletics al 7° con tre valide, un hp e un wp, poi “Lupo” Bortolotti si riprende. All’8°, con Giorgi sul monte, bb a F. Lentini, doppio di Sosa e wp su Gnudi fruttano due punti. Il colpo di grazia da quattro punti arriva al 9° , pitcher Gerbi, con un hp, due rubate, il doppio di D.Poli e il singolo di Sosa, che chiudono definitivamente l’incontro. Ora i Redskins, cinici quanto basta, sono ad una partita da Ve-rona ed il calendario li favorisce.

Risultati:
Alpina Trieste-Castenaso 3-2 12-19
A’s Bologna-Redskins 5-7 2-8
Europa Ca-stions-NBP Ronchi 7-12 1-13(7°)
Modena-Verona 7-6 1-7

Classifica:
NBP Ronchi 833(20-4)
Verona 583(14-10)
Redskins 541(13-11)
Castenaso, Modena, A’s Bologna 458(11-13)
Alpina Trieste 375(9-15)
Europa Castions 291(7-17)

Prossimo turno:
Modena-Castenaso
Verona-A’s Bologna
NBP Ronchi-Alpina Trieste
Redskins-Europa Castions




Si Ŕ concluso anche il girone di ritorno del campionato UNDER21

martedý 24 giugno 2014
Si è concluso anche il girone di ritorno del campionato under 21 baseball con la nostra squadra ancora in vetta alla classifica con 8 partite vinte ed una sola sconfitta.
Aldilà dei risultati ottenuti sul campo che I nostri ragazzi hanno ampiamente meritato per dedizione e volontà
c'è da riconoscere una indiscutile crescita tecnica di tutta la squadra grazie al lavoro costante e di qualità dei
tecnici Guccini Viliam  e Azcuy Pedro.
Ma il campionato continua e altre importanti prove sono già in calendario con l'inizio fin da mercoledi 25/06 delle gare di intergirone che vedranno i nostri altleti confrontarsi con i coetanei delle squadre IBL.
Si potrebbe dire che il campionato comincia da adesso, ma siamo certi che i nostri ragazzi sono pronti al via.
Questo il calendario gare:
25/06/2014  a Godo      ore 19.00    GODO  - REDSKINS IMOLA
02/07/2014  a Imola       ore 18.00    REDSKINS IMOLA - FORTITUDO
16/07/2014  a Ravenna  ore 17.30   RIMINI - REDSKINS IMOLA
23/07/2014  a Imola       ore  17.30   REDSKINS IMOLA - SAN MARINO.



Modena vs Redskins 4 - 7, 10 - 11

lunedý 23 giugno 2014

Modena 020002000 = 4 h 9 e 2 lob 6 (e: Gelli 2)
Redskins 20040100/ = 7 h 8 e 2 lob 8 (e : Baraldi 2)


Modena : Vecchi(8 1/5); Scerrato(2); Biagini(3 3/4); Gibertini(5 1/4d); Gregarini(7 3/4); Baraldi S.(1/4d); Barile(dh); Sola 4; Chiossi); Campazzi(6).
Redskins : Sosa(4 2/5); Gnudi(5); Gelli(6 4/5d); Lopez Delgado(3); Belletti(7); Rubboli(9); Cortini(dh); Lentini F.(1/4; Coroli(8 1/3).

Lanciatori : Soto(L; ip 5; h 7; r 6; er 2; bb 4; wp 1; k 2); Paltrinieri(ip 3; r 1; er 1; h 1; bb 3; k 1). Lentini I. (W; ip 9; r 4; er 2; bb 1; wp 1; k 6).

Partita condotta con sufficiente autorevolezza dai Redskins, che però spesso si complicano la vita con errori grossolani. Subito avanti 2-0 su Soto non al meglio, subiscono il pareggio per due errori di tiro consecutivi, ma anche un doppio e una volata di sacrificio. Gli errori ven-gono subito restituiti e Gelli si fa perdonare con la mazza: Cortini in base su errore fly dell’esterno che si ripete anche su F.Lentini; Coroli valido, Cortini a casa; Sosa valido, e se-gna Lentini; Gnudi in field fly; Gelli valido, prosegue in seconda per tiro a casa, così come Sosa che va in terza, segna Coroli e Sosa ruba casa su rilancio al pitcher. Modena si fa sotto al 6° con la valida di Biagini, il doppio di Gibertini e la valida di Gregarini, poi Baraldi batte in gdp e Barile è out 5/3. Imola risponde col doppio di Gelli che porta a casa Gnudi in base per ball ; Ivan Lentini completa i nove inning da par suo e la difesa con Gnudi, Gelli e Lopez Del-gado chiude un bel doppio gioco.

Modena 202000051 = 10 h 9 e 4 lob 13 (e: Gibertini 2; Gregorini; Campazzi)
Redskins 003102041 = 11 h 16 e 3 lob 8 (e: Sosa; Gelli; Boscolo)


Modena :Vecchi(8 2/3); Scerrato(2); Biagini(3); Gibertini(5 2/5); Gregarini(7 2/3t); Baral-di(4, 9¹ 1/3); Barile(dh; Paltrinieri dh¹); Chiossi(9; Soro; Sola 4¹); Campazzi(6 2/5).
Redskins : Sosa(4;9¹ 3/4d); Gnudi(9; 5¹ 2/5); Lopez Delgado(9 1/4); Gelli(6 1/5hr); Bellet-ti(8;7¹ 1/4); Rubboli(2 3/5); Cortini(dh; 4¹ 1/5); Boscolo(5; Coroli 8¹ 1/2); Poli(3 3/4).

Lanciatori : Ventura (ip 5.1; h 11; r 6; er 5; k 4); Espinosa (L; ip 3.1; h 5; r 5; er 2; bb 1; k 3). Grendene(ip 2.2; h 2; r 4; er 3; bb 5; k 3); Bortolotti(ip 5; h 4; r 5; er 5; bb 3; hp 3; k 6); Freddi(ip 1;h 1; r 1; er 1; bb 4;wp 1; k 1); Lopez Delgado(W; ip 0.1; bb 2; k 1).

Partita vietata ai cardiopatici: Grendene inizia con dieci ball consecutivi, c’è un errore di tiro e il triplo di Gregarini frutta due punti. Al 3° proseguono le basi gratis, e Grendene lascia a Bortolotti il monte, che con una valida di Gibertini e un errore fruttano altri due punti. I Re-dskins non ci stanno e con cinque valide segnano tre punti al 3°e uno al 4°, grazie anche a due errori. Il veterano Cipriano lascia a Espinosa ma Imola prende la fuga al 6° con la valida di Poli, il doppio di Sosa e il singolo di Gnudi. Ottavo inning da dimenticare per i Redskins: Bortolotti parte con un K, singolo di Vecchi, fly Scerrato, base a Biagini e valida di Gibertini. Gregarini batte e un tiraccio lo fa proseguire in seconda, portando a punto Biagini. Valida di Baraldi, Gibertini e Gregarini a casa; sale sul mound Freddi che riempie i cuscini con due ba-si ball e il singolo di Campazzi fa salire a cinque i punti. Un inning da far stramazzare un gigante ma i Redskins non cedono: Coroli fa valido, ruba e arriva a casa sul singolo di Sosa.; errore su Lopez Delgado e Sosa è a punto, poi Gelli sparecchia con un bell’homer a sinistra. Redskins di nuovo davanti, ma anche Freddi dimostra qualche difficoltà, e allora Trombini opera una girandola di cambi che portano Lopez Delgado sul monte con uomini in terza e se-conda. Una base ball mascherata poi qualche dubbio su un’altra passeggiata che fa pareggiare Modena, infine “Gofry” chiude con un K. Nono attacco Redskins e Rubboli colpisce proseguendo in seconda per il sacrificio di Cortini e ruba la terza; Coroli è fly, ma Davide Poli spara una bella botta al centro, imprendibile dall’esterno, per far pestare casa base al catcher. Vittoria sudata che significa l’aggancio agli Athletics al terzo posto. Domeni-ca a Bologna ci si gioca il bronzo.

Risultati:
Castenaso-Verona 15-7 1-12(7°);
NBP Ronchi-A’s Bologna 10-2 7-1;
Alpina Trieste-Europa Castions 3-8 1-0;
Redskins-Modena 7-4 11-10.

Classifica:
NBP Ronchi 818 (18-4);
Verona 590 (13-9);
Redskins, A’s Bologna 500(11-11);
Modena, Castenaso 454(10-12);
Alpina Trieste 363(8-14);
Europa Castions 318(7-15).

Prossimo turno:
Alpina Trieste-Castenaso;
A’s Bologna-Redskins;
Europa Castions-NBP Ronchi;
Modena-Verona.




Verona vs Redskins 8 - 5, 4 - 2

lunedý 16 giugno 2014

Redskins 000200012 = 5 h 5 e 7 lob 4
Verona 10010015/ = 8 h 7 e 1 lob 10

Redskins: Gelli(6 1/5d); Gnudi(5); Lopez Delgado(9 1/3); Belletti(7); Rubboli(2); Minardi(3 1/4; Serra pr);Cortini(dh 1/4); Coroli(9).
Verona: Zumerle(6; Burato 6¹; Bottaro 6²);Rampo(8); Bertagna(dh 3/5 hr);Zucchet(2 2/5; Disarò 2¹);Benetti(5 1/3); Castagna 3 2/3; Monti pr); Zambellan(7);Marogna(4);Mancioppi(9).

Lanciatori: Lentini I.(ip 7; h 6; bb 2; k 7); Grendene(L; ip 1; h 1; bb 1). Briggi (ip 7; h 3; er 1; bb 2; hp 1; bk 1; k 1); Tebaldi(W; ip 2; h 2; er 2; bb 1; k 2).

Redskins troppo fallosi (anche se la classificatrice ha usato un metro molto fiscale) per spe-rare di portare a casa la partita, nonostante buone prove dei pitcher Ivan Lentini e Gren-dene. Avanti subito Verona grazie a due errori e due valide, poi Imola sopravanza al 4° per l’unico svarione difensivo veneto e ad un balk . Scaligeri in pari subito e avanti al 7° ancora per errori e valide. Dopo il momentaneo pareggio Redskins all’8° , che costringe Briggi a la-sciare il mound per Tebaldi, tre errori (?) e un homer da tre punti di Bertagna portano lon-tano Verona ed a nulla vale la parziale rimonta dei Redskins.

Resdskins 000020000 = 2 h 7 e 3 lob 10
Verona 10200010/ = 4 h 4 e 1 lob 13

Redskins: Sosa(4 2/5); Gnudi(5 1/4d); Gelli(6 1/4); Belletti (7); Lopez Delgado(8 2/4d); Rubboli(9);Cortini(dh);Shurbaji (2; Lentini F. 2¹); Poli(3 1/2).
Verona: Zumerle(6);Rampo(8 2/4); Bertagna(dh; Bottaro); Zucchet(3); Benet-ti(5);Mancioppi(9);Marogna(4 2/4); Monti(2);Disarò(7).

Lanciatori: Freddi(L; ip 3; er 3; h 3; bb 6; wp 1; k 3); Bortolotti(ip 5; h 1; bb 7; k 4). Salas Ortega (W; h 7; er 2;bb 5;wp 1; k 14).

Grande nervosismo a fine partita per chiamate arbitrali perlomeno dubbie: non tanto e non solo sui lanci ma, al 3°, per due “save” in prima ed a casa base – Bertagna colto tra terza e piatto devia dalla corsia e sale sul prato per non essere toccato – che concedono a Verona due punti pesanti. Bella reazione imolese su Salas (14 strike out, 146 k in 76.1 inning per l’ex Major dei Pittsburgh Pirates) che lo carica di due punti per il doppio di Lopez Delgado e il singolo di Sosa, portando a casa anche Fabio Lentini in base per ball. Al 7° due errori consentono però a Verona di allungare ancora permettendo a Salas, occhio di riguardo per lui, di chiudere in tranquillità.

Risultati:
Verona-Redskins 8-5 4-2;
NBP Ronchi-Modena 1-2 2-1(10°);
A’s Bologna-Alpina Trieste 2-4 4-1;
Europa Castions-Castenaso 6-7 5-2.

CLassifica:
NBP Ronchi 800(16-4);
Verona 600(12-8);
A’s Bologna, Modena 500 (10-10);
Redskins, Castenaso 450(9-11);
Alpina Trieste 350(7-13);
Europa Castions 300(6-14).

Prossimo turno:
Castenaso-Verona;
NBP Ronchi-A’s Bologna;
Alpina trieste-Europa Castions;
Redskins-Modena.




CASTENASO - REDSKINS 5-4 11-12 (10░)

domenica 8 giugno 2014

 

Redskins   001012000 = 4   h  3   e 1   lob 9
Castenaso 20100002/  = 5   h  7   e 2   lob 6

Redskins : Sosa (dh); Gnudi(5  1/3); Gelli(6  1/4); Belletti(7); Lopez Delgado(9); Minardi (3); Rubboli(2); Cortini(4  1/4); Coroli(8).

Castenaso :Rofrano(4); Cancellieri(8); Perez(6); Herrera(3  3/4 hr); Fabbri L.(9  1/3); Fabbri A.(5  1/2); Folli(7  1/3 d); Mella(2  1/4).

Lanciatori : Lentini I. (ip 7; er 2; h 4; bb 2; hp 3; k 6); Vignali (L; ip 0.2; er 2; h 3); Poli D.(ip 0.1).  Napoli (ip 5.2; er 3; h 2; bb 8; ibb 1; hp 3; wp 5; k 7); Canellini (W; ip 3.1; h 1; bb 3; k 2).

Dopo le belle partite contro Ronchi i Redskins si perdono al pomeriggio al “Teseo Bondi” di Castenaso. Ivan Lentini sbaglia solo un lancio ed Herrera ,MVP della giornata per la prestazione in attacco (6/8 un hr) e per come ha diretto la squadra dalla prima base, spedisce la palla oltre la recinzione a sinistra. I Redskins hanno occasioni ma al 4° Coroli si fa beccare da un pick off in prima con le basi piene. Poi accorciano e passano in vantaggio, più per demerito degli avversari che per proprie prestazioni: al 5° Rubboli colpito, due fuori, in seconda su pb poi ruba la terza, mentre Sosa è in base gratis, ruba la seconda , è in terza su errore – e Rubboli a casa -  e arriva a punto su una strana indifferenza. In difesa si fa vedere Belletti con prese strepitose all’esterno sinistro e dopo 115 lanci Vignali subentra a Lentini. Herrera pareggia grazie alla valida, un lancio pazzo e il bel doppio a sinistra di Folli, che segna il punto della vittoria sul singolo di Mella. Poli fa il terzo out mentre Cannellini, che ha rilevato Napoli, chiude con uno strike out le speranze imolesi. Con tre sole valide, non potevano sperare di più.


Redskins   4100021211 = 12   h 16  e 5  lob 12
Castenaso  1322300000 = 11   h   9  e 5  lob   8

Redskins  : Sosa(8  1/4; Coroli 8¹  1/1); Gnudi(5  1/4); Gelli(6  3/5 d); Belletti(7  3/5); Lopez Delgado(9  2/3); Rubboli(dh 1/5); Coertini(4  1/3); Lentini F.(2  1/6 d); Poli D.(3  2/4).

Castenaso : Rofrano(4); Cancellieri (8; 2¹  1/3); Perez(6  2/5 dd); Herrera(3  3/4; Guidoni pr); Fabbri L.(9); Fabbri A.(dh; 5¹); Folli(7; 8¹); Mella(2  1/3 d; Bentivogli 7¹  1/1); Napoli (5  1/2; 1²).

Lanciatori : (Bortolotti (ip 3; er 4; h 5; bb 4; ibb 1; hp 2; wp 1; k 1); Freddi (W; ip 7; er 3; h 3; bb 5; ibb 2; hp 2; wp 3; k 7). Turrini (ip 6; er 7; h 12; bb 2; hp 2; wp 2; k 5); Melandri(ip 1;er 1; h 2; bb 3;wp 3; k 1); Napoli(L; ip 3;er 1; h 2; bb 2; hp 2; k 1).

Di tutto e di più sotto i fari: al primo attacco i Redskins colpiscono il doppio dell’intera prima partita, con  sei hit consecutive, doppio di Gelli, e quattro punti. Castenaso accorcia col doppio di Perez a casa su singolo di Herrera. Ancora Imola al 2° per il doppio di Lopez Delgado, ma Casenaso si porta a ridosso con tre punti dovuti anche a tre errori, di cui due sullo stesso uomo. Ancora punti per i padroni di casa al 3° e 4° costringono al cambio sul monte, dove sale Freddi a rilevare Bortolotti e al primo impatto non ha miglior fotuna, con basi ball, colpiti, ancora doppio di Perez e un errore della difesa; 11-5 a fine 5° e sembra che i Redskins ci diano su, invece proprio da li comincia la rimonta e Freddi dimostra il suo valore: si riprende e tiene il monte con autorità subendo solo altre due valide, nessun punto ed ottenendo sei K. Anche la squadra reagisce e comincia a segnare, con la difesa ospitante che va progressivamente in tilt. Incredibile al “Bondi” nell’8° attacco Redskins per un triplo gioco di cui si discuterà parecchio. C’è stata la dormita dei giocatori e manager imolesi o un’indecisione arbitrale ? I fatti: segnano Gelli e Belletti e le basi si riempiono per valida, errori e colpiti; Lopez Delgado è in terza, Rubboli in seconda e Cortini in prima; alla battuta Lentini F. spara una linea sull’interbase che ferma la palla in tuffo. Sembra out al volo ma la palla è a terra, l’arbitro tace, le basi sono obbligate ma Lopez resta fermo eliminato dall’assistenza 6/2, poi, diretto a gran voce da Herrera, Mella tocca la terza e fa fuori Rubboli per assistere al prima base che tocca la seconda ed elimina Cortini, mentre Lentini è in prima. Discussioni accese e Trombini rimedia l’espulsione. Sembra la fine definitiva ma Freddi tiene in piedi la baracca e al 9° arriva il pareggio: out Poli, Coroli (Sosa è stato espulso al 6° per un K contestato) è in base per ball, in seconda su errore e in terza ancora per ball a Gelli; Belletti inventa un bunt a sorpresa e Coroli corre a casa. Freddi tiene ancora, giocandosi tutti quelli che si presentano al box e finalmente la difesa lo sostiene a dovere. Extrainning, Cortini valido, ruba, in terza sull’eliminazione di Lentini ed a casa su valida di Poli. Ultimo attacco Castenaso, è l’una e un quarto, due fly e brivido per l’hit del solito Herrera sostituito a correre da Guidoni che va in seconda su lancio pazzo; base a Fabbri L. poi magistrale strike out sul fratello che chiude la partita dopo 4 h e 45’. Che Redskins vedremo domenica a Verona?


Risultati: Verona-NBP Ronchi 6-7  0-6; Europa Castions-A’s Bologna 1-0  2-5; Alpina Trieste-Modena 5-0  9-14; Castenaso-Redskins 5-4  11-12(10°).

Classifica; NBP Ronchi 833 (15-3); A’s Bologna, Verona  555(10-8), Redskins, Modena 500(9-9); Castenaso 444(8-10); Alpina Trieste 333(6-12); Europa Castions 277(5-13);

Prossimo turno : A’s Bologna-Alpina Trieste; Verona-Redskins; Modena-NBP Ronchi; Europa Castions-Castenaso.

 

 




REDSKINS-NEW BLACK PANTHERS RONCHI 8-7 (10░) 5-6

domenica 1 giugno 2014

NBP Ronchi  0100001320  =  7   h 11   e 2   lob 14
Redskins        1000010231  =  8  h  14  e 1   lob 13

NBP Ronchi :Pizzolini(4  1/5); Santin(6  1/5); Trobec(9  1/6); Miceu(5  3/4 due doppi); Baccari(3 1/4); Furlan(7  1/6); Deotto(2  1/3 doppio); Pizziga(dh; Gheno P. dh¹); Berini(8  2/3).

Redskins :Sosa(8  1/5); Gnudi(5  2/5); Gelli(6  2/3); Belletti(7  1/5; Serra 7¹); Lopez Delgado(3, 1³  4/6); Rubboli 9  3/4);Cortini (4); Lentini F.(2  1/5); Coroli(dh; Minardi 3¹).

Lanciatori :Nardi(ip 6; h 5; er 1; bb 5; k 3; bk 1); Fabiani (ip 2.1; h 5; er 2; bb 1; k 3); Gheno M.(L; ip 1.1; h 3; er 1; bb 3(2 ibb); Petralia(ip 0.0; h 1).  Lentini I.(ip 7; h 6; er 2; bb 3; hp 2; k 5); Bortolotti(ip 1; h 2; er 4; bb 3); Vignali(ip 1.2; h2; er 1; bb 4; k 1); Lopez DFelgado (W; ip 0.1; k 1).

Una maratona di sette ore e 40 minuti ha visto fronteggiarsi due squadre agguerrite con diverse motivazioni: Ronchi per mantenere saldamente il meritato primo posto, i Redskins per rifarsi delle due sconfitte per “manifesta” patite in Venezia Giulia. Pareggio tutto sommato giusto ed entrambe le squadre potevano portare a casa l’intera posta. Al mattino i lanciatori hanno dominato fino al 7°, concedendo pochissimo; Miceu batte doppio, Bortolotti sostituisce Ivan Lentini; valida di Baccari ma Miceu e viene fermato a casa base da una grande assistenza di Rubboli; un Bortolotti contratto subisce un’altra valida, concede tre basi ball e Ronchi pare che fugga con tre punti. Reazione dei Redskins su Fabiani e con tre valide e due punti rientrano in partita. Allunga ancora Ronchi su Vignali, con Trobec e Miceu con un’altra extrabase, a casa sul singolo di Berini – 5/6 nella giornata – e sul 7-4 sembra finita. Inizia  il line up imolese al 9°, Sosa va in secondasu errore, Gnudi colpisce e ruba la seconda liberata dallesterno c entro, Belleti fa valido ed è sostituito dal pinch runner Serra mentre Sosa è a casa; sale Gheno ma Lopez Delgado batte valido al c entro e segna anche Gnudi; Rubboli batte e fa avanzare Serra che poi arriva a casa su una palla mancata del ricevitore. Tre punti, parità ed extrainning: l’attacco di Ronchi ha due eliminati ma due basi ball consigliano il cambio. Sale sul monte Alfredo Lopez Delgado che con un bel K tranquillizza la squadra. Decimo attacco Redskins, Minardi fly, Sosa valido, Gnudi smorzata di sacrificio, basi gratis a Gelli e Davide Poli, poi Lopez Delgado match winner per il punto della vittoria contro Petralia, dopo quattro ore e 10’.

NBP Ronchi   010100310  =  6   h  9   e 3  lob 10
Redskins        031100000  =  5   h 11  e 0  lob 11

NBP Ronchi : Pizzolini(4  2/5);Santin(6); Trobec(9  1/5); Miceu(5  1/4); Baccari(dh  1/3); Deotto(2  1/4); Gheno(7); Nunin (3; Pizziga 3¹); Berini (3/3).

Redskins : Sosa(8  2/5 triplo); Gnudi(5  1/5); Gelli(6  1/4); Minardi(dh); Belletti(7  1/5); Lopez Delgado(9   4/4); Ruboli(2  1/4); Cortini(4  1/5 triplo); Poli D.((3).

Lanciatori : Pasquali (ip 5; h 9 er 3; k 3); Petralia (W; h 2; bb 3; k 4).  Grendene (ip 6.2; h 5; er 5; bb 4; hp 1; wp 1; k 6); Freddi (L; hp 1;  h 3; er 1; bb 2; hp 1; k 2); Poli GL. (ip 1.1; h 1; bb 1; k 1)

Un’Imola ringalluzzita comincia con autorità la partita del pomeriggio  ed al 5° guida 5-2 su Pasquali. Dopo due inning a zero per entrambe Ronchi va al pari e fa scendere un buon Grendene che subisce tre valide e tre punti. Anche Freddi  ha qualche difficloltà e dopo due basi ball subisce all’8° la valida di Pizzolini (18 anni) che porta  acasa  Deotto (19 anni). Santin colpito consiglia il cambio ed entra Gian Luca Poli che gestisce con autorità, subendo solo una valida al 9°. Ultimo attacco Redskins, dopo che da un inning sul monte di Ronchi c’è ancora Petralia: out Gelli e Minardi sono ancora Belletti e Lopez Delgado ad andare in base, imitati da Rubboli per base ball, ma Petralia si riprende e con un K su Cortini pareggia le sorti della giornata. Strepitoso Alfredo Lopez Delgado, MVP della giornata con 8/10 nel box e la firma dal mound sulla vittoria della mattina. Con questo carattere i Redskins hanno dimostrato di poter arrivare molto più in alto della posizione che occupano, conquistando ancora molti scalpi.

RISULTATI : Verona-Alpina Ts 6-7  11-3; A’s Bologna-Castenaso  0-9  7-4; Redskins-NBP Ronchi 8-7(10°)  5-6; Modena-Europa Castions 5-1  2-1.

CLASSIFICA : NBP Ronchi 812 (13-3); Verona 625 (10-6); A’s Bologna 562 (9-7); Redskins, Modena 500 (8-8); Castenaso 437 (7-9); Alpina Ts 312 (5-11); Europa Castions 250 (4-12);

PROSSIMO TURNO : Verona-NBP Ronchi; Europa Castions-A’s Bologna; Alpina Ts- Modena; Castenaso-Redskins.




Imola Redskins quarti in classifica dopo il girone di andata

lunedý 26 maggio 2014

Recupero amaro quello giocato sabato dai Redskins a Ronchi dei Legionari, una sconfitta netta (13-3) con alcune attenuanti viste le numerose assenze nelle file dei pellerossa. La partita resta in equilibrio solo fino a metà secondo inning, quando grazie alle valide di Rubboli e Minardi i romagnoli pareggiano i due punti segnati dai padroni di casa nel primo attacco, sul punteggio di 2-2 però il monte dei Redkins non regge e permette ai friulani di segnare 3 punti alla seconda ripresa e 5 alla terza chiudendo di fatto la partita. Note di merito per Marco Serra autore della sua prima valida in serie A e per  Gianluca Poli che fa il suo esordio stagionale sul monte di lancio, concedendo solo due valide in 2.2 riprese lanciate, senza subire punti.

La sconfitta non permette a Imola di agganciare gli Athletics al terzo posto in classifica, ma lascia aperte le speranze di post-season dei ragazzi di Trombini.




Redskins vs Junior Alpina Trieste 13-9 4-11

lunedý 19 maggio 2014

J.A. Trieste 330000210 = 9 h 16 e 2 lob 10
Redskins 13110142/ =13 h 15 e 2 lob 9


J.A.Trieste :Catto(9 2/6); Ugrin(4); Ainger(8 3/5 doppio); Toledo(5 3/5 doppio); Marus-sich(6 3/4); Sossi(3 1/5); Avancini(dh, 1² 1/5); Cosoli(2 1/2); Valic 7 1/4, Rossel 1/1).
Redskins : Sosa(8 2/4); Gnudi(5 2/4); Gelli(6 1/3); Belletti(7 3/4); Minardi(3 1/5); Lopez (9 3/5 doppio); Rubboli(dh 2/4); Cortini(4); F. Lentini(2 1/4triplo).

Lanciatori : Tamaro (ip 5.2; er 5; h 12; bb 2; k 6); Marusig( L; ip 0.2; er 2; h 1; bb 3; hp 2; k 1); Avancini(ip 1.2; h 2). I.Lentini(ip 1.2; er 2; h 7; bb 1; k 2); Freddi(ip 5; er 2; h 4; bb 4; k 4); Poli (W; ip 2.1; er 1; h 5; k 1).

Ai Redskins riesce il miracolo: un Ivan Lentini non al meglio concede molto e Trieste segna sei punti in due inning. Sosa e Belletti tengono Imola in partita e nella parte bassa del 2° un bel triplo di Fabio Lentini e una volata di Sosa rimettono la squadra in carreggiata, dopo che Freddi ha rilevato. Poi Imola avanza a piccoli passi fino al 7-6, ma anche Trieste non scherza: due doppi di Aiger e Toledo fruttano un altro sorpasso ma nell’attacco Redskins, con Marusig sul monte giuliano, entrano quattro punti grazie a quattro ball e due colpiti. Poli rileva Freddi ed incassa un punto ma Minardi e Lopez arrivano a casa dopo che Avancina era entrato sul mound triestino, grazie ad una doppia rubata e un errore e la partita è finita così.

J.A.Trieste 005200004 = 11 h 13 e 2 lob 5
Redskins 000002020 = 4 h 4 e 3 lob 9


J.A.Trieste : Catto(9 3/5 due doppi); Diaz(6 1/4 doppio); Ainger(8 3/5); Toledo(dh, 1¹, 5¹, 7² 2/5); Marussich(5, 1², 7¹, 5² ¼ doppio; Marusig 1³); Sossi(3 ); Ugrin(4 1/3); Tambone(2 ½; Cosoli(2¹ 1/1).
Redskins : Sosa(7 1/4); Gnudi(5); Gelli(6); Belletti(9); Rubboli(2); Minardi(dh 2/4); Cortini(4 1/2 doppio); Poli(3); Coroli(8).

Lanciatori : Greco(ip 3.1; b 6; wp 1); Toledo(ip 1.2; er 1; bb 1; bk 1); Marussich(ip 2.1; er 2; h 3; bb 1; hp 1; wp 2; k 2); Marusig(W; h 1; bb 1; wp 1; k 4). Bortolotti (L;ip 3.2; er 7; h 8; bb 2; k 3); Grendene(ip 4.1; er 2; h 2; k 6); Vignali(ip 1; er 2; h 3; hp 1; k 1).

Con quattro valide, a partire dal 6°, difficile ripetere i miracoli. Brutta giornata per Bortolotti colpito da cinque valide al 3°, tra cui due doppi, e Trieste prende il largo. Sul monte imolese è salito Grendene che fa buone cose ma l’attacco è in slump. Anche l’Alpina raschia il fondo del barile sul monte, inventando pitcher Toledo che non se la cava male, per lasciare poi a Marussich. Su questi lanciatori Imola accorcia fino al 7-4 e tra i giuliani riappare la paura della rimot, ma anche Grendene ha un calo e Vignali non riesce ad arginare l’attacco triestino che segna quattro punti al 9°. Marusig riscatta la prestazione del mattino vincendo la partita con quattro strike out. Sabato 24/05 Trieste recupererà a Castenaso e Imola sarà a Ronchi dei Legionari per lo stesso motivo.

Risultati:
Modena-A’s Bologna 3-1 2-13(7°);
NBP Ronchi- Castenaso 10-0(7°) 2-0;
Verona- Europa Castions 0-10(7°) 4-2;
Redskins –Trieste 13-9 4-11.

Classifica :
NBP Ronchi 846 (11-2);
Verona 583 (7-5);
A’s Bologna 571 (8-6);
Redskins 538 (7-6);
Modena 500 (6-6);
Castenaso, Trieste 333 (4-8);
Europa Castions 285 (4-10).




Redskins "mai morti e sempre velenosi"

domenica 11 maggio 2014

 

Quante volte durante la partita i Redskins tra loro si sono incitati urlandosi "mai morti e sempre velenosi", beh... è il caso di urlarlo per l'ennesima volta. A Castions delle Mura i Pellerossa hanno nuovamente dimostrato che, credere in se stessi, porta ai risultati. In una giornata nuvolosa con un vento fortissimo ed il continuo spauracchio della pioggia che, fortunatamente, solo a fine partita spazzerà la terra rossa; i Redskins hanno fatto bottino di due importanti e stupende partite.

 

Gara uno parte male per Imola e pur se il monte Imolese ha un discreto andamento, le mazze e, sopra tutto l'aggressività dei Friulani, portano a fine settimo la Sagger sul punteggio di 13 a 5. Ormai la gara pare persa ma, come anticipato, mai morti e sempre velenosi, la sveglia suona all'ottavo ed un attacco Imolese leggermente assopito finalmente si sveglia ed a farne le spese è il malcapitato pitcher Francesco Bertoldi, che subisce durante questo inning ben 9 valide con otto punti entrati. Da parte loro, gli Imolesi, fanno cerniera difensiva e bloccano l'attacco dell'Europa. Punteggio finale 14 a 13 per l'Imola, sul monte si susseguono: per La Sagger Bertoldi Davide rilevato all'ottavo da Bertoldi Francesco; mentre per l'Imola parte Ivan Lentini, rilevato al settimo da Luca Freddi e, come closer vincente, sale sul monte all'ottavo Davide Poli. In difesa sono 3 gli errori dell'Imola contro zero dei friulani, in attacco ben 17 le valide dell'Europa e 20 quelle dell'Imola. Un singolo per Fabio Lentini, un doppio per Coroli e Minardi, due singoli per Gnudi, Belletti e Cortini, due doppi per Rubboli, tre singoli per Sosa e due singoli e un doppio per Gelli e Delgado. Questa è stata una di quelle partite che ti inchiodano alla sedia e ti fanno nuovamente respirare la voglia di fare.

 

SQUADRA

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOT.

REDSKINS IMOLA

0

0

2

0

0

3

1

8

0

14

EUROPA SAGGER

1

1

1

0

4

0

6

0

0

13

 

 

 

Diverso l'andamento di gara due: Imola sferra subito un attacco da 5 punti, che aumenterà di due tra quarto ed ottavo inning, per poi dare la zampata finale, di quattro segnature, al nono. L'Europa da parte sua non riesce ad ingranare e segna un totale di due soli punti, al secondo ed al nono. Sul monte Imolese si susseguono Bortolotti, vincente, sostituito da Grendene al settimo. Due errori difensivi dell'Europa contro i tre dei Pellerossa, mentre in attacco sono 12 le valide Imolesi contro 5. Per Imola battono: in singolo per Capelli, un doppio per Sosa e Minardi, due singoli per Gnudi, Belletti e Rubboli, due doppi per Gelli ed un bel Homerun per Delgado che corona la sua battuta con una bella passeggiata sulle quattro basi.

 

SQUADRA

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOT.

REDSKINS IMOLA

5

0

0

1

0

0

0

1

4

11

EUROPA SAGGER

0

1

0

0

0

0

0

0

1

2

 

 

 

Con queste due vittorie l'Imola sale in classifica di un posto, portandosi al quarto, a ridosso degli Athletics. Quanto fatto vedere dall'Imola in queste ultime giornate, sia in attacco che in difesa, fa ben sperare per un buon andamento del campionato. Domenica prossima, 18 maggio, i Pellerossa incontreranno sul diamante del Santerno lo Junior Alpina, mentre il 24 sfrutterà la giornata di riposo per tornare a Ronchi dei Legionari a disputare la partita rimandata per maltempo. Con queste tre partite si chiuderà il girone di andata.

 

CLASSIFICA

 

Squadra

PG

PV

PP

PCT

PD

NEW BLACK PANTHERS A.S.D.

11

9

2

818

0.0

TECNOVAP VERONA

10

6

4

600

2.5

O.M. VALPANARO BOLOGNA ATHLETICS

12

7

5

583

2.5

REDSKINS IMOLA BASEBALL

11

6

5

545

3.0

COMCOR ENGINEERING MODENA BASEBALL CLUB

10

5

5

500

3.5

A.S.D. CASTENASO BASEBALL

10

4

6

400

4.5

ISCOPY ASD JUNIOR ALPINA B & S

10

3

7

300

5.5

EUROPA SAGER

12

3

9

250

6.5

 




Redskins vs Athletics 4 - 7, 0 - 1

lunedý 5 maggio 2014

Domenica 04/05/2014 i Redskins hanno disputato la quinta giornata, del campionato di A federale, sul proprio diamante contro gli Athletics. Purtroppo, in mattinata, il cattivo tempo ha costretto le compagini a giocare con la mezz'ora di rinvio. Dopo circa tre ore di duro lavoro, durante le quali Imola ha fatto in modo che il campo fosse asciutto ed in condizioni ottimali per giocare, si è potuto iniziare.
Gara uno vede partente sul monte Imolese Grendene sostituito al quarto da Freddi, chiuderà la partita Ivan Lentini. Da parte sua il Pilastro schiera prima Silvestri poi sostituito, al quarto, da Giorgi. Buono l'andamento difensivo di entrambe le squadre con un paio di errori per Imola ed uno per gli Athletics. E' purtroppo in attacco che Imola non riesce a far la differenza, 13 le valide Bolognesi contro le 3 Imolesi: singolo per Gelli, Rubboli e Lentini. Mentre la difesa Pellerossa stronca gli attacchi avversari con molti eliminati sulle basi; è in attacco che non riesce a cogliere i frutti dell'imprecisione sul monte del Pilastro, lasciando molti punti sulle basi con atleti passati per basi ball. La gara termina al nono sul punteggio di 7 a 4 a favore dei Bolognesi.

SQUADRA

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOT.

ATHLETICS BO

1

0

1

1

0

1

0

3

0

7

REDSKINS IMOLA

0

0

0

2

0

0

2

0

0

4

Nel secondo incontro una vera e propria disputa tra lanciatori, partente per Imola un buon Luca Bortolotti rilevato all'ottavo dall'altrettanto valido Lorenzo Vignali; da parte sua il Pilastro schiera sul monte prima lo straniero Hector Sena anche lui sostituito, al settimo, da Ghio.  Difensivamente le due squadre conducono un'ottima partita con zero errori. In attacco gli Athletics battono 4 valide contro le 8 Imolesi: un singolo per Sosa e Lentini, due singoli per Belletti, un doppio per Delgado e due singoli più un doppio per Gelli. La partita ha visto un gran lavoro difensivo, di fatto le due squadre hanno chiuso i nove inning sullo zero a zero e, solo al decimo, Imola ha segnato il punto della vittoria.

SQUADRA

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

TOT.

ATHLETICS BO

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

REDSKINS IMOLA

0

0

0

0

0

0

0

0

0

1

1

 
Ora i Redskins si preparano per la trasferta a Castions delle Mura, l'undici maggio, per affrontare l'Europa Sager. A questo punto della stagione si può dire che Imola sia ad un buon punto della preparazione, il monte sta dando i frutti che Imola si aspettava e lo stesso la difesa. Per quanto riguarda l'attacco la squadra deve ancora esprimere, a pieno, il proprio bagaglio di capacità, nonostante  il duro ed intenso lavoro protrattosi dal pallone sino ad oggi in campo; tuttavia lo staff tecnico è fiducioso e ritiene che quanto impostato non tarderà molto a dare i risultati prefissi. Se poi la dea bendata si degnasse, qualche volta, di pensare anche ai Pellerossa... visto quanto successo in campo sino ad ora, ritengo non farebbe torto a nessuno.




I Pellerossa pareggiano al Torri

lunedý 28 aprile 2014

Dopo aver vinto, lo scorso week end, il doppio incontro sul diamante del Santerno contro un agguerrito Verona in due partite al cardiopalma, sabato 26 i Pellerossa si sono recati al Torri di Modena  per disputare in trasferta le gare della quarta giornata del girone di andata.
Gara uno vede le due compagini rincorrersi sul punteggio per chiudere agli extrainnings a favore dei Modenesi per  7 a 6. Sul monte Imolese un ottimo Lentini, tra l’altro colpito al volto da una linea di Gibertini, regge sino a metà del nono per poi lasciare il testimone a Grendene. Sul monte modenese si susseguono Soto, sostituito al settimo da Marchesini a sua volta rilevato da Paltrinieri. Nel box sono 12 le valide Imolesi contro le 11 avversarie: due singoli e un doppio per Gnudi, un singolo e un doppio per Minardi, due singoli per Sosa e Gelli ed un singolo per Belletti, Delgado, eCortini; un errore per Imola contro 2 del Comcor. Purtroppo, pur avendo giocato un’ottima e meritata partita, i Pellerossa hanno lasciato morire sul cuscino di terza troppi punti, unico neo della giornata.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

TOT

REDSKINS IMOLA

2

0

0

0

3

0

1

0

0

0

6

COMCOR MODENA

3

0

1

1

0

1

0

0

0

1

7

In gara due il Modena schiera sul monte lo straniero Espinoza che regge sino a metà quinto per poi essere sostituito dal cinquantenne Ventura Cipriano il quale, dall’alto della sua esperienza, non fa più veder palla agli Imolesi. Tuttavia Imola controbatte Modena schierando sul monte i rookie: Bortolotti che trattiene le mazze modenesi fino al settimo, poi sostituito da Luca Freddi che chiude illeso, un vero Davide contro Golia. In attacco suon di legnate da entrambe le formazioni, 7 valide per Imola e 10 per il Modena. Tuttavia la cerniera difensiva Imolese regge ottimamente ed annienta gli sforzi del Comcor per poter raggiungere quel punticino del pareggio. Un triplo per Belletti, due singoli per Rubboli e Minardi ed un singolo per Sosa e Gelli; zero gli errori per entrambe le formazioni, altra partita veramente stupenda ed avvincente.

INNING

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOT

REDSKINS IMOLA

0

0

0

3

1

0

0

0

0

4

COMCOR MODENA

0

0

0

0

3

0

0

0

0

3

Domenica 4 maggio i Redskins saranno sul proprio diamante per affrontare gli Athletic’s nel doppio incontro della quinta giornata.




REDSKINS-VERONA 9-7 6-5

lunedý 21 aprile 2014

 

REDSKINS-VERONA   9-7   6-5 

 

Verona    312000100 = 7   h   9  e 2  lob 10

 

Redskins 02210301/  = 9   h 12  e 2  lob   5

 

 

Verona: Zumerle(6);Mondo(8  2/5);Bottaro(dh  1/5); Zucchet(2  1/3);Benetti(5 1/5);Castagna(3  1/4);Bertagna D.(4  1/4); Zampellan(7,9¹  1/4 doppio); Mancoppi(9  1/3; Perez ph; Di saro 7¹).

 

Redskins:Sosa(dh 2/4); Gnudi(5  1/5);Belletti(7  2/4);Rubboli(2); Lopez(9  1/4); Cortini(4); Gelli(6  4/4 triplo);Minardi(3  1/2 doppio);Coroli(8  1/4).

 

LANCIATORI: Briggi(ip 4;h 6;er 5;bb 1;k 1); Bertagna S.(L;ip 3;h 5;er 2); Tebaldi(ip 1;h 1;wp 1).  Bortolotti(ip 5;h 5;er 5;bb 2;k 2);Lentini I.(W;ip 4;h 3;er 1; bb 2;k 6).

 

I Redskins tolgono il primo zero dalla classifica con lo scalpo della capolista. Partenza contratta di Bortolotti non aiutato dalla difesa e Redskis sotto di quattro, ridotti a due da un attacco che finalmente è meno stitico. Ancora Verona avanti, ma gli imolesi restano attaccati e al 6° , trascinati da un Gelli da 4/4 con un triplo e due errori della difesa veneta, segnano tre punti. Anche Verona segna ancora un punto ma Imola mantiene le distanze portando a casa Gelli. Ivan Lentini sostanzia la sua vittoria con due K al 9°.

 

Verona    001210001 = 5   h 14  e 2  lob 15

 

Redskins 00000006/  = 6   h   5  e 4  lob   6

 

Verona : Zamerle(6,4¹  3/5 doppio);Mondo(8  3/5);Bottaro(dh; Castagna ph);Zucchet(3);Benetti(5  3/5);Bertagna(4  1/1;Borato 6¹);Monti(2  1/5); Mancioppi(9  3/4).

 

Redskins: Sosa(8);Gnudi(5);Belleti(7  2/3;Coroli 7¹);Lopez89  1/4);Minardi(3);Gelli(6);Rubboli(9  1/4);Lentini F.(2);Cortini(4  1/4).

 

LANCIATORI: Salas Ortega(L;ip 7.2;h 4; er 6;bb 3;k 13); Tebaldi(ip 0.1;h 1; bb 1; k 1).  Freddi(ip 4.2;h 9;er 3;bb 3;k 3;wp 2); Grendene(W;ip 3.1;h 3;bb 3;k 3); Lentini I.(S;ip 1;h 2;bb k 2).

 

Guardando il ruolino sembra impossibile l’impresa dei Redskins contro il principe degli strike, Salas Ortega, e un attacco veneto da 14 hit, ma il baseball è  bello per questo, per chi vince naturalmente: 4-0 per Verona al 5° con un buon Freddi che mantiene un atteggiamento positivo nonostante le valide subite, rilevato da Grendene. Salas è una macchina da 11 strike ma all’8° si inceppa. Forse doveva scendere prima, fatto sta che pur ottenendo altri due K concede due basi subendo tre valide e sono tutti i suoi i sei punti che entrano; Tebaldi chiude l’inning ma i Redskins sono davanti. Il fantasmagorico inning ha visto una doppia rubata in seconda e terza base di Lopez e Coroli e una “grande rubata” di Fabio Lentini a casa base, su un catcher che ha concesso anche due passed ball. Verona frastornato ma ancora a segno, anche grazie ad u n errore e sul monte rossoblù ricompare Ivan Lentini per chiudere. In giornata di grazia il pitcher imolese subisce due valide ma chiude con due strike, ottenendo nella stessa giornata vittoria e salvezza.




Imola - Verona

domenica 20 aprile 2014
Alzi la mano chi si aspettava una partenza così difficile per la squadra imolese, persa per manifesta la prima gara di campionato a Ronchi, perse meritatamente le due gare casalinghe con il Castenaso, ieri sul 4 a 0 per Verona al secondo inning il dramma era ad un passo dal compiersi, poi come in un film quello che sembrava essere l'inizio della fine, si è trasformato in una resurrezione (senza voler essere blasfemi visto il periodo). Al secondo infatti Imola grazie ai singoli di Delgado e Gelli e al lungo doppio di Minardi accorcia le distanze e si porta sul 4 a 2, al terzo però Verona reagisce segnando altri due punti grazie a tre valide consecutive, i ragazzi di Trombini però non ci stanno e grazie alla base di Sosa e alle valide di Gnudi e Belletti segnano altri due punti, a questo punto Verona si ferma mentre i Redskins insistono, un lungo triplo di Gelli ed una volata di Minardi permettono di segnare un altro punto al quarto inning, a fine sesto c'è il sorpasso definitivo, grazie all'ennesima valida di Gelli(4/4 per lui in gara uno) e ad una efficace aggressvità sulle basi, i Romagnoli segnano tre punti e si portano sul 9 a 6, a questo punto Ivan Lentini rilievo di Lupo Bortolotti, controlla la partita concedendo le briciole agli avversari e portando a casa la prima vittoria stagionale.

Gara due sulla carta non dava grosse speranze ai Redskins, Verona sul monte schierava Marino Salas (14 riprese lanciate, 23 k, 0.00 di pgl) mentre Imola in virtù della rotazione di Gara uno, metteva sul monte il prodotto del vivaio Luca Freddi, all' esordio come partente in serie A. Come previsto Salas martellava a suon di strike out l'attacco imolese, grazie alla sua Fastball vicino alle 90 miglia, quello che però non ci si aspettava era il contributo di "Lucheiz" Freddi  sul monte (4.2 riprese lanciate 3 punti subiti) penalizzato tra l'altro da una difesa di casa stranamente fallosa, la partita come previsto viaggiava veloce ed al sesto inning Verona era in vantaggio 4 a 0 e Salas non aveva ancora subito valide. 
A questo punto imola aveva bisogno di un sussulto per reagire e Belletti al sesto colpiva una bella linea al centro, mettendo fine alla no-hit del lanciatore Veronese, l'attacco imolese toltasi la scimmia della no-hit dalle spalle, reagiva ed all'ottavo inning demoliva la squadra ospite segnando 6 punti, Salas infatti concedeva una base a Fabio Lentini, una valida a Cortini e Belletti, rifiutava la sostituzione e subiva un'altra valida da Delgado, sul punteggio di 4 a 3 per Verona con due out, Gelli batteva una rimbalzante insidiosa sull'interbase che pasticciava permettendo a Imola di sopravvivere, a questo punto Salas veniva rilevato da Tebaldi, grazie però ad un lancio pazzo Imola pareggiava,sul punteggio di 4 a 4, con uomo in seconda e terza era Federico Rubboli a mettere a segno la valida decisiva, permettendo a Imola di portarsi sul 6 a 4.
L'ultima ripresa vedeva iniziare sul monte Simone Grendene (prima vittoria staginale per lui) che aveva rilevato alla quinta ripresa Freddi, sul primo uomo i Redskins però commettevano un errore di tiro trasformando un semplice eliminato in uomo in seconda con 0 out, a questo punto Ivan Lentini in trance agonistica tornava sul monte e metteva strike out il primo battitore, successivamente subiva una valida che permetteva a Verona di segnare il 6 a 5, poi però un fly all'esterno ed uno strike out finale, permettevano ai Redskins di esultare (in stile Tardelli '82...) per la prima doppietta stagionale, che sa tanto di rinascita.



Modena vs Tozzona Bas Imola 16-8

lunedý 14 aprile 2014
MODENA   16  - TOZZONA BAS IMOLA   8

Nulla da fare per gli imolesi sul bell'impianto di Modena contro i più determinati padroni di casa.
Ora, intervallo per le festività di Pasqua  e  due settimane per prepararsi al meglio per il prossimo impegno del 27 aprile a Casteldebole contro i coetanei della Fortitudo.



Athletics vs Jr. Redskins Imola 6-9

lunedý 14 aprile 2014
ATHLETICS  6    Jr. REDSKINS IMOLA   9

Esordio molto positivo degli under imolesi che sul campo del Pilastro si impongono in una bella gara; bene sia in attacco che in difesa con i nostri atleti già pronti a dimostrare di poter ben figurare in questo campionato che li vede opposti anche alle forti under 21 delle Società della IBL.
Prossimo impegno mercoledi 16 aprile contro Longbridge sul campo amico della Tozzona. 



Tozzona Bas Imola vs Fortitudo Bologna 2-10

lunedý 14 aprile 2014
TOZZONA BAS IMOLA   2      FORTITUDO BOLOGNA     10

Bella prova  dei piccoli guerrieri imolesi guidati da Cortini Federico e Capelli Enrico che con grinta e determinazione tengono duro negli attacchi dei più forti avversari. La gara resta aperta nel punteggio fino all'ultimo inning dove i bolognesi sanciscono il risultato finale. Nonostante la sconfitta è forte la soddisfazione dello staff tecnico per la prova di tutto il gruppo.
Prossimo impegno il 25 aprile a San Giovanni in Persiceto contro Yankees. 



Redskins vs Castenaso 3-5, 5-8

lunedý 14 aprile 2014

CASTENASO   000020300 = 5     h 10  e 2  lob 11
REDSKINS       200000100 = 3     h   7  e 0  lob 11

CASTENASO: Rofrano(dh); Chiatto(2); Cancellieri(8, 1/4;Folli 8¹); Fabbri L.( 9, 3/5); Herrera(3, 1/3);Napoli(4, 1/5);Fabbri A.(5); Guidoni(7, 174); Perez(6, 3/4).
REDSKINS: Sosa(dh, 2/5); Gnudi(5); Gelli(6, 1/3); Lopez(9); Rubboli(2,1/5); Belleti(7, 2/3); Cortini(4, 1/3); Minardi(3); Coroli(8).Lanciatori : Bassi(W; ip 7; h 7; bb 4; hp 1; k 2; er 1); Canellini (S; 1p 2¸bb 1). Bortolotti(ip 5.2; h 7; bb 4; hp 1; wp 1; k 4; er 2); Poli (L; ip 5.1; H 3; bb 2; k 1; er 3). 

Sindaco e presidente del Centro Sociale Tozzona con cappellino Redskins e lancio della prima palla per il primo cittadino, ma ai Redskins manca ancora qualcosa. Subito in vantaggio al 1°, anche grazie ad un errore, hanno colpito quasi la metà delle valide nella prima ripresa facendo presagire una partita in discesa. Invece l’attacco è rimasto sterile fino al 6° ed anche se la difesa non ha avuto pecche, il line up bolognese è stato più produttivo ed ha fato la differenza. Bortolotti ha fatto dimenticare l’esordio, anche se un calo al 5° ha permesso agli ospiti di pareggiare ed anche Poli, subentratogli  al 6°, tutto sommato ha fatto una buona gara; peccato le due basi gratis e le tre valide, le uniche subite, nel 7° inning, che hanno permesso al Caste naso di allungare, poi i Redskins hanno chiuso la stalla con i buoi già lontani. Sussulto al 7° con Coroli a punto e Belletti rimasto in terza base, con tutti i cuscini occupati.

CASTENASO   003110030 = 8     h 12  e 0  lob  9
REDSKINS       101000003 = 5     h  7   e 4  lob 10

CASTENASO: Rofrano(4, 2/5); Perez(6, 2/4); Cancellieri (8); Fabbri L.(9, 1/5); Herrera(dh, 1/4;Melandri dh¹); Fabbri A.(5, q1/3 doppio); Bentivogli(3, 3/5); Chiatto(2).
REDSKINS: Sosa(7); Gnudi(5, 2/3 un triplo); Gelli(5); Rubboli(9, 1/4 doppio); Lopez(dh, 1/2; Belletti dh¹, 1/3); Cortini(4, 1/3); Minardi(3, 1/4);Lentini f.(2); Coroli(8).Lanciatori: Turrini(W; ip 6.1; h 5; bb 2; k 4; er 2); Cereti (ip 1.2; bb 3); Mella (ip 0.2;h 2; bb 4; k 2; er 3); Napoli (S; ip 0.1).  Lentini I.(L; ip 7; h 11; hp 1; k 4; er 4); Vignali(ip 1.1; h 1; k 1; er 1); Grendene (ip 0.2; bb 1).

Ancora Redskins in vantaggio al 1° grazie ad un bel doppio di Rubboli, ma Castenaso scappa al 3° con tre punti propiziati da tre valide e due errori. Il triplo di Gnudi porta a casa Sosa in base gratis, poi fino al 9° solo due singoli dell’attacco imolese, mentre gli ospiti segnano al 4°, 5° e tre punti all’8° costringendo alla resa Ivan Lentini sostituito da Vignali. Chiusura senza danni per Grendene e al 9° attacco imolese spazio sul mound per Mella a sostituire un buon Cereti che aveva dato il riposo al partente Turrini. Due i k del sudamericano ,ma anche quattro basi ball e due valide che prospettano ai Redskins un incredibile recupero ma, a basi piene, la linea di Minardi incontra il guanto di Rofrano e la partita finisce.  Domenica i Redskins giocheranno ancora in casa contro Verona.




Al via i campionati giovanili

lunedý 7 aprile 2014

Al via i campionati baseball riservati alle categoria giovanili; una vittoria ed una sconfitta per le squadre della ASD Tozzona baseball Imola.
Sul terreno del campo Bacchilega opportunatamente ripristinato per il gioco del batti e corri perdono l'incontro per 19 a 12 gli atleti della categoria Ragazzi contro il Carpi.
Sono invece vittoriosi per 9 a 8 contro Castenaso i compagni della categoria Allievi; in campo a guidare il gruppo anche Alessandro Martucci uno dei giovani coach imolesi .
Seconda giornata di campionato il prossimo week end che vedrà sabato 12/04 i ragazzi impegnati al Bacchilega contro Fortitudo mentre domenica gli allievi saranno in trasferta sul campo di Modena.
Prima di campionato per la formazione Under 21 della Jr.Redskins sabato 12/04 ore 16.30 a Bologna sul campo del Pilastro contro Bologna Athletics .




Dopo la sconfitta il diluvio

domenica 6 aprile 2014

Non partono bene i Redskins in trasferta in Friuli contro una squadra dal nome lungo – New Blacks Panthers Ronchi dei Legionari – ben attrezzata e carica di esperienza per passate stagioni in serie A1 e in IBL, a cui ha rinunciato quest’anno: costi e divari troppo alti, meglio ripartire da più in basso hanno deciso saggiamente. Le Pantere hanno richiamato diversi giocatori fatti in casa tra le loro fila, compreso il lanciatore Francesco Nardi l’anno scorso a Bologna negli Athletics, che ha imbrigliato le mazze dello spento attacco imolese, i cui battitori non hanno mai visto la seconda base. Esordio sul mound rossoblù per il diciannovenne Luca Bortolotti in prestito dalla Fortitudo, che però ha perso il controllo dei lanci ed è stato poco aiutato dalla difesa. Ronchi dei Legionari (la notte tra l’11 e il 12 settembre 1919 da lì mosse la colonna di legionari, granatieri e arditi, comandati da Gabriele D’Annunzio che occuparono Fiume e nel 1882 vi fu arrestato il patriota Guglielmo Oberdan) ha colpito con quasi tutto il line up ed ha segnato quattro punti al 2°,3° e 4° inning per concludere al settimo attacco di Imola e vincere per manifesta superiorità. Niente di grave, era la prima partita contro una squadra forte e con una trasferta di quattro ore sulle gambe. Un violento acquazzone ha impedito di giocare la seconda partita e viene da chiedersi: vista la composizione del girone (quattro emiliano-romagnole, una veneta e tre friulane) alla Fibs non è venuto in mente, per evitare le piogge di “Aprile, ogni giorno un barile”, di far disputare le prime giornate tra squadre viciniori, evitando il pericolo recuperi con costose ritrasferte? Eppure ci voleva poco! Domenica 13 al campo della Tozzona, ore 10,30 e 15, 30, primo derby con Castenaso.

RISULTATI: Alpina Ts-Verona 3-5 3-6; Castenaso-As’Bologna 8-5(8°) 4-15(7°); Europa Castion-Modena 4-3(10°) 7-4; Ronchi-REDSKINS 12-0(7°) rinv.

CLASSIFICA: Verona; Europa 1000(2-0); Ronchi 1000(1-0) Castenaso;As’Bologna 500(1-1); REDSKINS 0(0-1); Modena; Alpina Ts 0(0-2) PROSSIMO TURNO: Ronchi-Verona; As’Bologna-Europa Castion; Modena-Alpina Ts; REDSKINS-Castenaso.



Nino Villa

I Redskins all'esordio in Friuli

venerdý 4 aprile 2014

Moreno Trombini, manager dei Redskins anche quest’anno e coadiuvato da Natilli, Pirone, Malavasi, Maccaferri e dal cubano Pedro Azcuy che si occuperà anche dell’U21 e della propaganda nelle scuole, è soddisfatto del lavoro preparatorio della squadra: “Sono orgoglioso per quello che abbiamo fatto. I ragazzi hanno risposto con entusiasmo, gli allenamenti erano a ranghi completi e ci ha aiutato molto anche la nuova illuminazione che ha permesso di cominciare sempre tutti insieme ed andare avanti anche fino a tardi. Direi che abbiamo svolto al meglio tutti i nostri compiti, usando anche web cam e slow motion per correggere errori, ed arriviamo preparati grazie al grande lavoro dello staff a cui si è aggiunto il presidente Mauro Poli. Inoltre abbiamo avuto anche Lele Frignani, ex capitano della Fortitudo, per degli stage alla battuta. Il campionato sarà duro perché molte squadre hanno preso giocatori stranieri, però venderemo sempre cara la pelle”. Federico Rubboli e Luca Bortolotti sono molto attesi; come li hai visti nella preparazione? “Rubboli ha tanta esperienza e molti dei nostri lo hanno osservato attentamente nel box di battuta per apprendere segreti. Luca è giovane ma è un ragazzo di sicuro talento, ha carattere, grinta e sicurezza ed è molto avanti per l’età che ha”. Come sarannno utilizzati?”Penso che Luca lancerà in batteria con Rubboli per unire gioventù ed esperienza, mentre Ivan Lentini avrà il fratello Fabio o Manuel Minardi a ricevere. Ma sarà il campo a decidere”. I Redskins esordiranno sabato 5 aprile contro i New Black Panthers di Ronchi dei Legionari ed alla Tozzona domenica 12 nel derby con Castenaso.



Nino Villa

Torneo citta' di Bologna: Tozzona BAS Imola vs Yankees 19 - 7

lunedý 3 marzo 2014

Gara conclusiva del Città di Bologna per i giovani del Tozzona baseball Imola che si impongono per 19 a 7 contro i coetanei dello Yankees di S. Giovanni Persiceto. Con il risultato di sei vittorie e tre sconfitte si conclude questa riuscita manifestazione di baseball indoor che ha coinvolto tutte le società di baseball del Bolognese. Siamo soddisfatti di questi ragazzini alle prime armi considerando che la maggior parte di loro è entrato nel baseball da tre / quattro mesi dice il manager F. Cortini. Ora, con l'avvicinarsi del campionato si lascia il materiale leggero dei tornei indoor e si comincia una nuova preparazione con l'utilizzo di mazze di alluminio e vere palline da baseball.




Risultati Torneo Citta' di Bologna

lunedý 3 febbraio 2014
Una vittoria ed una sconfitta per i piccoli del baseball Imolese nell'ultimo impegno di ieri 02 febbraio nell'ambito del Torneo baseball indoor Città di Bologna 2014. Questi i risultati alla palestra Copernico di Bologna:
ATHLETICS BOLOGNA  vs  TOZZONA BAS IMOLA 11 - 6
CARPI   MODENA  vs  TOZZONA BAS IMOLA 6 - 14
Si conclude quindi la prima fase del torneo per i piccoli guerrieri di Cortini e Bassani con un bilancio di quattro vittorie e tre sconfitte che si deve ritenere più che lusinghiero in considerazione che gran parte degli atleti sono esordienti del batti e corri. Nella  prossima settimana si concluderanno tutte le gare dei gironi e gran finale della
manifestazione prevista il 23 febbraio pv.



Definiti i gironi 2014 ed il Lupo scende sul Santerno

domenica 26 gennaio 2014

Mentre sono iniziati, dal 14 gennaio, gli allenamenti indoor nel pallone della Tozzona; la Federazione rende finalmente noti i gironi della serie A Federale. Tre i gironi, della penisola, per un totale di 23 squadre. Con l'aiuto della dea bendata Imola ricade nel girone B insieme a: Europa B.C. , New black panthers, Junior Alpina, Verona, Modena, Athletics e Castenaso. Imola scansa così lo spauracchio del girone sud, girone nel quale avrebbe avuto notevoli costi di trasferte con squadre come: Foggia, Anzio, Nettuno e Lion's Nettuno.

Importante ed ultimo colpo di mercato, l'arrivo di Luca "Lupo" Bortolotti, giovane prospetto del vivaio Fortitudo il quale, con la formula del prestito, indosserà per il 2014 la casacca dei Pellerossa calcando così i diamanti della A Federale. Con l'arrivo di Bortolotti e Rubboli, Imola avrà la possibilità di alternare le batterie per un gioco più aggressivo e per poter dare ai pitcher quel riposo che a volte è stato negato avendo il monte corto. Certo il pitching coach Macca avrà il suo da fare a gestire: tra partenti, rilievi e closer, una rosa di otto lanciatori. Si chiude così, a 20 atleti più la presenza di tre rookies a chiamata, il roster dell'Imola 2014, un roster che, sulla carta, potrà dare soddisfazione ai fan dell'Imola.

Già dai primi allenamenti si vede l'intensità di lavoro del progetto 2014 con sempre presenti quattro allenatori più il preparatore atletico. Questo fa si che i tempi morti calino enormemente a favore della qualità del lavoro svolto. Sono anche arrivate dagli U.S.A. le mazze composite della Brett che i Redskins utilizzeranno per il 2014 abbandonando definitivamente le ormai storiche Baum Bat, altra svolta.




Risultati torneo Citta' di Bologna

lunedý 13 gennaio 2014
Come previsto dal calendario alla ripresa del torneo Città di Bologna sono due le gare previste e disputate dai ragazzi imolesi del Tozzona baseball Imola e concluse con una sconfitta con Fortitudo ed una vittoria contro New Bologna.
TOZZONA BASEBALL IMOLA  2  -  FORTITUDO  4
Sconfitta immeritata e complice un pò di sfortuna quella subita dai piccoli indiani che partono concentratissimi e al secondo inning siglano due punti e si portano in vantaggio mantenendolo sino al quinto dove sono i Fortitudini a segnare i quattro punti che sanciscono il  vantaggio. Nulla di fatto al sesto ed ultimo inning che si chiude con i nostri piccoli atleti bloccati sulle basi e impossibilitati a segnare punti.   
TOZZONA BASEBALL IMOLA 10 - NEW BOLOGNA 9
Pronto il riscatto nella seconda gara vinta sul filo di lana dagli Imolesi che giocano piuttosto male e
deconcentrati restando in svantaggio per quattro inning  e solamente al quinto siglano i punti del sorpasso.
Determinanti ed efficaci i suggerimenti e gli interventi  dei tecnici Cortini e Bassani nella gestione
dei loro atleti.  
Prossimo appuntamento domenica 19 gennaio ore 14.45 alla Palestra Cavina di Imola contro  CASTENASO.



Sul Santerno arriva Rubboli e la carica dei Rookies

lunedý 13 gennaio 2014

Mentre la Federazione non prende posizione in merito a campionati e gironi impedendo così alle società di decidere sul da farsi sia a livello di campionato che di roster, Imola continua ad impegnarsi per chiudere il cerchio della propria prima squadra. Dalle giovanili arriva la carica dei rookies, l'obbiettivo societario è l'inserimento di ragazzi del proprio vivaio in ruoli deficitari della prima squadra, questo senza compromettere le formazioni giovanili e creando per loro uno spazio reale di presenza in campo. In stazza fissa salgono Luca Freddi in qualità di lanciatore, Karim Shurbaji ricevitore e Marco Serra come esterno. Faranno presenza saltuaria in prima squadra altri tre atleti in odor di promozione ma che, per evitare doppi ruoli e di mettere in ginocchio la propria categoria giovanile, continueranno momentaneamente a giocare in under: Pasotti Luca (interno) Boscolo Luca (interno) e Martoni Alessandro (ricevitore).

Altro inserimento nelle file Pellerossa è quello del lanciatore ventiduenne Robles George Luis. Robles, che attualmente abita ad Imola, arriva dalla Repubblica Dominicana dove ha giocato 8 anni nel ruolo di lanciatore.

Importante arrivo per il diamante Pellerossa, il prestito dal Godo, insieme ad Erik Gelli, di Federico Rubboli. Rubboli, che dal 2006 milita in A1 ed IBL, ad Imola potrà essere un importante utility in quanto, oltre ad essere una mazza importante, può ricoprire quasi tutti i ruoli interni con competenza. Ora la società Imolese si sta muovendo sul mercato per l'ultimo tassello mancante, un pitcher partente per dare un completamento al monte di lancio.




BCM Minerbio vs Tozzona Baseball Imola 12-2

lunedý 9 dicembre 2013
Terzo incontro di baseball indoor degli Imolesi del Tozzona baseball Imola al Città di Bologna
e prima sconfitta ad opera dei più quotati atleti del BCM MINERBIO.
Partenza fulminea dei lupi di Minerbio che a metà partita sono già in vantaggio con il punteggio di 10 a 2. 
Gli atleti Imolesi pur non segnando punti prendono le misure riuscendo a contenere i forti  avversari, 
che nei tre inning  successivi riusciranno a segnare solamente due punti fissando il punteggio finale sul 12 a 2.
Continuano quindi gli allenamenti in attesa dei prossimi incontri in calendario il 12 gennaio 2014
nel doppio impegno contro Fortitudo e New Bologna alla palestra Copernico di Bologna.



Torneo baseball indoor CittÓ di Bologna 2013/2014

lunedý 25 novembre 2013
RAVENNA  3  - TOZZONA BASEBALL IMOLA  8

Un'altra gara vinta dai ragazzi  Tozzona baseball Imola ieri alla Palestra Cavina contro la formazione del Ravenna.
Dopo un inizio gara di studio tra le due formazioni con nessun punto segnato fino alla fine del secondo inning la squadra imolese piano piano ha preso le misure al pur valido avversario riuscendo ad imporsi.
Ottima la prestazione di tutti gli atleti e soddisfazione dello staff tecnico. Numerosi i genitori sugli spalti che hanno sostenuto i loro ragazzi.
Continuano gli allenamenti in vista del prossimo impegno domenica 8 dicembre alla palestra Copernico di Bologna contro BCM Minerbio.



Torneo baseball indoor Citta di Bologna 2013-2014

lunedý 18 novembre 2013

Come ogni anno è partito il "Città di Bologna" torneo baseball indoor riservato alla categoria ragazzi ed ai principianti che si avvicinano al "batti e corri". Debutto con vittoria dei piccoli indiani del Tozzona bas Imola che nella palestra di Minerbio superano per 8 a 7 i pari età della Virtus Ozzano. Esordio assoluto di otto new entry nella squadra Imolese e dello staff tecnico Cortini Federico e Bassani Alex freschi del brevetto di allenatore. Grande soddisfazione per tutti ed appuntamento a domenica 24/11 alla palestra Cavina di Imola per la seconda gara che ci vedrà opposti al Ravenna.




Redskins, definito lo staff tecnico anno 2014

venerdý 15 novembre 2013

Mentre continua il mercato e si sondano ipotesi e possibili acquisti, è stato definitivamente completato lo staff tecnico che condurrà la squadra Imolese nel campionato 2014 di A Federale. La squadra verrà nuovamente condotta da Moreno Trombini nel ruolo di manager mentre, quello di primo allenatore, sarà rivestito da Daniele Natilli il quale, appeso il guanto al chiodo in qualità di giocatore, rientra nei ranghi societari per portare ai giovani il suo bagaglio di esperienza. Come secondi allenatori calcheranno il campo Mauro Poli e Paolo Pirone, anche quest'ultimo appena uscito dalle file Imolesi in qualità di  giocatore. Per quanto concerne il monte è stato riconfermato, nel ruolo di pitching coach, Davide Maccaferri. L'obbiettivo della società è quello di poter avere in campo, permanentemente, almeno quattro allenatori al fine di spremere al massimo la squadra negli allenamenti  evitando fermi e perdite di tempo. Con l'aiuto inoltre dell'aumento dell'illuminazione, che dovrà essere terminato entro il mese di novembre, si potrà sicuramente aumentare le capacità della squadra che, sino ad oggi, è stata obbligata ad allenarsi in modo abbastanza convulso per via dei ritardi dovuti al lavoro ed al traffico per gli atleti provenienti da fuori Imola. Il tutto fa ben sperare ad un campionato intenso ed intriso di soddisfazioni, quale i tifosi dell'Imola sono abituati. In maniera random sarà anche presente Christian Marchi il quale, per motivi lavorativi, non sarà presente con continuità e, da aprile, si potrà anche contare sulla presenza in campo di Pedro Azquy. Il ruolo di preparatore tecnico sarà svolto da Federico Cortini, atleta che milita nei pellerossa come seconda base e che si sta dedicando al mondo del fitness.

Tutto fa ben sperare per un 2014 combattivo, nel contempo il pres. Poli continua, pur con pochi e risicati mezzi economici, per non dire quarti, a sondare il mercato per poter rinforzare la squadra. Nel contempo gli atleti si stanno prodigando, tra palestre e piscine, nella preparazione fisica,  in attesa del 14 gennaio 2014... data del rientro ufficiale nel pallone della Tozzona.




Comunicato serie A

venerdý 18 ottobre 2013

L'anno 2013, per quanto riguarda il baseball, è ormai volto al termine ed è ora di tirare un bilancio sull'andamento avuto durante questo campionato. Un anno positivo sotto tanti punti di vista e preoccupante sotto altri, la matricola Imolese della serie A Federale ha dimostrato, per l'ennesima volta, cosa vuole e può fare un buon gruppo unito e coeso.  Se il buon giorno si vede dal mattino beh... presentarsi in categoria superiore senza alcun ritocco alla squadra ed arrivare ai play off di campionato... ed in final four alla coppa Italia, ritengo sia un bel biglietto da visita. Va inoltre considerato che, nel percorso, Imola ha letteralmente buttato almeno 4/5 partite, quelle partite delle quali si suol dire "non l'hanno vinta gli altri... l'abbiamo persa noi". Tuttavia sono emerse anche problematiche che fanno preoccupare e non poco, primo il continuo defilarsi di sponsor che ti impongono sempre più restrizioni e non ti permettono di aver quel minimo di agio per poter meglio muoverti nel mercato ed avere il miglior profitto dalle varie situazioni. Scappa da ridere quando per i vari Tg parlano del calcio e dei contratti che certi calciatori stipulano a suon di milioni di euro mentre, nel baseball... pur trattandosi di massima categoria, molti atleti arrivano in ritardo agli allenamenti indossando ancora i vestiti da lavoro. Altra preoccupazione è rappresentata dal monte di lancio sempre più corto, dove Tavasci si appresta a partire per studiare negli states per alcuni anni e Malavasi è ancora dubbioso sul suo futuro di pitcher per via della problematica incorsa alla spalla. Certo la società dovrà muoversi sul mercato per rinforzare la batteria ma, nei tempi attuali, farlo non è certo come dirlo. Altro problema l'uscita dal campo in qualità di giocatori di pitre miliari quali Natilli e Pirone i quali, con il 2013, chiudono la loro carriera di giocatori. Altra uscita dal roster Imolese, quella di Davide Moscariello che, per motivi logistici e lavorativi, si è visto costretto a cercare una collocazione sportiva nell'entro terra Bolognese. Ovviamente la società Imolese pescherà anche nel proprio settore giovanile, dove un bel nucleo di prospetti... molto promettenti, sta crescendo di anno in anno. Insomma, per Imola si prepara l'ennesima sfida con tutti i punti interrogativi del caso, unica certezza al momento, l'iscrizione al campionato di A Federale. Nelle prossime giornate uscirà la formazione dello staff tecnico 2014, mentre continuano alcune trattative sul fronte atleti. Contemporaneamente sono arrivati al centro sociale Tozzona i nuovi 10 fari, fari che andranno ad aggiungersi a quelli già in opera per permettere alla squadra di allenarsi meglio ed al completo.




Finale Coppa Italia baseball

domenica 29 settembre 2013

Dopo esser passati a Sesto Fiorentino in “final four” per la coppa Italia si chiude, sabato 28, la cavalcata dei Pellerossa al Torri di Modena. Quattro le squadre che si devono incontrare per eliminazione diretta nell’arco della giornata: Imola, Padova, Crocetta e Bollate. Purtroppo il sorteggio sceglie al primo incontro, per l’Imola, il Padova; la squadra più forte di tutto il campionato 2013. Nonostante le due squadre si siano inflitte, in attacco, lo stesso numero di valide… 9 per squadra, i Redskins non sono riusciti a concludere lasciando parecchi uomini sulle basi. Da parte sua il Padova invece conclude giocando con spiccata aggressività, complici anche vari errori difensivi in particolare al secondo inning durante il quale, i Veneti, segnano tre volte. Imola da parte sua segna un solo punto, al settimo, contro i sette totali degli avversari. Discreta la prestazione del monte che vede Grendene partente, rilevato a fine terzo da Ivan Lentini e, closer al nono, Gianluca Poli. A fine giornata il Padova risulterà la vincente della coppa Italia 2013.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS O.C.E.

0

0

0

0

0

0

1

0

0

1

PADOVA

1

0

3

2

0

0

0

0

/

6

Commozione, a fine sesto, per i tifosi e l’intera squadra dell’Imola quando, tra applausi ed abbracci, scende dal diamante il mitico capitano Paolo Pirone il quale, dopo aver difeso per oltre un decennio i colori dell’Imola chiude, in questa ultima partita del 2013, la sua carriera di baseball player. Insieme a lui appende il guanto, in veste di atleta, anche Daniele Natilli; altro importante attore e tassello nella storia del diamante Imolese. Con queste due uscite si conclude l’epopea della "Vecchia Imolese" ed un nuovo capitolo si apprestaad iniziare.

La società Imolese sta gettando le fondamenta per il 2014… il presidente Poli sta impostando quello che sarà lo staff tecnico del 2014 ed il nuovo assetto di squadra, per il quale sono state già avviate alcune trattative. Un nuovo progetto o meglio una nuova sfida, per impostare il prossimo lustro della “Pelota Imolese”. Nel frattempo si stanno iniziando, sul diamante del Santerno, i lavori per un aumento di luci sul campo, questo al fine di poter effettuare nel 2014 allenamenti più mirati ed avere un miglior rendimento dai propri atleti.

Mauro Poli,
Imola, 29/09/2013.




Risultati terzo concentramento (Sesto Fiorentino) prima fase Coppa Italia Seria A

giovedý 26 settembre 2013

Padule Sesto F. - Oltretorrente PR 12-5; Oltretorrente PR - Redskins Imola 3-13 al 7°; Redskins Imola - Padule Sesto F. 10-9 al 10°

O.T.Parma   0012000// =  3    h  7   e 1  lob 5
Redskins       1300612// = 13   h 15  e 0  lob 9


Redskins: Sosa (4; 1/4); Gnudi (5; 3/3 un doppio); Gelli (6); Lopez Delgado (9; 3/5 un doppio); Belletti(7; 3/4); Pirone (dh; 1/3, Cortini dh’ 1/1 doppio); D.Poli (3; 1/4); Minardi (2; 1/3); Coroli (8; 1/4).
Lanciatori: Grendene (W; ip 7; h 7; bb 3; k 8).

I Redskins sbrigano facilmente la pratica ducale con una bella prestazione di Simone Grendene sul monte, un attacco incisivo che non lascia scampo e una difesa perfetta. Big inning da sei punti al 5° che mette in crisi il monte parmense e finale in scioltezza per il riposo anticipato. Partita decisiva contro i padroni di casa del Padule, con i quali c’è un conto aperto dai play off, sotto i fari.

Redskins     0000100531  = 10   h 14  e 2  lob 13
Padule S.F. 3010021200  =   9   h 15  e 4  lob   9


Redskins: Sosa (8; 1/4 doppio); Gnudi (5; 1/4 doppio); Cortini (4; 1/5); Lopez Delgado (dh, 1’’; 3/5); Belletti (7, Pirone ph, Coroli 7’; 1/1); Gelli (6; 2/5); Moscariello (9; 2/5); F. Lentini (2); D. Poli (3; ¾).

Lanciatori: I. Lentini (S; ip 7.1; h 12; bb 2; so 2); GL. Poli (ip 0.0; bb 1); Lopez Delgado (W; ip 2.2; h 3; bb 0; so 5).

Incredibile rimonta dei Redskins al primo extrainning, prima di giungere all’obbrobrio del tie break. Partono bene e male gli imolesi, contro un buon Lenzerini (ip 6.2; h 5; bb 3; so 4): bene perché riempiono le basi con Gnudi (bb), Cortini e Delgado con valide, male perché non portano a casa niente, con Gnudi terzo eliminato in ballerina tra terza e il piatto. Ivan Lentini subisce una valida e due doppi e Padule è già 3-0. I toscani incrementano gradualmente con un punto al 3°, due al 6° e uno al 7° mentre Imola aveva accorciato al 5° col doppio di Sosa, un errore e la volata di sacrificio di  Delgado. Al 7°, dopo due eliminazioni, inspiegabilmente viene tolto dal mound il lanciatore toscano partente a cui subentra Gandolfi che chiude l’inning ma al successivo inizia la rimonta rossoblù: valida di Moscariello, base ball a Lentini e Poli più qualche altra imprecisione che fa segnare Moscariello, fanno salire sulla collinetta toscana il terzo pitcher, Parri, che lanciatore non è. I Redskins impietosi infieriscono: base a Sosa e doppio a sinistra di Gnudi che porta a casa altri tre punti e la valida di Lopez Delgado ne aggiunge un altro. 7/6 e sugli spalti qualche mugugno. Reagiscono i toscani che con due uomini in base fanno scendere Lentini, per una brevissima apparizione di G.Luca Poli e consentire a  Delgado il miglior “calentamento”. Goffry subisce una lungavalida all’esterno destro e Padule allunga nuovamente 9-6 ma le emozioni non sono finite:Gelli smette di cercare l’homer, batte valido come Moscariello, ruba la terza ed arriva a casa su un “maccherone” della difesa in seconda base. Volata di sacrificio di Sosa, lancio pazzo su Cortini ed il pareggio, Gelli, Moscariello e Lentini, è in cassaforte. Delgado inizia a macinare strike, chiude il nono attacco toscano con l’aiuto della difesa e si va al 10° inning col quarto lanciatore, Bosi,  per il Padule: strike out Delgado, valida di Coroli subentrato a Belletti che su quella del rinato Gelli arriva velocemente in terza. Smorzata sacrificale di Moscariello e Coroli segna il punto del vantaggio. Thriller per l’ultima occasione dei padroni di casa ma Delgado inanella due k, subisce una valida e chiude con un altro strike out un incontro in cui gli attributi dei Redskins sono stati messi in mostra alla distanza. Festa in campo imolese e fuori tra i supporter, compreso il manager Moreno Trombini espulso per un vaffa… di troppo, ma lui giura che non era diretto all’arbitro. Ora i Redskins parteciperanno alla fase finale con le altre qualificate, Padova, Crocetta Parma  e Bollate.




Coppa Italia A federale: Bollate, Crocetta, Imola e Padova alla Final Four

martedý 24 settembre 2013

Queste le sentenze emesse dai quattro concentramenti della prima fase giocati nel weekend

Sono Bollate, Farma Crocetta, Redskins Imola e Tommasin Padova le quattro squadre che si sono guadagnate la Final Four di Coppa Italia di serie A Federale nella prima fase a concentramenti.
Nel gruppo 1, giocato a Bollate, i padroni di casa si sono imposti nella gara di apertura sull'E-Tecno Sala Baganza con due big-inning da 5 e 4 punti dopo lo svantaggio iniziale, poi è stata la volta del Valpanaro Bologna Athletics che ha sconfitto sempre la formazione salese ribaltando nell'ultima ripresa il punteggio. Così Bollate ed Athletics si sono giocate il passaggio del turno nello scontro diretto e la squadra lombarda ne è uscita vincitrice dilagando solo nel finale dopo 8 inning molto equilibrati.

Stessa situazione si è creata nel concentramento 2 dove sia l'Urbe Roma, sia i padroni di casa del Tommasin Padova hanno avuto la meglio senza troppa fatica del Senago Milano United arrivando così alla sfida diretta per guadagnarsi la Final Four. La partita non ha deluso le attese ed è rimasta in equlibrio, dopo un paio di botta e risposta, fino alla fine della settima ripresa. All'ottavo, quando Morellini ha lasciato il monte laziale aFederico Cozzolino, il Padova ha preso il sopravvento firmando 8 punti e mettendo il sigillo sulla vittoria.
Ancor più avvincente è stata la sfida nel gruppo 3 dove si è dovuti arrivare al supplementare della terza partita per conoscere il nome della squadra qualificata. Il Recotech Padule, padrone di casa, non ha avuto problemi ha mettere ko il Ciemme Maller Oltretorrente nella gara di apertura e stessa cosa si può dire per iRedskins Imola. Nella partita serale, durata oltre 4 ore, la squadra toscana sembrava avviata verso la vittoria dopo essere stata avanti per tutto l'incontro ed essersi presentata con 3 punti di vantaggio all'ultimo inning. I romagnoli invece si sono dimostrati coriacei trovando prima il pareggio al nono e poi il punto della vittoria all'extrainning con Coroli su uno squeeze di Moscariello.
Nel concentramento 4, l'unico a 4 squadre e disputato perciò con la formula di semifinale e finale, il Comcor Modena ha avuto la meglio sul Cs Medical Codogno alla decima ripresa ribaltando nel suo attacco il vantaggio acquisito dai lombardi nella parte alta dell'inning. Più netta l'affermazione della Farma Crocettasull'Anzio che ha pagato a carissimo prezzo una difesa fallosa, 4 errori. Nella finale poi i ducali si sono ripetuti sul Comcor Modena piazzando il break decisivo al settimo inning con 6 punti.



Fabio Ferrini

Giovanili: il Batti e Corri imolese in giro per...tornei

sabato 14 settembre 2013

Finito il Campionato Nazionale le giovanili Imolesi si muovono per i tornei estivi di baseball; parliamo della nostra U21 che per effetto dellla giovane età degli atleti che la compongono diventa una Under 17 e va a Vicenza al Torneo Valbruna organizzato dalla Palladio baseball. E sono tre giorni di intense partite di baseball. Ottima la partenza nelle prime due gare vinte contro i padroni di casa (2-0) e contro una formazione polacca (8-4) e si ipoteca la semifinale. Il secondo giorno i nosti atleti non giocano all'altezza dei loro mezzi e gara tre viene persa contro il Livorno (2-10) ma sopratutto viene compromessa la possibilità della finale con la seconda sconfitta della giornata subita a sorpresa contro la selezione Abruzzese. Terzo giorno e i nostri atleti ritrovano grinta e qualità di gioco imponendosi nuovamente contro la Palladio Vicenza con il punteggio di 6 a 5. Si va sul podio al meritato terzo posto.

Altro giro e la Under 21 Imolese va sul diamante di Modena per il Torneo Torri e ci regala nuovamente un terzo posto in classifica ; con gara uno giocata malamente contro il Modena e la conseguente sconfitta per 12-4 ma con gara due vinta per 8 a 4 dopo una bella prova sia in attacco che in difesa contro N.Pianorese. Questi gli atleti partecipanti alle manifestazioni: Berno G, Bonfiglioli F,Giorgi M, Innella F,Boscolo L,Tampieri D,Martucci A,Freddi L,Serra M.Shurbaji K, Pasotti L,Dallarmi L,Visani M, in prestito proveniente dal Longbridge Biagini L,Bardasi F, Clemente J. dal Crocetta baseball Merlo L, e da Conegliano Veneto Flotta A, e DalBo' M.

Soddisfatto lo staff tecnico Imolese in particolare il Manager Cubano della Under 21 Azcuy H. Pedro che precisa: la partecipazione a questo tipo di manifestazioni oltre che ad aggregare gli atleti consente loro di crescere tecnicamente e caratterialmente ed è un formidabile veicolo per conoscere altre realtà del baseball italiano.

Sempre al torneo di Modena altri atleti delle categorie giovanili ragazzi e allievi del Tozzona baseball Imola hanno partecipato "in prestito" a partite con altre squadre presenti alla manifestazione sportiva Modenese.




Baseball - Tozzona Festa e Sport - C.S. Tozzona Imola

domenica 1 settembre 2013

Anche il baseball protagonista alla settimana del Tozzona Festa e Sport, non il consueto sport praticato dai Redskins ma bensì il Softball Maschile che è stato giocato sul diamante di Via punta da cinque squadre amatoriali composte esclusivamente da atleti del continente sudamericano.
Un centinaio di ragazzi variopinti e festosi ma convinti di voler ben figurare nello svolgimentio delle partite in programma.
Circa 200 persone al seguito delle formazioni partecipanti al torneo: DESACADO IMOLA, AREZZO, CESENA, RIMINI E FIRENZE un popolo multicolore, festante e chiassoso che ha accompagnato per tutta la giornata con musica, balli ed un tifo scatenato come solo i latini possono vivere lo svolgersi delle partite con la pelota.
Si può ben dire uno "spettacolo nello spettacolo" che si è interrotto giocoforza al calar del sole. Grazie alla collaborazione tra i dirigenti Redskins e Desacado di Imola si può affermare di aver portato ad Imola una magnifica giornata di festa e sport.
Per onor di cronaca il torneo è stato vinto dalla formazione di Arezzo. Un grazie a Lauro Bassani per le centinaia di scatti. effettuati.


vai alla gallery fotografica della prima partita
vai alla gallery fotografica della seconda partita
vai alla gallery fotografica della terza partita
vai alla gallery fotografica della quarta partita




Finisce a Sesto Fiorentino la cavalcata dei Pellerossa

lunedý 29 luglio 2013

 

Sabato 27, sul diamante di Sesto Fiorentino, si è svolto il concentramento tra le squadre di: Senago, Padule e Redskins; al fine di determinare il passaggio di una delle tre al livello successivo. Le tre partite, dalla Federazione programmate alle 14,00, 17,30 e 21,00, come previsto si protraggono ben oltre i tempi previsti vedendo l’Imola giocare due partite, con una sola interruzione di 20 minuti, per oltre otto ore a 40°.

La prima partita vede confrontarsi Imola e Padule. Tutto sommato le due squadre a livello di caratteristiche si equivalgono ma all’Imola viene a mancare continuità sul monte e, qualche errore, permette al Padule di prendersi quel vantaggio, irrecuperabile vista la formazione, tutto sommato, aggressiva e con buon potenziale in attacco. A fine settimo le due squadre sono sul sette a sette… ma è durante l’ottavo che i Toscani incamerano un big inning da sette e valgono ben poco i due punti Romagnoli,  del nono, per risolvere tale distacco. Sono 15 le valide per i Pellerossa contro le 18 del Padule, ma purtroppo gli errori Imolesi fanno incamerare almeno tre punti agli avversari e troppi uomini dell’Imola rimangono sulle basi in attacco.

La seconda gara, contro il Senago, prende subito un’altra piega… sul monte un Ivan Lentini spaziale conduce il gioco per tutti i nove inning sfiorando una no hit.  L’incontro si chiude a favore degli Imolesi sul punteggio di 5 a 1, undici le valide dei Redskins contro 3 del Senago con un attacco ed una difesa impeccabile nonostante le ore di gioco.

Questo concentramento vede avanzare il Padule che batterà in terza partita il Senago per 4 a3. Così Imola si trova fuori dai play off, un risultato tuttavia ben più lusinghiero di quanto la società si aspettava da questo campionato 2013. Ora i ragazzi potranno finalmente riposarsi e riprendere le forze necessarie per disputare l’ultimo appuntamento della stagione, la Coppa Italia; evento del quale la società non conosce ne le date ne il diamante sul quale disputarlo.




Fumata nera per i Redskins O.C.E. a Sala Baganza

domenica 14 luglio 2013

Continua purtroppo la serie negativa dei Pellerossa nella trasferta di Sala Baganza. Parecchie le ragioni che probabilmente hanno contribuito a questa serie finale negativa dopo aver condotto un campionato, di categoria superiore, in modo più che soddisfacente con i medesimi giocatori della serie B… senza per nulla rinforzare il proprio roster. Primo tra tutti l’obbiettivo che la squadra si era prefisso ed il relativo carico psicologico, secondo la stanchezza dovuta alla stagione intensa condotta ed il monte fortemente penalizzato da infortuni. Molti sono stati gli atleti rimasti sulle basi, in attacco, senza quella continuità che porta alle segnature. Nulla da ridire circa la squadra del Sala la quale, pur se a portata per qualità di gioco, ha condotto due buone partite; non va dimenticato che all’andata, con Imola, il Sala le aveva perse entrambe sul diamante Romagnolo. Sicuramente penalizzante per la squadra l’espulsione, in entrambe le gare, del manager Tombini per aver criticato, in modo più che lecito ed a modo, le chiamate arbitrali. Chiamate che in un inning hanno addirittura fatto due strike out ai danni di Sosa e Coroli, un arbitraggio “tristo… ma tristo” da top ten degli ultimi 20 anni giocati dall’Imola.

In gara uno parte Ivan Lentini che ben regge il monte sul pareggio di tre a tre fino al settimo, inning durante il quale la fatica ed il caldo lo portano ad un calo, calo che però viene male interpretato dal team Imolese e, il ritardo del cambio con Gianluca Poli, permette al Sala di incarnierare in totale quattro preziosi punti, tra l’altro con un homerun di Conelli da due punti. Da parte sua Imola cerca di reagire ed al nono, con un doppio, Natilli  porta a casa la valida di Delgado. Ma, purtroppo, tutto svanisce sul 7 a 4. Un errore difensivo per i Pellerossa contro due degli Emiliani; otto le valide del Sala contro le sei Imolesi: un doppio per Natilli e Gnudi, due singoli per Gelli e Delgado.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS O.C.E.

3

0

0

0

0

0

0

0

1

4

SALA BAGANZA

2

0

0

0

1

0

4

0

/

7

 

Gara due vede partente un affaticato Grendene che sarà rilevato a fine quarto da Vigna ed a ruota da Delgado, lanciatore che terminerà la partita. Anche questa partita ha visto una certa equivalenza tra le due compagini ma Imola, pur con meno errori e numero di valide superiore, lascia nuovamente un gran numero di corridori sulle basi. I Pellerossa cercano di reagire sino in un ultimo ma, con un eliminato sulla battuta di Gelli scatta una doppia eliminazione ai danni di: Gelli al volo e di Gnudi, in terza, per chiamata arbitrale di toccata inesistente, quando era già salvo sul cuscino. Quattro gli errori per Imola contro sette del Sala; mentre sono nove le valide degli Emiliani contro le dieci dei Romagnoli.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS O.C.E.

0

0

2

0

3

0

1

1

0

7

SALA BAGANZA

1

1

2

4

0

2

0

0

/

10

Unico rammarico di quest’ultima giornata di campionato va nei confronti della Federazione… per averci tenuto nascosto sino ad oggi due così rare perle di arbitri… “accipicchia”! Imola conclude così questo campionato al terzo posto della A Federale e, nell’attesa di sapere dove e quando si svolgeranno i play off, si appresta a giocare la Coppa Italia sabato 20 luglio alle 17,30 in quel di Sesto Fiorentino.

Mauro Poli, Presidente Redskins Baseball Imola. 14/07/2013




Redskins vs Rimini 7-8, 11-12

lunedý 8 luglio 2013

Quelle viste dal pubblico sul diamante dello stadio comunale della Tozzona sono state, in effetti, due gran belle partite. Partite dove gli atleti possono dire di avere speso tutto il possibile ma che, comunque, hanno lasciato l’amaro in bocca. Del resto quando si combatte contro la legge di Murphy, per chi non la conoscesse… un proverbio italiano la può così tradurre: la fortuna è cieca ma la “sfiga ci vede bene”, vi è poco da fare.  La giornata, già tosta per i suoi 36° di temperatura, ha visto le due compagini giocare quasi 8 ore, per ben 22 innings, sotto il sole cocente. Finalmente Imola ha visto il ritorno di capitan Pirone dopo la forzata sosta dovuta ad uno strappo muscolare ma, in compenso, si ritrovava Natilli fermo per un dolore inguinale e Tavasci, reduce dal pronto soccorso, con un braccio al collo, andando così ad allungare la fila dei pitchers in avaria.
La prima gara vede due squadre equivalenti affrontarsi, per Imola parte Lentini che conduce una buona gara per 9.1 riprese, poi sostituito da Gelli che terminerà la gara. Otto le valide per entrambe le squadre ed un errore per Imola contro quattro dei Riminesi. In battuta un singolo per Gnudi, Delgado e Pirone; due singoli per Gelli e tre singoli per Sosa. Con continui sorpassi le due squadre si ritrovano, a fine nono, con un pareggio sul quattro a quattro. Decimo inning… zero punti per entrambe le formazioni che così arrivano, all’undicesimo, al tie time. Il tie time consiste in una regola, del moderno baseball, di olimpionica stupidità; praticamente viene fatto iniziare l’inning con un uomo in prima, uno in seconda ed un out già effettuato… il tutto per velocizzare la partita ma questo, come dimostrato ad Imola, non è la regola e, oltre tutto, così facendo si aiuta in partita chi è scarso in attacco e si penalizza chi è forte in difesa. Rimini parte con le sue due basi occupate e, aiutata da una base ball, riempie tutte le basi. Qui Murphy ci mette del suo, al box si presenta il quarto e più forte hitter del Rimini… Simone Pandolfi il quale, intercetta un tiro infelice e spara la palla oltre la rete incamerando quattro preziosi punti. Nel suo attacco, Imola, tra volata, colpiti ed errori difensivi… riesce a portare a casa tre punti, ma tutto svanisce sul risultato di otto a sette.

SQUADRE GARA 1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
RIS. FIN.
RIMINI RIVIERA
1
0
0
0
0
2
0
1
0
0
4
8
REDSKINS O.C.E.
0
0
1
0
1
0
0
2
0
0
3
7

In gara due parte, per Imola, Grendene che viene rilevato da Vignali al settimo, seguono Gianluca Poli ed Alfredo Delgado; per gli avversari sono cinque i lanciatori che si alternano sul monte. Le tre ore e mezza della prima partita si fanno sentire e, in difesa, entrambe le squadre commettono cinque errori. Nel box di battuta sono sedici le valide del Riviera contro le diciassette dei Pellerossa: un singolo per Coroli e Poli, un doppio per Gelli, tre singoli per Sosa, Cortini e Moscariello, quattro singoli ed un doppio per un incalzante Delgado. Imola parte in vantaggio segnando un punto al secondo, tre al quinto ed uno al sesto, ma è in questa ripresa che viene raggiunta dai Riminesi e, segnando un punto ciascuna, arrivano nuovamente pari a fine nono. Decimo inning, i Pirati pur battendo un triplo vengono fermati da uno strike out e due palle prese al volo. Tocca ora ai Pellerossa che, con due eliminati e due valide si trovano con uomo in prima ed uno in terza. Sosa batte un valido, indifendibile, sul cuscino di seconda ed il pubblico sussulta pregustando l’arrivo di Moscariello a casa base per il punto della vittoria ma, nuovamente, Murphy ci mette lo zampino. La palla battuta tocca il piede del corridore che sta girando la seconda, out per regola e vittoria sfumata, si va nuovamente al tie time. Neanche a farlo apposta è nuovamente Pandolfi al box che, con il suo doppio, fa partire una girandola di giocate che faranno incamerare al Rimini sei punti. I Redskins si gettano all’inseguimento ed incamerano cinque punti ma, dopo quattro ore e dieci minuti di gioco, il tabellone si arresta nuovamente con un punto a favore dei rivieraschi.

SQUADRE GARA 1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
RIS. FIN.
RIMINI RIVIERA
0
0
0
0
0
5
1
0
0
0
6
12
REDSKINS O.C.E.
0
1
0
0
3
1
0
0
1
0
5
11

Con tredici partite vinte Imola si ritrova sempre al quarto posto seguita dagli Athletics che hanno una partita vinta in meno e, matematicamente, ai play off. La prossima domenica i Redskins O.C.E. saranno in quel di Sala Baganza per affrontare i terzi in classifica nell’ultima partita di campionato.




Redskins vs Castenaso 16-1, 19-0

lunedý 1 luglio 2013

Doppia manifesta per l’Imola sul diamante del Santerno.
Accompagnate dal rombo delle superbike in corsa al Dino Ferrari di Imola si sono svolte, sul diamante Imolese, le due partite della quinta giornata di ritorno tra Redskins O.C.E. e Castenaso. All’andata l’Imola aveva vinto la prima gara sui Bolognesi dovendo rimandare, a data da destinarsi, la seconda per via della pioggia. Sulla carta questa giornata non avrebbe dovuto dare grossi pensieri all’Imola, vista l’attuale classifica, e così è stato.
In gara uno, Imola schiera sul monte un Simone Grendene ripresosi dalla negativa giornata Modenese. Nei suoi cinque innings concederà zero basi e tre sole valide, permettendo ai Bolognesi di segnare un solo punto al terzo. Verrà poi rilevato da Gianluca Poli che condurrà il gioco sino al settimo, ripresa nella quale l’incontro verrà sospeso per manifesta inferiorità. Da parte sua l’Imola inizia a segnare, con ben dieci valide sui lanci di Bassi e Vernì, dal secondo… per arrivare al risultato finale di 16 ad 1. Due sono gli errori per entrambe le compagini, per l’Imola battono valido: un singolo Minardi e Moscariello, un triplo Cortini, un singolo ed un doppio Gnudi, singolo e triplo Natilli e due singoli ed un doppio Sosa.

SQUADRE GARA 1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
RIS. FIN.
CASTENASO
0
0
1
0
0
0
0
/
/
1
REDSKINS O.C.E.
0
1
4
10
1
0
/
/
/
16


Non molto diverso l’andamento della seconda partita. Per Imola partente Tavasci rilevato al quarto da Ivan Lentini il quale terminerà la partita, sul diciannove a zero, lasciando a secco di punti i Bolognesi. Due sono gli errori per il Castenaso contro zero dell’Imola. Punti in quasi tutti gli inning per i Redskins O.C.E. ed in particolare due big innings da sette punti al secondo ed al terzo. Vita dura per i pitchers Bolognesi Federici e Cannellini che subiscono, in totale, ben 22 valide dall’Imola. Battono: un singolo Coroli, due singoli Lentini, Belletti e Cortini; un singolo ed un doppio per Gelli, Delgado; tre singoli Poli e Gnudi e, mattatore della partita, Moscariello con quattro singoli ed un doppio.

SQUADRE GARA 1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
RIS. FIN.
CASTENASO
0
0
0
0
0
0
0
/
/
0
REDSKINS O.C.E.
1
7
7
2
0
2
/
/
/
19


Con queste due vittorie Imola prosegue il suo percorso positivo di neo promossa, con tredici partite vinte su un totale di ventitre disputate. La prossima domenica i Pellerossa saranno nuovamente sul diamante casalingo, per disputare la sesta giornata di ritorno contro il Rimini, giornata nella quale cercheranno di riscattare la doppia sconfitta subita in trasferta all’andata.




Modena vs Redskins 8-11, 12-2

lunedý 24 giugno 2013

Giornata negativa, per i Redskins O.C.E., in trasferta presso lo stadio Torri di Modena sabato 22. Pur portando a casa un pareggio che potrebbe considerarsi un risultato, tutto sommato positivo, così non è stato. Probabilmente il fatto di incontrare la penultima squadra in classifica ha fatto si che l’Imola abbia preso sotto gamba questa quarta giornata del girone di ritorno contro il Comcor Modena, giocando con scarsa concentrazione e, sopra tutto, determinazione; lasciando largo spazio agli errori. Imola vince il primo incontro con un risultato a larghi numeri per poi perdere, il secondo, per manifesta al settimo inning.
In gara uno sale, partente sul monte Imolese, Ivan Lentini che disputa una partita soddisfacente con qualche flessione al terzo ed al settimo ma scarsamente aiutato dalla difesa che, nel corso di questa partita, commette ben cinque errori difensivi. Lentini sarà poi rilevato, all’ottavo, da Fabio Tavasci che concluderà la partita. Il Modena, con al suo attivo quattro errori, parte con Soto, anche lui sostituito all’ottavo da Marchesini. Tredici le valide per i Redskins O.C.E.: un singolo per Belletti, Delgado e Moscariello; un doppio per Gelli; due singoli per Gnudi, Cortini e Natilli; mentre sono tre, i singoli, per Luis Sosa. La partita non è certo stata entusiasmante, inquinata dalla mole di errori commessi da entrambe le compagini… nulla che facesse ricordare la performance di soli sette giorni prima al Plebiscito di Padova.

SQUADRE GARA 1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
RIS. FIN.
REDSKINS O.C.E.
1
0
1
3
2
0
4
0
0
11
COMCOR MODENA
0
0
3
0
1
1
2
1
0
8

In gara due i Pellerossa subiscono i lanci di Paltrinieri sino al quarto inning, inning durante il quale segnano gli unici due punti della partita ed iniziano a colpire duramente il pitcher Modenese in difficoltà. Prontamente il manager del Modena interviene e, con tempestività, lo sostituisce con Cipriano Ventura il quale, dall’alto della sua età, sfoggia la sua notevole esperienza e ferma le mazze Imolesi; contrariamente a quanto era accaduto ad Imola all’andata. Da parte sua l’Imola vede partente Simone Grendene. Dopo aver concluso la prima ripresa con tre soli uomini presentatisi al piatto, si vede che il pitcher dell’Imola non è in giornata ed inizia una sua via Crucis, in crescendo, che culminerà al quinto dove verrà sostituito, quando i buoi erano ormai scappati dalla stalla, da Vignali. Terminerà la settima ed ultima ripresa, quando il singolo di Gibertini permetterà al Modena di pestare casa base per la dodicesima volta, il pitcher Gianluca Poli; azione che sancirà la fine dell’incontro. In questa partita Imola commette altri due errori difensivi contro i tre del Comcor, dieci invece le valide dei Modenesi contro le otto dei Redskins O.C.E. Per Imola: un singolo di Sosa, Gelli, Delgado e Davide Poli; due singoli per Coroli e Fabio Lentini.

SQUADRE GARA 1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
RIS. FIN.
REDSKINS O.C.E.
0
0
0
2
0
0
0
/
/
2
COMCOR MODENA
0
1
2
2
6
0
1
/
/
12

Questa giornata ha fatto vedere un’ Imola forse un po’ affaticata ed appannata dalla continuità di questo campionato, corto ma intensivo. Del resto il recupero con il Padova ha fatto si che la giornata di riposo si trasformasse in quella più impegnativa.  Ora occorrerà non sottovalutare alcuna partita e non dar nulla per scontato, cercando di soppesare al meglio le proprie forze e agendo, di tanto in tanto, con maggior tempestività. Il risultato a livello societario per il 2013 è stato ampiamente ottenuto, ma è giusto coronare l’impegno di questi ragazzi che tanto hanno dato, sia a livello di impegno che di allenamento, per questo campionato. Imola è tuttora al quarto posto in classifica ma, a breve, saranno grandi gli sconvolgimenti di questo campionato. Mentre Imola giocava a Modena, al Plebiscito di Padova scoppiava una rissa tra gli atleti del Tommasin e del Salabaganza con l’intervento delle forze dell’ordine… tale da sospendere la prima partita, poi vinta dai Padovani e sospendere la seconda. Ora si dovrà aspettare l’intervento federale nei confronti delle due società, cosa che potrebbe fortemente inquinare i risultati delle prossime gare, essendo le due squadre prima e terza in campionato. Domenica trenta giugno i Pellerossa giocheranno finalmente sul proprio diamante, contro il Castenaso di Franco De Marco.




Padova vs Redskins 4-5, 7-1

lunedý 17 giugno 2013

Magici Redskins al Plebiscito.
Una sorta di leggenda metropolitana vige nella storicità dei Pellerossa, ovvero quella di novelli Robin Hood, rubare ai ricchi per regalare ai poveri. Così successe tre anni or sono quando, dopo essere stati imbattuti per una notevole infilata di partite con le squadre più blasonate regalò, nel vero senso della parola, due partite al lumicino di coda in casa, film già visto del resto in campionati precedenti. Da quel giorno, i Redskins, appiccicarono sul casco da battuta la scritta UN, a ricordo delle loro azioni umanitarie. E così è stato quest’anno, dopo aver regalato in prima di campionato due facili partite, è andata a Padova, nella tana del leone a portar via una partita al Tommasin Padova, la squadra più forte di questo campionato, imbattuta sin dall’inizio con ben 16 vittorie consecutive. All’allenamento precedente la partita, parlando tra di loro, il manager Trombini ed il presidente Poli, dopo aver visto le partite del precedente fine settimana, concordavano sul fatto che, giocandosi tutto su di una partita, una si sarebbe potuta portare a casa. E così è stato, Moro Trombini ha  giocato il tutto per tutto sulla prima partita nella quale, per altro, si giocava con la luce solare e non con l’illuminazione, cosa inusuale per i Pellerossa.

Gara uno vede partente, per il Padova, Faccini… il pitcher più accusato dall’Imola in casa, rilevato al sesto da Crepaldi; Imola invece schiera, partente, un Grendene molto controllato che sarà poi sostituito, sempre al sesto, da Ivan Lentini in veste di closer.  Primo attacco, Imola tocca subito Faccini che, a ruota, subisce tre valide e concede due basi ball. Potrebbe essere l’apoteosi di un big inning ma, un colto fuori ed un colto rubando, fa si che la ripresa si chiuda a bocca asciutta per gli Imolesi, mentre il Padova segna il suo primo punto. Situazione invariata fino al terzo quando Imola segna i suoi primi due punti. Al quarto Padova si riporta in pareggio, stallo al quinto e due punti per i Pellerossa contro uno per il Tommasin al sesto… Imola conduce nuovamente. Al settimo Imola segna nuovamente e si arriva così all’ultima ripresa con i Redskins in vantaggio per cinque a tre. Ultima chance per il Padova per invertire il risultato: il primo uomo viene eliminato al piatto mentre i due successivi battono valido. Il quarto uomo viene eliminato al volo dall’interbase dell’Imola, manca un solo uomo perché Imola possa chiudere l’incontro. Il quinto hitter batte singolo a sua volta e porta il punto a casa base ed un corridore in seconda. Nedina alla battuta… che intercetta il lancio e spara un insidiosissima linea sul foul sinistro. L’urlo dei numerosi tifosi Padovani prelude al pareggio ma, una magistrale presa al volo in tuffo del terza Imolese Cristian Gnudi, archivia la pratica con la vittoria dei Pellerossa. La partita vista al centro Plebiscito di Padova è una di quelle partite che raramente si vedono e che ti tiene con il fiato sospeso per tutte nove le riprese. Da parte sua il Padova ha nuovamente dato una dimostrazione di quanto questa squadra sia veramente forte ed insidiosa, mentre l’Imola ha giocato a baseball come sa fare, senza fenomenismi e fuori classe… semplicemente prendendo la palla, tirando la palla e battendo la palla ma… senza alcun errore e con una difesa che, nonostante il maggior numero di valide avversarie, ha fatto cerniera ai propri pitcher… con ben sei doppi gioco. Sono dodici le valide per il Tommasin, mentre Imola ne produce undici: un singolo per Gnudi, Gelli e Natilli; un doppio per Minardi e due singoli per Belletti, un doppio ed un triplo per Sosa e ben tre singoli per Alfredo Delgado.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS O.C.E.

0

0

2

0

0

2

1

0

0

5

TOMMASIN PADOVA

1

0

0

1

0

1

0

0

1

4

Nel secondo incontro il Padova schiererà sul monte Astorga il quale, mentre ad Imola aveva avuto una leggera flessione al quinto, in questa gara filerà dritto al nono come una locomotiva in corsa; con al suo attivo ben 16 kappa sui 31 battitori presentatisi al box di battuta. Da parte sua Imola parte con Tavasci che verrà rilevato al quinto da Vignali. Al sesto sarà  il turno di Delgado il quale, dall’alto dei suoi 42 anni darà filo da torcere alle mazze avversarie… mentre l’ultimo inning vede il ritorno, sul monte, di Andrea Malavasi fermo, da oltre un mese, per un dolore articolare. Anche in questa partita Imola chiude con zero errori difensivi mentre, in attacco, sono quattro le valide Pellerossa contro le sette Padovane. Battono un singolo a testa per l’Imola: Gelli, Belletti, Delgado e Minardi.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS O.C.E.

0

1

0

0

0

0

0

0

0

1

TOMMASIN PADOVA

0

1

2

0

0

4

0

0

/

7


Questo fine settimana vede l’Imola scivolare alla quarta posizione ma, guardando le partite rimaste da giocare, tutto può ancora succedere in quanto, i diretti avversari, devono ancora affrontare il temuto Padova e gli scontri diretti, ancora da disputare, potranno ribaltare qualsiasi risultato, la partita è ancora tutta aperta. Sabato prossimo i Pellerossa saranno nuovamente in trasferta per affrontare, nella quarta partita di ritorno, il Modena sul proprio diamante.




Padova vs Redskins 3-13, 1-4

lunedý 10 giugno 2013

Si è svolto, domenica nove giugno sul campo comunale della Tozzona, il recupero della terza giornata di calendario contro il Padova a campi invertiti. Imola si è presentata, a questo incontro, con tre atleti fermi per motivi fisici, Tavasci, Poli e Pirone che, vittima dello strappo nel quale è incorso la scorsa settimana, sarà costretto ad un mese di riposo. Si prevedeva che questa squadra sarebbe stata un osso duro… e così è stato. Tuttavia, questa kermesse, si è svolta in modo strano. In gara uno, dove Imola aveva maggiori possibilità di farcela, ha subito una sconfitta,  a momenti da manifesta, subendo Faccini; un lanciatore molto controllato, zero basi ball regalate, ma non certo al fulmicone e dalla palla molto pulita; mentre in gara due ha reso difficile la vita a Leonardo Astorga, pitcher che tutte le squadre hanno subito e temuto, in questo campionato. Cosa è mancato ai Pellerossa, sicuramente la determinazione e la fiducia nelle proprie capacità, subendo l’avversario psicologicamente, prima di tutto il resto.

La prima partita vede partente, per Imola, Ivan Lentini che condurrà una discreta partita sino al settimo, mentre, all’ottavo, sarà Gian Luca Poli a rilevarlo. Da parte sua, il Padova, schiera sul monte Faccini rilevato al nono da Tonellato. Imola subisce Faccini che concede solo quattro valide, valide purtroppo improduttive e che non permettono ai Redskins O.C.E. di portare a casa alcun punto. Il Tomasin, che invece avrà al suo attivo ben 17 valide, incamera in queste otto riprese nove punti, i primi due dei quali coadiuvati da due errori difensivi degli Imolesi.  Al nono sale sul monte Padovano, Matteo Tonellato e qui Imola riesce ad incamerare tre punti, contro i quattro dei Veneti. Sette sono le valide Imolesi: un singolo per Coroli, un doppio per Gelli e Belletti, un singolo ed un doppio per Cortini e due doppi per Sosa. Due gli errori difensivi per entrambe le compagini.

SQUADRE GARA 1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
RIS. FIN.
TOMMASIN PADOVA
0
1
0
0
1
1
3
3
4
13
REDSKINS O.C.E.
0
0
0
0
0
0
0
0
3
3


Nel secondo incontro sale sul monte del Santerno, per confrontarsi con il temuto Astorga, Simone Grendene il quale, disputando una buona gara tiene a zero l’attacco Veneto sino al quinto quando: una base ball ed un valido aiutati da un errore difensivo, permettono ai Padovani di segnare due punti. Nello stesso inning Imola, con due valide, mette sotto pressione Astorga che concede le uniche due basi della partita ed Imola segna un punto. Purtroppo, l’inning che poteva ribaltare la situazione, si chiude lasciando sulle basi tre corridori sprecando così un‘occasione che non si ripresenterà più. Un altro punto Veneto, per ripresa, entrerà al settimo ed un altro all’ottavo, dove Gelli  rileverà Grendene. Un errore difensivo per entrambe le formazioni e pareggio anche per le valide, sette per squadra. Per Imola, un singolo per: Sosa, Belletti, Delgado, Cortini, Minardi e Moscariello; un doppio per Gelli.

SQUADRE GARA 1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
RIS. FIN.
TOMMASIN PADOVA
0
0
0
0
2
0
1
1
0
4
REDSKINS O.C.E.
0
0
0
0
1
0
0
0
0
1


Nulla da recriminare sulle due gare, da parte loro i Veneti hanno ostentato un monte molto forte, ma se Imola avesse attaccato e non subito come in altre occasioni, sicuramente avrebbero avuto vita molto più difficile.  In battuta la compagine Padovana è stata sicuramente forte e sopra tutto molto aggressiva sulle basi, ma se la difesa Imolese fosse stata un po’ meno fallosa, come sa giocare, qualche punto sarebbe rimasto indietro. Sabato prossimo, 15 giugno, i Pellerossa saranno in trasferta, nuovamente contro il Padova, nella terza giornata di ritorno. Sicuramente il conoscere gli avversari, mai incontrati sino ad oggi, aiuterà l’Imola ad impostare una preparazione mirata ed a prepararsi adeguatamente per provare a sfatare questo mito  d’imbattibilità.Borgano, Imola 09/06/2013.




Athletics vs Redskins 4-1, 5-8

lunedý 3 giugno 2013

I Pellerossa pareggiano ad Ozzano.
Seconda giornata di ritorno, domenica due giugno… e prima giornata di clima estivo per i Redskins O.C.E. che incontrano, sul campo di Ozzano dell’Emilia, la squadra degli Athletics. Contrariamente a quanto previsto dall’iniziale calendario federale la società del Pilastro ha deciso, per propri motivi logistici, di disputare le proprie partite casalinghe sul diamante Ozzanese. L’esito di questa giornata vede un pareggio tra le due compagini, con un sensibile calo in attacco dell’Imola e qualche errore difensivo di troppo, complice forse anche lo stato influenzale nel quale si sono trovati parecchi atleti Imolesi, nel corso di quest’ultima settimana.
Sale sul monte, in gara uno, Ivan Lentini che disputa una partita più che soddisfacente ma purtroppo, un attacco più aggressivo dei Bolognesi a zero errori difensivi, fa si che concluda la partita perdente. Da parte sua l’Imola non ingrana in attacco, tre sole valide contro le sette avversarie: un singolo per Sosa, Gnudi e Cortini;  ma con ben quattro errori difensivi.  Gli Athletics segnano un punto al secondo inning, due al quarto ed uno al sesto, mentre i Pellerossa pestano il cuscino di casa base una sola volta al settimo, concludendo l’incontro a favore dell’entourage del Pilastro per quattro ad uno.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS

0

0

0

0

0

0

1

0

0

1

ATHLETICS

0

1

0

2

0

1

0

0

/

4

Quattro i lanciatori che si avvicendano sul monte, in gara due, per entrambe le formazioni. Primo a calcare la terra del monte per i Pellerossa è Simone Grendene, che verrà rilevato al sesto da Tavasci. Sarà poi il turno, al settimo, di Vignali ed al nono di Gelli. I Bolognesi prendono subito il largo, due punti segnati al secondo ed altri due al quinto. L’inizio sesto vede l’Imola in difficoltà sul punteggio di quattro a zero a favore degli avversari, ma è in questa ripresa che le mazze Pellerossa si risvegliano e fanno incamerare tre preziosi punti contro uno. Situazione di stan by, sul tre a cinque, sino al nono. Ultimo attacco ed ultima opportunità per i Redskins O.C.E. di ribaltare la situazione. Delgado guadagna la base per ball e viene spinto in terza dal singolo di Coroli, è il turno di Sosa che, con la sua valida, permette ai due compagni di segnare punto, ora è pareggio. Gnudi guadagna, con un singolo, la prima base; seguito da Gelli per base on ball e da Belletti. Ora le basi sono piene ed è lo splendido triplo di “Leone” Fedo Cortini che spazza il diamante portando a casa i tre punti che daranno la vittoria all’Imola che, a suo turno, frenerà i Bolognesi nel loro ultimo attacco. Anche in questa gara Imola risulta un po’ fallosa… con due errori contro uno, mentre in attacco segna otto valide contro le undici degli Athletics: un singolo per Gnudi, Gelli, Belletti, Natilli e Coroli, due singoli per Sosa ed un triplo per Cortini.

SQUADRE GARA 2

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS

0

0

0

0

0

3

0

0

5

8

ATHLETICS

0

2

0

0

2

1

0

0

0

5

Il prossimo week end sarebbe stata giornata di riposo ma Imola recupererà, in casa a diamante invertito, la terza giornata rimandata, per motivi climatici, all’andata con il Tommasin Padova. Imola mantiene al momento la terza posizione in classifica, ma la prossima settimana vedrà sicuramente un alternanza di risultati per la composizione delle partite con forti dubbi e forse sorprese, tra cali di prestazione, avvicendarsi di atleti delle franchigie e chi più ne ha più ne metta. Certo Imola non affronterà una gita con il Padova capolista, forte di un monte di tutto rispetto, ma chissà… già altre volte i Pellerossa hanno tirato fuori il coniglio dal cilindro al momento giusto e del resto la speranza è l’ultima a morire… “the show must go on”.




Redskins vs Rovigo 10-0, 2-3

lunedý 27 maggio 2013

I Redskins O.C.E. pareggiano sul Santerno con Rovigo.

Pur con tutte le difficoltà di una giornata invernale, si è disputata anche questa prima giornata del girone di ritorno, sulle rive del Santerno, del campionato Nazionale di baseball di IBL2D-Serie A. Un clima freddo, ma clemente, ha permesso di giocare gara uno senza problemi, contrariamente a quanto accaduto in gara due quando, un forte scroscio d’acqua, ha costretto le due squadre a sospendere, per un ora, l’incontro e l’Imola al ripristino del campo semi allagato. Gare ben diverse quelle viste in questa domenica di baseball: nel primo incontro L’Imola chiude all’ottavo per manifesta mentre, nel secondo, deve soccombere per un punto all’ottavo inning.

In gara uno i Pellerossa schierano sul monte un ottimo Ivan Lentini che chiude, vincente, la partita all’ottavo… senza scendere dal monte e concedendo quattro sole valide. Ottimo l’appoggio della difesa che conclude l’incontro con zero errori, contro i quattro dei Veneti, falcidiando le battute degli avversari. Grande ed aggressivo l’attacco dell’Imola contro il lanciatore partente Turrini ed i rilievi: Marangoni e Rondina. Ben 18 sono le valide dei Pellerossa: singolo per Cortini e Pirone; un doppio per Sosa; due singoli per Gelli; un singolo e doppio per Gnudi, Delgado e Lentini F.; tre singoli per Belletti e quattro singoli per Natilli in grande giornata. Partiti sullo zero a zero, l’Imola incamera punti con continuità sino ad arrivare all’ottavo dove, i due punti segnati a casa base da Gnudi e Belletti, sanciscono la manifesta per inferiorità.

SQUADRE GARA 1 1 2 3 4 5 6 7 8 9 RIS. FIN.
ROVIGO 0 0 0 0 0 0 0 0 / 0
REDSKINS O.C.E. 0 1 1 3 3 0 0 2 / 10

Come previsto sin dallo scorso fine settimana,  per l’incontro di gara due, il Rovigo ha schierato sul monte, forte dell’apporto della franchigia della quale fa parte, tre lanciatori di categoria superiore della Fortitudo: Adam Clerici e Nicholas Pugliese in arrivo dagli States e Davide Anselmi che, presto, invece vi si recherà. Parte sul monte di lancio, per l’Imola, Simone Grendene… che terrà a freno le mazze del Rovigo, sino a fine sesto, sempre coadiuvato da una difesa ermetica, zero errori in tutta la partita contro uno degli avversari, mentre sono cinque le valide Venete in totale. Viene poi rilevato da Tavasci e, a fine ottavo, da Vignali. Purtroppo, ad inizio ottavo, una flessione del monte permette al Rovigo tre segnature che lo porteranno alla vittoria finale superando di uno i padroni di casa.  Da parte sua Imola non riesce a reagire, in attacco, ai lanci dei tre pitcher major, tre sole valide: un singolo per Minardi e due per Cortini.

SQUADRE GARA 2 1 2 3 4 5 6 7 8 9 RIS. FIN.
ROVIGO 0 0 0 0 0 0 0 3 0 3
REDSKINS O.C.E. 0 1 0 0 0 1 0 0 0 2

 

Sin dall’andata, la società Imolese, era ben sicura di essere in grado, al ritorno, di poter fronteggiare il Rovigo. Del resto la classifica e la manifesta di gara uno odierna, lo dimostrano ampiamente. Ovvio che il rimaneggiamento del monte in gara due ha totalmente influito sul risultato e, sopra tutto, ha avuto un forte impatto psicologico sull’attacco Pellerossa. Domenica prossima, due giugno, i Pellerossa saranno in quel di Ozzano dell’Emilia per fronteggiare gli Athletics… nella seconda giornata di ritorno.

Comunicato del Presidente Mauro Poli: “Siamo arrivati, praticamente, a metà campionato e la sfida che i miei ragazzi hanno accettato di portare avanti insieme, a gennaio, è andata ben oltre a quanto preventivato. Si parlava di cercare di vincere almeno qualche partita e siamo a più vinte che perse. Non abbiamo assoldato pitcher stranieri od oriundi, nonostante vi fosse una scelta immensa e con costi ben più ragionevoli del passato, abbiamo tirato dritto per la nostra strada con i nostri mezzi e quello che più mi rende fiero è di poter dire di aver vinto e perso con i miei ragazzi, un gruppo che cresce da anni ed uno spogliatoio che tutti, da sempre, ci invidiano… unito e coeso. Vi è ancora parecchia strada a fine del campionato ed incontri molto duri, ma voglio che i miei atleti sappiano che la società è fiera di loro e che quanto stiamo portando avanti, insieme, ci fa onore.




Redskins vs Sala Baganza 8-6, 12-9

lunedý 20 maggio 2013

 I Pellerossa sotterrano la mazza di guerra.

Settima ed ultima giornata di andata, domenica 19 maggio, sul diamante del Santerno. I Redskins O.C.E. hanno ospitato, sul campo comunale della Tozzona, la formazione del Sala Baganza, società di grande tradizione nel gioco della “pelota” e terza in classifica dopo la doppia sconfitta Imolese riportata, a Rimini, lo scorso week end. Questo confronto era molto atteso sia dalla dirigenza societaria che dallo staff tecnico in quanto, la squadra del parmense, rappresentava un indice importante per capire le reali capacità e carattere dell’equipe Imolese. Ma i Pellerossa hanno ben reagito, con grande dignità e sempre a testa alta in quella che possiamo definire una giornata dalle mazze roventi, ben ventiquattro valide nei sedici attacchi che hanno sancito il risultato positivo di questo nuvoloso week end.

In gara uno Imola schiera sul monte un buon Ivan Lentini, rilevato a metà ottavo da Gianluca Poli poi sostituito, a sua volta, da Erik Gelli il quale risulterà lanciatore vincente. Il monte del Sala  vede, partente, Pizzarotti e, closer perdente, Silvestri. Nel primo attacco Imola lascia a zero i Parmensi e, nel proprio turno, vede eliminare i suoi primi due attaccanti; terzo uomo al piatto Gelli che, intercettato il lancio di proprio gradimento, spara la pallina oltre la “ramata” e, facendo passerella, porta a casa il primo punto in un campo storicamente ostico agli homerun. A fine primo: Imola due Sala Baganza zero. Nella seconda ripresa i parmensi incamerano un punto ed altri due al terzo, Imola sempre al terzo ne segna altri tre; ora il punteggio è sul cinque a tre per i padroni di casa… e così rimarrà invariato sino a fine quinto. Sesta ripresa, i Pellerossa segnano nuovamente ma è all’ottavo che, il Sala, incamera altri tre punti pareggiando, ora tutto è nuovamente da rimettere in gioco … si riparte da zero. Ottavo attacco dell’Imola, Silvestri concede la prima a Gnudi per base on ball; turno di Gelli al piatto che, dopo due tentativi di bunt falliti, decide di prendere la scorciatoia e spara nuovamente la palla oltre la “ramata”, portando seco Gnudi a casa base tra gli applausi del pubblico. Con questi due punti Imola si appresta all’ultimo attacco del Sala sull’otto a sei, un assistenza 4-3 e due kappa chiudono definitivamente la pratica. Buono il monte e la difesa dell’Imola che, pur con quattro errori contro zero degli avversari, poco concede. Sulle basi si è potuta vedere un’Imola molto più incalzante, aggressiva e proficua, con 13 valide contro 10: un singolo per Belletti e Natilli, un doppio per “Bigo” Lentini, un triplo per Cortini, due singoli per Sosa, singolo e doppio per Delgado, due doppi per Pirone ed un doppio e due homerun per un “Gerrik Superstar”.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

SALA BAGANZA

0

1

2

0

0

0

0

3

0

6

REDSKINS O.C.E.

2

0

3

0

0

1

0

2

/

8

Partita rocambolesca gara due … con un Imola perennemente in fuga ed un Sala incalzante che però non riesce ad impattarla. Salgono, sul monte dell’Imola, Tavasci rilevato al settimo da Vignali che risulterà lanciatore vincente … rilevato  a sua volta da Grendene, all’ottavo, per la salvezza. Da parte loro i parmensi schierano Fornasari, partente, sostituito al settimo da Bova. A fine terzo le due compagini sono sul due a due, poi è un susseguirsi di punti ad ogni inning per entrambe le formazioni … che però vede i Redskins O.C.E. prendere il largo. A fine ottavo il tabellone segna 12 per l’Imola contro 7 del Sala. Ultimo attacco, Sala incalza ancora e porta a casa base altri due corridori ma, con un ultima assistenza terza prima, si conclude l’incontro. Due gli errori difensivi dei Pellerossa contro uno dei “visitors”, mentre sono 10 le valide del Sala Baganza contro 11 dell’Imola: singolo per Moscariello, Natilli, Belletti e Gelli; doppio per Cortini e Minardi; due singoli per Poli e due singoli ed un doppio per Christian Gnudi. Il connubio difesa attacco si è bene  avvicendato in questo secondo incontro portando a questo positivo finale.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

SALA BAGANZA

1

0

1

0

0

2

3

0

2

9

REDSKINS O.C.E.

2

0

0

2

1

0

4

3

/

12

Il risultato di questa giornata sul diamante della Tozzona ha fatto vedere una buona commistione di gioco tra attacco, monte e difesa; ma … sopra tutto, ancora una volta un grande spogliatoio che, pur da “remigini” di categoria, si sono spinti bene al di là delle aspettative, pur affrontando squadre di consolidata capacità quale il Sala Baganza è . Un plauso a Gelli che, con due HR in una partita, detiene un nuovo primato sull’impianto della Tozzona ed a Vigna che vince la sua prima partita nel ruolo di pitcher. All’allenamento di martedì prossimo, viste queste due performaces, Kassovitz potrebbe girare sulle rive del Santero un remake di “Fiumi di porpora”: “Fiumi di birra”.

Con le due vittorie di questa settima giornata Imola si riporta alla terza posizione della classifica, alle spalle di Padova e Rimini. La prossima domenica, 26 maggio, i Redskins saranno nuovamente sul diamante di casa per affrontare il Rovigo nella prima giornata di ritorno. All’andata … Imola perse contro i Veneti entrambe le partite giocando due delle peggiori gare degli ultimi anni, complice sicuramente il maltempo che non aveva ancora permesso ai Pellerossa di calcare la terra rossa; tuttavia il Mister Trombini sa che non dovrà prendere assolutamente alla leggera questa giornata in quanto, l’appartenenza alla franchigia, potrebbe portare variazioni alla compagine e di conseguenza occorre prepararsi al meglio.

Borgano, Imola 19/05/2013.

 




Rimini vs Redskins 3-1, 5-0

lunedý 13 maggio 2013

 La cavalcata dei Pellerossa s’interrompe sulle rive dell’Adriatico.

Dopo cinque gare vinte consecutivamente, la serie positiva dei Redskins O.C.E. si interrompe bruscamente, alla sesta giornata, sulle rive dell’Adriatico nella casa dei Pirati. L’atteso incontro tra due delle tre capolista del girone B si è concluso con due vittorie per il Rimini. Le due partite hanno visto due squadre che avrebbero potuto gareggiare, per potenziale, ad armi pari… ma così non è stato. Purtroppo, in attacco, agli Imolesi è mancato quello smalto e quella continuità che li ha contraddistinti nelle ultime giornate e, di certo, la fortuna non li ha assistiti.

Imola, in gara uno, schiera sul monte un Ivan Lentini in buona forma che poco o nulla concede nei primi cinque inning, due sole valide e nessuna base ball, tenendo i Pirati a punteggio vuoto. Da parte loro i Riminesi schierano Amerigo Ricci il quale, in giornata no, concede nel primo inning ben quattro basi ball. E’ in questo primo inning che Imola segna un punto, artefice l’imprecisione del pitcher avversario; ma è anche qui che i Pellerossa non riescono a sfoderare quella grinta in attacco che li ha contraddistinti ultimamente subendo un monte praticamente inesistente. Al sesto attacco degli adriatici, l’unico errore difensivo dei Redskins, per la legge di Murphy si trasforma in punto portando il pareggio. Ottavo inning, due singoli di Delgado e Belletti sul rilievo Morri  fanno ben sperare in una riscossa ma, subito, un doppio gioco smorza gli animi dei Pellerossa; da parte loro i Pirati trovano un leggero calo sul monte dei visitatori e trasformano quattro valide del turno forte, in due punti battuti a casa base. Nulla d’invariato al nono attacco e le luci del tabellone si fermano sul punteggio di tre ad uno, per i padroni di casa. Si può dire che difensivamente le due compagini si siano equivalse, con un errore ciascuna ed ottime prestazioni di gioco. Il monte di lancio ha sicuramente visto una migliore prestazione dell’Imola per tre quarti di partita ma, purtroppo, i primi segnali di cedimento non hanno lasciato spazio a scelte, non facili da prendere, su un punteggio di pareggio. Quello che però ha veramente fatto la differenza è stato l’attacco, quattro valide dell’Imola: singolo per Gnudi, Delgado, Belletti e Cortini; contro le nove dei padroni di casa.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS OCE

1

0

0

0

0

0

0

0

0

1

RIMINI

0

0

0

0

0

1

0

2

/

3

 

Gara due vede partente per l’Imola il pitcher Tavasci rilevato, a metà  sesto, da Simone Grendene; quando l’attacco Adriatico aveva ormai dilagato ed erano entrati due punti al primo, uno al quinto e due al sesto, con al loro attivo ben dieci valide. Da parte sua Rimini schiera partente Cherubini, un buon lanciatore che tuttavia viene toccato dalle mazze Pellerossa, lo stesso vale per il rilievo Di Raffaele e poi Biondi. Sette valide per i Redskins: singolo per Gnudi, Gelli, Delgado, Belletti, Moscariello, Minardi ed un doppio per Poli. Purtroppo, nonostante le: sette valide, le basi concesse ed i colpiti a casa base; Imola in attacco lascia innumerevoli uomini sulle basi senza nulla realizzare. Come in tutti i giochi anche nel baseball la fortuna è una componente di grande importanza e certo in questa giornata Imola non ne ha per nulla abusato. Sempre prestante la difesa, zero errori per entrambe le formazioni, con belle prese ed azioni di prestigio. La gara si chiude, al nono attacco degli Imolesi, sul punteggio di cinque a zero per i Pirati del Rimini.

SQUADRE GARA 2

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS OCE

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

RIMINI

2

0

0

0

1

2

0

0

/

5

 

Domenica prossima, 19 maggio, i Redskins O.C.E. affronteranno, sul diamante di casa, il Sala Baganza… squadra di tutto rispetto che, in questa giornata, ha sottratto all’Imola il terzo posto sul podio. Il manager “Moro” Trombini, coadiuvato da Marchi e Maccaferri, dovranno lavorare intensamente, durante questa settimana, per approntare le giuste strategie e, viste le due ultime due gare, un po’ di macumba non guasterebbe.

Borgano, Imola 12/05/2013.




Fulmini e grandine bloccano le mazze Imolesi a Castenaso.

domenica 5 maggio 2013

Ormai le previsioni ci azzeccano maledettamente e quanto pronosticato dal meteo, ovvero pioggia alle ore 15,00, pur con un ora di anticipo si è verificato, domenica, sul campo comunale di Castenaso. Dopo l’esito positivo di gara uno, nella quinta giornata di campionato, la prevista precipitazione atmosferica ha fatto si che il diamante avversario diventasse impraticabile al gioco per via dell’acqua accumulatasi e lo staff arbitrale dichiarasse il campo inagibile, per gara due. Di conseguenza, gara due, verrà probabilmente recuperata in notturna infrasettimanale, sempre sul campo di Castenaso, in data da destinarsi.

Gara uno vede una totale supremazia di gioco da parte dei Redskins O.C.E. sia in attacco che in difesa. Imola schiera sul monte il pitcher Ivan Lentini che poco o niente concede alle mazze avversarie, due sole valide in sei inning, sostenuto da una vera e propria “linea Maginot” difensiva. Quest’ultimo viene rilevato, vincente, al settimo da un esordiente “Pesca” Lorenzo Vignali il quale, giocandosi quattro uomini, chiude illeso la partita per manifesta. Da parte loro, il Castenaso schiera tre pitcher, un partente Bassi Andrea poi sostituito da D’Artavilla.

Si può dire che, i primi due inning, siano stati per entrambe le formazioni materia di studio… ma è al terzo che capitan Pirone apre le danze con la mazza, subito emulato da Gelli in un’azione che porterà la difesa avversaria a produrre alcuni fatali errori, subendo quattro punti. I Bolognesi segnano un punto al quinto, ma vengono subito emulati, al sesto, dai Pellerossa. Il settimo inning, che vedrà chiudersi la gara per manifesta, vedrà l’attacco del Santerno dar vita ad un vero Carosello di battute, battute che andranno a produrre ben sette punti, chiudendo così, anticipatamente, la gara.

Difensivamente l’Imola ha fatto vedere ottime cose, una difesa che ha lavorato concentrata ed incalzante. Degna di nota, al settimo, l’impossibile eliminazione al volo a fondo campo in foul sinistro da parte di Coroli ai danni di Cancellieri. Zero, gli errori dei Redskins O.C.E., contro i cinque del Castenaso.

In attacco sono undici le valide prodotte dall’Imola, contro le due del Castenaso; l’intensivo allenamento invernale al “batasso” di “Moro” Trombini sta dando i suoi frutti. Per l’Imola battono: un singolo Sosa, Natilli, Lentini Fabio, Pirone e Coroli; due singoli per Gelli e Cortini e due doppi per Belletti.

SQUADRE GARA 1

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

REDSKINS OCE IMOLA

0

0

4

0

0

1

6

/

/

11

CASTENASO

0

0

00

1

0

0

/

/

/

1

Il prossimo week end, 12 maggio, vedrà i Pellerossa in trasferta a Rimini espugnare la tana dei Pirati, squadra che sicuramente cercherà di dar loro del filo da torcere anche perché, l’attuale classifica, vede il Padova primeggiare, seguita da Rimini e terza Imola… di conseguenza sarà un incontro ai vertici.

Borgano, Imola 05/05/2013.




Redskins vs Modena: 6-5 - 7-1

lunedý 29 aprile 2013

Doppio scalpo per i “Pellerossa” sul diamante del Santerno.
Giocate, domenica 28, gara 7 e gara 8 della quarta giornata di campionato sul campo comunale della Tozzona ad Imola. Nella prima mattinata, dopo essere stato in osservazione presso il pronto soccorso dell’ospedale di Imola, un inconveniente fisico costringe il pitcher Simone Grendene al riposo. Questo porta il manager Trombini a rivedere le proprie strategie di gioco nell’affrontare il Modena, una squadra non ancora incontrata e della quale non se ne conosceva l’effettivo potenziale. 
Gara uno vede sul monte, partenti, Ivan Lentini per Redskins O.C.E. e Pritoni per il Concor Modena. Una flessione del monte di casa permette all’attacco avversario di incamerare 3 preziosi punti mentre,  dal canto suo, l’attacco Imolese fatica ad ingranare sino al terzo quando, sul singolo di “Fedo” Cortini,  si innescano una serie di valide che portano al sorpasso di un punto, mentre il pitcher Lentini blocca le mazze del Modena. Altro punto al settimo per Imola ma, nella parte bassa dell’ottavo, gli Emiliani si rifanno sotto e segnano i 2 punti del pareggio. Pronta risposta “Pellerossa” che trasforma la valida di Cortini nel punto di vantaggio. Il nono inning vede la difesa dell’Imola chiudere, illesa, con un Ivan Lentini vincente che cede il monte a Gelli, il quale salva e chiude sul punteggio di 6 a 5.
Buon riscontro in attacco per entrambe le formazioni che segnano ben undici valide a testa. Per l’Imola un singolo di:  Sosa, Gelli, Natilli, Lentini; due singoli per: Gnudi e Pirone e tre singoli per Cortini. Ma è in difesa che Imola non commette alcun errore contrariamente agli avversari e questo, alla fine, ha fatto la differenza.

SQUADRE GARA 1 / INNINGS

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

CONCOR MODENA

3

0

0

0

0

0

0

2

0

5

REDSKINS OCE IMOLA

0

0

4

0

0

0

1

1

/

6

 

Gara 2 vede sul monte del Santerno, partente, Fabio Tavasci mentre il Concor Modena schiera prima Soto, sostituito al terzo dall’ex iridato pitcher Nettunese Cipriano Ventura che, dall’alto dei suoi 48 anni, sfoggia ancora notevole padronanza di ruolo. In questa partita le mazze Imolesi si scatenano al terzo incamerando ben 6 punti, costringendo così gli avversari alla sostituzione del pitcher. Altro punto Redskins segnato al 5 mentre, un Tavasci in gran forma, tiene a freno le mazze Modenesi per lasciare il monte, vincente, a Gianluca Poli che chiuderà l’incontro senza problemi. L’attacco Emiliano riesce a segnare un sol punto all’ottavo. Va anche sottolineato che, se in questa partita l’attacco Pellerossa ha nuovamente bastonato pesantemente (8 valide contro 5 con: un singolo per Gnudi, Delgado, Cortini, Poli e due per Gelli e Belletti), la difesa è stata veramente ineccepibile con prese ed assistenze di alto livello, sempre zero errori per Imola contro uno degli avversari. Questa quarta giornata ha fatto vedere grossi progressi ed il frutto dell’intenso allenamento al quale gli atleti Imolesi si stanno sottoponendo, sia a livello difensivo che di attacco.

Domenica prossima, cinque maggio, i Redskins O.C.E. saranno impegnati, in quel di Castenaso, per incontrare la squadra locale condotta dall’ex terza base dell’Imola, Franco Demarco, attualmente manager dell’equipe Bolognese.

SQUADRE GARA 2 / INNINGS

1

2

3

4

5

6

7

8

9

RIS. FIN.

CONCOR MODENA

0

0

0

0

0

0

0

1

0

1

REDSKINS OCE IMOLA

0

0

6

0

1

0

0

0

/

7




Rinvio per Padova-Redskins a data da convenirsi

lunedý 22 aprile 2013

 Giove pluvio mette lo zampino su questa terza giornata di campionato. Come da previsioni meteo, su richiesta delle squadre interessate, la Federazione ha rinviato a data da destinarsi l’incontro tra Padova e Redskins, che si sarebbe dovuto disputare sul diamante Veneto sabato 20. Situazione del resto verificatasi per la maggioranza delle gare da disputarsi in nord Italia in questo fine settimana e che non mancherà di portare disagi, visto l’obbiettivo Federale, di chiudere i giochi, una volta tanto, in tempi umani. Guardando la cosa dal lato del bicchiere mezzo pieno, il tardare la gara darà ai ragazzi di “Moro” Trombini la possibilità di poter calcare la terra rossa e di prendere maggior confidenza con il diamante e la luce non artificiale. Purtroppo, le piogge torrenziali di questa primavera uggiosa, hanno costretto la prima squadra Imolese ad allenarsi sul cemento della struttura coperta della Tozzona sino alla prima di campionato. Questo potrà portare solo benefici, soprattutto per preparare il confronto con un osso duro quale è il Padova. Prossimo appuntamento domenica 28 aprile sul diamante del Santerno, dove i Redskins incontreranno il Modena, squadra alla portata ma comunque da non sottovalutare, prima gara ore 10,30 seconda ore 15,30.




Redskins vs Athletics: 10-3 - 2-1

lunedý 15 aprile 2013

 

Nel secondo turno del campionato di serie A i Redskins Imola Baseball guidati dall’Allenatore Moreno Trombini ottengono una doppia vittoria (10 – 3 e  2 - 1 al decimo inning).

Gara uno, giocata domenica mattina sul diamante del Centro Sociale Tozzona ha visto sul monte di lancio Ivan Lentini che ha tirato nove riprese, portando a casa la prima vittoria in campionato e fornendo una buona prestazione, cinque strike-aut e nessuna base base-ball; per gli avversari quattro sono stati i lanciatori che si sono alternati sul monte di lancio in gara uno.

Imola è subito stata aggressiva per riscattarsi della prova oscura di Rovigo, con un punto segnato nel primo inning e, purtroppo, qualche uomo di troppo bruciato sulle basi.

La gara prosegue in tranquillità: 3 punti segnati al terzo, quarto, quinto  inning. Per un errore della difesa, al settimo inning, gli Athletics si portano a casa due punti.

Partita lenta senza sbavature con buona prova nel box di battuta per Delgado 2/5, Gelli 2/3, Cortini 2/4 che hanno permesso le 10 segnature contro le 3 degli avversari.

In gara due, un buon inizio del lanciatore  Simone Grendene che subisce un punto al secondo inning, ma poi controlla bene la gara fino al punto del pareggio al quarto inning. Sale poi sul monte Fabio Tavasci che si trova subito a districarsi in una situazione complicata, basi piene, ma con fermezza elimina tutti gli avversari. Finita l’autonomia di Tavasci, girandola di cambi che portano l’interbase Erik Gelli sul monte che non fa veder palla. Dopo alcune occasioni sprecate, troppi uomini lasciati sulle basi, si va agli extrainning: Gelli in base, Natilli batte e porta a casa il punto della vittoria.

Bella gara, pubblico numeroso  e buono l’arbitraggio.

Sabato prossimo trasferta a Padova, prima in classifica nel girone B.




Azcuy H. Pedro

venerdý 12 aprile 2013
E' ritornato da qualche giorno a Imola,  dopo un avventuroso volo aereo, il tecnico cubano Azcuy H.Pedro che da cinque anni è presente nel baseball cittadino; orfano purtroppo  del  prestigioso amico e compagno  Perez Velez Carlos.
Difficile e  tormentata la scelta del tecnico cubano da portare a Imola, ma ragioni di budget la  imponevano e pertanto  i dirigenti Redskins  si sono orientati su chi da sempre è stato a stretto contatto con le squadre del settore giovanile al fine di dare continuità al lavoro degli anni precedenti.

Pedro, subito in campo per  gli allenamenti per saggiare lo stato delle nuove formazioni Under 21 e Allievi che saranno da lui dirette nell'imminente stagione 2013 senza tralasciare la  collaborare alla crescita sportiva delle formazioni Serie C e categoria Ragazzi e di portare nelle scuole la attività di pratica e di promozione del baseball.



Rovigo vs Redskins: 13-4 - 9-6

lunedý 8 aprile 2013

Non comincia nel migliore dei modi l’avventura dei Redskins in serie A, usciti sconfitti nel doppio incontro contro Rovigo con i punteggi di 13-4 e 9-6.
Poco da raccontare su quanto accaduto allo stadio Tassina. In gara 1 gli imolesi non sono riusciti ad entrare mentalmente in partita e, a causa di alcuni errori difensivi, hanno visto il punteggio allargarsi progressivamente a loro sfavore.
Andamento di gara 2 simile a quello della precedente, ma verso la fine della partita, una reazione di orgoglio porta capitan Pirone nel box con il punteggio sul 9 a 6 per i veneti e le basi piene; la sua battuta però viene presa al volo in due tempi dall’esterno destro, fermando sul nascere le speranze di rimonta.
Complessivamente i Redskins sono apparsi in buona condizione del box di battuta (18 valide nel weekend) ma hanno mostrato grosse lacune difensive, complice anche il maltempo, che ha di fatto impedito alla formazione di Trombini di allenarsi in campo, su cui bisognerà lavorare parecchio.
Domenica prossima, 14 aprile, i Pellerossa affronteranno sul diamante di casa gli Athletics. L'appuntamento è alle 10,30 per gara uno e alle 15, 30 per gara due, al campo della Tozzona, in via Punta 24.




30 anni di baseball a Imola

lunedý 25 marzo 2013

I Redskins hanno festeggiato il trentesimo anniversario della fondazione con una cena (150 gli invitati)  nelle sale del Centro Sociale “Tozzona”, sede dell’omonima polisportiva di cui fanno parte. Presente la squadra al completo – quella che ha conquistato la seria A Federale l’anno scorso a Verona e che sarà anche quella del 2013 – con fidanzate, mogli e figli al seguito, ex giocatori come Franco De Marco oggi manager di Castenaso, Giulio Gamberini, Manuel Morselli, Lucio Marchi e Atrigna che hanno indossato in passato le casacche rossoblu, antichi allenatori e coach come Carlino, Blanda e Flo, supporter, genitori e amici degli amici.

Alle parole del presidente del Centro, Tiziano Pellicani, hanno fatto seguito quelle del sindaco Daniele Manca, orgoglioso dei risultati che i “pellerossa” hanno conseguito negli anni per la città, per la saldezza della società del presidente Mauro Poli, per il lavoro svolto dai Redskins nelle scuole e tra i giovani.

Sicuramente quattro le formazioni in campo nel 2013: A Federale, serie C, Under 21 e Allievi o Ragazzi. La prima squadra non subirà modifiche rispetto a quella dello scorso anno e le ristrettezze hanno rinsaldato l’attaccamento dei giocatori che hanno accettato, pur di disputare il campionato che gli compete, una riduzione dei rimborsi. Solo un coach cubano, Pedro Azcuy, giungerà da oltreatlantico mentre alcuni cambiamenti sono da registrare nello staff tecnico: Davide Maccaferri ha tolto il guanto dal chiodo per risalire sul mound, come pitching coach ed all’occorrenza come rilievo; Andrea Malavasi non dovrà più fare il direttore sportivo perché non c’è nessuno da acquistare e potrà dedicarsi solo ai lanci mancini; il nuovo manager è Moreno Trombini, coadiuvato da Christian Marchi come coach. L’assenza di retrocessioni nel campionato misto A Fedrale-IBL2 permetterà ai Redskins di schierare in prima squadra alcuni giovani provenienti dalle altre categorie, riprendendo quel ciclo virtuoso che già in passato e con scelte oculate, ha portato diversi ragazzi imolesi a diventare punti di forza rossoblu come Manuel Minardi, Federico Cortini, Davide Poli, Fabio Tavasci, Lorenzo Vigna e Luis Sosa.

La crisi ha toccato tutte le squadre, basta pensare alla riduzione in tutti i campionati federali e le alchimie adottate per una IBL decente; nella A Fedrale-IBL2 quasi nessun team ha giocatori stranieri ed i Redskins non sfigureranno sicuramente.

Nel corso della serata celebrativa è stato proiettato un CD che racchiudeva la storia dei Redskins dagli albori – allora Giant, 1978 – fino all’impresa di Verona, con particolare attenzione ai numerosi salti di categoria, alle vittorie nei campionati giovanili, alle convocazioni nelle nazionali minori, alla disputa di sette play off fino a quello che ha riportato Imola al livello attuale.

La serata si è conclusa con un brindisi dei partecipanti ai 30anni di baseball ad Imola, con l’augurio che gli anni futuri siano ricchi di emozioni come questi appena finiti.




2013? Continuiamo a sognare, la sfida continua.

mercoledý 16 gennaio 2013

Quando nel 1992 approdai per la prima volta ad una assemblea della nostra società trovai Castiglione, il mio predecessore, che cercava di far quadrare i conti avendo portato ad Imola, dagli States, Russel Hubbard, allenatore Americano presentatogli dall’amico Bill Holmbrg. Iniziò così un sogno che vide l’incalzare, in tempi stretti, di risultati su risultati. Prima la C1, poi la B ed infine la A2, con un susseguirsi di nomi che mai e poi mai Imola avrebbe potuto pensare di avere tra le proprie file per rafforzare la formazione Imolese, tra questi Atrigna che tanto ha dato per portare Imola in B, poi Maccaferri, De Marco, Blanco, Salazar, Pirone, Natilli, Trombini, Delgado, Morselli, Marchi, Bittar e (mi scuso per quelli non menzionati) tanti altri ancora. Arrivano manager del calibro di Hubbard, Guidi, Gamberini, Avallone, Ludovisi, Blanda, Warawa, Mignani, Espinoza,  ecc… Nel frattempo un altro sogno diveniva realtà, il vivaio Imolese che, sotto la guida di: Marzola, Guccini, Bassani, Lamanuzzi ed altri, tra i quali molta importanza hanno avuto gli allenatori Cubani, prendeva forma. Imola inizia a vedere i propri giovani vincere nelle varie categorie, con presenze in nazionale e primeggiando in tanti tornei.

Nel 2007 Imola cede i diritti di A2 retrocedendo, per scelta, in serie B. Questo per motivi economici, ma anche per continuare a sognare con i propri giovani. La sfida è integrare, nella prima formazione, i giovani del proprio vivaio unitamente a bravi e giovani atleti dell’interland Bolognese, giovani nei quali le società di appartenenza non hanno voluto credere. Questo innesto giovanile, unito all’esperienza dei veterani, porta alla formazione di uno spogliatoio unito e formato non solo da atleti, ma anche e, sopra tutto,  da amici. Nonostante negli anni siano usciti dal campo attori di calibro quali: Morselli, Marchi, De Marco, Maccaferri, Trombini ecc… Imola continua ad asfaltare, partita su partita arrivando continuamente ai play off. Il sogno di Imola, da me portato avanti insieme a Malavasi, arriva all’apice nel campionato 2012 a Verona, quando la nostra squadra, fortemente ringiovanita e sotto la guida di Maccaferri, Trombini e Perez, vince i play off e torna in A2.

Quando a Verona Minardi eliminò il punto di pareggio, quello che mi fece inumidire gli occhi non fu certo una formica con le ali, insetti che quella sera infestavano l’impianto, ma il vedere veterani e ragazzi che si abbracciavano, piangevano, ridevano ed esultavano insieme, il sogno si era nuovamente avverato. In concomitanza all’emozione ed alla gioia del risultato, mi si accese subito una nuvoletta come quelle dei fumetti con sopra scritto “Azzzzz… e adesso???”

Adesso… era il momento di fare i conti con la realtà e con la crisi che attanaglia il nostro paese e, di conseguenza… gli sponsor. Cosa fare? I mezzi risicati non ci avrebbero permesso di formare una squadra integrata di giocatori stranieri o oriundi per affrontare un campionato di spessore. Rinunciare e ripartire dalla C? Un insulto al nostro sogno!!

Dopo non pochi indugi ho riunito la squadra e presentato come e cosa la società poteva mettere sul piatto,… semplice, solamente un nuovo sogno da sognare… tutti insieme, una nuova sfida per continuare a far battere il cuore dei Redskins. La scelta dei ragazzi, pur consci di quello che li attenderà, è stata la conferma di una unione unica ed indissolubile… un attaccamento alla società ed al gruppo che tante formazioni ci hanno sempre invidiato. Questo voler ottenere risultati con le proprie forze, senza compromessi, senza franchigie e senza accettare forche caudine, ribaltando anche le più “profetiche gufate”.

Se pur in ristrettezze, il 2013 vedrà la formazione Imolese che ha vinto i play off 2012 con innesti alla bisogna di ragazzi della Under 21 e della C2 scendere in campo guidata da Trombini come manager, disputare il campionato di A2. Maccaferri, visto il monte di lancio un po’ corto, lascia la conduzione e torna a calcare la terra rossa, mettendo la propria esperienza al servizio dei più giovani; anche Malavasi lascia il ruolo di D.S., al sottoscritto, per dedicarsi nuovamente al monte. Rimane dirigente accompagnatore Ornella Billi coadiuvata dallo scoorer Anna Matteucci, mentre si dimette dal ruolo di massaggiatore Gigi Gandolfi sostituito da Malavasi Sr. Altra novità la presenza di Christian Marchi, che per un problema ai legamenti è momentaneamente costretto a rinunciare a giocare e calcherà il campo come aiuto allenatore di Trombini.

Quanto agli allenatori Cubani, per motivi economici, nel 2013 approderà ad Imola solamente Pedro Azquy, dare continuità al lavoro precedentemente intrapreso con le giovanili, mentre la prima squadra dovrà rinunciare all’esperienza del pitching coach Carlos Perez. Nota positiva nel mondo delle giovanili, nel ruolo di manager ed allenatore, il ritorno ad Imola di Raffaele Valletto, storico ricevitore ai tempi della C1.

Vorrei dilungarmi sul campionato 2013, formazioni, gironi ecc… ma dal mio cilindro escono solo conigli e tortore, quasi come da quello della Federazione.

Martedì 15 gennaio sono iniziati gli allenamenti nella struttura coperta della Tozzona, so bene che questo campionato sarà durissimo ed Imola dovrà imparare a ingerire bocconi amari ma sempre a testa alta, d’altronde le sfide sono queste e comunque “ the show must go on”.

In bocca al lupo ragazzi.



Mauro Poli

Calendario ''Citta' di Bologna'' - risultati prima giornata

martedý 13 novembre 2012

 

GIRONE Z
    Copernico   New Bologna
11-nov 15.00 Castenaso B Bo Athletics Gialli 0 - 12
  16.00 Tozzona Imola Bo Athletics Gialli 0 - 6
  17.00 New Bologna Castenaso A 2 - 16
  18.00 Bo Athletics Verdi Castenaso A 2 - 8
             
    Copernico   Athletics A
18-nov 15.00 Castenaso B Bo Athletics Verdi   -  
  16.00 Bo Athletics Gialli Castenaso A   -  
  17.00 Bo Athletics Gialli Bo Athletics Verdi   -  
  18.00 Tozzona Imola New Bologna   -  
             
    Castenaso   Castenaso A
25-nov 14.30 Bo Athletics Gialli New Bologna   -  
  15.30 Bo Athletics Verdi Tozzona Imola   -  
  16.30 Tozzona Imola Castenaso B   -  
  17.30 Castenaso A Castenaso B   -  
             
    Imola   Tozzona Imola  
16-dic 9.00 Castenaso A Tozzona Imola   -  
  10.00 Bo Athletics Verdi New Bologna   -  
  11.00 New Bologna Castenaso A   -  
             



Redskins Imola per la seconda volta in Serie A2

giovedý 18 ottobre 2012

Sorti nel 1979 come Giants, sciolti nel 1981 per servizio militare dei ragazzi che avevano fondato la società, i Redskins diventano tali finita la naja, nel 1983.
Tanti campionati di C2, fino al ’94 con la prima storica promozione. Secondi l’anno dopo, sono ripescati per la serie B ma all’ultima giornata, con una media di 385, retrocedono sul campo per la prima e unica volta.
Vincono lo spareggio di C1 nel ’97 e vincono i play off per la serie B e qui comincia la storia moderna della squadra imolese.
Si arriva al 2000 con Enzo Blanda manager e giocatori di Bologna, alcuni dei quali ancora oggi nella squadra; primo play off per l’A2, perso con Redipuglia e Final Four in Coppa Italia, sconfitti dal Parma di A1 per 7-2 in semifinale. La A2 arriva l’anno dopo, ai play off con i Black Panthers di Ronchi dei Legionari; cambia anche il logo della squadra che fino a quell’anno era identico a quello dei Cleveland Indians.
Incredibile il 2002, con Marco Avallone alla guida: i Redskins arrivano ai play off per la A1 ma contro la corazzata Reggio Emilia, già attrezzata per la serie superiore, niente da fare.
In finale per l’A1 anche nel 2003 con Rho, forte di una nutrita pattuglia di oriundi; dopo l’1-1 a Imola, in Lombardia succedono cose strane ed i Redskins soccombono. Due anni successivi con piazzamenti dignitosi, mentre Gaetano Castiglione, storico presidente e cofondatore, lascia il posto a Mauro Poli
. Nel 2006 è Pino Viesti a guidare i rossoblu ma a fine stagione, dopo una bella salvezza sul campo di Firenze, la società decide retrocedere in B per mancanza di sponsor, cedendo i dirit-ti a Brescia.
Il 2007 vede l’arrivo dell’italo-venezuelano Daniel Bittar (successivamente Piacenza, Grosseto e San Marino scudettato) che muove i primi passi nel baseball italiano al campo della Tozzo-na. Il manager è il venezuelano Andres Espinoza, coadiuvato dal cubano Carlos Perez e da Carlo Mignani, che diventa manager l’anno dopo.
Ancora Mignani – e da Cuba anche Pedro Azcuy - nel 2009, quando ricomincia la sequela di play off persi: Viterbo quell’anno, Crocetta Parma nel 2010, Lodi nel 2011 con Davide Maccaferri, inossidabile pitcher che ha appeso il guantone al chiodo, alla guida.
Ed ecco il 2012. Dopo aver battuto a Parma la squadra che sarà prima del girone, Oltretorrente Parma, i Redskins “regalano” diverse partite giungendo comunque secondi, per vedersela con Verona.
Alla fine delle prime quattro partite, due a Imola con vittorie Redskins 8-4 e 9-5 e due in riva all’Adige perse 7-2 e 7-6, nella quinta gli imolesi difendono l’esiguo vantaggio all’ultimo inning dopo aver ribaltato il risultato, vincendo 9-8 un rocambolesco confronto.
A Sesto Fiorentino, dopo aver conquistato la Final Four per la Coppa di Serie B, i Redskins battono i padroni di casa in semifinale ma concedono la rivincita a Verona nella finale per 10-9. Chissà se occorrerà attendere altre due finali per portare a casa anche quel trofeo.
Naturalmente il merito della promozione è da attribuire a tutta la squadra senza eccezioni, perché in ogni partita, al di là del risultato, ogni giocatore ha dato tutto per arrivare a questo risultato.

Pitcher: Ivan Lentini, Simone Grendene, Andrea Malavasi (mancino,anche direttore sportivo), Alfredo Lopez Delgado – cubano anche esterno, ora italiano a tutti gli effetti – Fabio Tavasci, Gianluca Poli.
Catcher
: Fabio Lentini, Manuel Minardi.
Interni
: Davide Poli, Daniele Natilli, Federico Cortini, Erik Gelli, Christian Gnudi.
Interni-Esterni
: Luis Sosa (italo-venezuelano), Paolo Pirone, capitano.
Esterni
: Davide Moscariello, Andrea Coroli, Lorenzo Vignali, Andrea Belletti.
Rookies:Luca Freddi (p), Luca Pasotti (i), Marco Serra (f); in roster anche Enrico Capelli (i), Alessandro Martucci (c) e Karim A. Shurabaji (c).
Manager: Davide Maccaferri ;
coach
: Carlos Perez, Pedro Azcuy, Moreno Trombini.
Presidente: Mauro Poli;
Ornella Billi dirigente accompagnatrice;
Anna Matteucci scorer di squadra;
collaboratori indispensabili Orazio Capelli, Faustino Cortini, Aurelio Minardi.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.




Stagione 2012

giovedý 4 ottobre 2012

Cari amici e compagni, ogni fine  stagione mi trovo qui  a scrivervi queste poche righe, per fare il bilancio di nove mesi insieme, per tanti anni finita con l’amaro in bocca per aver sfiorato l’obiettivo prefissato, ma ogni anno con la consapevolezza di essere un gruppo di persone unite, un’ottima squadra ed un gruppo che sa di poter valere di più di una serie B.
Negli ultimi 5 anni:111 Vittorie, 40 Sconfitte,1213 Punti Segnati, 655 Punti subiti, uno dei migliori attacchi ed ogni anno il miglior monte, sono numeri che parlano da soli, sono numeri che non lasciano dubbi sul fatto che siate una squadra che merita qualcosa in più, che merita di tornare al livello che le compete.

Questo risultato ve lo siete meritato con il sudore e la passione di sei anni passati insieme, portando a termine un passaggio generazionale che all’ inizio sembrava impossibile, rifondare una squadra con giovani ragazzi, con il compito non facile di andare a rimpiazzare giocatori del calibro di De Marco, Morselli ecc…

Quando è iniziata questa avventura, lo scopo era ripartire da una serie inferiore, voluta ma non meritata sul campo, con ragazzi di proprietà di Imola e nuovi innesti,da Bologna e provincia.
Tanti di voi, sono cresciuti con me fin da piccoli ed altri sono arrivati negli anni a seguire, ragazzi spesso ampiamente sottovalutati nelle società di provenienza (ora chissà se finalmente hanno capito il valore di questi giocatori), lasciati andare via con molta leggerezza senza mai capire il vostro effettivo livello, altri cresciuti ad Imola, fin da piccoli, in una società che negli anni ha sempre saputo attrarre giocatori per professionalità e serietà.

Questo risultato è merito non solo  del lavoro di questa stagione ma è merito di tutti quelli che hanno lavorato a questo progetto e che magari oggi non fanno più parte di questo gruppo, non faccio nomi perché il rischio è di dimenticare qualcuno, ma chiunque abbia fatto parte di questo gruppo, sa che anche lui ha contribuito a mettere un mattoncino per questo risultato.

Un pensiero va anche a quelle persone che hanno sempre pensato che Imola sbagliasse a restare fuori da un progetto Franchigia che di fatto non è mai esistito, un progetto impraticabile in Italia, un progetto che nella mentalità italiana di promozione e retrocessione, non ha niente a che fare.
Imola, come altri, è rimasta sola a fare con il poco che aveva, cercando ragazzi di qualità, valorizzarli e farli crescere, io ci ho sempre creduto, voi ci avete sempre creduto e voi avete dimostrato che questa è stata la scelta giusta!

Ringrazio tutti quelli che in questi giorni ci hanno fatto i complimenti, amici e non, come ringrazio anche quelli che non hanno potuto sprecare 15 centesimi per un messaggio oppure una mail che è gratis, ma forse  questo risultato, tanti non se lo aspettavano…

Gli ultimi ringraziamenti sono per tutti voi un gruppo eccezionale:Poli Mauro, Belletti, Coroli, Cortini, Gelli, Gnudi, Grendene, Lentini Fabio, Lentini Ivan, Delgado, Maccaferri, Marchi, Minardi, Moscariello, Natilli, Pirone, Poli Davide, Poli Gianluca, Tavasci, Vignali, Serra, Freddi, Martucci e tutto lo staff, Maccaferri, Trombini, Perez, Azcuy, Ornella, Annina e Gigi Gandolfi!       

Un grazie a tutti quello che hanno lavorato dietro le quinte, Faustino, Orazio, Ornella, Cervellati, senza il vostro prezioso lavoro oggi non saremmo qui!

Grazie a tutti i parenti ed amici che ci hanno sostenuto in questi anni e continueranno a sostenervi!

 

Ultimo e non per ultimo, un ringraziamento speciale a Mauro Poli che come un amico, un fratello in questi anni mi ha permesso di poter lavorare con questo gruppo di amici.
Non potrò mai sdebitarmi per la totale fiducia che mi hai dato, questo successo è tutto tuo!

 

Ragazzi, i miei ringraziamenti come la mia avventura ad Imola finiscono qui, sono stati anni fantastici con persone meravigliose che mi hanno permesso di crescere come giocatore e come direttore sportivo.
Quello che potevo darvi l’ho dato, come giocatore e come direttore sportivo… è stato un piacere farlo insieme a voi.

Un grosso abbraccio ed in bocca al lupo a tutti.

COMPLIMENTI SIETE DEI GRANDI

Mala



Coppa Italia Serie B: Final Four

domenica 30 settembre 2012

Semifinale
Redskins               110112100 = 7   h 12   e 2   lob   12
Padule Sesto F.    302000000 = 5   h   8   e 2   lob     7


Redskins:Vignali (9; 1/6); Gnudi (5; 3/5 hr e doppio); Minardi (2); Lopez Delgado (dh; ½); Belletti (9; 1/4); Gelli (6); Natilli (3); Moscariello (3/5 doppio); Cortini (4; 3/5).
Lanciatori: Ivan Lentini (W; ip 6; h 6; bb 4; hp 1; wp 1; k 3); Lopez Delgado (S; ip 3; h 2; bb 0; k 6)

Finale
Verona     020007001 =   10   h  7   e 4   lob 7
Redskins  011050110 =     9   h  9   e 5   lob 8

Redskins: Vignali (8; 1/3; Coroli 8¹); Gnudi (5); Belletti (dh; 1/4; Minardi dh¹); Gelli (6; 4/5 doppio); Pirone (9; 1/5); Cortini (4); Moscariello (7; Lopez Delgado 7¹); Poli (2/4 doppio); Fabio Lentini (2).
Lanciatori: Grendene (ip 5.1; h 5; bb 3; k 3); Tavasci (L; ip 3.2; h 2; bb 4; k 4).

premiazione Coppa Italia Serie B 2012

Padule Sesto Fiorentino, per la quarta volta ha organizzato la Final Four di Coppa Italia Serie B e per la quarta volta non ha vinto. Complimenti all’organizzazione toscana, peccato per il risultato ma alcune cose vanno dette: se la manifestazione è federale, la Fibs deve decidere per tempo dove si deve svolgere la finale ed imporlo- vedendo di ripartire i costi – alle società più attrezzate. Non si può farlo a casa di una delle finaliste – decidendo il calendario con ritardo - solo perché si fa carico di offrire pranzo e cena alle squadre e non far pagare impianto e palline. L’ideale sarebbe stato far disputare le partite negli impianti di Parma, più o meno equidistante dalle quattro squadre, con due semifinali al pomeriggio e la finale alla sera, impegnando dei giocatori dilettanti solo mezza giornata. Imola, solo perché la squadra più vicina a Sesto Fiorentino, ha dovuto giocare alle 11 di sabato mattina, senza tenere conto che qualcuno ha dovuto chiedere permessi al lavoro e qualche giovane rookie assentarsi da scuola. Anche la Cairese e Verona non erano soddisfatte della scelta, ma per amore dell’Old Game hanno abbozzato.
Contro Padule i Redskins, con Ivan Lentini sul monte, partono contradditoriamente come al solito: solo homer di Gnudi che illude e tre punti subiti nell’attacco toscano. Punto di Belletti al 2° ma due incassati al 3°. Lentini cresce come suo solito (più di 280 lanci negli ultimi due week end) ed i Redskins segnano punti dal 4° all’8°, affidando a Lopez Delgado il compito di condurre in porto la vittoria, cosa svolta egregiamente. Nella seconda semifinale Verona recupera su una coraggiosa Cairese, priva di alcuni dei suoi titolari, vincendo 6-3.
 Qualche goccia di pioggia, ma il tempo tiene nella serata. Rivincita dei play off tra due squadre che si rispettano e 2-2 fino alla parte alta del 5°. Attacco Redskins e cinque punti sul calo del partente Tebaldi, sostituito da Sartor, propiziati anche da un errore. Troppo bello e all’inning successivo Imola restituisce con gli interessi: due assistenze sbagliate, due basi ball, valida, cambio del lanciatore con Tavasci per Grendene, base ball, un altro errore, volata di sacrificio e due valide, consentono la segnatura di sette punti agli scaligeri. Nell’inning non è esaltante la direzione dell’arbitro a casa base, ma i Redskins devono soprattutto cercare nella prestazione della difesa e nella gestione del monte di lancio le ragioni della sconfitta. Tuttavia la reazione c’è – come è da attendersi da una squadra che ha conquistato sul campo la serie A – e Imola pareggia con punti al 7° e 8°, costringendo il manager veneto al secondo cambio di lanciatore, con Stefano Bertagna per Sartor. Tavasci sembra rinato e ottiene tre strike out, ma poi concede due basi e un colpito. Anche un errore difensivo da una mano a Verona, che segna il punto della vittoria al 9°. Ultimo attacco senza fiducia e, se a Verona i Redskins avevano festeggiato fumando sigari cubani “Romeo y Julieta”, a Sesto Fiorentino sono i discendenti di Cangrande della Scala a fumare…Toscani in allegria.
Stagione finita, spazio a festeggiamenti vari ed attesa delle decisioni Fibs sulla ristrutturazione dei campionati. Non ci stupiremmo se Verona fosse ripescata in Serie A, perché lo merita. Speriamo che non si pensi solo all’IBL – dove pare subentreranno anche Reggio Emilia, Roma, una franchigia friulana ed una quarta squadra – e ci si preoccupi di ridurre i costi nelle altre categorie, aumentando il numero dei gironi per avere squadre geograficamente più vicine.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.




Redskins Imola in serie A Federale. Sconfitta Verona alla
quinta partita

domenica 23 settembre 2012

Redskins   010001000 = 2   h   6   e 3   lob   4
Verona       10110202/   = 7  h 11   e 2   lob 10

Redskins:
Sosa (8; 2/4); Pirone (9; 1/4); Natilli (3); Gelli (6; 1/4); Minardi (2; 1/4); Lopez Delgado (7; 1/3 triplo); Belletti (dh); Gnudi (5); Cortini (4).
Lanciatori: Ivan Lentini (L; ip 7.1; h 11; bb 5; hp 1; wp 1; K 5); Malavasi (R; ip 0.2; h 0; bb 1; k 1)

Non è giornata, almeno al pomeriggio. Lentini parte contratto con due basi e un colpito. Si riprende, ma l’attacco imolese non è al meglio e lascia morire uomini in terza base, come nel caso di Lopez Delgado dopo un bel triplo. All’esterno, Mondo del Verona impedisce danni con belle prese al volo, mentre Davide Bertagna si conferma il babau per le mazze imolesi, lanciando nove inning (h 6; bb 0; k 7). Ci si mette anche la difesa rossoblu che, con tre errori, facilita il compito agli scaligeri.

Redskins   000121020 = 6   h   8   e 2   lob 14
Verona       114000001 = 7   h 14   e 2   lob 12

Redskins: Sosa (4; 1/4); Pirone (7); Lopez Delgado (dh; 1¹; 3/5 doppio); Gelli (6); Belletti (9; 1/4); Gnudi (5; 1/5); Poli (3; 1/4); Fabio Lentini (2; 1/2); Coroli (8).
Lanciatori: Grendene (S; ip 7.1; h 11; bb 1; k 4); Lopez Delgado (L; ip 1.2; h 3; bb 2 k 0).

Sotto i fari la partita è più tirata. Anche Grendene ha un inizio incerto e dopo quatto valide e due punti nei primi due inning, vacilla al terzo concedendo cinque valide consecutive, per altri quattro punti di Verona. Poi risorge e l’attacco imolese comincia la politica della formichina: quattro punti nei tre inning centrali e due all’ottavo consentono il pareggio, trascinati da un ottimo Lopez Delgado. Purtroppo per due volte, con basi piene, altri battitori non riescono a procurare un sostanzioso sorpasso e nell’ultimo attacco, con Lopez a rilevare, l’attacco Veronese si risveglia: apre Bottaro (5/5) poi Borsi, base ball e PB su Marogna, eliminato a casa Bottaio ma Mancioppi colpisce al centro e Borsi corre a casa. 2-2 gli incontri, dopo le partite a Imola.

Redskins   070000002 = 9   h 15   e 2   lob 8

Verona       104100200 = 8   h   9   e 0   lob 8

Redskins: Sosa (4; 8¹; 1/4 doppio); Gnudi (5; 1/5); Minardi (2; 2/5); Lopez Delgado (dh; 1¹; 1/4); Belletti (9; 2/5 doppio); Gelli (6; 2/5 HR); Natilli (2/5); Pirone (7; 3/5 doppio); Coroli (8; Cortini 4¹; 1/2).
Lanciatori: Tavasci (S; ip 2; h 3; bb 5; k 0); Ivan Lentini (W; ip 6; h 6; bb 3; k 3); Lopez Delgado (Save; ip 1; h 0; bb 1; k 0).
 
Alcuni giocatori imolesi hanno deciso di pernottare a Verona, altri sono rientrati a Imola ma in autostrada scoppia una gomma del bus e il letto viene toccato alle 6, per ripartire alle 11 verso l’Arena. Nonostante tutto il morale è alto.
Tavasci  apre a sorpresa, per concedere un po’ più di tempo agli altri pitcher. Entrambe le squadre dovranno usare…l’usato ed infatti per Verona apre Stefano Bertagna, rilievo vincente della sera prima. Gli scaligeri segnano subito ma i Redskins sono devastanti al 2° inning: sei valide tra cui un solo homer di Gelli e un doppio di Sosa – le altre hit di Gnudi, Lopez Delgado, Natilli e Pirone – e sette punti, che dovrebbero abbattere gli avversari e fanno scendere Bertagna per Sartor. Espulso Coroli per un sonoro “No!!!” su una chiamata strike  un po’ dubbia. L’ottimo De Notta vuole tenere la partita in pugno ed aveva già redarguito il sanguigno Sosa per gesticolari lamentele. Entra Cortini in seconda e il venezuelano-imolese va al centro esterno.
I veneti non si abbattono e al 3° attacco è Verona a cercare il big inning: sul calo di Tavasci – una valida e tre basi e almeno una gli andava risparmiata – entrano quattro punti ed un altro al 4° sul rilievo di Ivan Lentini, che aveva 7.1 sabato pomeriggio. Al primo lancio del rilievo, Borsi colpisce al petto l’arbitro di seconda base: palla viva ed entra un punto ma l’impressione è che lo shortstop imolese, Gelli, avrebbe potuto raccogliere e girare in doppio gioco che, con lo strike out successivo avrebbe ridotto i danni. Solo supposizioni, naturalmente.
Niente da segnalare per due inning e l’attacco imolese pare avere ritrovato la peggiore sterilità. Al 7° , dopo valide e PB, Cortini lascia passare un’innocua rotolante sotto il guanto e c’è anche un errore  di tiro dall’esterno; entrano due punti che significano il sorpasso per Verona e la notte scende su Imola. All’8° parte alta, dopo che Verona ha richiamato sul mound Davide Bertagna, Pirone è in terza e Cortini in seconda ma la difesa non consente punti. Si riprende Cortini partecipando ad una “doble matanza” - come direbbe Gincarlo Mangini – con Gelli e Natilli ed al 9° Minardi colpisce al centro, portato avanti da una smorzata di sacrificio di Lopez Delgado. Belletti ancora hit al centro ed è il punto del pareggio per i Redskins, poi anche Natilli imita l’esterno e Imola torna davanti. Ultimo attacco veneto e dopo una base ball, un bionico Ivan lentini lascia a Lopez Delgado, desideroso di vendicare la sconfitta della sera prima. Se la base ball a Bottaro fa temere il peggio, il fly di Borsi fa respirare. Anche Cortini vuole farsi perdonare e si fa trovare puntuale sul cuscino di seconda quando Gelli apre il doppio gioco sulla battuta di Marogna, per girare impeccabilmente in prima a Natilli. La partita si chiude col più spettacolare dei giochi difensivi, il doppio gioco, e dopo c’è solo spazio per la gioia. Con quel pubblico, quell’impianto e quella squadra anche Verona merita la Serie A; con la ristrutturazione dei campionati, sarebbe buona cosa trovargli il posto.
 I Redskins tornano in Serie A doppo sette anni e tre play off andati male. Il quarto regala l’apoteosi.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

RISULTATI PLAY OFF:
Ot. Parma. – Cupra 3-0 (10-7  11-4  7-6);
P. S.Fiorentino – Castions alle Mura 3-1 (3-5  13-2 (7°)  4-1  13-3 (8°);
Verona – Redskins Imola 2-3 (4-8  5-9  7-2  7-6  8-9).




Redskins - Verona 8-4 9-5

domenica 16 settembre 2012

Verona     201000100 = 4   h   8   e 2   lob 8
Redskins 22040000/  = 8   h 14   e 2   lob 9

Redskins: Sosa (4; 2/5); Pirone (9; 5/5 un doppio); Natilli (3; 1/4 doppio); Gelli (6; 1/4 doppio); Minardi (dh; 2/4 un triplo); Lopez Delgado (7;1/4); Gnudi (5; 1/3);Fabio Lentini (2; 1/4); Coroli (8).
Lanciatori: Ivan Lentini (W; ip 8; h 8; bb 4; K 6).

Verona      140000000 = 5   h   5   e 1   lob   7
Redskins  31220002/  = 9   h 16   e 4   lob  10 


Redskins:
Sosa (4; 2/5); Pirone (2/5 un doppio); Minardi (2; 2/4); Gelli (6; 3/5); Lopez Delgado (dh; 1/4 doppio); Belletti (4/5); Gnudi (5); Poli (3; 1/3); Coroli (8; 1/3).
Lanciatori: Grendene (W; ip 7; h 5; bb 3; hp 2; K 4); Lopez Delgado (R; ip 2; h 0; bb 1; K 3).
 
Due partite fantastiche lanciano I Redskins nei play off che affronteranno il ritorno con due vittorie di vantaggio. Trenta valide nei due incontri hanno sminuito il temuto  monte di lancio veronese, mentre quello imolese  non ha tremato davanti ad alcune difficoltà. Queste due condizioni hanno ridato quell’immagine di squadra che avevamo visto a Parma nella regular season e se i Redskins sapranno ripetersi nella città dell’Arena, le porte della serie A Federale potrebbero finalmente aprirsi.
Al mattino Verona ha segnato subito due punti su Ivan Lentini che ha concesso tre hit, un WP e una base ball all’ex Zucchet. Risposta Redskins con un doppio di Gelli che ha portato a casa Sosa e Pirone. Ancora due punti al 2°  con Fabio Lentini che dopo la valida ha approfittato di un errore del RF veneto per arrivare in terza e a casa sull’eliminazione di Coroli, mentre uno stratosferico capitan Pirone (5/5 al mattino, 7/10 in totale con due doppi !) ha fatto segnare Sosa. Reazione Verona al 3° che ha accorciato con due doppi di Zucchet e Bottaio poi Ivan Lentini è diventato un gigante,  concedendo solo un punto anche al 7°, lanciando ancora una partita completa. I Redskins intanto hanno chiuso la partita al 4° : dopo un K a Coroli, Stefano Bertagna si è disunito e  sono fioccate cinque valide, anche extrabase. Sosa, Pirone, doppio Natilli, triplo Minardi, tutti a punto. Valida anche di Lopez Delgado e base a Gnudi hanno fatto scendere il partente che ha lascitoa il posto al fratello Davide. Quest’ultimo ha chiuso la stalla – solo un triplo e una valida a Pirone – ma i buoi erano già lontani.
Inizio da incubo per Grendene al pomeriggio: base ball, suo errore verso la prima, un colpito e una valida hanno fatto segnare un punto a Verona. Redskins subito agguerriti con cinque valide – Sosa, Pirone, Minardi, Gelli e Belletti che hanno portato il punteggio sul 3-1 ma al 2° è continuato il brutto momento del pitcher imolese ha che subito un solo homer da Borsi e concesso due basi; in aggiunta, ha visto segnare punti su due errori della difesa. Una partenza che avrebbe annichilito un toro ma qui è venuta fuori l’unità del gruppo, che ha sostenuto il suo lanciatore, facendolo riprendere. Da quel momento si è visto un altro Grendene   che ha tenuto fino al primo uomo (colpito) dell’8° inning, subendo solo due valide in cinque inning. Intanto gli imolesi hanno allungato con due punti al 3°, uno 4° e i due della tranquillità all’8°: doppio di Lopez Delgado , base a Gnudi e valida di Coroli hanno fatto smontare Sartor per Tebaldi; valida di Gelli che portata al piatto da Belletti – 4/5 e grande prova all’esterno - , poi Minardi e Gelli a casa sull’eliminazione 5-3 di Lopez e valida ancora di Belletti.
Sugli spalti veniva zittito un dirigente imolese che chiedeva lumi su Olanda-Italia: tutti volevano godersi questi Redskins e gustrasi l’incontro europeo registrato, alle 21.
Il titolo di MVP è da attribuire a tutta squadra ma va segnalata la prova di Alfredo Lopez Delgado che dopo il contributo in battuta è salito sul monte al 7° per chiudere da par suo la partita (zero hit, una base e tre K). Quando l’ultima pallina è caduta nel guanto di Poli, l’entusiasmo è stato contenuto, quasi  a dimostrare la consapevolezza della propria superiorità.
Sabato pomeriggio, e forse sabato sera e domenica, i Redskins saranno a Verona  per confermare le proprie qualità. La scaramanzia obbliga a non aggiungere altro .

Risultati play off:
Castions alle Mura-Padule Sesto Fiorentino 5-3  2-12 (7°);
Cupra Montana-Oltretorrente Parma 7-10  4-10;
Redskins-Verona 8-4  9-5.

Ritorno sabato 22 e domenica 23 (se necessario) .




Redskins vs Poviglio 12-1 (7░) - recupero 5¬ giornata

domenica 9 settembre 2012

POVIGLIO     0000010 =   1   h   5   e 2   lob 6
REDSKINS     215010/  = 12   h 17   e 1   lob 9

REDSKINS
:
Sosa (4; 1/3, Cortini 4¹; 1/1); Pirone (9; 3/5 un doppio); Natilli (3; 2/5); Gelli (6; 3/4 un triplo); Minardi (dh; 2/4); Lopez Delgado (7; 2/4 un HR); Gnudi (5; 2/4 un doppio); Coroli (8); Fabio Lentini (2;1/3).
LANCIATORI:Ivan Lentini (W; ip 6; h 5; bb 1; k 9).

Perplessità a metà partita, quando da Parma arriva la notizia che l’Oltretorrente sta soccombendo 4-0 con l’Ares Milano. Non si sa cosa sia meglio, se disputare anche la seconda partita con Poviglio ed affrontare l’ultimo recupero infrasettimanale con Cairo Montenotte – che ha vinto due partite ai Redskins e li ha fatti penare – per arrivare primi del girone, o mettersi il cuore in pace ed aspettare Verona ai play off. Il dubbio è sciolto dai parmensi che, sotto di 6-1, fanno sei punti all’ultimo inning e sono primi del girone A. I Redskins possono solo rimproverare se stessi per aver “regalato” almeno tre partite a squadre sicuramente inferiori, perdendo così la possibilità di arrivare primi ed avere un avversario – Cupra Montana – più abbordabile sulla carta. Positiva la partita con Poviglio per la bella prova di Ivan Lentini sul monte di lancio e per un box di battuta finalmente esplosivo, con alcuni giocatori che sembrano usciti da periodi di  “quasi slump”.
Senza storia la partita, che avrebbe regalato la seconda shutout consecutiva a Lentini se al 6°, con una palla battuta su di lui, non fosse stato precipitoso sbagliando l’assistenza in seconda per un facile doppio gioco, consentendo invece una marcatura ai reggiani. Ivan si è subito ripreso con classe, chiudendo l’inning con due strike out. Produttivi alla battuta capitan Pirone (3/5 e un doppio), Gelli (3/4 e un triplo), Lopez Delgado (2/4 e un HR), Gnudi (2/4 e un doppio) e Minardi (2/4).
Ora i play off contro Verona, che chiederà di giocare le due partite alla domenica per risparmiare sull’albergo, poi trasferta nella città di Giulietta e Romeo.
A proposito di risparmi, sarà bene che la Fibs pensi a come contenere i costi nelle serie inferiori più che in IBL. Varrebbe la pena di pensare a promuovere squadre di C e B in serie superiore per comporre gironi di team a carattere regionale o poco oltre. Le squadre di B e C della Sardegna (l’Olmedo da un po’ di tempo non gioca più, falsando il girone B della serie B e non si sa quando Cairo e Cagliari giocheranno il quarto di Coppa Italia) e della Sicilia, potrebbero giocare in due gironi regionali , poi le vincenti affrontare un’eliminatoria con le seconde di gironi del continente. La serie C potrebbe essere integrata dalle U21, trovando meccanismi validi per la promozione. Questo è oggi il livello del baseball italiano, con una Nazionale sempre più infarcita di “paisà”.
E’ dalla base che occorre ripartire, non dalla IBL, pomposa forzatura economica e tecnica.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

RISULTATI DEI RECUPERI GIRONE A:
Redskins-Poviglio 12-1 (7°);
Oltretorrente Parma-Ares Milano 7-6.

PLAY OFF ANDATA:
Redskins-Verona;
Cupra Montana-Oltretorrente Parma;
Castions delle Mura-Padule Sesto Fiorentino.




Nuova Pianorese - Redskins 0-3 4-5

domenica 2 settembre 2012

Redskins       000000300 = 3   h 5   e 1   lob 8
N.Pianorese  000000000 = 0   h 6   e 3   lob 8

Redskins: Coroli (; 1/4); Pirone (9;1/5); Natilli (3); Gelli (6; 1/4 doppio); Minardi (2); Lopez Delgado (dh); Gnudi (5; 1/3); Cortini (4); Moscariello (9; 1/3).
Lanciatori: Ivan Lentini (W; ip 9; h 6; bb 3; k 5).

Redskins:     220000100 = 5   h 11  e 0   lob 12
N.Pianorese
001002100 = 4   h 11   e 1   lob 12

Redskins
:
Cortini (4; 1/3, Sosa 4’); Gnudi (5); Minardi (dh;1/4); Gelli (6; 1/3); Lopez Delgado (7; 2/5 un doppio); Pirone (9, Natilli 9’; 1/2); Vignali (8; 1/5); Poli (3; 3/5 un doppio); F.Lentini(2; 1/2).
Lanciatori: Grendene (W; ip 6; h 8; bb 5; k 3); Malavasi (R; ip 3; h 3; bb 0 k 2).

La doppia vittoria, faticosa, a Pianoro assicura matematicamente il secondo posto del girone ai Redskins e la prossima settimana, dedicata ai recuperi, dirà se Imola sarà prima o più probabilmente seconda: se l’Oltretorrente perderà con gli Ares Milano e Imola batterà due volte in casa Poviglio, allora sarà necessario anche il recupero con Cairo. Pare che la Fibs, nell’eventualità, lo voglia far disputare infrasettimanalmente su un campo illuminato. Se i Redskins saranno secondi gli toccherà Verona, da cui arrivano notizie di un monte di lancio stratosferico. Altrimenti sarà Cupra l’avversario da battere per arrivare in serie A federale.

A Pianoro, almeno nella prima partita, l’attacco Redskins è apparso un po’ spento tanto che in sei inning aveva battuto solo due valide. Al 7° base a Minardi che ruba la seconda, base a Lopez, sacrificio di Gnudi e valide di Coroli e Pirone per i tre punti della vittoria, ben difesa dai 130 lanci di Ivan Lentini che ha giocato sul monte una partita completa, lasciando a zero gli avversari.

Nella seconda, Imola subito avanti con valida di Cortini, basi a Gnudi e Minardi, doppio di Lopez Delgado che li porta a casa nel 1° inning. Doppio di Poli, basi a Fabio Lentini e Cortini, Valida di Minardi ed è il 4-0 al 2°.  L’ex Garagnani sale sul monte bolognese  e non concede quasi nulla fino al 7° - mentre Pianoro si era portata sul 4-3 a suon di valide – quando qualche wild pitch di troppo e soprattutto un errore difensivo permettevano a Gelli di segnare un punto fondamentale. Nella parte bassa del 7° , dopo una base ball, Gendene lascava al mancino Malavasi che subiva due valide e un punto, ma era solo quello del definitivo 5-4 per i rossoblu imolesi.

Il campo di Pianoro, con un lato più corto e le due basi per regola se la palla esce da quella parte, ha un po’ penalizzato gli imolesi, che lamentano anche la difficoltà di avere un campo poco illuminato per allenarsi convenientemente.

Risultati:
Cairo M. – Ares Mi. n.d.  n.d.;
Oltretorrente Pr. – Minerbio 17-1(7°)  9-4;
Cagliari-Poviglio 10-8  9-15;
N.Pianorese-Redskins 0-3  4-5;


Classifica:
Oltretorrente Pr. 838 (26-5);
Redskins 793 (23-6);
Ares Mi. 620 (18-11);
Cairo M. 480 (12-13);
Poviglio 392 (11-17);
N.Pianorese 312 (10-22);
Minerbio 310 (9-20);
Sanremo 275 (8-21).

Prossimo turno: recuperi
Redskins-Poviglio;
Oltretorrente Pr.-Ares Mi. (una partita).




Redskins vs Sanremo 9-6 9-3

domenica 26 agosto 2012

Sanremo   100011300 = 6   h  18   e  4   lob  14
Redskins   00016011/ = 9    h  11    e  0  lob  12


Sanremo: Scaglione (4;1/6); Ardelli (6; 3/6 un HR); Castagno (8; 1/3); Tarassi (5; 5/5 due doppi); Liddi (3; 1/5); Boetti (9; 1/5); Morandini (dh ; 1/4); Chierici (7; 2/4); De Fazio (2; 3/5 un HR).

Redskins:
Coroli (8; 1/5); Pirone (9; 2/5); Natilli (3); Gelli (6; 1/4); Minardi (2; 2/5 un triplo); Lopez Delgado (7; 2/3 un doppio); Belletti (dh); Gnudi (5; 1/3 doppio); Cortini (4; 2/4 un doppio).

Lanciatori:
 I.Lentini (W; ip 6.1; h 15; bb 1; hp 2; k 4); Freddi (R; ip 2.2; h 3; bb 0; k 4). Brezzo (l; ip 4; h 4; bb 5; k 7); Arieta (ip 5; h 7; bb 3; k 1)

Partita non semplice per i Redskins che hanno vinto pur battendo meno e subendo due HR, ma sull’altro piatto della bilancia ci sono i 4 errori della difesa ligure e le molte basi ball del partente sanremese.
Sanremo in vantaggio subito a suon di valide su un Lentini poi vincente, ma non all’altezza di altre grandi prestazioni. Imola pareggia al 4° con Minardi in prima su errore, rubata e a casa sul doppio di Lopez Delgado, vero MVP della partita, anche con difficili prese al volo all’esterno sinistro. Sorpasso ligure al 5° con l’implacabile Tarassi e valida di Boetti, ma i Redskins infilano un big inning che costringe ad un poco efficace cambio sul monte: Valida Pirone, errore su Natilli, valida di Gelli, triplo di Minardi , volata di Lopez Delgado e doppio di Cortini producono sei punti per la temporanea tranquillità: Reagisce Sanremo con un solo homer di Ardelli, poi nell’inning successivo rimette tutto in discussione con due valide di Morandini e Chierici, a casa sull’home run di De Fazio.
Scende Lentini e sale il giovane Freddi che gioca da veterano subendo poche valide, non concedendo basi ed ottenendo 4 strike out. L’attacco pellerossa reagisce e allontana la minaccia con un punto al 7° - doppio di Gnudi e valida di Cortini – e all’8° con Minardi a punto su valida di Lopez Delgado che poi chiude la partita con una bella presa al volo sull’ultima battuta di Ardelli.


Sanremo   000000021 = 3   h  11   e  4   lob  13
Redskins   02000601/ = 9   h  12   e  3   lob  11


Sanremo:
Scaglione (4; 2/5); Ardelli (6); Castagno (8; 2/4); Tarassi (5; 4/4); Liddi (3, 2¹; 1/5); Boetti (dh; Brezzo dh¹; Beltramino 7¹); Morandini F.(9); Chierici 7, 8¹; 1/4); De Fazio (2; Arieta 3¹; 1/2).

Redskins:
Coroli (dh; 2/4, Serra dh¹); Gnudi 5; 1/3); Belletti (9, Natilli 9¹; 1/1); Gelli (6; 1/4 triplo, Pasotti 6¹); Cortini (4, Pirone 4¹; 2/2 triplo, doppio); Moscariello (7; 1/5); Vignali (8; 1/3); Poli (3; 1/5); F.Lentini (2; 2/3).

Lanciatori
: Grendene (W; ip 7; h 7; bb1; hp 1; k 6); Lopez Delgado (R; ip 2; h 5; bb 1; hp 1; wp 1; k 3). E.Morandini (L; ip 5.1; h 5; bb 5; hp 1; wp 1; k 1); Beltramino (R ;ip 2; h 7; bb0; wp 1; k 0); Castagno (R; ip 0.2; h 0; bb 1; wp 1; k 0).

Redskins in vantaggio al 2°  grazie ad un errore e alla valida ddi Fabio Lentini. Partita in mano ai lanciatori fino al 6° quando gli imolesi firmano un altro big inning da 6 punti: baser a Vignali e a Lentini, valida di Coroli, base a Gnudi e cambio sul mound; wild pitch su Gelli che poi spara un triplo, wild pitch su Moscariello e altre due valide dello stesso e di Vignali per un inning da incubo. Reazione ligure all’8° dopo che l’utility Lopez Delgado ha rilevato un buon Grendene.
La partenza non è delle migliori e con una base due valide e un errore entrano due punti poi l’italo cubano chiude con uno strike out. Punto anche per Imola grazie al doppio di Pirone che poi arriva a casa  su lancio pazzo di un nuovo pitcher; ancora a segno una volta Sanremo, ma Lopez Delgado chiude da par suo con due strike out. Da segnalare l’incontenibile Ivano Tarassi del Sanremo, con un incredibile – anche per lui ! – 9/9 nel doppio incontro.
Teoricamente la classifica è ancora aperta, ma la speranza di tutti è che si assesti così com’è, per non dover disputare dispendiosi e lunghi recuperi.

RISULTATI 13ª/14ª ritorno :
Minerbio-Cairo M.7-1  2-1 (11°);
Redskins-Sanremo 9-6  9-3;
Ares Mi.-Cagliari 13-14 (10°)  r.i.c;
Poviglio-N.Pianoro 2-6  10-0(7°);
riposava: Oltretorrente Pr.

CLASSIFICA
:
Oltretorrente Pr. 827 (24-5);
Redskins 777 (21-6);
Ares Mi. 607 (17-11);
Cagliari 481 (13-14);
Cairese 480 (12-13);
Poviglio 384 (10-16);
N.Pianoro 333 (10-20);
Minerbio 333 (9-18);
Sanremo 275 (8-21).

PROSSIMO TURNO(ultima giornata)
:
Cairo M.- Ares Mi.;
N.Pianoro-Redskins;
Oltretorrente Pr.-Minerbio:
Cagliari-Poviglio;
riposa: Sanremo.
 




Coppa Italia Serie B, Redskins-Foggia 5-4

domenica 5 agosto 2012

Foggia     000000040 = 4     h 7   e 2   lob 4
Redskins 10000400/  = 5     h 5   e 1   lob 3

Foggia: D’Amato (8;1/2); Vincenti (dh; 1/4); Corbo  (4; 2/4 triplo); Iacovelli (3); Pompilio (6; 2/4 doppi); Bove (5); Strippoli A. (7); Dimitrio (3); Carbone (9; 1/3).

Redskins: Coroli (8; 1/2); Pirone (4; 1/4 doppio); Natilli (3; ½); Gelli (6; 1/3 Triplo); Lopez (dh); 1/3); Lentini F. (2; Minardi 2¹); Moscariello (7); Vignali (9).

Lanciatori: Lentini I. (W; ip 7; h 4; bb 0; k 9); Grendene (R; ip 2; h 3; bb 0; k 0).

Strippoli S. (L; ip 9; h 5; bb 3; K 4).

Meno facile del previsto la partita di Coppa Italia con Foggia, che porterà i Redskins a disputare la Final Four – a data da destinarsi – con Padule Sesto Fiorentino, Oltretorrente Parma e la vincente tra Cagliari e Cairese, quando giocheranno.

Nonostante le preoccupazioni della vigilia – Sosa non poteva giocare in quanto straniero, Davide Poli squalificato – tutti i ragazzi di Maccaferri hanno risposto all’appello.

Redskins subito avanti con Coroli, fino in seconda per errore ed a casa su volata di sacrificio di Natilli, poi la partita si è incanalata su un bel controllo dei pitcher fino alla parte bassa del 6°: valida di Coroli, doppio di Pirone, valida di Natilli, triplo di Gelli portato a casa dal sacrificio di Lopez Delgado. Riunione sul mound pugliese con Salvatore Strippoli, manager-lanciatore che si sarà interrogato: “Mi faccio scendere o affronto ancora un uomo ?”

Dopo il nono strike out ivan Lentini lasciava il posto a Simone Grendene che aveva una falsa partenza: colpito Dimitrio, valida a Carbone, valida a destra di Vincenti che portava a casa i primi due. Valida di Corbo che poi veniva colto in “ballerina”, poi Natilli decideva invece di passare a Gnudi in terza base, perché Vincenti tentava di arrivare a casa. Ballerina tra terza e casa, ma Grendene ostacolava involontariamente Vincenti ed era punto automatico. Nella confusione intanto Corbo saliva in terza – avrebbe dovuto tornare in seconda su “palla morta” ma ne’ gli arbitri che seguivano l’azione concitata, ne’i Redskins, che dovevano essere i più interessati, se ne accorgevano – e segnava punto  sull’eliminazione 1-3 di Iacovelli. Quattro punti e uno solo  di differenza da difendere, ma Grendene aveva un 9° inning di orgoglio, partecipando anche ad un’assistenza 1-3 e l’ultima pallina era preda dell’esterno destro Vignali.

Ora quindici giorni di riposo e appuntamento martedì 21, per riprendere gli allenamenti in vista dell’incontro casalingo con Sanremo del 26 agosto.

Notizia positiva, il sorteggio dei play off: con queste classifiche i Redskins dovrebbero affrontare Verona, avendo evitato lo spauracchio psicologico del Padule Sesto Fiorentino, dato per fortissimo.

Risultati 29/07: Cairo M.-Ot.Parma 5-8  6-12; N. Pianoro-Minerbio 6-8  8-6; Cagliari-Milano 6-5  14-7; Sanremo Poviglio 4-8  10-7; REDSKINS riposo.

Classifica: Ot.Parma 827 (24-5); REDSKINS 760 (19-6); Ares Mi. 629 (17-10); Cairo M. 521 (12-11); Cagliari 461 (12-14); Poviglio 375 (9-15); N.Pianoro 321 (9-19); Sanremo 296 (8-19); Minerbio 280 (7-18).

Prossimo turno(26/08): Minerbio-Cairo M.; REDSKINS-Sanremo; Ares Mi.-Cagliari; Poviglio-N.Pianoro; Ot.Parma riposo.

(a cura di Nino Villa)




Redskins - Cairese: 3-2 3-4

domenica 22 luglio 2012

Cairese     001001000 = 2   h 8   e 2   lob 7
Redskins   00000120/  = 3   h 9   e 1   lob 8  

Cairese: Bellino (8;1/4); Palazzina (4;1/4); Ferruccio (7;3/4); Lo monte (1; 1/4); Burgos (3); Sgro (5; 2/4 un doppio); Pascoli (6); Barlocco (2); Giubilo (9).
Redskins:
Sosa (4; 3/4); Pirone (9); Natilli (3; 1/4); Gelli (6); Minardi (2; 1/3); Lopez (1/3 doppio); Belletti (dh; 1/4); Coroli (8; 1/3).
Lanciatori:
Lomonte (L; ip 9; h 9; bb 4; k 3). Grendene (W; ip 8; h 7; bb 0; k 6).  

Cairese      011011000 = 4   h  9   e 2   lob   7

Redskins   000001200 = 3   h 11  e 4   lob 13

Cairese:
Bellino (8; 2/5); Palazzina (4; 2/4); Ferruccio (7, 1’); Lo monte (3; Burgos 3’); Sgro (5); C.Palizzotto (dh; 2/4 un doppio, Berretta 9’); Pascoli (6; 1/3); Barlocco (2; 1/4 doppio); Giubilo (9, 7’; 1/4).
Redskins: Sosa (4); Gnudi (5;1/1); Natilli (dh; 2/3 un doppio); Lopez (7; 2/5); Belletti (9); Poli (3); Coroli (8; 3/5 un doppio); Cortini (6; 2/4); F.Lentini (2, Minardi 2’;1/1).
Lanciatori: U.Palizzotto (W; ip 5.1; h 6; bb 3; k 4); Ferruccio (S; ip 3.2; h 5; bb 2; k 1). Malavasi (L; ip 5.1; h 6; bb 3; bbi 1; k 7); I.Lentini (R; ip 3.2; h 2; bb 0; k 3).
 
I Redskins hanno lasciato una partita anche alla Cairese, dopo aver vinto a fatica la prima, e il problema è stato il solito: quattro errori che hanno pesato. Al mattino Cairo andava in vantaggio ed al 6° conduceva 2-0. Nell’attacco imolese, Minardi (base ball) e Lopez (doppio) riducevano la distanza, mentre in difesa si segnalava il terza base Gnudi per due grandi prese e assistenze in prima, mentre sul monte Simone Grendene aumentava in controllo e sicurezza con tre K consecutivi all’8°. Settimo attacco Redskins che metteva sotto pressione la difesa ligure: singolo Gnudi, avanti per sacrificio di Coroli e valida di Sosa che poi rubava la seconda. Gnudi a punto sul singolo di Natilli, Sosa in terza che avanzava verso casa, sembrava in trappola ma, e solo lui ha il fisico per farlo, prolungava la “ballerina” finchè con l’ultimo passaggio i difensori di Cairo commettevano l’errore che consentiva all’italo- venezuelano di segnare il punto del vantaggio che non cambiava fino alla fine.
Nel secondo incontro per Imola partiva il mancino Malavasi che subiva quattro punti ma solo uno guadagnato su di lui. Al 6° eliminava tre battitori al piatto ma sul lead off Bellino venivano commesi due errori consecutivi che consentivano il quarto punto ai liguri. I Redskins riducevano lo svantaggio al 7°: base ball a Gnudi – ben quattro walk per lui nella partita – a punto sul doppio di Natilli che arrivava a casa sul singolo di Lopez, mentre lo stesso si fermava in terza, come era già successo a Coroli nell’inning precedente. All’8° una grande presa dell’interbase cairese Pascoli su una linea di Sosa, conclusa col doppio difensivo, impediva altri punti ad Imola. Al 9° attacco imolese, fiato sospeso: Gnudi ancora in base per ball, Natilli smorzava in sacrificio, hit di Lopez e pallina ciancicata dall’esterno che – probabilmente – avrebbe permesso a Gnudi di arrivare a casa pareggiando, ma veniva fermato in terza. Base ball a Belletti e basi piene con un solo out. Sarebbe bastata una volata, ma non il pop sulla prima e l’assistenza seconda-prima che chiudevano l’incontro con la vittoria di Cairo Montenotte.
Domenica prossima i Redskins riposano ed il 5 agosto giocheranno i quarti di Coppa Italia contro Foggia, con la speranza che il riposo successivo faccia ritrovare la squadra che dominò a Parma.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

Risultati:
REDSKINS-Cairese 3-2  3-4;
Ares Mi.-Sanremo 10-14  11-3;
Ot.Parma-Cagliari 7-2  12-1 (7°);
Minerbio-Pianoro 4-8  10-5;
Poviglio riposava.

Classifica:

Ot.Parma 814 (22-5);
REDSKINS 760 (19-6);
Ares Mi. 640 (16-9);
Cairese 571 (12-9);
Cagliari 416 (10-14);
Poviglio 363 (8-14);
Pianoro 307 (8-18);
Minerbio 304 (7-16);
Sanremo 280 (7-18).

Prossimo turno:

Cairese-Ot.Parma;
Pianoro-Milano;
Cagliari-Minerbio;
Sanremo-Poviglio;
riposa:REDSKINS.




Redskins e le storie tese

domenica 8 luglio 2012

I Redskins stavano conducendo 1-0, punto segnato al primo inning con due doppi a fila di Natilli e Gelli, quando al  “Saini” è apparso Nicola Fasani detto Faso, bassista della band di “Elio e le storie tese”, nonché presidente degli Ares Milano. Già in difficoltà a colpire i lanci dell’ottimo Gianluca Piazzi, i Redskins si sono fatti rimontare e superare per 2-1. “Visto che potenza il mio carisma – ridacchiava soddisfatto – peccato non poterci essere oggi pomeriggio: devo andare a Napoli a suonare”.
Faso è un ragazzo simpatico e sarebbe rimasto a parlare di baseball con noi se non avesse avuto l’impegno. Sulle reti del campo c’è la pubblicità dell’amaro del carciofo, leggermente modificata: “Contro il logorio della palla e della mazza moderne” recita e Faso ammicca:”Una mia idea: la Cynar ci sponsorizza – ed infatti è sulle maniche dei giocatori – così ogni volta che si vede la sua pubblicità, si pensa anche al baseball”.
Poche valide, levataccia, postumi della “Notte Rosa” sanciscono una sconfitta di misura. E pensare che Simone Grendene (ip 5; h 3; b 0; k 1) è venuto con la sua auto perché dopo cinque inning è dovuto ripartire per ragioni di lavoro, sostituito da Malavasi (ip 4; bb 2; k 1) sul monte. Pomeriggio sotto il sole e gli aerei della vicina Linate che si innalzano, ed i Redskins ripartivano col piede giusto. I primi tre turni in battuta di Luis Sosa erano fotocopia: valida e rubata la seconda base; due punti al 1° inning, tre al 6° e uno al 9° segnati da Sosa (due e 3/4 alla battuta), Pirone, Natilli, Gelli e Lopez riportavano i Redskins alla dimensione normale, ma quanta fatica contro il lanciatore meneghino Claudio Quisini.  Ivan Lentini (ip 7; h 5; bb 4; wp 2; k 6) era un po’ nervoso e dopo un’apparizione di GL. Poli (ip 0.1; hp 1) è toccato a Lopez Delgado (ip 1.2; h 2; k 2) portare a casa il risultato dal monte di lancio.Le simpatiche signore Cristiana e Lucia, con cui condividevamo la capanna dei classificatori, facevano notare un bel colmo: al 4° inning Gelli veniva eliminato per P2! (P sta per pop, una battuta che si innalza a campanile e 2 indica che è stato il ricevitore a fare l’eliminazione al volo ndr). Peccato che nella realtà politica non sia andata così.
Ora i Redskins sono ancora in testa con una partita di vantaggio sull’Oltretorrente e domenica saranno a Poviglio. Intanto si sono apprese le date di alcuni recuperi: il 5 agosto Coppa Italia col Foggia e il 9 settembre col Poviglio, sperando non sia necessario recarsi a Cairo Montenotte per una partita.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

Risultati:
Poviglio 14-5  12-2 (7°);
Cairese-Pianoro 5-4  3-6;
riposava: Minerbio.

Classifica:
Redskins 809 (17-4);
Ot.Parma 772 (17-5);
Ares Mi. 652 (15-8);
Cairese 578 (11-8);
Cagliari 476 (10-11);
Poviglio 350 (7-13);
Pianoro 318 (7-15);
Minerbio 263 (5-14);
Sanremo 238 (5-16).

Prossimo turno:
Pianoro-Ot. Parma;
Cairese-Cagliari;
Poviglio-Redskins;
Sanremo-Minerbio;
riposa: Ares Milano.




Redskins vs Minerbio 16-6 (7░) 8-1

domenica 1 luglio 2012

Minerbio 3000021 = 6 h 10 e 4 lob 8
Redskins 4053202 = 16 h 12 e 2 lob 10


Redskins: Sosa (4; 2/5); Pirone (9; 1/4 doppio); Natilli (3; 2/3 un doppio); Gelli (6; 2/4 un doppio);Belletti (dh; 2/5); Gnudi (5; 1/3 doppio); Vignali (7; 1/3 doppio);Lentini (2); Coroli (8; 2/4 un doppio).
Lanciatori: Grendene (W; ip 5; h 7; bb 1;so 1); GL. Poli (R; ip 2; h 3; bb 1; so 0)

Minerbio 000100000 = 1 h 5 e 3 lob 3
Redskins 14010020/ = 8 h 14 e 0 lob 6


Redskins: Sosa (4; 2/5 un triplo); Gnudi (5; 2/4 un triplo); Natilli (dh; 1/3, Pirone dh¹); Gelli (5; 4/4); Belletti (9); Minardi (2; 1/4 doppio); D. Poli (3; 2/4); Vignali (7; 1/4); Coroli (8; 1/4).
Lanciatori: Malavasi (W; ip 7; h 5; bb 0; so 0); I.Lentini (R; ip 3; h 0; bb 0; so 1).

Non è stato difficile per i Redskins confermare il buon periodo di forma e la testa della classifica, anche se le inseguitrici non hanno perso terreno. Rotazione lanciatori cambiata, con Simone Grendene partente al mattino. Forse la partecipazione al matrimonio di Davide Moscariello la sera prima, ha un po’ offuscato le idee al pitcher imolese che al primo inning subisce tre punti con quattro valide, un wild pitch, un colpito e concede una base ball. Con calma l’attacco Redskins rimette le cose a posto: valida Sosa, errore su pirone, doppio di Gelli (6/8 nella giornata), volata di sacrificio di Gnudi e siamo 4-3. Altri cinque punti al 3°: hit Belletti, tre basi gratis a fila, doppio di Pirone e doppio di Natilli. Ancora punti al 4° e 5° con bei doppi di Vignali e Gnudi e sul 14-3 si pensa già alla doccia. Minerbio reagisce quando ad un rinato Grendene subentra Gianluca Poli che al 7° è poco aiutato dalla difesa accaldata,ma nell’attacco successivo i Redskins ristabiliscono le distanze per la manifesta superiorità inducendo a tre errori la difesa e chiudendo con una valida di Coroli.
Al pomeriggio l’afa si fa sentire ma i Redskins hanno preso le misure. Sul monte il mancino Malavasi, a suo agio nel torrido, non fa battere per due inning mentre l’attacco imolese batte con Natilli, Gelli, Poli, Vignali, Coroli, Gnudi e triplo di Luis Sosa, portandosi sul 5-0 già al 2° inning. Un punto a testa al 4° poi i Redskins ne fanno due al 7° con un triplo di Gnudi, un doppio di Minardi , valide di Gelli e Poli. Gli ultimi due inning sul monte sono per Ivan Len-tini che chiude da par suo. Ventisei valide complessive con due tripli e sette doppi sono un buon biglietto da visita per la trasferta di Milano domenica prossima. Considerando le ottime prove in difesa – zero errori al pomeriggio – e la concentrazione ancora dimostrata, i Redskins possono andare in Lombardia con sufficiente fiducia.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

Risultati:
Sanremo – Ot. Parma 3-10 1-10;
Poviglio-Ares Mi. 5-6 6-10;
Pianoro-Cagliari 16-13 16-14;
REDSKINS-Minerbio 16-6 (7°) 8-1;
riposa Cairese.

Classifica:
REDSKINS 842 (16-3);
Ot.Parma 750 (15-5);
Ares Mi. 666 (14-7);
Cairese 588 (10-7);
Cagliari 421 (8-11);
Poviglio 388 (7-11);
Pianoro 300 (6-14);
Minerbio, Sanremo 263 (5-14).

Prossimo turno:
Cagliari-Sanremo;
Ares Mi.-REDSKINS;
Ot. Parma-Poviglio;
Cairese-Pianoro;
riposa Minerbio.




Oltretorrente Parma - Redskins Imola 1-9 0-11 (7░)

domenica 24 giugno 2012

Redskins 140003100 = 9 h 10 e 2 lob 7
Ot. Parma 001000000 = 1 h 6 e 3 lob 6


Redskins: Sosa (4; 1/4 triplo); Pirone (9; 3/5); Natilli (3; 2/5 hr); Gelli (6; 1/4); Belletti (dh; 2/5); Gnudi (5; 1/4); Moscariello (7);F. Lentini (2); Coroli (8; Lopez 8¹).
Lanciatori: I. Lentini (Winner; ip 8; h 5; bb 1; so 5); Tavasci (R; ip 1; h 1; bb 0; so 0)

Redskins 1050023 = 11 h 13 e 0 lob 6
Ot.Parma 0000000 = 0 h 6 e 2 lob 8


Redskins: Sosa (4; 1/4); Pirone (9; 2/4, Belletti 9¹); Natilli (dh ; 1/2); Gelli (6; 1/4); Minardi (2; 3/3 un triplo); Gnudi (5; 1/4 hr); Moscariello (7; 1/3, Lopez 7¹); Poli (3; 1/3); Coroli (8; 1/4 triplo).
Lanciatori: Grendene (Winner; ip 7; h 6; bb 1; so 5).

Redskins travolgenti che in due partite detronizzano una spenta ex capolista, balzando autorevolmente al comando della classifica. Concentrazione, grinta e determinazione le armi vincenti degli imolesi, rispettivamente in difesa, nel box, sul monte di lancio.
Subito a punto nel 1° inning al mattino, con Pirone che batte valido ed è imitato da Natilli e Belletti per l’1-0. Al 2° debacle difensiva ducale per la pressione degli imolesi sulle basi: Coroli in base gratis, a casa per il triplo di Sosa; Pirone in base per scelta difesa che cerca di eliminare Sosa a casa senza riuscirci per errore; Natilli in base per scelta e ancora errore in seconda base senza eliminare Pirone, Valida di Gelli, scelta difesa su Belletti - Pirone a punto - ed errore che permette a Nat di arrivare salvo a casa: 5-0 al 2°. Accorcia l’Oltretorrente con una bella azione di doppia rubata, ma è un fuoco di paglia. Tre riprese a secco, poi i Redskins riaprono la danza di guerra contro un nuovo pitcher: Lentini in base, avanza sul sacrificio di Sosa e segna su una palla mancata dal ricevitore; Pirone valida, poi Natilli si ricorda che nel 2004, con i Redskins in serie A, su quel diamante battè tre fuoricampo contro lo Junior del grande Waithy Bianchi e spedisce la pallina oltre la recinzione a sinistra. Un altro punto al 7° di Belletti e niente da segnalare fino alla fine, se non il cambio sul monte con un buon Tavasci che manda sotto la doccia un grande Ivan Lentini dopo 8 inning.
Pomeriggio canicolare ma i Redskins mantengono la testa fredda: Sosa valido, Pirone anche e Luis approfitta di un errore per segnare subito. Grendene tiene bene il monte e Davide Poli si esibisce in uno splendido tuffo per fermare una linea in prima base. Secondo inning interlocutorio poi i Redskins dilagano: Base a Pirone, valida Natilli, valida Gelli, triplo di Minardi che comincia a sparecchiare la tavola, home run di Gnudi che porta tutto il resto in cucina. Oltretorrente è annichilita e non riesce a reagire, Grendene è sorretto da una grande difesa – zero errori – e chiude il 4° inning con pochi lanci e tre eliminazioni al piatto. Al 6° e 7° gli imolesi decidono che fa troppo caldo: Moscariello e Coroli arrivano a casa spinti da Poli, Sosa, Pirone e da una volata di sacrificio di Natilli, poi Minardi e Poli arrivano per il triplo di Coroli che segna a sua volta su un lancio pazzo. A Grendene l’onore di chiudere : dopo una presa al volo di Lopez e il 5° strike out, concede due valide ma la terza eliminazione arriva da una presa al volo di Poli, per l’11-0 al 7°, con manifesta superiorità.
Complimenti alla coppia arbitrale Donini-Farina per l’autorità e la coerenza nelle chiamate, sia a casa che sulle basi. Domenica i Redskins giocheranno in casa contro Minerbio, per difendere un ben con-quistato primo posto.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

Risultati:
Pianoro-Sanremo 4-11 13-11;
Minerbio-Ares Mi. 9-10 5-8;
Ot. Parma-Redskins 1-9 0-11 (7°);
Cairese-Poviglio 2-0 5-4;
riposava: Cagliari.

Classifica:
Redskins 823 (14-3);
Ot. Parma 722 (13-5);
Ares Mi. 631 (12-7);
Cairese 588 (10-7);
Cagliari 470 (8-9);
Poviglio 437 (7-9);
Sanremo, Minerbio 294 (5-12);
Pianoro 229 (4-14):

Prossimo turno:
Sanremo-Ot. Parma;
Poviglio-Ares Mi.;
Pianoro-Cagliari;
Redskins-Minerbio;
rip. Cairese.




Redskins - Cagliari 5-2 5-6

domenica 17 giugno 2012

GARA 1

Cagliari 000000002 = 2 h 6 e 2 lob 7
Redskins 00022010/ = 5 h 9 e 2 lob 12


Redskins: Coroli (8;1/5); Gnudi (5); Natilli (3;1/3 doppio); Gelli (6;1/4); Pirone (9); Belletti (dh; 1/3); Sosa (4; 3/3 un triplo, un doppio); Moscariello (7; 1/3); F.Lentini (2;1/5).
Lanciatori: I.Lentini (W; ip 7; bb 1; k 3); GL Poli (R; ip 2; h 1; bb 2; k 1).

GARA 2

Cagliari 040000200 = 6 h 10 e 3 lob 5
Redskins 110100101 = 5 h 9 e 2 lob 9


Redskins: Coroli (8; 1/4); Gnudi (5); Natilli (dh); Gelli (6; 1/5 fuoricampo); Sosa (4;2/5); Mi-nardi (2;2/3 un doppio); Belletti (9; 1/4); Moscariello (7); D.Poli (3;2/4).
Lanciatori: Tavasci (L; ip 6.1; h 8; bb 2; k 3); Grendene (R; ip 2.2; h 2; bb 3; k 1).

Due belle partite, non c’è che dire, ma i Redskins lasciano un incontro ad un Cagliari particolarmente deciso e combattivo. Il roster corto avrebbe fatto pensare ad una squadra in trasferta-vacanza, ma così non è stato ed i sardi si sono presentati con elementi interessanti che alcuni dirigenti di Godo sono venuti a visonare. In particolare i fratelli Ebau, Gabriele forte esterno/interno e capace anche di rilevare sul monte e Gabriele, interno e lanciatore (ip 9; h 9; bb 3; k 5) capace di fare nove inning sotto il sole rovente.
Partenza lenta al mattino, poi al quarto i Redskins vanno a punto: base ball a Pirone, Sosa lo porta a casa con un triplo ed arriva al piatto su valida di Moscariello, ancora grande all’esterno. Ancora due punti al 5° : doppio di Natilli, ball a Gelli ed errore, poi Belletti colpisce un singolo e Sosa effettua una volata di sacrificio. Il quinto punto al 7° con Sosa in doppio e volata sacrificale di Moscariello. Cagliari reagisce con un homer da due punti di Piras al 9°, ma è tardi. Controllato Ivan Lentini sul monte imolese e spazio per la chiusura di un buon Gian Luca Poli.
Pomeriggio di fuoco per il sole. Imola segna subito con Coroli in base e un errore difensivo, ma nel successivo attacco isolano Tavasci (ip 6.1; h 8; bb 2; k 3) concede cinque hit e non è aiutato dalla difesa che commette un errore determinante per i quattro punti che vengono nel 2° inning. Dei sei punti finali dei sardi, il lanciatore imolese non ne ha addebitato nessuno a suo carico.
I Redskins reagiscono a piccoli passi, portandosi sul 3-4: al 2° Belletti arriva a casa su valida di D. Poli ed al 4° fa altrettanto, mentre al 5° viene tolto un triplo a Gelli da uno strepitoso intervento dell’esterno sinistro. In precedenza, su doppio di Minardi, Natilli non si fermava i n terza base e veniva eliminato a casa. Nel 7° inning Cagliari segnava ancora: base ball, er-rore e due valide portavano due punti e Grendene prendeva il posto di Tavasci, mentre la difesa si esibiva in una bella eliminazione esterno-prima base- terza-interbase. Ancora un punto Redskins con Gelli, ma Sosa non andava poi oltre la terza base. Con due eliminati, Gelli sparava un “solo homer” al 9° ma la battuta di Sosa – il più produttivo nel doppio con-fronto con 5/8, un triplo e due doppi – era presa al volo dall’esterno centro. Domenica partita di vertice a Parma contro l’Oltretorrente, stesse sconfitte di Imola ma una vinta in più, per giocarsi la vetta.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

Risultati:
Sanremo-Cairese 7-8 10-15;
Redskins-Cagliari 5-2 5-6;
Ares Mi.- Oltretorrente Pr 5-8 5-6;
Poviglio –Minerbio 7-0 10-1;
riposava Pianoro

Classifica:
Oltretorrente Pr. 812 (13-3);
Redskins 800 (12-3);
Ares Mi. 588 (10-7);
Cairese 533 (8-7);
Poviglio 500 (7-7);
Cagliari 470 (8-9);
Minerbio 333 (5-10);
Sanremo 266 (4-11);
Pianoro 187 (3-13).

Prossimo turno:
Pianoro-Sanremo;
Minerbio-Ares Mi.;
Oltretorrente Pr.-Redskins;
Cairese-Poviglio;
riposa Cagliari.




I Redskins riconquistano la vetta

domenica 10 giugno 2012

 

REDSKINS – NUOVA PIANORESE  13-1 (7°)   11-3

 

N. Pianorese   0000100  =   1     h  4   e  4   lob  7
Redskins         203170/   =  13    h 11  e  2   lob 13

Redskins :  Coroli(8; 2/5); Gnudi(5); Natilli (3; 1/2); Gelli (6); Pirone (9;3/4, Lopez Delgado 9’); Sosa(4;1/3); Belletti (dh; 1/4); Moscariello (7); F.Lentini(2; 3/3 un triplo).
Lanciatori: I.Lentini (Winner; ip 6; h 4; bb 4; so 6); Tavasci (Closer; ip 1; h 0; bb 0; so 1).

N.Pianorese    000101100  =   3      h   6   e  2   lob   7
Redskins         52000022/   =  11     h  14  e  2   lob  12

Redskins:  Sosa (4); Gnudi (5; Lopez Delgado 5’); Minardi (2;1/5); Gelli(6; 4/5 un doppio); Pirone (1/3); Belletti (9; 2/3 due doppi, Natilli 9’; 1/1 doppio); Moscariello(7); D.Poli(3; ¾ un doppio); Vignali(8;2/4).
Lanciatori:  Grendene (Winner; ip 6.2; h 6; bb 1; hp 1; so 6); Malavasi (Relief; ip 2.1; h 0; bb 2; so 2)

Al giro di boa del campionato i Redskins tornano in testa vincendo agevolmente i due incontri con Pianoro – squadra combattiva con molti giovani, ma ancora distante dagli imolesi – ed approfittando del passo falso dell’O.T. Parma a Minerbio.
Al mattino il giovane lanciatore bolognese parte male, riempie le basi gratis e Pirone con una valida fa segnare Gnudi, mentre Natilli entra a punto sull’eliminazione del capitano in seconda.
Altri punti al 3° e al 4° propiziati da valide e basi ball poi al 5° i Redskins ipotecano la manifesta superiorità: triplo di Fabio Lentini (3/3), valida di Coroli (2/5), basi ball ed errori, valida di Pirone (3/4) ed entrano sette punti. Pianoro ha segnato un punto al 5° per un errore, una valida sull’ottimo Ivan Lentini (solo quattro le valide concesse, come le basi ball, ottenendo sei eliminazioni al piatto) e una volata di sacrificio. A Tavasci l’onere di mandare tutti sotto la doccia in anticipo e il closer imolese con pochi lanci e uno strike out chiude l’incontro.
Nel secondo incontro i Redskins partono al galoppo segnando cinque punti : Sosa induce all’errore, Gnudi – splendido un suo tuffo in difesa per catturare una linea - è colpito, Gelli (4/5 e un doppio) fa avanzare tutti, Pirone fa altrettanto, Belletti (2/3, doppi) batte doppio a sinistra e altrettanto fa Davide Poli. Ancora Belletti al 2° batte doppio a destra e porta a casa un Gelli terrificante (4/5,un doppio) e Minardi. A questo punto, mentre Grendene (6 valide e 6 so in 6.2 riprese) controlla bene dal monte, i Redskins si rilassano e Pianoro accorcia con tre punti ma al 7° le mazze di Poli (3/4, un doppio) e Vignali (2/4), un errore ed una volata di sacrificio di Lopez portano due punti e altri due si aggiungono all’8° con un doppio di Natilli che fa segnare Pirone  e che poi raggiunge il piatto su volata di sacrificio di Poli.
Il mancino Malavasi chiude senza subire valide e con due strike out, mentre una spettacolare presa al volo da Major di Davide Moscariello chiude l’incontro.
Nel dug out, ferito nel corpo ma non nello spirito di squadra, festeggia anche Fedo Cortini.
Domenica la squadra di Maccaferri ospita il Cagliari, un inedito alla Tozzona, e ci sono tutte le premesse per conservare la leadership.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

Risultati: 
Redskins-N.Pianorese 13-1(7°)  11-3;

Ares Mi.-Cairese 15-7  14-7;
Minerbio-Oltretorrente Pr.  12-9  4-9;
Poviglio-Cagliari 3-9  5-2.
Sanremo riposo.

Classifica: 
Redskins 846 (11-2);

Oltretorrente Pr. 785 (11-3);
Ares Mi. 666 (10-5);
Cagliari 466 (7-8);
Cairese 461 (6-7);
Poviglio 416 (5-7);
Minerbio 384 (5-8);
Sanremo 307 (4-9);
N. Pianorese 187 (3-13).

Prossimo turno: 
Sanremo-Cairese;
Ares Mi. – Oltretorrente Pr.;
Redskins-Cagliari;
Poviglio-Minerbio.
N.Pianorese riposo.




Riprende la marcia verso il primo posto

lunedý 4 giugno 2012

I REDSKINS CON UNA DOPPIETTA CONTRO SANREMO, RIPRENDONO LA MARCIA VERSO IL PRIMO POSTO

Una doppietta dal sapore amaro quella ottenuta dai Redskins a Sanremo, il ritorno al successo della compagine imolese è infatti coinciso con un grave infortunio rimediato dal Golden-boy di casa, Federico Cortini. Nella seconda gara “Fedo” (che tra l'altro rientrava dopo pù di un mese in seguito ad uno stiramento) al suo terzo turno di battuta è stato colpito in faccia all'altezza dello zigomo sinistro, riportando la rottura dello stesso e l'interessamento del setto nasale, giornata decisamente sfortunata la sua, se si considera che anche nel turno precedente era stato già colpito.

In gara uno Imola si è imposta con il punteggio di 6 a 2, sul monte per i Pellerossa un Grendene in grande spolvero, autore di un complete-game, in cui ha concesso agli avversari solamanete sei valide ed una base per ball. Alla prima ripresa Sanremo è passata in vantaggio sfruttando un errore della difesa imolese, i Romagnoli però hanno pareggiato immediatamente al secondo attacco sfruttando una baseball di Belletti ed un errore della difesa di casa sull'insidiosa battuta di Davide Poli. Alla quarta ripresa Imola ha allungato segnando altri due punti, grazie alle valide di Gelli,Belletti, Moscariello e Coroli. Al quinto, il secondo fuoricampo stagionale di Erik Gelli, permetteva ai Redskins di portare a quattro le segnature. La gara procedeva spedita fino alla nona ripresa, dove la squadra di Maccaferri segnava altri due punti sul rilievo sanremese, grazie al doppio di Minardi.

Gara due invece è durata sostanzialmente solo tre riprese, a fine terzo infatti il punteggio era già di 10 a 0 per gli imolesi, con la squadra di casa incapace di reagire allo strapotere mostrato finalmente dai Redskins. La partita non è mai stata in discusssione, tantè che prima dell'ultima ripresa il punteggio era di 20 a 0 e Imola, non aveva ancora subito una valida. Il partente di gara due Ivan Lentini ha lanciato una no-hit per cinque riprese mettendo a segno ben otto eliminazioni al piatto, successivamente è stato rilevato da Andre Malavasi anche lui autore di un “perfect inning”, mentre all'ultima ripresa sul monte è salito Fabio Tavasci, autore di una prestazione opaca, che ha permesso alla squadra ligure di segnare tre punti.
In attacco ottime cose da tutti, con particolare menzione per Pirone(4/5), Gelli(2/3), Belletti(2/3) e Lentini Fabio (3/5).

Il prossimo turno, vedrà i Pellerossa affrontare sul diamante amico la Nuova Pianorese.

Sperando in una sua pronta guarigione, rinnoviamo a Fedo Cortini il nostro in bocca al lupo!

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.




Cairese - Redskins 5-3

domenica 20 maggio 2012

CAIRESE-REDSKINS   5-3   
sospesa per pioggia la seconda al 3° inning sul 2-1 per Redskins

REDSKINS   000201000 = 3   h 8   e 2   lob 9
CAIRESE     20010200/  = 5   h 8   e 2   lob 9


Redskins: Coroli (8; 1/3 doppio); Gnudi (5); Natilli (3; 1/4); Gelli (6; 1/4); Pirone (9; 1/3); Belletti (dh; 1/3 doppio); Moscariello (7; 1/4); Fabio Lentini (2); Sosa (4; 2/3).
Lanciatori: Ivan Lentini (L; ip 7; h 8; bb 2; k 6); Tavasci (R; ip 1; h 0; bb 0; k 2).
 
Trasferta non agevole per i Redskins che hanno dormito in pullmann,  per arrivare ad una piovviginosa Cairo Montenotte (Sv) e continuare il sonno fino a poche ore dall’inizio.
Le previsioni meteo sono state rispettate, acqua, e Ivan Lentini non si è trovato subito a suo agio sulla scivolosa collinetta di lancio: un colpito e tre valide hanno sancito il vantaggio della Cairese al primo inning per 2-0.Pareggio solo al 4°: valida a sinistra di Gelli, a destra di Pirone, smorzata di sacrificio di Belletti  che porta i corridori in seconda e terza base, poi errore del prima base con la pallina che si perde, permettendo la doppia segnatura. Il lanciatore di Cairo, Luca Lomonte, tiene bene – come del resto anche Ivan Lentini dopo la brutta partenza – ed ha un passato di rispetto: quattro anni di Accademia del baseball, quattro anni nella franchigia di Rimini in IBL e chiude la ripresa con un altro strike out. Cairo ancora avanti di un punto nella parte bassa della ripresa, dopo aver riempito le basi con la parte finale del line up. Provvidenziale il doppio gioco difensivo Sosa-Gelli-Natilli, che limita i danni. Ancora pari al 6° con Pirone in base gratis e a casa sul bel doppio al centro di Belletti, poi Lomonte richiude le porte e i suoi compagni ristabiliscono le distanze con tre valide e un errore difensivo, segnando due punti per il 5-3 conclusivo. Tavasci subentra a Lentini ed ottiene due strike out, ma l’ultimo attacco Redskins si spegne su un prodigioso tuffo dell’esterno destro che strappa a Gnudi la possibilità di tenere viva la partita.
Pioggia al pomeriggio e quando i due lanciatori – ottimo Grendene per i Redskins – non riescono più a strae in piedi sul monte gli arbitri decretano la sospensione con i Redskins in vantaggio 2-1. I Redskins ora sono secondi e domenica riposano.
La speranza è che l’eventuale recupero venga giocato solo se servirà ai fini della classifica, perché un’altra trasferta lunga e costosa sarebbe impietosa per dei giocatori ed una società dilettantistici.
A questo proposito aggiungiamo che, con la crisi economica che falcidia i bilanci di piccole società, non sarebbe il caso che la Fibs ripensasse le formule dei campionati minori? Si doveva fare una serie B a quattro giorni di 10 squadre e ci si è ridotti a tre gironi con due da 9 e una da 8, ventisei team in tutto. Si potrebbe pensare a gironi regionali facendo salire le migliori squadre della serie C ed arrivare a play off a concentramenti. Eventuali recuperi, data la vicinanza, potrebbero essere giocati anche infrasettimanalmente. Non vogliamo preconizzare formule definite, ma solo suggerire un ripensamento. Riducendo i costi, forse la morìa di squadre partecipanti si fermerebbe e potrebbe ripartire la crescita. Quante squadre faranno la serie B – o anche la A -  il prossimo anno se aumenteranno ancora le spese per trasferte da fare anche in aereo? Ci sono già squadre del girone A che dovrebbero tornare in Sardegna per i recuperi e non abbiamo guardato al girone B dove la situazione può diventare identica. Meditate gente, meditate.

NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

 



 
Risultati:
Cairese-REDSKIN    5-3  sosp.;
Sanremo-Ares Mi.   19-12   8-9;
Cagliari-Oltretorrente Pr.   1-12(7°)   sosp.;
Pianoro-Minerbio 5-3   10-8;
rip. Poviglio.

Classifica:
Oltretorrente Pr.  800 (8-2);
REDSKINS 777 (7-2);
Cairese 571 (4-3);
Cagliari e Ares Mi. 555 (5-4);
Sanremo 333 (3-6); Poviglio 333 (2-4);
Minerbio 285 (2-5);
Pianoro 200 (2-8).


Prossimo turno:
Oltretorrente Pr.- Cairese;
Milano-Pianoro;
Minerbio-Cagliari;
Poviglio-Sanremo;
riposa: REDSKINS




Un altro 'Sweep' per i Redskins che allungano in classifica

martedý 8 maggio 2012

GARA UNO : Redskins Imola Vs Ares Milano 8 - 1

ARES 000 001 000 : 1
(h5 e5 lob7)
REDSKINS 001 001 24/ : 8 (h11 e2 lob8)

Redskins : Coroli 8(0/4); Gnudi 5(1/5); Natilli 3(2/5); Gelli 6(1/5); Pirone 9(1/4); Belletti Dh(1/4); Moscariello 7(1/4); Lentini Fabio 2(2/4); Sosa 4(2/4)

Lanciatori : Lentini I. (Vincente 8 rl, 2so, 2bb, 5bv, 1Pgl); Tavasci (rilievo 1rl, 0bv, 1bb)


GARA DUE : Redskins Imola Vs Ares Milano 5 - 0

ARES 000 000 000 : 0
(h4 e2 lob10)
REDSKINS 200 120 00/ : 5 (h9 e3 lob5)

Redskins : Coroli 8(1/3); Gnudi 5(2/3); Natilli Dh(1/3, Belletti 1/1); Gelli 6(2/3); Pirone 9(0/4); Minardi 2(1/3); Poli D. 3(0/4); Vignali 7(0/3); Sosa 9(1/3)

Lanciatori : Grendene S. (Vincente 8 rl, 2so, 3bb, 4bv, 0Pgl); Poli G.(1rl, 0so, 0bv)

I Redskins non deludono e portano a casa un'altra doppietta, la terza stagionale, contro l'Ares Milano, squadra mai affrontanta nei 28 anni di storia imolese. Con questa doppia vittoria Imola porta il proprio record stagionale a sette vittorie ed una sola sconfitta, consolidando il suo primo posto in classifica, vista anche la contemporanea sconfitta dell'Oltretorrente sul campo del Poviglio.

In gara uno come di consueto il partente è stato Ivan Lentini, autore nuovamente di una prestazione sopra le righe,in otto riprese lanciate ha infatti concesso agli avversari solo le briciole, eslcudendo il punto subito al sesto, si potrebbe parlare per lui di una gara praticamente perfetta.

In attacco Imola ha faticato più del dovuto, contro un avversario Claudio Quisini vecchia conoscenza dei Pellerossa, fù infatti lui il partente/perdente di gara 2 nei "tristemente famosi" play-off per la serie A1 del 2003 contro il Rho. I pellerossa segnano il primo punto al terzo, con due out Sosa batte un doppio sulla linea di terza, sulla successiva battuta di Coroli il terza base commette un errore di tiro, permettendo al jolly romagnolo di raggiungere il piatto di casabase per l'uno a zero. I lombardi pareggiano al sesto grazie al doppio di Fontana, spinto poi a casa dal singolo di Diaz. I Redskins però non ci stanno e reagiscono subito nell'attacco successivo, portandosi nuovamente in vantaggio, Gelli batte valido, ruba la seconda e segna sul successivo errore della difesa. Sul punteggio di 2 a 1 Quisini viene sostituito da Mascheroni, che però non impedisce a Imola di segnare altri due punti portandosi sul 4 a1. All'ottavo i Pellerossa piantano gli ultimi chiodi nella bara dell'Ares, realizzando cinque valide consecutive e segnando altri quattro punti. Avanti di sette lunghezze, spetta a Fabio Tavasci il compito di traghettare nell'ultima ripresa la squadra di casa.

Bene nel box Fabio Lentini con 2/4, Luis Sosa con 2/4 e Natilli con 2/5.

Come al mattino, anche gara due inizia sotto una leggera ma costante pioggia, che non impedisce però fortunatamente di disputare l'incontro, sul monte di lancio imolese si presenta come da copione Simone Grendene, mentre per l'Ares sale sul monte il “sempreverde” Maurizio Calzone (classe '68). Imola parte a razzo, Coroli lead-off batte valido, il pitcher milanese recupera eliminando i successivi due battitori, ma è Gelli a portare subito in vantaggio Imola con un lungo fuoricampo sulla sinistra. Nel frattempo Grendene sfodera la sua miglior prestazione stagionale, impedendo all'Ares di avvicinarsi, al quarto attacco i Redskins segnano un altro punto, doppio di Minardi, spinto a casa dal singolo di Sosa per il 3 a 0. Al quarto attacco Imola chiude sostanzialmente la partita segnando altri due punti grazie alle valide di Gnudi,Natilli e Gelli. Grendene lancia otto riprese da fenomeno, concedendo la miseria di quattro valide agli avversari, al nono è Gianluca Poli a chiudere l'incontro sul punteggio di 5 a 0.

Bene nel Box Gnudi con 2/3 e Gelli 2/3.

Play of the week” senza ombra di dubbio l'homerun di Erik Gelli, una line drive davvero devastante.

Bene, anzi benissimo! il monte di lancio, che nell'arco delle due partite concede un solo punto, permettendo all'Ares di realizzare solamente nove valide in diciotto riprese, il merito (ma questa non è una novità), è da attribuire anche allo splendido lavoro del pitching coach Carlos Perez.

Nel prossimo fine settimana, i Redskins saranno di scena nuovamente sul campo della Tozzona, per due partite dal sapore antico, contro un Heila Poviglio storico avversario negli anni passati, Maccaferri e Trombini sperano di recuperare Fedo Cortini per il prossimo weekend, mentre sul monte di lancio, probabilmente ci sarà più spazio per Malavasi,Tavasci e Poli.


NINO VILLA, addetto stampa Redskins e giornalista pubblicista per “sabato sera” settimanale di Imola.

RISULTATI QUARTA GIORNATA:
Redskins
– Ares 8-1 5-0
Sanremo – Cagliari 4-8(13°) 11-1 (7°)
Poviglio – Oltretorrente 1-11 8-1
Pianoro – Cairese 4-18 (7°) 1-11(7°)
riposo: Minerbio


CLASSIFICA :
REDSKINS IMOLA BASEBALL

A.S.D. B.C. CAIRESE
CIEMME-MALLER OLTRETORRENTE B.C.
ASD ARES MILANO BASEBALL
CAGLIARI B.C. A.S.D.
HEILA POVIGLIO
SANREMO BASEBALL CLUB
NUOVA PIANORESE BASEBALL A.S.D
A.S.D. B.C.M. BASEBALL




Minerbio-Redskins 2-8 / 2-8

domenica 29 aprile 2012

Prima partita
Redskins   300010040  = 8     h 7   e 2   lob 14
Minerbio   000002000  = 2     h 3   e 6   lob   5

Redskins: Coroli(8); Gnudi(5); Natilli(3); Gelli(6; 1/4 doppio); Minardi(dh; 1/4 doppio); Pirone(9; 2/5 un doppio); Cortini(4; 2/5); Moscariello(7;1/3); Fabio Lentini (2).
Lanciatori: Ivan Lentini (W; ip 9; h 3; bb 1; so 5).

Seconda partita
Redskins   200030102  = 8     h 8   e 2   lob 11
Minerbio   010010000  = 2     h 8   e 3   lob   6


Redskins:  Sosa(7,4’; 1/6); Gnudi(5; 1/3); Pirone(dh); Gelli(6; 1/2); Minardi(2; 3/5 un doppio); Belletti(9); Cortini(4; Moscariello 7’; 1/1); Poli(3); Vignali(8; ¼).
Lanciatori: Grendene (W; ip 7; h 8; bb 1; so 6); Tavasci (R; ip 2; h 0; bb 0; so 1).

I Redskins fugano i dubbi della partita contro l’ Oltretorrente con una prestazione maiuscola sia sul monte di lancio che in attacco e difesa. Minerbio nelle due partite ha combattuto ma non ha mai dato l’idea di poter ribaltare il risultato. Parecchi gli errori della difesa bolognese e  i Redskins hanno accelerato ogni volta che si è presentata l’occasione. Partenza di scatto al mattino, propiziata dal doppio di Minardi che ha portato a casa Coroli e Gnudi in base per ball, ed a punto su errore. Incremento al 5° (Gelli) senza battere valide. Minerbio accorcia per un leggero calo di Ivan Lentini che poi si riprende alla grande finendo le nove riprese. Altra accelerazione all’8° su errori e basi ball, con Pirone e  Cortini che hanno pulito le basi.

Non cambia il secondo incontro con Imola che scatta sul 2-0  - Sosa in seconda base su errore e in terza per Gnudi che batte valida e va in seconda per rubata. Pirone è eliminato ma porta a casa il primo, mentre la valida di Minardi fa segnare anche il terza base.
Minerbio accorcia ma al 5° arrivano ancora a casa Sosa e Gnudi su errori e Pirone su valida di Gelli. Ancora un punto per Minerbio ma i Redskins non si scompongono e vanno ancora a punto al 7° (doppio di Minardi e Pirone a casa) e al 9° con Gelli e Minardi spinti da Moscariello e Poli. Sul monte, dopo il vincente Grendene, Fabio Tavasci chiude due inning con sei eliminazioni, tra cui uno strike out.

Domenica in Pedagna, alle 10,30 3 15,30, confronto inedito contro Ares Milano che è la squadra dove giocavano ed a cui dedicano ancora tempo e “danè”, Elio e Faso delle “Storie Tese”. Riviata a data da destinarsi invece, la partita di Coppa Italia contro Foggia.

Risultati:
Oltretorrente Pr-Sanremo 7-0  6-2;
Ares Mi-Poviglio 12-2(7°)  12-1(7°);
Cagliari-Pianoro 3-1  13-4;
Minerbio-REDSKINS 2-8  2-8.

Classifica:
REDSKINS 833(5-1);
Ares, Oltretorrente Pr 800(4-1);
Cagliari 500(2-2), Caprese 500(1-1);
Pianoro, Sanremo, Povigluio 250 (1-3);
Minerbio 0(0-4).

Prossimo turno:
Sanremo-Cagliari;
REDSKINS-Ares Mi;
Poviglio-Oltretorrente Pr;
Pianoro-Cairese.




Redskins, pareggio amaro

domenica 22 aprile 2012

Gara 1

Oltretorrente: 001000100 = 2  6h 2e
Redskins: 00040000/ = 4   11h 1e

Redskins: Coroli (8;1\5) Sosa(5;1\4) Gelli(6;3\4) Minardi(dh;0\1) Pirone(9;1\4) Cortini(4;2\4) Poli(3;2\4) Moscariello(7;0\2) Lentini(2;1\4)
Lanciatori: Lentini (W: 6.1 ip, 5h, 2bb, 4k); Tavasci (Sv: 2.2 ip 1h, 1bb)

Gara 2

Oltretorrente: 030014342 = 17 3e
Redskins: 111540002 = 14 17h 3e

Redskins: Coroli(8;2\5) Sosa(5;4\5) Gelli(6;3\6) Minardi(2;1\5) Belletti(9;1\4) Pirone(dh;1\5) Cortini(4;1\5) Poli(3;2\5) Moscariello(7;2\4) Lentini (2’:0\1)
Lanciatori: Grendene (S: 5+ ip, 4h, 8bb, 1hbp, 3k) Poli (R: 1.2 ip, 7h, 1k)  Vignali (L: 1 ip, 3bb, 1k) Tavasci (R: 1.1 ip 1h 2k)

Nella mattinata ottima partita giocata da entrambe le squadre, che si sono battute senza esclusione di colpi. Il risultato si sblocca al terzo a favore degli ospiti che sfruttano un calo momentaneo del partente imolese  per toccare una valida che permette di segnare il punto del vantaggio. I Redskins rispondono al 4° inning  con un doppio dell’ineliminabile Poli(4\9 nel weekend e il panico seminato nella difesa avversaria) in apertura di ripresa, seguito dalla base-ball concessa a Moscariello e dal valido  di Fabio Lentini che portava a casa il punto del pareggio.

I seguenti singoli di Sosa, Gelli e Pirone consentivano ai pellerossa di portarsi sul 4 a 1. Un Ivan Lentini non in perfette condizioni fisiche controllava comunque con autorità le mazze parmensi lasciando poi a Tavasci il compito di chiudere la partita, conclusasi col punteggio di 4 a 2 in favore dei padroni di casa.
Completamente differente la gara del pomeriggio, con i Redskins che partono subito forte andando a punto in tutti i primi cinque attacchi e portandosi, a metà incontro, sul 12 a 4.

Sul monte, un Grendene impreciso, nonostante una prestazione ben al di sotto dei suoi standard abituali (ben 8 basi ball in 5 riprese) riesce a limitare l’attacco di Parma, che però dimostra tutta la sua pericolosità colpendo duramente il rilievo G.Poli, costringendo il manager Maccaferri a mandare sul monte l’esordiente Vignali (complice l’assenza per infortunio di Malavasi) che riesce a contenere i danni ma non ad evitare il pareggio ospite.

Sul punteggio di 12 a 12 torna in pedana Tavasci che non riesce a fermare definitivamente le mazze emiliane subendo altri 5 punti che fissano il risultato sul 17 a 12.

I Redskins subiscono il contraccolpo della clamorosa rimonta e non riescono più a controbattere se non nell’ultimo attacco dove accorciano le distanze con due punti segnati su valida di Gelli, non sufficienti per strappare la vittoria che, fino a metà partita, sembrava a portata di mano.

Al termine di questo weekend rimane il grande rammarico per l’occasione persa dato che, a metà del secondo incontro, la doppia vittoria sembrava veramente ad un passo.

I Redskins però si possono consolare col pensiero di aver giocato, nonostante le importanti assenze di Natilli, Gnudi e Malavasi, alla pari contro un avversario coriaceo che sicuramente sarà tra le aspiranti ad un posto per i playoff.

Risultati seconda giornata
Redskins – Oltretorrente  4-2,  14-17
San Remo – Nuova Pianorese  9-14, 11-10
Ares Milano – Minerbio  8-2, 3-2(10°)
Poviglio – Cairese  0-10(7°),  4-0
Cagliari: riposo




Sardegna terra di conquista per i Redskins

domenica 15 aprile 2012

GARA UNO : Cagliari Vs Redskins Imola 4-14

REDSKINS 021 401 15 : 14
CAGLIARI 000 210 01 : 4

Redskins : Coroli 8(1/5 1Doppio 2Pbc); Gnudi 5(1/4 1Pbc); Natilli Dh(3/5 1Doppio 2 Pbc); Gelli 6(2/3 2Pbc); Minardi 2(2/5 1Doppio 2Pbc); Pirone 9(0/4 1Pbc); Cortini 4(0/4); Poli 3(2/3 1Doppio 2Pbc); Moscariello 7(1/3 1Doppio)
Lanciatori : Lentini I. (Vincente 6 rl, 8so, 3bb, 5bv, 1Pgl); Poli G. (1rl, 3bv)

GARA DUE : Cagliari Vs Redskins Imola 4-22

REDSKINS 002 527 6 : 22
CAGLIARI 001 030 0 : 4

Redskins : Coroli 8(4/5 3Pbc); Gnudi 5(0/5); Natilli 3(1/5 2 Pbc); Gelli 6(0/5); Minardi 2(2/4 1Doppio); Pirone 9(1/1 1Pbc); Cortini 4(2/4 1Pbc); Moscariello Dh(1/2 2Pbc; Poli D. 0/2); Sosa 9(4/4 2Doppi 2Pbc)
Lanciatori : Grendene S. (Vincente 5 rl, 1so, 3bb, 6bv, 3Pgl); Malavasi (2rl, 1so, 0bv)

  Nel primo weekend di campionato doppia vittoria per i Redskins sul campo del Cagliari, gli imolesi si sono imposti agevolmente sulla formazione sarda, vincendo entrambi gli incontri prima del limite per manifesta superiorità.Gara uno giocata sabato pomeriggio sul diamante di Iglesias, ha visto sul monte di lancio Ivan Lentini che ha tirato sei riprese di sostanza, portando a casa la prima vittoria in campionato e fornendo una buona prestazione, impreziosita dagli otto strikeout ottenuti.
La cronaca della partita ha visto i Pellerossa segnare i primi due punti al secondo inning, grazie ad un lungo triplo di Davide Poli che portava a casa Gelli e Minardi. Il tre a zero Imola lo segnava grazie alla prima valida di Gelli in casacca Redskins, che portava a casa Natilli in base grazie ad un doppio. Alla quarta ripresa gli imolesi chiudevano praticamete l'incontro segnando altri quattro punti, grazie alle valide di Gnudi e Natilli e ad un paio di errori della difesa di casa. Sul punteggio di 7 a 0 imola allentava la presa permettendo al Cagliari di segnare due punti al quarto inning e uno al quinto, frutto di tre valide ed un errore della difesa romagnola.
Dopo una attacco a zero, Imola riprendeva la corsa segnando un punto al sesto e cinque punti alla settimo, permettendo così a Gianluca Poli (subentrato a Lentini), di traghettare l'incontro fino alla chiusura anticipata per manifesta superiorità.
Bene nel box di battuta, Gelli 2/5, Natilli con 3/5, Minardi 2/5 e Davide Poli con 2/3.
Il “Play of the week” spetta a Christian Gnudi, capace d'intercettare con un tuffo d'antologia un secco lungo linea di Ebau.

Gara due è stata invece disputata domenica mattina, nonostante il maltempo abbia cercato in tutti i modi di ostacolare il regolare svolgimento della gara, sul monte per Imola è salito Simone Grendene autore di una prestazione positiva, nonostante un leggero appannamento al quinto inning che ha permesso a Cagliari di segnare tre punti.
In attacco Imola è rimasta a secco nei primi due inning, sorpresa dalla palla veloce di Alessio Peduzzi, la reazione però non ha tardato ad arrivare, permettendo alla squadra guidata per il secondo anno da Maccaferri, di andare a segno in tutte le successive riprese, chiudendo anche questo incontro prima del limite con il punteggio di 22 a 4. In attacco ottime cose da Cortini(2/4), Moscariello (1/2), Sosa (4/4) e soprattutto da Coroli autore di un bel 4/5, prestazione “Monster”, considerando che al primo turno di battutta era stato colpito duramente in testa, dalla già citata palla veloce di Peduzzi.
Un inizio promettente contro una formazione, quella cagliaritana, che ha mostrato alcune individualità interessanti (i fratelli Ebau e Peduzzi su tutti) a fronte però di una difesa un po' troppo fallosa.
La prossima settimana Imola esordirà sul diamante di casa contro la formazione parmense dell'Oltretorrente, un test insidioso al quale si sommeranno le assenze di Gnudi e Natilli.

RISULTATI PRIMA GIORNATA:
Cagliari – Redskins : 4-14(7°) 4-24(7°)
Oltretorrente – Ares Milano : 10-4 Gara due Rinviata
Cairese – Sanremo : Rinviate entrambe le gare causa maltempo
Minerbio – Poviglio : Rinviate entrambe le gare causa maltempo
Pianorese Riposo




Un'altra vittoria in Coppa Italia per i Redskins

martedý 3 aprile 2012

CUPRAMONTANA vs REDSKINS IMOLA 8-11

Redskins Imola 000 023 510 : 11 h11 e 3 lob 6
Cupramontana 201 010 040 : 8 h11 e 2 lob 8

Redskins: Gnudi (5; 1/5); Cortini (6; 1/4 1Doppio 2Rbi) Natilli (9; 2/5 2 Doppi 1Rbi); Minardi (DH; 1/3); Pirone (4; 0/4); Poli D. (3; 1/4 2Rbi); Moscariello (7; 3/5 2Doppi;1Triplo 2Rbi); Vignali (8; 1/3 1Rbi; 7° Coroli 1/2 1Doppio)
Lanciatori: Grendene (P; ip 3; h 4; bb 2; 3 Pgl); Malavasi (V; ip 2; h 1; bb 2; k 1; 1 Pgl); Poli G.(R; ip 2; h 2; bb 0; k 1); Lentini I. (R; ip 2; h 4; bb 0; k 2)

Sventato pericolo per i Redskins, che nella seconda giornata di Coppa Italia portano a casa da Cupramontana una preziosa vittoria.Gli imolesi scendevano in campo con una formazione obbligata, viste le assenze di Belletti,Gelli, Sosa, Delgado e le non perfette condizioni fisiche di Coroli.Con Grendene sul monte di lancio, la partenza è subito in salita per i Redskins, che al primo inning subiscono due punti grazie al doppio dell' ex-Bonci, che porta a casa Pantaleoni e Salazar. Al terzo Cupra allunga nuovamente portandosi sul 3 a 0 grazie ad un caldissimo Bonci (2/4 con 4Rbi). Dopo tre attacchi a zero, Imola reagisce con la prima valida di Minardi al quarto e segna i primi due punti nell'attacco successivo, grazie al doppio di Cortini. I marchigiani non ci stanno e segnano un altro punto su Malavasi (che risulterà alla fine il lanciatore vincente) portandosi sul 4 a 2, ma nell'attacco successivo Imola si porta in vantaggio con il triplo a sinistra di un ritrovato Moscariello (3/5 per lui) e la valida di Lory Vignali. Nell'attacco seguente i Redskins allungano definitivamente, segnado altri cinque punti, grazie ai doppi di Natilli,Coroli e Moscariello. Sul punteggio di 11 a 4, Cupramontana ha una reazione d'orgoglio all'ottavo e segna quattro punti sul rilievo non impeccabile di Ivan Lentini, che nonostante tutto mostra già un'ottima velocità.

In difesa bene Fabio Lentini dietro il piatto di casa base e Christian Gnudi, che ha deliziato il pubblico con alcune ottime giocate difensive. Una vittoria importante che da morale e che permette a Imola di prepare al meglio l'ultima partita del girone di Coppa Italia, che si disputerà sabato prossimo alle ore 11.00 in casa contro Pesaro.

Risultati :
Cupramontana – Redskins Imola 8-11
Pesaro – Fano 6-2

Classifica :
Redskins 2-0;
Cupramontana 1-1;
Pesaro 1-1; Fano 0-2




Sasso Marconi - Redskins Imola 11-6

lunedý 2 aprile 2012

COPPA ITALIA SERIE C 2012

SASSO MARCONI 11 REDSKINS IMOLA 6

Nonostante gli atleti imolesi abbiamo disputato una buona gara escono sconfitti dal campo di Sasso Marconi.
Aldilà della ricerca di un risultato positivo sempre motivante in questa gara ininfluente ai fini della classifica per i Redskins il tecnico W. Guccini abbia voluto provare diverse soluzioni e possibilità di utilizzo sul diamante di tutti gli atleti a disposizione.
La compagine di Imola comincia nei prossimi gioni gli allenamneti sul campo della Tozzona che saranno congiunti con gli atleti della categoria cadetti ormai parte integrante della squadra. E' inoltre previsto in settimana l'arrivo dei tecnici cubani e con la prima gara in calendario prevista per domenica 22 aprile si aprirà la stagione 2012 di categoria.




Coppa Italia: Esordio stagionale vittorioso per i Redskins

domenica 25 marzo 2012

REDSKINS - FANO 8-1

Fano   000 001 000 = 1  h   4    e   2    lob   8

Imola  113 100 020 = 8  h 13    e   3    lob   10

 

Redskins: Gnudi (5; 3/5 1 doppio); Cortini (4; 1/4) Natilli (DH; 1/3 2Rbi; 8° Martucci 0/1); Gelli (6; 2/4) Pirone (9; 2/5); Minardi (2; 2/4 1 doppio); Poli D. (3; 1/4 2Rbi)  Moscariello (7; 1/2 1Rbi; 7° Serra 0/1); Vignali (8; 0/3; 7° Coroli 0/1)

Lanciatori: Lentini I.  (P; ip 3; h 0; bb 0; K 1);  Poli G. (V; ip 2; h 1; bb 2; k 1); Grendene (R; ip 2; h 2; bb 1; k 2); Tavasci (R; ip 2; h 1; bb 2; k 2)

 

Esordio stagionale positivo per i Redskins, che si impongono nella prima partita di "Coppa Italia" per 8 a 1 contro il Fano. I Pellerossa guidati per il secondo anno consecutivo da Davide Maccaferri e Moreno Trombini, hanno subito colpito duro il partente marchigiano Gasperoni, andando a segno nella prime quattro riprese di gioco, consentendo così allo staff imolese di gestire al meglio la gara, portando a termine il piano partita che prevedeva l'utilizzo di tutti i lanciatori a disposizione. La gara ha visto i padroni di casa segnare subito un punto grazie alle 4 valide consecutive dei primi quattro battitori del lineup, negli inning sucessivi grazie alle valide di Moscariello, Davide Poli, Gelli e ad una lunga volata di sacrificio di Natilli, i Redskins segnavano altri 5 punti portandosi sul 6 a 0. Al sesto inning il doppio subito da Grendene ed il successivo errore della difesa, permettevano alla squadra ospite di segnare il punto della bandiera, Imola però non si scomponeva e all'ottavo segnava altri due punti sul rilievo Barbaresi, chiudendo definitivamente una partita che di fatto, non è mai stata in discussione.

Sul monte di lancio come anticipato si sono succeduti tutti i lanciatori a disposizione, il partente è stato Ivan Lentini che dopo tre riprese praticamente perfette, è stato rilevato da Gianluca Poli(lanciatore vincente), sucessivamente è stato il turno di Simone Grendene ed in chiusura di Fabio Tavasci.

Bene la difesa, che grazie all'inserimento del nuovo arrivato Erik Gelli nel ruolo d'interbase, ha proposto alcune novità rispetto al passato, ovvero lo spostamento in seconda di Fedo Cortini ed il conseguente ritorno all'esterno di Capitan Pirone.

Dopo l'esordio stagionale davvero promettente, domenica prossima Imola andrà a far visita al Cupramontana, che nel fine settimana scorso si è imposto agli extrainning per 11 a 10 contro il Pesaro.

 

Redskins - Fano 8-1

Cupramontana - Pesaro 11-10 (11°)

 

Prossimo turno il 01/04/2012

Cupramontana - Redskins

Pesaro - Fano




Redskins Imola - Ozzano Virtus 14-7

sabato 24 marzo 2012

Coppa Italia 2012 baseball serie C

REDSKINS IMOLA - OZZANO VIRTUS 14 - 7

Ottima apertura di stagione per la compagine imolese condotta da W.Guccini che si impone con un buon risultato nel primo incontro valevole per la Coppa Italia di categoria.
Partenza a razzo dei Redskins versione Serie C con l'innesto di alcuni cadetti e alcuni giovani elementi in arrivo dalla serie B che hanno dato vita ad un buon incontro fin dal primo inning con la segnatura di sette punti gettando quindi una buona ipoteca sul risultato finale.
Il monte imolese suddiviso da A.Malavasi e L.Freddi ha ben tenuto per tutta la gara ed è stato ben supportato dalla difesa che pur con qualche errore si è ben comportata.
Soddisfazione anche sul fronte dell'attacco con numerose battute valide (E.Capelli, L.Freddi, D.Tampieri, F.Cortini) ed alcuni tripli (S.Karim, F.Conti, M.Minardi )che hanno ben centrato i lanci dei quattro diversi lanciatori schierati dalla Virtus. Siamo solo all'inizio dice il manager Guccini e quindi tutto è ancora da vedere, questa squadra sarà molto diversa per ogni partita e anche in campionato ogni gara farà storia a se, ma intanto la partenza è stata positiva.
Prossimo incontro sabato 31 marzo a Sasso Marconi ore 15.30 contro la squadra locale.

REDSKINS 7 0 1 2 0 1 3 0 -
VIRTUS OZZANO 1 0 3 0 0 0 3 0 0 




Baseball: Redskins in campo per la Coppa

lunedý 19 marzo 2012

I Redskins scendono in campo domenica 25 marzo alle ore 11 alla Tozzona contro Fano, per recarsi la domenica successiva a Cupra Montana ed ospitare il Pesaro il 7 aprile. La Coppa Italia sarà l’occasione per vedere al debutto Erik Gelli, forte interno proveniente dalla IBL di Godo, mentre dovrebbe essere certo l’utilizzo, anche per questa stagione, del forte utility italo-cubano Alfredo Lopez Delgado.
Sabato 24 in Pedagna, debutto per la squadra di serie C nella Coppa di categoria: alle 15,30 i Redskins affronteranno Ozzano ed il giorno dopo saranno a SassoMarconi per il secondo incontro.
Ancora niente di definitivo a per i calendari della serie B di baseball. La dirigente Redskins Ornella Billi, prevede che i Redskins giochino nel girone Sud assieme alle marchigiane Pesaro, Fano e Cupra Montana, le pugliesi Foggia e Matino, le toscane Castiglion della Pescaia (Gr) e Sesto Fiorentino e la laziale Viterbo.
Niente di sicuro, perché il campionato inizialmente pensato a quattro gironi di dieci team si è via via ridotto per defezioni causate da motivi economici – in Romagna non è salita Cesena che aveva vinto i play off - ed ora non si va più in la di 25. Problemi quindi per la formazione dei gironi, perché a Nord-Ovest ci sono solo sei squadre: Cagliari e Olmedo (Ss) in Sardegna, Cairo Montenotte (Sv), Sanremo (Im), Milano e Oltretorrente Parma.
Più ricco il Nord-Est con Verona, Castelfranco Veneto (Tv), Vicenza, Poviglio (Re), Pianoro e Minerbio (Bo), Trieste, Staranzano (Go), Castions le Mura e Cervignano (Ud). Quest’ultima ripescata direttamente dalla serie C senza che fosse approdata ai play off di categoria lo scorso anno. Prima del play ball il 15 aprile potrebbero esserci altri rimescolamenti, perché alcune società hanno dichiarato di voler conoscere le trasferte da fare prima di decidere se partecipare.




Baseball: Erik Gelli da Godo a Imola

sabato 18 febbraio 2012

Allenamenti frequentatissimi e tanta voglia di muoversi, testimoniata da partitelle di calcetto combattutissime sotto il pallone della Tozzona. Il ds Andrea Malavasi è riuscito nell’impresa di mettere nel roster dei Redskins un ottimo giocatore, Erik Gelli, 23 anni , due stagioni in IBL con Godo, dopo Livorno in A e Marina di Ravenna in B: “ Merito dei buoni rapporti con Godo che abbiamo costruito. Erik è un ottimo inserimento per la nostra squadra. In difesa ha ottime medie e in serie B la sua mazza si farà sentire” dice Malavasi. “Lavoro, faccio il carrellista in un’impresa di Godo e giocare in IBL mi pesava. Conosco bene i giovani di Imola – racconta il neoacquisto – Tavasci, Minardi e Cortini con cui ero all’Accademia e sono contento di questa scelta. Gioco interbase o in seconda e sono a disposizione dell’allenatore”.
Davide Maccaferri è ancora alla guida dei Redskins dopo averli condotti alla finale con Lodi – persa 3-2 – l’anno scorso:”Con Gelli completiamo il buon organico che abbiamo, così possiamo fare scelte diverse in diamante ed anche negli esterni. Diciamo che abbiamo la possibilità di un maggior turn over, il che non guasta considerando anche gli impegni di lavoro di alcuni”.
A completare il roster, due giovani della squadra di C, Marco Freddi e Luca Serra, lanciatore ed esterno, mentre si attende la conferma di Alfredo Lopez Delgado.
Malavasi ha concluso anche due affari con la franchigia della Fortitudo Bologna:acquistato definitivamente Christian “Happy” Gnudi che gioca in terza base e ceduto Alex Bassani, già l’anno scorso a Castenaso.
Intanto l’unica certezza per la formazione dei gironi della Serie B è che saranno tre, ma non si sa ancora quante squadre parteciperanno perché alcune spariscono all’improvviso, altre rinunciano alla promozione ed altre ancora vengono ripescate – senza meriti – nella serie superiore. La crisi si fa sentire e spariscono team anche in serie superiori.
Nord Ovest, Nord Est e Centro Sud le divisioni, con la preoccupazione di trasferte ancora a Matino e peggio a Paternò, ma dall’altra parte ci sono anche due squadre sarde. Ancora qualche settimana, poi si conosceranno definitivamente composizione dei gironi e calendario.
Nella stagione 2012 i Redskins schiereranno quattro squadre: Serie B, Serie C, Cadetti e Ragazzi.



Nino Villa

Calendario Finali Torneo Citta' di Bologna

martedý 24 gennaio 2012
FINALI XIV CDB (29 GENNAIO 2012)
         
      organizzazione  
         
COPERNICO - via garavaglia 11 - BOLOGNA
ATHLETICS
 
         
14.15 FINALE SENIOR 4^A - 4^ B   CASTENASO - FORTITUDO A
15.15 FINALE JUNIOR 5^ - 6^   RAVENNA - FORTITUDO A
16.15 FINALE JUNIOR 3^ - 4^   FORTITUDO B - CARPI
17.15 FINALE JUNIOR 1^ - 2^   VIRTUS - BCM MINERBIO
         
         
RECORD - via del pilastro 11 - BOLOGNA
NEW BOLOGNA SOFTBALL + CARPI
 
         
14.30 FINALE SR 8^ A - 8^B   SASSO MARCONI - PIANORESE VERDE
15.30 FINALE SR 9^ A   PERDENTE - ATHLETICS VERDI
16.30 FINALE SR 7^ A - 7^ B   SAN LAZZARO B - NEW BOLOGNA SOFT
17.30 FINALE SR 5^ A - 5^ B   TOZZONA - CARPI  A
         
         
PALACUS - via del carpentiere - zona Roveri - BOLOGNA
COMITATO PROVINCIALE FIBS BO
 
         
14.00 SEMIFINALE SR 1   BCM MINERBIO - PIANORESE BLU
15.00 SEMIFINALE SR 2   SAN LAZZARO A - CARPI B
16.00 FINALE  6^ A - 6^ B   PIANORO SOFTBALL - YANKEES
17.00 FINALE 3^ A - 3^ B   ATHLETICS GIALLI - FORTITUDO B
18.00 FINALE   VINCENTE 1 - VINCENTE 2



Classifiche Regular season Torneo Citta' di Bologna

martedý 24 gennaio 2012
SENIOR LEAGUE                    
girone a                     
                     
  punti g v n p          
SAN LAZZARO A 16 8 7 0 1 differenza punti negli scontri diretti:+2
PIANORESE BLU 16 8 7 0 1 differenza punti negli scontri diretti:+1
ATHLETICS GIALLI 16 8 7 0 1 differenza punti negli scontri diretti: -3
CASTENASO 10 8 5 0 3          
TOZZONA IMOLA 8 8 4 0 4          
PIANORO SOFTBALL 6 8 3 0 5          
S.LAZZARO B 4 8 2 0 6          
PIANORESE VERDE 2 8 1 0 7          
ATHLETICS VERDI -8 8 0 0 8          
                     
                     
SENIOR LEAGUE                    
girone b                    
  punti g v n p          
BCM MINERBIO 12 7 6 0 1 vincente scontro diretto
CARPI B 12 7 6 0 1 perdente scontro diretto
FORTITUDO B 10 7 5 0 2          
FORTITUDO A 9 7 4 1 2          
CARPI A 5 7 2 1 4          
YANKEES S.G.P. 3 7 1 1 5 scontro diretto pari - differenza punti generale: -48
NEW BOLOGNA 3 7 1 1 5 scontro diretto pari - differenza punti generale: -51
BSC SASSO MARCONI 1 7 1 0 6          
                     
                     
JUNIOR LEAGUE                    
  punti g v n p          
VIRTUS BASEBALL 9 5 4 1 0          
BCM MINERBIO 7 5 3 1 1          
FORTITUDO B 6 5 3 0 2          
CARPI CLIPPERS 5 5 2 1 2          
RAVENNA 2 5 0 2 3          
FORTITUDO A 5 5 0 1 4






Google